Connect with us
72575900 575789813228211 5066891887851300503 n 72575900 575789813228211 5066891887851300503 n

Can Yaman

Can Yaman, l’attore turco che ha stregato l’Italia e sogna di lavorare con Ferzan Ozpetek

Published

on

[themoneytizer id=”13707-1″]

“Bello bello e impossibile con gli occhi neri e il tuo sapor medio orientale” cantava Gianna Nannini in una sua canzone. Niente di più azzeccato per descrivere Can Yaman. Fisico statuario, sorriso che lascia senza fiato, lunghi capelli castani e un taglio di occhi tipico delle sue origini turche. In questi ultimi mesi ha letteralmente conquistato il mondo – Italia compresa – riuscendo a farsi notare anche dal suo regista preferito Ferzan Ozpetek. Ma andiamo con ordine.

Can Yaman, classe 1989, nato a Istanbul dalla madre Guldem Toplan professoressa di lettere e dal padre Guven Yaman, ex doganiere, figlio unico, parla correntemente quattro lingue: turco, italiano, inglese e tedesco. Dopo aver frequentato il liceo italiano nella città turca e aver vinto una borsa di studio per l’America, ha conseguito una laurea in Giurisprudenza, diventando avvocato fiscalista all’età di 23 anni. Dopo sei mesi di praticantato, a causa della sua iper attività, grazie anche al consiglio di un suo docente universitario, ha deciso di usare questa energia, iniziando ad intraprendere quella che poi è diventata la sua strada: la recitazione. Nonostante il successo e la sua età (30 anni compiuti lo scorso 8 novembre), a gennaio 2020 dovrà sostenere il servizio militare obbligatorio in Turchia, per 21 giorni, pagando un’ammenda di circa 4.600 euro.

[themoneytizer id=”13707-1″]

Così dovrà dire addio a barba e capelli a favore di un look più sistemato e serioso. A tal proposito l’attore turco noto per essere sensibile a cause benefiche ha deciso di devolvere i suoi capelli per farne una parrucca a favore dei malati di cancro. Diversi sono stati i riconoscimenti che ha ricevuto Can, tra i più importanti il Premio come miglior attore emergente per GQ Turkye, e le prestigiose Farfalle d’Oro per Pantene Turkiye. Durante il suo ultimo viaggio di lavoro che lo ha portato a Madrid, Can ha avuto anche l’onore  di incontrare il divo di Hollywood Javier Bardem, il quale sapendo della presenza nella città spagnola dell’attore turco ha voluto conoscerlo (insieme alla madre) durante un evento a sostegno dei diritti degli attori e delle attrici spagnole.

Terminato il servizio militare, Yaman tornerà sul set da marzo 2020 per girare la sua sesta serie tv dal titolo Can Borcu (Il debito di Can). Secondo alcune indiscrezioni, Görkem (Can Yaman) due giorni prima del suo matrimonio con la fidanzata Belen, dovrà recarsi a Beirut per pagare il debito di un uomo che anni prima gli salvò la vita. Ulteriore richiesta, salvare sua figlia Neslișah dal marito violento e crudele. I due ragazzi inizieranno a conoscersi e saranno costretti a compiere un’azione, per poter uscire illesi dal Paese e tornare a Istanbul. Can per la prima volta, sarà impegnato in scene di combattimento e di azione. Scene che le fan sono abituate a vedere tramite i suoi social, visto che possiamo considerarlo uno sportivo con la “S” maiuscola, da che pratica da anni arti marziali, crossfit e boxe. Chiusa questa parentesi su di lui, cerchiamo di capire come si è intensificata questa storia d’amore tra Can Yaman e l’Italia.

031020191243396641515

Can Yaman e l’attrice Demet Özdemir nella serie Erkenci Kuş

“Segui l’amore se vuoi vivere la vita pienamente!”

Nonostante in Italia sia stata trasmessa solo una serie, il pubblico italiano attraverso Youtube è riuscito a seguire l’ultima fatica di Can Yaman, grazie al lavoro di fanpage a lui dedicate, le quali ogni settimana traducono e sottotitolano ogni episodio. Una vera macchina da guerra piena d’amore.

