Connect with us

Concerti

NOTTE DELLA TARANTA 2012: Salento senza confini

Published

on

Schermata-2012-08-25-a-08.51.56

Collegamento

Non solo pizzica ma voci, suoni e tradizioni di anime, popoli e etnie. E’ la Notte della Taranta, il più importante festival europeo della musica tradizionale, che dal 7 al 22 agosto ha toccato 15 comuni del Salento e il 25 agosto si concluderà, come ogni anno, a Melpignano nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani, con il Concertone finale diretto per questa edizione dal musicista bosniaco Goran Bregovic.

L’evento è patrocinato dalla Fondazione Notte della Taranta, nata nel 2008 da un’idea della Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e Istituto Diego Carpitella, al fine di salvaguardare e studiare il patrimonio etnografico attraverso manifestazioni socio culturali e musicali e progetti di ricerca con università italiane e straniere, con particolare riferimento alle tradizioni popolari e al fenomeno del tarantismo. Tra leggenda e realtà, la storia del morso del ragno che turbava corpo e mente del malcapitato, scatenandogli una sorta di isterismo da curare con un rituale fatto di musica, danza ed elementi religiosi e esoterici, affonda le sue radici nel medioevo, con particolare diffusione in Puglia ma di probabile origine greca. E’ possibile che il ballo fosse un modo per far uscire il veleno dalla pelle attraverso il sudore prodotto dallo sforzo, sta di fatto, che al di là di come medici, sociologi, etnologi e musicologi lo abbiano spiegato, il fenomeno ha dato vita a un folclore che ha fatto conoscere la pizzica nel mondo e che ogni anno si rinnova attraverso un coinvolgente spettacolo itinerante, richiamando l’attenzione di migliaia di spettatori.

La Notte della Taranta, ha stregato nomi eccellenti del panorama musicale mondiale, uno fra tutti, Stewart Coopeland, storico batterista dei Police, già maestro concertatore nel 2003, da anni impegnato nella valorizzazione del patrimonio etnomusicale salentino e nominato cittadino onorario di Melpignano per il suo costante apporto all’ensemble Notte della Taranta. “Morsi” dal fascino della pizzica anche il maestro Ambrogio Sparagna, fondatore dell‘Orchestra Popolare “La Notte della Taranta”, l’ex Weather Report Joe Zawinul, maestro concertatore nel 2000, Vittorio Costa, Mauro Pagani e Ludovico Einaudi. Il primo a dirigere l’evento al suo esordio, ben 15 anni fa, è stato il maestro Daniele Sepe.  Oltre alla balcanica Wedding & Funeral band di Bregovic, lo spettacolo, che verrà trasmesso in diretta da Cielo alle 21,55, vedrà sul palco il gruppo croato Tonci Huljic & Madre Badessa Band, vincitore del Festival pop Dora, e l’orchestra serba, Nena Mladenovic Orchestra, composta da musicisti rom e vincitrice dell’edizione 2010 del Festival di Guca. Un evento nell’evento dunque, al di là delle rivalità etniche.

Altra presenza suggestiva e perfettamente in linea con lo spirito dello spettacolo basato sulla riscoperta e la valorizzazione delle tradizioni etnomusicali, è il Coro delle Mondine di Novi, nato negli anni Settanta da un gruppo di donne emiliane, cresciute in Piemonte per lavorare nelle risaie. A queste voci ultraottantenni, si sono unite oggi anche figlie e nipoti per preservare e tramandare il canto antico delle rispettive madri e nonne.  Il Concertone godrà anche delle sonorità della Banda Musicale di Racale, una delle più famose bande pugliesi, fondata da Sebastiano Manni settanta anni fa e ora diretta dal Maestro Grazia Donateo. Non meno emozionante e coinvolgente sarà il preconcerto introduttivo  che vedrà avvicendarsi sul palco Li Strittuli, le Cantatrici di Cannole Mario Salvi e i Cantori di Villa Castelli, seguiti dal gruppo Mascarimirì di Claudio Cavallo Giagnotti, con la sua Gitanistan Orchestra, una performance per riscoprire tutti quegli elementi che uniscono rom e salentini. Seguirà il tamburellista e cantante Antonio Castrignanò che ha firmato la colonna sonora del film di Emanuele Crialese “Nuovomondo”, Leone d’Argento alla Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia nel 2006.

In questo contesto va ricordata la carismatica figura del musicista Giandomenico Caramia, scomparso nel dicembre scorso, organettista e percussionista di grande levatura artistica e animatore dei Cantori di Villa Castelli. Insieme al maestro Mario Salvi, Caramia ha portato avanti una ricerca etnografica sui canti e la musica tradizionale in Puglia, e sullo strumento principe di Villa Castelli: l’organetto. Da questo studio i due musicisti hanno realizzato la pubblicazione “La Pizzica Nascosta. L’organetto nella musica e nei canti tradizionali di Villa Castelli”, al fine di divulgare la valenza storico culturale insita nel panorama musicale tradizionale della Murgia e salvaguardare le memorie orali e i documenti sonori raccolti durante il paziente lavoro di ricerca e di approfondimento. Da allievo a stretto collaboratore di Mario Salvi e Mimmo Epifani, è stato membro di punta del gruppo “Epifani Barbers” e ha partecipato più volte al Concertone finale de La notte della Taranta con l’Orchestra di musica popolare salentina. Musicista poliedrico ma anche abile cuoco, amava deliziare i suoi amici con piatti tradizionali pugliesi, tra una pizzica e un giro di organetto, e per questo noto a tutti come “il cuoco musicante”. Proprio ieri a Caulonia (RC), l’Orchestra del Roma Tarantella Festival ha rivolto un omaggio particolare all’artista, durante la serata “Caulonia incontra il mondo”, nell’ambito della XIV edizione del “Kaulonia Tarantella Festival”, altro importante evento di riferimento della musica popolare, in programma dal 21 al 25 agosto. Gemellato con Caulonia, il Roma Tarantella Festival, sotto la direzione del maestro Valerio Filippi, ha dedicato la serata all’artista scomparso.

