Connect with us

News

Star Wars, la storia di Han Solo tra passato e futuro

Published

on

Sebbene l’imperatore Palpatine e Darth Vader ne Il Ritorno dello Jedi siano stati sconfitti, le cose non sono andate poi così lisce per l’Alleanza Ribelle (ora la Resistenza) negli ultimi tempi. Trent’anni dopo la loro vittoria su Endor, le due fazioni sono ancora in guerra in Star Wars: Il risveglio della Forza (18 dicembre 2015), tentando di prendere il potere della galassia. Suona proprio come una traversia che potrebbe avere un costo piuttosto alto persino per i guerrieri più incalliti. Una delle persone che ha passato tre decenni piuttosto duri e turbolenti sembra essere Han Solo. Persino con Jabba the Hutt a non indire più taglie sulla sua testa, ha ancora un sacco di nemici nell’universo, e se i nuovi rumors dicono il vero, alcuni di loro vengono addirittura dopo la sua amata astronave.

L’ultima notizia proveniente da Making Star Wars fornisce non pochi dettagli sul background di questo personaggio nel prossimo capitolo della serie. Se vi ricordate, poco tempo fa è giunta voce che il Capitan Solo avrebbe avuto una nuova astronave, a significare che lui e Chewbacca hanno perso il controllo della Millennium Falcon. Secondo queste fonti, è esattamente ciò che è accaduto poco prima dell’inizio della nuova pellicola all’iconica coppia. Tuttavia, l’unica cosa che sembra esser certa a questo punto è che Ian perde il veicolo prima degli eventi del settimo episodio, che spiega la famosa battuta del capitano nel secondo teaser trailer de Il risveglio della Forza (“Chewie… siamo a casa”) in una luce del tutto innovativa. Inoltre, Making Star Wars ha lasciato intendere che il vecchio contrabbandiere non se la passi molto bene nella futura pellicola, passando il tempo a bighellonare nei bar con l’umore sotto le scarpe. Sembra essere presente anche una misteriosa gang che vuole Ian morto per ragioni sconosciute. Questo spiegherebbe la presenza del pianeta desolato Jakku, il luogo ideale per nascondersi mentre si viene perseguitati da qualcuno. Un’altra cosa degna di nota: il resoconto di Making Star Wars indica che, per quel che riguarda il nuovo canone della saga, la storia di Ian e Chewbacca sarà la seguente: “Chewbacca viene catturato e messo in schiavitù all’indomani della Vendetta dei Sith e dell’invasione di Kashyyyk. Ian Solo libera i Wookiee e pertanto Chewbacca deve la vita a Ian”.

Il pilot della serie Star Wars Rebels, “Scintilla di ribellione”, vede infatti i Wookie schiavizzati dall’Impero Galattico dopo la vendetta dei Sith (un punto molto importante della trama), e quest’idea non è lontana dalle vicissitudini che vedranno protagonisti Ian e Chewbacca nell’ormai defunta immobilità dell’Universo Espanso. Ne Il risveglio della Forza probabilmente, non si farà mai riferimento alla questione, sebbene essa potrebbe (o dovrebbe?) essere menzionata nell’imminente Antologia dedicata a Ian Solo (sui grandi schermi il 25 maggio 2018) che i registi di LEGO Movie Phil Lord e Chris Miller stanno al momento sviluppando. Nel complesso, questi i rumors più sorprendenti che riguardano la saga di Guerre Stellari fuoriusciti quest’anno. Basandoci su quel che abbiamo potuto sentire, sembra che il trio originale (Luke, Ian e Leia) sia più o meno separato e non più operante come il gruppo affiatato che ne ha passate tante insieme. Del resto, trent’anni sono un lasso di tempo considerevole, e non abbiamo idea di ciò che potrebbe essere accaduto ai protagonisti tra Il Ritorno dello Jedi e Il risveglio della Forza.  Insomma, vi sono tuttora molti dettagli riguardo alla nuova pellicola che sono ancora sotto il velo di segretezza imposto dal regista J.J. Abrams, e lo scenario prefigurato dal terzo trailer in arrivo il prossimo autunno dovrebbe mettere in chiaro se queste voci siano autentiche o meno.

Cinema

Addio Olivia Newton-John | la dolce Sandy di Grease si è spenta a 73 anni

Published

on

Una tranquilla sera di agosto improvvisamente viene sconvolta da una notizia che nessuno avrebbe voluto leggere. La cantante e attrice Olivia Newton-John è passata a miglior vita a soli 73 anni. L’interprete della dolce e biondissima Sandy nel musical Grease insieme a John Travolta, da più di 30 anni stava combattendo con le unghie e con i denti contro un cancro che sfortunatamente non le ha lasciato scampo.

Il comunicato del marito di Olivia Newton-John sui social

A dare il triste annuncio della dipartita della Newton-John è stato il marito David Whisenant scrivendo un breve comunicato: “La signora si è spenta in pace questa mattina nel suo ranch nella California meridionale, circondata dalla famiglia e dagli amici. Olivia è stata un simbolo di trionfi e speranza per oltre 30 anni, condividendo il suo percorso con il cancro al seno. La sua ispirazione nella guarigione e l’esperienza pionieristica con la medicina delle piante continuano con il Fondo della Fondazione Olivia Newton-John, dedicato alla ricerca sulla medicina delle piante e sul cancro. Al posto dei fiori, la famiglia chiede che ogni donazione sia fatta in sua memoria al Fondo Olivia Newton-John Foundation. Chiediamo a tutti di rispettare la privacy della famiglia in questo momento molto difficile”.

Leggi anche: Festival di Roma: Conferenza stampa di A Few Best Men

Leggi anche: Addio a Kelly Preston, l’attrice moglie di John Travolta muore a 57 anni

Le parole di John Travolta per la ‘sua’ Olivia

Appresa la notizia della morte di Olivia Newton-John, è stato impossibile non pensare al suo Danny in Grease, collega e amico da anni, John Travolta. Il loro rapporto speciale ha fatto sognare milioni di fan per essersi dimostrati sempre complici e affiatati. Un’amicizia vera, sincera e rara nel mondo di Hollywood nata sul set e che li ha visti sempre fianco a fianco, nei momenti più difficili.

John Travolta è sempre stato parte integrante della vita di Olivia, sostenendola nel corso della sua lotta contro il cancro al seno. Commovente è stato il saluto proprio del suo Danny Zucco, il quale sul suo profilo Instagram ha postato una foto da giovane della collega e queste parole: “Mia cara Olivia hai fatto così tanto per rendere le nostre vite migliori. Il tuo impatto è stato incredibile. Ti ho amato tanto. Ci rivedremo ancora lungo il cammino e saremo di nuovo uniti, di nuovo insieme. Sono sempre stato tuo dal primo momento che ti ho vista e lo sarò sempre. Il tuo Danny, il tuo John”.

Continue Reading

Cinema

L’attrice Anne Heche coinvolta in un incidente in auto | le sue condizioni

Published

on

Paura per l’attrice 53enne, Anne Heche rimasta coinvolta in un incidente in auto, avvenuto venerdì 5 agosto. Nota al pubblico per aver interpretato serie tv e film di successo come Donnie Brasco, Psycho di Gus Van Sant, L’ora della verità e 13 Minutes uscita nel 2021, è stata spesso nelle riviste di gossip per la storica relazione con Ellen DeGeneres e l’attore James Tupper. Ancora da comprendere le dinamiche dell’incidente che ha visto attenzione e preoccupazione da parte dei suoi fan e amici di Hollywood.

Cosa è accaduto all’auto dell’attrice?