La prima esperienza su un set arriva nel 2014 con la serie tv Gönül İşleri. Questa produzione che si rivelerà essere un vero e proprio trampolino di lancio, soprattutto per merito della sua bellezza, gli aprirà le porte del mercato delle serie televisive turco, noto per essere al secondo posto come maggior numero di produzioni. Il primo posto? Hollywood.  Grazie ad İnadına Aşk (Amore Testardo) nel 2016, Can oltre a dimostrare una recitazione più matura, mostra la capacità di saper recitare anche in italiano, interpretando Yalin Aras, titolare di una compagnia informatica innamorato della sua dipendente Defne Barutçu (Açelya Topaloğlu). A cavallo tra il 2016 e 2017 gira la terza serie dal titolo Hangimiz Sevmedik (A chi non è piaciuto). Yaman interpreta Tarik Çam al fianco dell’attrice turca Yeliz Kuvancı nei panni di Itır Yeşil in una moderna storia d’amore – senza finale tragico –  che ricorda i Romeo e Giulietta raccontati da Shakespeare (1594-1596).

[themoneytizer id=”13707-1″]

È l’estate 2017 quando viene trasmessa Dolunay, nella quale interpreta Ferit Aslan, imprenditore noto per essere “allergico” all’amore e dedito solo al suo lavoro. Tutta la sua vita viene messa in discussione quando sul suo cammino incontra la sua cuoca Nazli Pinar (Ozge Gurel volto noto per la serie Cherry Season andata in onda due anni prima su Canale 5). Nonostante le differenze caratteriali, decidono di sposarsi per amore del nipote di Ferit, Bulut rimasto orfano a causa di un incidente stradale provocato dallo zio arrivista Hakan Onder per interessi legati alla società di famiglia. Sarà il piccolo a farà da cupido, dimostrando allo zio Ferit che il suo cuore è pronto per accogliere un nuovo amore: Nazli. Come per İnadına Aşk anche in questa serie, per dimostrare l’amore verso la lingua italiana, decide di inserire battute in lingua italiana, come ad esempio “Segui l’amore se vuoi vivere la vita pienamente”. Questa serie trasmessa lo scorso giugno con il titolo di Bitter Sweet – Ingredienti d’amore, ha conquistato l’Italia intera facendo registrare picchi di ascolti fino al 22% di share su Canale 5.

Eccoci giunti al punto di svolta nella carriera di Can Yaman. A consacrare il successo del bell’attore e avvocato turco in tutto il mondo è la serie tv Erkenci Kuş (Day Dreamer) iniziata nel maggio 2018 e terminata lo scorso ottobre. Can interpreta il fotografo freelance Can Divit, il quale torna a Istanbul, per festeggiare i 40 anni di attività dell’agenzia pubblicitaria del padre Aziz (Ahmet Somers) che gestisce con il figlio minore Emre Divit (Birand Tunca). Durante questo evento, in una delle sale del teatro, al buio, convinto fosse la sua fidanzata Polen (Kimya Gokçe Aytaç), si troverà a dare un bacio ad una misteriosa ragazza. Quello che sembrò essere un incidente, si rivelerà l’imprevisto più bello della sua vita.

Grazie al profumo di questa misteriosa donna, ben presto capirà che le labbra che aveva baciato appartengono a  Sanem Aydin (Demet Özdemir) neo acquisto dell’agenzia pubblicitaria del padre. Sanem dal canto suo, è determinata a capire chi fosse questo uomo che le ha “rubato” il primo bacio. Da qui inizia la storia tra l’Albatros e la Fenice, dove non mancheranno gelosie, risate, intrighi e colpi di scena. Erkenci Kuş verrà trasmessa a partire da giugno 2020 sempre su Canale 5.

Napoli caput mundi…

Il 16 agosto 2019 Can Yaman, in compagnia del padre Guven, ha deciso di trascorrere le vacanze nel nostro Paese, scegliendo la città di Napoli. Dal primo istante in cui è atterrato, tutta l’Italia si è mobilitata nella speranza di fare un selfie con colui che ormai è riuscito a conquistare il cuore di donne di tutte le età. Folle oceaniche hanno invaso l’entrata del Grande Hotel Vesuvio di Napoli, accolte con la massima disponibilità da Can, il quale come ha detto anche ultimamente in un’intervista: “ La polizia non riesce a comprendere il mio comportamento. Quando a Napoli mi hanno detto: “sei sicuro di voler entrare in quella folla?” Non possiamo proteggerti “ ho risposto: “non c’è nessun problema, loro dimostrano solo amore per me.”

[themoneytizer id=”13707-19″]

Il rovescio della medaglia? Queste immagini sincere e piene di affetto non sono piaciute ai media turchi, a tal punto da dire che Can abbia pagato i suoi fan per dimostrare la sua popolarità al di fuori del confine turco. Niente di più sbagliato. A Napoli, così come a Roma, posso confermare ogni singola parola detta dal Re Mida delle serie tv turche, perché ero presente alla scena raccontata nell’intervista. Inoltr, lo scorso 23 agosto ho avuto la fortuna e l’opportunità di poterlo incontrare privatamente nel salotto dell’hotel nel quale soggiornava e credetemi se vi dico che nella chiacchierata durata un’ora e mezza rigorosamente in italiano, nei suoi occhi si leggevano umiltà, emozione e incredulità, parlando delle migliaia di persone accorse nel capoluogo campano solo per lui, a tutte le ore del giorno e della notte, per una settimana intera.

ferzy can

Post dedicato a Can Yaman apparso sul profilo Instagram di Ferzan Ozpetek

Can Yaman e Ferzan Ozpetek: l’inizio di un cammino insieme?

Scene incredibili che non sono passate inosservate anche ad un nome illustre del nostro cinema italiano. Grazie alle foto sui social, il regista italo-turco Ferzan Ozpetek ha puntato gli occhi su Can Yaman, anche lui estremamente sorpreso di fronte a quelle immagini. Da qual momento, per sua stessa ammissione, hanno iniziato a scambiarsi dei messaggi che hanno mandato in visibilio tutto il pubblico, accendendo la speranza dei fan di vederli presto sul set insieme. A tal proposito, particolarmente interessanti sono risultate due dichiarazioni rilasciate da Can Yaman in merito al rapporto con il regista turco che tra circa due settimane, uscirà al cinema con il film La Dea Fortuna.

La prima è apparsa ad ottobre della rivista Hello! Turkiye, in occasione di uno shooting fotografico avvenuto a Roma. Alla domanda su Ozpetek, Yaman risponde: “Il supporto di Ferzan Ozpetek, senza conoscermi, è stato importante. L’ho ringraziato per messaggio e abbiamo parlato un po’ insieme. Il suo post è stato una bella risposta a chi non credeva che la numerosa folla ad attendermi fosse vera!”. La seconda dichiarazione che ha fatto battere il cuore delle fan di tutto il mondo è di ieri, nell’intervista rilasciata al giornalista turco Cengiz Semercioğlu per il giornale Hurryet Keleb: “Siamo in costante comunicazione con Ferzan Özpetek. Fratello Ferzan fa un film ogni 3-4 anni. Il suo ultimo film sta per uscire. Spero di poter fare un film insieme tra 2-3 anni.” Per ora non ci resta che incrociare le dita e aspettare pazientemente un annuncio dai diretti interessati!

Nonostante i suoi 5 milioni e 700 mila follower su Instagram, Can Yaman è riuscito a mantenere umiltà e attenzione per i suoi fans in ogni viaggio nel quale è andato. Dopo Beirut, Napoli, Atene, Roma (per girare una puntata di C’è posta per te in onda a gennaio 2020) , Cannes (ospite d’onore ai MipCom) e Madrid, a quanto pare la prossima meta sembra essere Milano per partecipare ad un noto programma televisivo.

 

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Can Yaman

Christmas World | inaugurato a Roma il village con l’attore Can Yaman

Published

on

L’aria del Natale ha conquistato ufficialmente Roma! Ieri è stato inaugurato il village Christmas World – Il Natale nel Mondo con molti volti noti del mondo dello spettacolo e con un super ospite d’eccezione, l’attore turco Can Yaman. L’ Auditorium Parco della Musica dopo aver ospitato la Festa del Cinema lo scorso ottobre, ha cambiato totalmente veste in occasione del Natale con luci e addobbi che vanno da Babbo Natale, a giganteschi Schiaccianoci e simpatici pupazzi di neve.

Il villaggio di Natale è all’Auditorium Parco della Musica

Se volete sognare e lasciarvi rapire dalla magia del Natale, passeggiando tra una Capitale mondiale e un’altra, dovrete recarvi almeno una volta al Christmas World dal 4 dicembre al 9 gennaio a Roma. Partendo dalla Tour Eiffel e dal Moulin Rouge di Parigi, passando per la Porta di Brandeburgo di Berlino e arrivando alla Grande Mela, ossia New York, il pubblico potrà scattare foto e curiosare tra le varie attrazioni previste per ogni città.

Scenografie che ricordano le città citate e gli stand non sono le uniche attrazioni. Camminando tra le varie installazioni potrete gustare dell’ottimo cibo, ascoltare anche musica dal vivo e vedere spettacoli adatti a tutta la famiglia. Sarà un modo per condividere del tempo con gli amici e i bimbi, che potranno respirare l’aria del Natale prima del previsto.

Fiore all’occhiello del Christmas World è la grande pista di pattinaggio del Rockefeller Center, nella parte dedicata a New York. Cliccate qui per visitare il profilo Instagram del villaggio! (clicca qui).

Leggi anche: Can Yaman | protagonista della serie Viola come il mare per la Lux Vide

L ‘arrivo di Can Yaman al Christmas World a Roma

Leggi anche: Can Yaman | in visita dai piccoli fan dell’ospedale Umberto I di Roma

Can Yaman super ospite al Christmas World

Tra i vari artisti invitati per prendere parte all’inaugurazione, il ruolo di ospite d’onore è andato all’attore turco Can Yaman, ormai italiano di adozione e di cuore. L’interprete di molte serie tv di successo turche e presto su Canale 5 con la serie Viola come il mare, ha preso parte all’inaugurazione del Christmas World per sostenere la raccolta fondi lanciata dalla sua associazione benefica Can Yaman For Children a favore dell’ospedale Umberto I di Roma.

Can Yaman al photocall e il box della Can Yaman For Children al Christmas World

Per poter donare – oltre ai riferimenti presenti sulla sua pagina Instagram – vi basterà recarvi nel cuore del villaggio natalizio romano e trovare la grande scatola viola con il fiocco giallo. Questo è il messaggio che troverete scritto sul box: “Il ricavato della raccolta fondi permetterà di donare ai bambini del reparto di Pediatria del Policlinico Umberto I di Roma alcuni macchinari necessari alle loro cure.”

L’attore che tra qualche mese indosserà anche i panni di Sandokan nel remake prodotto sempre dalla Lux Vide insieme a Luca Argentero, ha dichiarato di essere molto emozionato all’idea di trascorrere il suo primo Natale in Italia. Sebbene questa festività non venga celebrata in Turchia e la sua famiglia sia lontana, grazie all’affetto delle fan è riuscito a trovare una grande famiglia nel nostro Paese.

Continue Reading

Can Yaman

Can Yaman | l’attore turco e i suoi ‘amatissimi’ impegni di settembre

Published

on

Nel 2013 il cantautore romano Max Gazzè presentò al Festival di Sanremo, un brano intitolato I tuoi maledettissimi impegni, le cui parole erano un’accusa alla dolce metà, di essere troppo presa dal lavoro lasciando pochissimo tempo per il resto. Nel caso specifico, ho voluto modificare l’aggettivo centrale, con l’intento di sottolineare quanto gli impegni di Can Yaman invece siano ‘amatissimi’ soprattutto dalle fan, che nei prossimi mesi avranno modo di vederlo in televisione e non solo.