Da un festival all’altro, dunque, artisti, musica, storia e tradizioni si fondono nella comune esigenza di ridurre le distanze e condividere patrimoni culturali preziosi da divulgare e preservare sulle vibranti note di un tamburello.

In virtù di questo principio e grazie alla collaborazione tra Ministero della Difesa, Cielo e la Fondazione La Notte della Taranta, l’evento potrà essere seguito via satellite anche dal contingente militare italiano. di stanza a Herat, in Afghanistan, all’interno dei quale ci sono  alcuni militari salentini che hanno fondato il “Circolo de li Guastasi”, un’associazione nata con il preciso scopo di promuovere la preziosa cultura del Salento.

Katia Cerratti

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Concerti

Marilyn Manson ferito durante il concerto di New York

Published

on

Marilyn Manson è stato ferito sul palco dell’ Hammerstein Ballroom di New York sabato sera, quando un pezzo di scenografia è caduto su di lui o lo ha spinto all’indietro.

Una dichiarazione del manager del cantante ha detto: “Manson ha subito un incidente verso la fine di un incredibile show a NYC. E’ stato portato in un ospedale locale“. Una fonte vicina all’accaduto ha detto a Variety poco dopo l’incidente che Manson “stava bene“, ma non si tratta di un commento ufficiale.

La band è stata circa 45 minuti a suonare e stava eseguendo la cover di “Sweet Dreams” degli Eurythmics quando è successo. “Al centro del palco era un podio, incorniciato da due gigantesche false pistole, su cui Manson ha cominciato a salire. Il podio è stato sbattuto drammaticamente, e Manson è caduto all’indietro e un proiettile di scena lo ha colpito – la band ha continuato a suonare per diversi momenti fino a quando non ha notato che il cantante non si alzava più”.

Le luci poi si sono spente e qualcuno ha detto che “a causa di lesioni” lo spettacolo era finito. Il tour “Heaven Upside Down” della band è iniziato solo due giorni fa a Maryland e dovrebbe proseguire fino alla fine di Ottobre; non è chiaro alla stampa se le date saranno rinviate per questo.

Continue Reading

Concerti

Elodie e Michele Bravi in concerto per Radio 2 Live, aperte le iscrizioni

Published

on

Un concerto inedito, un’occasione unica per vedere, sullo stesso palco, due giovani risorse del pop. Giovedì 22 giugno, alle ore 21, nella Sala B di Via Asiago a Roma, Elodie e Michele Bravi condivideranno la stessa puntata di ‘Radio2 live’. Un concerto che racconterà, dopo il successo di Sanremo, la storia in musica di questi giovani interpreti della canzone italiana.

Da un lato Elodie, cantante magnetica e amata da un pubblico di giovani appassionati, reduce dal successo di Tutta colpa mia, brano scritto da Emma, Pollex, Angiuli e Cianciola, che prende il nome dall’omonimo album; dall’altro Michele Bravi, uno dei più influenti giovani artisti sul web in Italia: su Youtube ha più di 300 mila iscritti, quasi 500 mila follower su Twitter e più di 250 mila like su Facebook. Michele è reduce dal successo de Il Diario degli errori, brano reso noto a Sanremo 2017 e contenuto in Anime di Carta, il suo ultimo disco. Radio2 live sarà occasione unica e intima per condividere il loro percorso, insieme ai padroni di casa del format Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini, con l’affezionato pubblico di Radio2.

Continua anche in versione estiva, dunque, il percorso di Radio2 dedicato a tutta la musica dal vivo più bella, con il format che apre le porte della radio agli ascoltatori: un calendario di concerti esclusivi – aperti al pubblico e gratuiti – in diretta da una delle sale storiche di Radio Rai, sulle frequenze di Radio2. Per prenderne parte alla serata scrivi subito a radio2live@rai.it. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il concerto sarà in diretta sulle frequenze di Radio2, in streaming su radio2live.rai.it e fruibile anche con l’app gratuita Radio Rai per smartphone e tablet.

Continue Reading

Concerti

The Rolling Stones tornano in concerto in Italia: al via la prevendita esclusiva per i titolari American Express

Published

on

Prenderà il via giovedì 11 maggio la prevendita esclusiva per tutti i Titolari American Express dei biglietti per l’unica data italiana dei Rolling Stones, che si terrà il 23 settembre 2017 al Lucca Summer Festival.
Sarà possibile acquistare i biglietti a partire dalle ore 09:00 di giovedì 11 maggio alle ore 09:00 di sabato 13 maggio.

I moltissimi fans italiani della band che ha fatto la storia del Rock n’ Roll avranno così la possibilità di rivedere i propri beniamini tornare in Italia tre anni dopo il concerto tenutosi al Circo Massimo di Roma nel giugno 2014. L’accordo è stato siglato con AEG Presents, e i titolari American Express potranno garantirsi i biglietti per il concerto con due giorni di anticipo rispetto all’apertura della vendita al pubblico, prevista dalle ore 10.00 del 13 maggio.

Il servizio di prevendita sarà accessibile tramite il sito http://www.ticketone.it/americanexpress oppure chiamando il call center TicketOne al 892.101, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.00 e il sabato dalle 9.00 alle 17.30.

American Express permette ai propri Titolari appassionati di musica di accedere più facilmente ad alcuni degli eventi musicali nazionali e internazionali più attesi, ottenendo per primi i biglietti disponibili e in anticipo rispetto alle normali prevendite.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari