Connettiti a NewsCinema!

CineComics

Da Tarantino a Michael Jackson, 6 assurdi cinecomics mai realizzati

Pubblicato

:

In un panorama cinematografico sempre più saturo di produzioni dedicate al mondo del fumetto, sembra ormai impossibile riuscire a tirare fuori nuove idee per rinfrescare il genere. Nonostante ciò, siamo stati abituati negli ultimi anni alle trasposizioni più impensabili, dal film su Ant-Man, l’uomo formica, al già annunciato Gambit, incentrato su di un supereroe che come armi usa delle carte da gioco trasformate in proiettili mortali. Tuttavia, la storia degli anni passati è costellata di cinecomics mai realizzati, caratterizzati da trame assurde e scelte di casting davvero poco probabili. Ecco alcuni esempi.

Michael Jackson nelle vesti del Professor Xavier

Riuscite a immaginarvi Michael Jackson, il re del pop, nelle vesti del Professor Xavier ? Noi sicuramente no, ma ci è mancato davvero poco. Jackson sembrava davvero interessato alla parte  del fondatore del gruppo degli X-Men, tanto da decidere di finanziare di tasca propria la produzione della pellicola pur di ottenere il tanto desiderato ruolo. Non solo, i sogni del cantante non finivano mica qui. Jackson era infatti in lizza anche per il ruolo di Peter Parker in un ipotetico film su Spider Man, benedetto da Stan Lee in persona, che si disse favorevole alla scelta del re del pop per il ruolo dello spara ragnatele.

502514_v1

502516_v1

Quentin Tarantino e Silver Surfer

La storia cinematografica di Silver Surfer è stata sempre particolarmente travagliata. Nel 1990 i produttori avvicinarono persino George Lucas, che però si sfilò subito dal progetto. Chi invece era davvero interessato alla realizzazione di un film sul supereroe creato da Stan Lee e Jack Kirby era l’allora debuttante Quentin Tarantino, reduce dal folgorante successo della sua opera prima Le iene. Il progetto incuriosì i dirigenti della FOX, che assunsero subito John Turman per scrivere una sceneggiatura. Nelle idee di Turman Surfer, una volta giunto sul pianeta Terra, avrebbe incontrato una prostituta dodicenne, si sarebbe innamorato di una cameriera e sarebbe stato trasformato da un malvagio generale in una persona comune, perdendo i propri poteri. Nonostante la folle idea di trasformare una semi divinità in un uomo qualunque, il progetto fu abbandonato perché reputato “troppo costoso”.

Il The Dark Knight Returns di Joel Schumacher

Vi ricordate il terribile Batman & Robin di Joel Schumacher ? Bene, le cose potevano andare anche peggio. Il piano di Schumacher era quello di adattare la celebre graphic novel di Frank Miller The Dark Knight Returns (tra i più importanti fumetti della storia della nona arte), snaturandone completamente le idee alla sua base. Batman, infatti, nella sceneggiatura del film, sarebbe stato contaminato dalla tossina dello Spaventapasseri. Non solo, ma Harley Quinn (per il cui ruolo era in lizza Courtney Love) sarebbe stata (rullo di tamburi) la figlia del Joker, in barba a decenni di storia fumettistica e di lavoro sul personaggio. Ciliegina sulla torta, per il ruolo di Batman il nome di punta era quello di Nicolas Cage, ancora scottato dalla cancellazione del Superman Lives di Tim Burton.

502484_v2

Lo spinoff su Catwoman diretto da Tim Burton

Il Batman di Tim Burton, uscito nel 1989, è ancora oggi uno dei cinecomic più amati dagli appassionati, grazie alla splendida interpretazione di Michael Keaton e alle atmosfere cupe e ispirate. Nonostante ciò il sequel, con protagonista il Pinguino di Danny DeVito, non ebbe lo stesso successo di pubblico, nonostante la favolosa Michele Pfeiffer nei panni di Catwoman. Dopo la release di Batman Returns, Burton si disse fin da subito interessato a girare uno spinoff incentrato interamente sulla donna gatto, e ambientato in una città governata da supereroi. La Pfeiffer si disse favorevole, ma il progetto fu abbandonato dopo il successo commerciale di Batman Foverer, che convinse la WB a ignorare le atmosfere dark di Burton per dedicarsi a pellicole più vivaci e colorate.

Elektra di Oliver Stone

Oliver Stone è sempre stato un regista particolarmente controverso. I suoi film, infatti, sono spesso aggressivi, violenti e dalla forte connotazione politica. Poco dopo il successo di Natural born killers, Stone fu contattato per dirigere la trasposizione cinematografica del truculento Elektra scritto da Frank Miller. Nonostante molti ricordino il personaggio principalmente per la sua apparizione nel film di Daredevil con Ben Affleck, o per il suo pessimo film da protagonista, Elektra è un personaggio molto più interessante di quanto la versione di Jennifer Garner potrebbe far pensare. Elektra: Assassin, questo il titolo del progetto, sarebbe stato un film violento e adulto, una satira politica sulla eroina in rosso impegnata nel compito di eliminare un candidato alla presidenza degli USA, controllato da malvagie forze oscure.

502512_v1

Sandman e lo scontro tra Morfeo e un ragno gigante

È di qualche giorno fa la notizia dell’abbandono di Joseph Gordon-Levitt dal progetto cinematografico dedicato al celebre Sandman ideato dal genio visionario di Neil Gaiman. La graphic novel, fra le più belle e profonde mai scritte, racconta la storia di Morfeo e del suo viaggio attraverso lo spazio, il tempo e i sogni di tutti noi. Ben prima del progetto diretto da Levitt, però, la trasposizione su grande schermo di Sandman era stata affidata nelle mani degli sceneggiatori Ted Elliott e Terry Rossio (Aladdin e Pirati dei Caraibi), che riuscirono a condensare i settanta capitoli della saga in due ore di film. Gaiman si disse soddisfatto, ma il progetto venne abbandonato. A riprendere in mano le redini della produzione fu invece Jon Peters, eccentrico produttore americano. Peters fece inserire nella prima bozza di sceneggiatura uno scontro a mani nude fra Morfeo e un ragno gigante. Inutile dire che Gaiman si disse imbarazzato dallo script della pellicola, tanto da definirlo “uno dei peggiori mai letti”.

Studente presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Autore di diversi articoli pubblicati su mensili locali quali Bisceglie in Diretta e Il Biscegliese e siti d’informazione online locali e non. Ha collaborato con siti di informazione videoludica, come GameBack, GamesArmy e gamempire.it. Attualmente è redattore di Bisceglie24 e gestisce il blog cinematografico Strangerthancinema.it.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CineComics

Black Widow, l’atteso teaser trailer italiano del cinecomic con Scarlett Johansson

Pubblicato

:

vedova nera 2 maxw 824

Da mesi milioni di fan di tutto il mondo aspettavano la pubblicazione di questo trailer, e finalmente questa mattina: abemus teaser trailer ! Potrete vederlo nel lettore in alto all’articolo.

Il nuovo film targato Marvel Studios Black Widow diretto da Cate Shortland, arriverà nelle sale italiane il 29 aprile 2020. Dopo lo straordinario successo dei precedenti film che hanno visto la presenza de “La vedova nera”, in particolar modo in Avengers: Endgame, diventato il maggiore incasso mondiale di sempre, ora Scarlett Johansson riprende il suo ruolo di Natasha Romanoff/Black Widow, in questo film dedicato esclusivamente a lei. Gli altri attori e personaggi che divideranno la scena con lei sono David Harbour nei panni di Alexi il Guardiano Rosso e Florence Pugh interpretando Yelena.

Questa è la prima locandina ufficiale di Black Widow. Appena avremmo ulteriori news le pubblicheremo.

 

bw

Continua a leggere

CineComics

Supergirl, il costume originale del 1984 all’asta su Catawiki

Pubblicato

:

supergirl

Il costume originale di Supergirl indossato dall’attrice Helen Slater nel film del 1984 ‘Supergirl’ è all’asta su Catawiki, la piattaforma online per oggetti speciali. È stato il primo film di supereroi in lingua inglese che ha avuto nel ruolo di protagonista una donna. Indossando questo costume, Slater si è fatta strada nel mondo del cinema ed è stata nominata al Saturn Award come migliore attrice nel ruolo di Supergirl. Lo scorso anno i costumi “flying” sono stati venduti in un’asta ad Hollywood per più di $ 20.000. Il costume completo di Supergirl, con l’iconico mantello rosso, l’inconfondibile logo ‘S’ inciso sul giubbotto blu e la gonna rossa, sarà all’asta dal 1° al 22 novembre 2019. La base d’asta sarà di 2.500 euro.

Il primo film di Supereroi con protagonista una donna

Uscito nel 1984, Supergirl è iconico non solo per la tematica ma anche per essere un precursore del genere. Tematicamente, il film è basato sull’omonimo personaggio della DC Comics ed è servito come spin-off della serie cinematografica Superman. Diretto da Jeannot Szwarc e scritto da David Odell, il cast includeva attori famosi tra cui Faye Dunaway, Mia Farrow, Peter O’Toole, Marc McClure, e altri ancora.

0 4

0 3

Gli abiti da supereroe nella cultura popolare

I supereroi femminili stanno guadagnando sempre più attenzione e gradimento col passare dei giorni. Personaggi come Catwoman, Wonder Woman, Captain Marvel ecc. sono sempre state apprezzate dal grande pubblico. Eventi come Halloween dimostrano che le persone di tutto il mondo amano ancora vestirsi come i loro supereroi preferiti. Indossare un costume da Supergirl ha un significato più profondo della semplice apparenza; è una dichiarazione. Il merchandising di Superman è diventato particolarmente popolare tra i giovani amanti del fumetto con potere d’acquisto. Potremmo non essere in grado di vedere Superman o Supergirl volare nel cielo, ma il logo “S”, è uno segno molto familiare perché presente in una vasta gamma di prodotti, dalle magliette alle cover dei computer portatili.

L’esperto di Catawiki di merchandising di film, memorabilia&arredi scenici Luud Smits: “Anche se per il film sono stati realizzati diversi costumi, si ritiene che questo sia stato usato per le scene all’aperto. Invito la gente a dare un’occhiata al nostro sito e vedere le immagini dettagliate di questo oggetto da collezione. I supereroi femminili sono più popolari che mai, quindi siamo entusiasti di presentarlo ai nostri offerenti su Catawiki“.

Continua a leggere

CineComics

Il ritorno di Thor: chi avrà la meglio, le speranze dei fan o il cambiamento di Waititi?

Pubblicato

:

Thor

“Sarà più grande, più rumoroso e burrascoso” ha dichiarato Taika Waititi in una intervista con Wired per Thor: Love and Thunder.
L’impronta più bizzarra che il regista vuole dare al film, accompagnata dall’entrata in scena di Nathalie Portman nel ruolo di Jane Foster, che questa volta raccoglierà Mjolnir come The Mighty Thor, ispirato all’arco di fumetti di Jason Aaron, lascia con il fiato in sospeso i fan della Marvel.

Non è ben chiara l’impronta che il regista darà al film, ma ha ben chiarito in un’intervista che la volontà dei seguaci del Dio del Tuono non sarà una linea guida fondamentale su cui si baserà il film. Il ritorno dei personaggi cambierà le carte in tavola per sorprendere il pubblico. Thor: Ragnarok è riuscito a sconvolgere il franchise di Thor in vari modi e ha permesso al personaggio di avere uno dei migliori trampolini di lancio nella storia Avengers: Infinity War, discostandosi fin troppo anche dalle varie critiche che remavano a favore di una visione troppo identica tra i vari film. Ed è proprio su quest’ottica che girano intorno le speranze e le aspettative degli spettatori, puntando sulla capacità del regista di sorprenderci con gli stessi personaggi, ma anche con qualcosa in più.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Dicembre, 2019

18Dic00:00Star Wars: L'ascesa di Skywalker

19Dic00:00La Dea Fortuna

19Dic00:00Pinocchio

19Dic00:00Last Christmas

24Dic00:00The Farewell - Una bugia buona

25Dic00:00Jumanji: The Next Level

Film in uscita Mese Prossimo

Gennaio

09Gen00:00Piccole Donne

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X