Secondo quanto dichiarato dalla polizia giunta sul luogo dell’incidente, la Mini Cooper guidata dall’attrice Anne Heche, poco dopo mezzogiorno si è schiantata in maniera molto violenta, contro una casa. L’ impatto tra l’auto e l’abitazione situata in Walgrove Avenue a Los Angeles è stato talmente forte, da aver visto l’abitacolo prendere fuoco, con l’attrice in stato di shock. Come riportato anche da alcune foto, la Heche è stata subito soccorsa dai paramedici, a causa delle importanti ustioni riportate sul suo corpo. Unica illesa, la proprietaria della casa e danneggiata solo la facciata dell’abitazione.

Leggi anche: Tragico incidente sul set di Rust: Alec Baldwin spara e uccide la direttrice della fotografia

Leggi anche: Addio a Gaspard Ulliel | l’attore francese morto a 37 anni in un tragico incidente

Le condizioni dell’attrice Anne Heche

Le immagini rese pubbliche da TMZ hanno reso noto quale sia stata la vera dinamica dell’incidente. Secondo i video divulgati, precedenti all’impatto, l’attrice alla guida della sua auto, stava percorrendo la zona residenziale a una velocità importante. Non è ancora chiaro se questo comportamento sia stato causato da un malore o da uno stato di alterazione. Al momento, la Heche non è in pericolo di vita, anche se è intubata.

Continue Reading

News

The Punisher | Jon Bernthal sarà ancora il protagonista della serie Marvel?

Published

on

Grandi novità nel mondo della Marvel: Jon Bernthal sarà il protagonista di una nuova serie dedicata alla storia di The Punisher. O almeno è ciò che ha reso noto (e fatto intendere) l’attrice Rosario Dawson, amata dal pubblico della MCU per aver interpretato Claire Temple, negli spettacoli della Marvel Cinematic Universe. In attesa di ricevere ulteriori conferme, continuate a leggere per scoprire come sono andate realmente le cose.

Jon Bernthal sarà il protagonista della serie The Punisher?

Tra le serie tv Marvel più amate dagli spettatori, certamente svetta The Punisher con l’attore Jon Bernthal nel ruolo di Frank Castle. Dopo aver esordito nella serie Daredevil, il grande riscontro ottenuto dal pubblico, lo ha portato a ricevere una proposta per la realizzazione di una serie spin-off, ripercorrendo un po’ le sue origini fino a diventare il Punitore. Ma questo momento d’oro non è poi durato come ci si aspettava, vista l’improvvisa cancellazione dal mondo dei drammi Marvel-Netflix, dopo la seconda stagione di The Punisher.

A portare una nuova luce, nella storia di Castle, sembra essere stata proprio Rosario Dawson, ospite dell’evento C2E2, durante il quale ha rivelato che The Punisher tornerà con il suo protagonista originale.

Leggi anche: The Walking Dead, Jon Bernthal nella nona stagione?

Leggi anche: The Punisher, il trailer della seconda stagione

Rosario Dawson e le sue dichiarazioni su Jon Bernthal

Dopo aver sganciato questa bomba rimbalzata in tutti i social, la Dawson tuttavia, non ha arricchito la news con ulteriori dettagli. È pur vero però, che a confermare queste parole dell’attrice, sono i movimenti fatti negli ultimi tempi dalla Marvel Studios, tornata ad occuparsi di serie dell’ampio mondo MCU. Come nel caso della prima  stagione di Occhio di Falco, il personaggio di Daredevil di Vincent D’Onofrio, Kingpin, si è presentato e si è rivelato essere il cattivo generale della storia. Nello stesso mese, Matt Murdock di Charlie Cox è apparso in  Spider-Man: No Way Home , dove ha interpretato un cameo fondamentale, ed entrambe le star sono ora destinate a tornare in Daredevil: Born Again nel 2024 come serie riavviata.

Ora resta solo da capire, in che modo Bernthal farà il suo grande ritorno nella Marvel TV con il suo The Punisher. L’unica cosa certa fin ora è la possibilità di ricevere maggiori dettagli e spiegazioni da parte della Marvel, dopo le parole di Rosario Dawson.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari