Connettiti a NewsCinema!

News

Monsters, la recensione

Pubblicato

:

monsters-film

Dopo l’innovativo e sensazionale “District 9” dell’esordiente Neill Blomkamp, Hollywood pare aver trovato una nuova miniera d’oro: l’alien movie a basso budget. Presentato in numerosi festival internazionali e apprezzato da pubblico e critica, “Monsters”, opera prima di Gareth Edwards, si inserisce perfettamente in questo prolifico filone. Ambientato ai giorni nostri, il film narra la storia di un’umanità totalmente soggiogata da un’invasione aliena, concentrando l’attenzione sui due protagonisti principali del film, Andrew (Scoot McNairy) e Samantha (Whitney Able) e sul loro disperato tentativo di tornare in America attraverso quella che è definita da tutti la zona infetta. I due protagonisti, nella loro lotta per la salvezza, impareranno a conoscersi, a confidarsi e ad amarsi, in un mondo ormai completamente soggiogato da queste misteriose ed enormi creature aliene.

Il problema fondamentale di “Monsters” è che a dispetto del titolo e del tema apocalittico che affronta, narra di tutt’altro. Non si intuisce bene quale sia il messaggio del regista Gareth Edwards nei confronti del pubblico. La genialità risiede nel fatto che in un film che parla di mostri lo spettatore trova una storia d’amore e un viaggio alla ricerca di se stessi? Probabilmente no. Se “District 9”, pur avendo un budget ridotto, riuscì a infrangere le regole portando un approccio totalmente nuovo all’alien movie a basso budget, questo “Monsters” fallisce quasi del tutto nell’impresa. Supportato da un intro stimolante (a cui occorre fare attenzione), il film prosegue poi con una normalità, una lentezza e una banalità decisamente fuori luogo per questo genere di film, portando lo spettatore a dimenticare quasi del tutto l’invasione aliena. Se si escludono un paio di scene di “azione” e il finale enfatico, il film sarebbe potuto essere benissimo una storia d’amore, un viaggio tra due persone completamente diverse che iniziano a conoscersi. Ovviamente il regista è stato abile a sfruttare il misero mezzo milione di dollari messo a sua disposizione, riuscendo a dare una certa coerenza e logica ad un film che mischia introspezione, alieni e forse anche un pizzico di critica politica. Ma si percepisce che qualcosa non va. Partendo dai due protagonisti, Andrew e Samantha non riescono a catturare lo spettatore, i due attori che li interpretano non riescono a trasmettere neanche un po’ l’intimità di una vera coppia, pur essendo stati scelti da Edwards proprio sulla base del legame che li univa anche nella vita reale. Gli alieni sono giganteschi, a forma di polipo e fanno tutto meno che paura, scelta probabilmente voluta dal regista.

Il rischio fondamentale che si ha vedendo “Monsters” è di confondere la citazione, la genialità e l’originalità con la furbizia. Edwards mette tantissimi spunti nel film e allo stesso tempo non mette assolutamente niente, lasciando ai singoli spettatori in quanto esseri umani la prospettiva del film in cui possono più facilmente identificarsi. “Monsters” non è un film pessimo, è sicuramente un’opera coraggiosa e confezionata bene, con una certa coerenza logica e con qualche sequenza ben riuscita. Il difetto fondamentale di “Monsters” è però di tradire se stesso, di promettere qualcosa allo spettatore dandogli invece tutt’altro, di chiamarsi “Mostri” e di parlare invece di esseri umani, di spacciarsi come alien movie essendo più che altro un road movie, di classificarsi nel filone horror quando di paura e tensione non c’è proprio nulla. Forse questi sopra elencati sono proprio i pregi del film, senza i quali “Monsters” sarebbe stato l’ennesimo blockbuster a sfondo apocalittico. Nessuno può dirlo con certezza. Le prospettive di analisi di “Monsters” sono pressoché infinite con un’unica assoluta verità: la grande furbizia del regista che di sicuro non è bravura.

Classe 1988, nato con l'idea del cinema come momento magico, cresciuto con la prassi di vedere (almeno) un film a sera, abituato a digerire qualsiasi tipo di opera (commedia, splatter, dramma, horror) sin dai primissimi anni di età, propenso a scavare nei meandri più nascosti per trovare sconosciute opere horror da torcersi le budella... appassionato, commerciale, anti-commerciale, romantico, seriofilo, burtoniano...disponibile davanti e dietro le quinte e disposto per tutti voi ad intervistare le più grandi celebrità italiane e internazionali... questo è Carlo Andriani ovvero: IO.

News

Priscilla La Regina del Deserto: energia, paillettes e tante risate al Teatro Brancaccio dal 12 al 15 Dicembre 2019

Pubblicato

:

priscilla teatro Brancaccio

Tratto dall’indimenticabile film del 1994 di Stephan Elliott con Hugo Weaving, Guy Pearce e Terence Stamp, il musical Priscilla La Regina del Deserto torna a grande richiesta al Teatro Brancaccio dal 12 al 15 Dicembre 2019. La prima si è conclusa con una lunga standing ovation, a conferma dell’ottimo lavoro fatto dal regista Matteo Gastaldo e gli interpreti principali. Simone Leonardi nei panni di Bernadette guida lo spettacolo con battute esilaranti e un sarcasmo assolutamente irresistibile, mentre Cristian Ruiz come Tick/Mitzi regala una performance carismatica insieme al frizzante Pedro Antonio Batista Gonzalez che porta sul palco una versione eccentrica e briosa di Adam/Felicia.

Tutti e tre alternano una recitazione misurata con numeri di ballo e canto che coinvolgono il pubblico in modo naturale e divertente. Merito anche della colonna sonora che comprende successi internazionali come I Will Survive, Family, It’s Raining Man, per cui è impossibile tenere fermi mani e piedi. Fin dalla prima scena il pubblico viene trascinato in un vortice di colori, luci, paillettes e lustrini per vivere l’avventura dei tre protagonisti in perfetto stile drag queen. A bordo dello sgangherato Priscilla, un vecchio bus rosa, Adam, Tick e Bernadette viaggiano lungo l’outback australiano alla ricerca di amore e amicizia, e finiscono per trovare molto di più di quello che avevano immaginato.

img 9934

I 500 costumi sfavillanti mostrano una grande cura in ogni piccolo dettaglio e conquistano la scena con tacchi alti, ampi copricapo assolutamente originali, gonne che sfidano le leggi della gravità e un make up da competizione. Priscilla La Regina del Deserto è un esempio di intrattenimento intelligente che offre alcune ore di sano divertimento, spensieratezza e condivisione.

Il teatro si trasforma da subito in un luogo di festa in cui il pubblico si sente come una grande famiglia sulle note di successi dance che tutti conoscono e sono in grado di canticchiare mentre seguono la storia che, comunque, offre anche importanti spunti di riflessione sulla discriminazione e l’intolleranza. Il pregiudizio che ruota intorno al mondo delle drag queen e in generale della comunità LGBTQ è sempre vivo, ahimè, e spettacoli come questo possono aiutare a ricordare ancora una volta che l’amore ha molte sfumature ma è comunque universale.

Priscilla Queen Of The Desert the Musical, è il musical australiano di maggior successo visto in tutto il mondo da oltre 6 milioni di spettatori. Vincitore di 2 TONY Awards Priscilla torna trionfalmente in Italia da dicembre 2019 a febbraio 2020.

Biglietti in vendita su www.priscillailmusical.it

Continua a leggere

Cinema

Edoardo Leo e Stefano Accorsi incontrano il pubblico il 22 Dicembre all’UCI Porta di Roma

Pubblicato

:

97425 ppl

Il 22 dicembre alle 18:30 a UCI Porta di Roma il cast di La Dea Fortuna saluterà il pubblico presente in sala per la proiezione del film, diretto da Ferzan Ozpetek e interpretato da Stefano Accorsi, Edoardo Leo e Jasmine Trinca. Distribuito da Warner Bros. Pictures, il lungometraggio racconta la storia di Arturo e Alessandro, una coppia in crisi unita però da un profondo affetto. Riuscirà l’arrivo dei due bambini di Annamaria, la migliore amica di Alessandro, a riportare la speranza?

È possibile acquistare i biglietti presso le casse di UCI Porta di Roma, tramite App gratuita di UCI Cinemas per dispositivi Apple e Android e sul sito www.ucicinemas.it. I biglietti paper-less acquistati tramite App e i biglietti elettronici acquistati tramite sito danno la possibilità di evitare la fila alle casse con –FILA+FILM. Il pubblico può comunque acquistare i biglietti anche tramite il call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto.

Continua a leggere

CineKids

Baby Yoda, 10 idee regalo disponibili su Amazon

Pubblicato

:

crocheted baby yoda fb4

Da quando è andato in onda il primo episodio della serie The Mandalorian su Disney + tutti sono impazziti per Baby Yoda, personaggio sul quale sono state fatte numerose ipotesi. Chi è esattamente? In un recente articolo vi abbiamo dato tutte le informazioni possibili su questa creatura adorabile, protagonista di meme e gif che ogni giorno invadono i social.

Ma, visto che il Natale è ormai alle porte, abbiamo pensato di dare un’occhiata sul web per consigliarvi alcuni gadget a tema disponibili su Amazon. Buono shopping!

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Dicembre, 2019

18Dic00:00Star Wars: L'ascesa di Skywalker

19Dic00:00La Dea Fortuna

19Dic00:00Pinocchio

19Dic00:00Last Christmas

24Dic00:00The Farewell - Una bugia buona

25Dic00:00Jumanji: The Next Level

Film in uscita Mese Prossimo

Gennaio

09Gen00:00Piccole Donne

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X