Terminate le vacanze estive trascorse tra la Costiera Amalfitana, la Puglia e la Sardegna, il bell’attore turco è entrato nel vivo dei suoi – è il caso di dirlo – impegni di lavoro, divisi tra l’ Italia e la Turchia.
A partire dai primi giorni di settembre, i social sono andati letteralmente in fiamme per una serie di foto e video con protagonista Yaman.

Can Yaman Mania

L’uscita del profumo Can Yaman Mania

Lo scorso 19 luglio attraverso il profilo Instagram, Can Yaman postò uno scatto tratto dallo shooting realizzato dal fotografo Claudio Porcarelli, per il lancio del profumo Can Yaman Mania. Un post atteso dalle fan di tutto il mondo, perché annunciava la possibilità di pre-ordinare la sua essenza, attraverso il sito www.canyaman.it .

Dalla dolcezza intensa della fragola, alla calda carezza del cacao fino al carattere deciso del whisky, Can Yaman Mania rappresenta quella che sembra essere la vera essenza dell’attore. Un progetto nato e sviluppato con i suoi collaboratori Roberto Macellari e Francesco Cirulli, porta con sé anche l’impegno a sostenere la fondazione Can Yaman for Children, fortemente voluta da Can, per poter aiutare i bambini in difficoltà. Per tanto, è giusto specificare che parte del ricavato proveniente dalle vendite del profumo, andrà direttamente alla fondazione.

Leggi anche: Can Yaman | in visita dai piccoli fan dell’ospedale Umberto I di Roma

Can Yaman premiato ai Filming Italy Best Movie Award

Can Yaman premiato all’evento Filming Italy Best Movie Award

La 78^ edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, da anni ospita diversi eventi correlati alla manifestazione principale, alla quale prendono parte artisti italiani e internazionali del mondo del cinema e delle serie tv. Annunciato a sorpresa sul sito Best Movie, il nome di Can Yaman è stato il nome più cliccato e chiacchierato negli ultimi giorni. Confermato come uno degli ospiti da premiare nel corso della serata del 5 settembre alla presenza di Tiziana Rocca, Direttrice Generale dei Filming Italy Best Movie Award, la presenza di Can a Venezia ha creato un entusiasmo tra le fanpage e le fan senza precedenti.

La curiosità di scoprire il look prescelto per il red carpet e la categoria vinta, sono stati gli argomenti che hanno tenuto banco per giorni e giorni. Dopo aver avuto la conferma della collaborazione con Dolce&Gabbana per l’abbigliamento, attraverso questa motivazione, il pubblico ha appurato quale premio avesse vinto.

“A Can Yaman va il premio come Personaggio Televisivo dell’ anno ai Filming Italy Best Movie Award per aver rivoluzionato il concetto di divismo contemporaneo, con un’immagine seducente ma sofisticata, che gli ha permesso di scalare le graduatorie dello star system europeo e mondiale, affermandosi in tutti i comparti del nostro immaginario, dalla moda al cinema”.

Leggi anche: Can Yaman sarà Sandokan nel progetto internazionale della Lux Vide

Can Yaman e Viola come il mare

Verso il primo ciak della serie Viola come il mare

Dopo aver detto addio alle serie tv turche, Can è diventato l’uomo di punta della casa di produzione Lux Vide, guidata dall’Amministratore Delegato, Luca Bernabei (anche lui premiato ai Filming Italy Best Movie Award). Schivando come proiettili le continue fake news, create ad hoc solo per avere qualche follower e like in più, con un post pubblicato il 10 agosto su Instagram, Can Yaman ha annunciato la sua partecipazione come co-protagonista, della serie tv Viola come il mare, tratta dal romanzo Conosci l’estate? di Simona Tanzini.

Dopo la breve esperienza come il barista Gino nella serie tv Che Dio ci aiuti 6, questa volta dovrà recitare totalmente in italiano, al fianco dell’attrice siciliana Francesca Chillemi. Una vera sfida per lui, che di certo non lo spaventa e per le fan al settimo cielo, visto che conoscono bene la sua propensione per le lingue, in particolar modo per l’italiano. Del resto è bastato ascoltarlo nelle interviste rilasciate a Venezia, per appurare quanto sia migliorato nella pronuncia – merito di un’ottima base di partenza – utilizzando avverbi e congiuntivi, in maniera impeccabile.

Can Yaman alla prova costume della serie Viola come il mare

La conferma che l’inizio delle lavorazioni per Viola come il mare siano entrate nel vivo, è stato lo stesso Can ad averlo annunciato. Una storia postata qualche giorno fa, mentre il tavolo della sua casa romana, è completamente coperto dai copioni degli episodi, rende bene l’idea di quanto sia impegnato.

E poi, ecco il post che ha incendiato i social, creato da Can, con l’intento di presentare al pubblico il personaggio che andrà a interpretare nella serie: Francesco Demir (cognome tipicamente turco, adattato per l’occasione, al posto di Ulivieri). Look che ricorda un poliziotto in borghese, con jeans, giubbotto di pelle e occhiali da sole scuri, il bell’attore in queste ore si sta districando anche nelle prove di trucco e parrucco negli studi della Lux Vide di Formello.

Leggi anche: Can Yaman | protagonista della serie Viola come il mare per la Lux Vide

Francesco Cirulli, Can Yaman e Roberto Macellari

Spot del brand turco Tudors a Roma

La collaborazione tra Can Yaman e il brand turco di abbigliamento maschile Tudors annunciata il 23 luglio 2020, sta continuando a gonfie vele. Non è un mistero, la consapevolezza che il marchio sta conquistando il mondo, soprattutto dopo il coinvolgimento dell’attore come brand ambassador. Dopo essersi recato a Belgrado per l’inaugurazione di uno dei negozi, il patron Yasar Ayaydin ha deciso di aprire uno store nel cuore delle vie dello shopping di Roma. Location diventata ancora più famosa, dopo lo spot girato da una troupe turca, tra tra Piazza del Popolo e il negozio di Via del Corso.

Curiosità arrivata ancora di più alle stelle, dopo il post apparso sempre sul profilo Instagram di Can, nel quale annunciava in una veste inedita di attori, i suoi due migliori amici romani, Roberto e Francesco, noti anche con il soprannome di Conduttura. Seppur a fatica, per il momento, c’è solo una cosa da poter fare: portare pazienza e aspettare che il video venga condiviso quanto prima sui social.

Raoul Bova, Can Yaman e Luca Argentero

Il primo incontro tra Yanez e SandoCan

E per concludere, ho deciso di lasciare la foto della settimana (se non del mese) per concludere questo excursus dedicato agli impegni lavorativi di Can Yaman.
Come un fulmine a ciel sereno, in una calda sera di settembre, sui social compare una foto che viene condivisa e ricondivisa, praticamente da chiunque. Un trio da togliere il fiato, composto da alcuni tra gli uomini più amati e desiderati del mondo, si mostrano sorridenti di fronte l’obiettivo dello smartphone. Questo trittico composto da Raoul Bova, Can Yaman e Luca Argentero è fatto insospettire le fan che non si perdono neanche una news relativa alla loro professione.

Cosa hanno in comune? La risposta è molto semplice: la Lux Vide. Dopo l’annuncio di Bova nei panni di protagonista della serie di successo Don Matteo, Argentero e Yaman il prossimo anno condivideranno il set per molti mesi in Italia e all’estero della serie internazionale Sandokan. Annunciati lo scorso dicembre su RTL 102.5 come i nuovi Yanez (Argentero) e Sandokan (Yaman), questi mesi di silenzio, sono stati riempiti da tante chiacchiere incentrate sull’abbandono al progetto, al fallimento della Lux Vide, fino al rapporto conflittuale tra i due attori. Una gratuita mancanza di rispetto nei confronti di chi sta lavorando da mesi a questo progetto internazionale di grande entità, economica e professionale.

Senza nulla togliere a colui che è stato ‘il piccolo grande amore’ di intere generazioni, l’attenzione per ovvie ragioni ricade sul sorriso e sull’abbraccio di Luca Argentero nei confronti di Can Yaman, mostrando senza remore l’assoluta tranquillità e serenità tra i due. Simpatica, come fosse l’incipit di una barzelletta, la didascalia scritta da Argentero: “C’erano un romano, un turco-romano e un torinese”.
Ora sta a loro mostrarci il seguito di questa storia, che si prospetta essere l’occasione di una vita per tutti.

Continue Reading

Can Yaman

Can Yaman | protagonista della serie Viola come il mare per la Lux Vide

Published

on

Questa mattina come un fulmine a ciel sereno è arrivata una notizia bomba che ha mandato in visibilio le fan di Can Yaman. La casa di produzione Lux Vide, ha ufficializzato attraverso il suo sito, il coinvolgimento dell’attore turco, nel ruolo di protagonista, per la serie Viola come il mare, insieme all’attrice siciliana Francesca Chillemi.

Le dichiarazioni della Lux Vide sul progetto con Can Yaman

In collaborazione con RTI, la casa di produzione Lux Vide di Matilde e Luca Bernabei, a partire dalla fine del mese di settembre, inizierà le riprese della serie tv Viola come il mare, tratta dal romanzo Conosci l’estate? scritto da Simona Tanzini ed edito da Sellerio. I protagonisti sono Can Yaman e Francesca Chillemi, un duo apparso già nella serie Rai Che Dio ci aiuti 6, sempre prodotta dalla famiglia Bernabei.

Le location prescelte per ambientare il racconto dai toni che vanno dalla commedia al crime, vedranno il cast e la troupe dividersi tra Roma e Palermo. Al momento, non ci sono ulteriori informazioni su chi saranno i co-protagonisti della serie che andrà in onda su Canale 5.

E subito dopo Sandokan…

Precisazione per le fan dell’attore turco Can Yaman, in attesa che vesta i panni della Tigre di Mompracem.
Questo nuovo progetto non va assolutamente a inficiare le lavorazioni della serie internazionale Sandokan, annunciata nel mese di dicembre del 2020. A onore di cronaca, riportiamo fedelmente il comunicato apparso sul sito della Lux Vide.

“La star turca, inoltre, da febbraio 2022 sarà impegnata sul set per l’inizio delle riprese del remake in chiave contemporanea del kolossal “Sandokan”, la maestosa co-produzione internazionale targata Lux Vide, nata da un’idea dell’AD della società, Luca Bernabei. Dopo il successo internazionale della serie tv del 1976, in oltre 85 Paesi, la grande storia d’amore tra Est e Ovest – che ha ispirato intere generazioni alla lotta per la libertà e l’uguaglianza – è pronta a rivivere con un taglio inedito, fresco e moderno, raccontata da un punto di vista femminile.”

Leggi anche: Can Yaman sarà Sandokan nel progetto internazionale della Lux Vide

Il post apparso sul profilo ufficiale Instagram dell’attore Can Yaman

Leggi anche: Che Dio ci aiuti 6 | record di ascolti per il finale di stagione con Can Yaman

La trama di Conosci l’estate?

La protagonista è Viola, una giovane giornalista tv di Roma giunta a Palermo per diverse ragioni. La sua personalità molto eclettica è soggetta a un disturbo chiamato ‘sinestesia’: a ogni persona che incontra sul suo cammino, riesce ad associare musica e colori. Tuttavia, se non dovesse trovare un abbinamento in tal senso, significa che dovrà tenersi alla larga. Purtroppo per lei, non è l’unica difficoltà nella sua vita, visto che è affetta dalla patologia dei ‘neuroni bucati’, che la portano ad avere una percezione differente della realtà.

Il primo caso crime, vede la giovane e benestante Romina strangolata, presumibilmente, dal cantautore Zefir. Per risolvere questo omicidio, Viola entrerà in contatto con un poliziotto chiamato Zelig, con il quale riuscirà a trovare dei punti di incontro per le indagini. Da questo continuo cercare, la giornalista si troverà a scandagliare anche alcuni aspetti più intimi della sua persona, tra cinismo, amore senza dimenticare il cuore della vicenda: la ricerca della verità.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari