Connettiti a NewsCinema!

Festival

I Love Hitchcock, Guido Manuli al Future Film Festival

Pubblicato

:

gyrdrebtpgrnpfrs0jlmadxiii-unepajrd_lg1gm8y

Il Future Film Festival ha regalato ai suoi spettatori un incontro con l’animatore Guido Manuli, regista e sceneggiatore, dagli anni ’60 ad oggi,  di lungometraggi, corti e sigle che sono rimasti nell’immaginario degli italiani. Collaboratore di Bruno Bozzetto, con Maurizio Nichetti coregista e cosceneggiatore del film Volere Volare, per il quale vince il David di Donatello nel 1991, autore di Aida degli alberi, Monster Mash e, per la RAI, di Garibaldi l’eroe dei due mondi, Manuli è anche un sagace autore di corti che sono stati apprezzati nei più prestigiosi festival del settore: Opera, Erection e Incubus sono solo alcuni dei titoli più noti.

imagesTendenzialmente refrattario a partecipare in prima persona a questi eventi, Manuli in questa occasione si è presentato volentieri alla platea del FFF, in un dialogo con Mario Serenellini, portando in omaggio uno show reel che ha ripercorso alcune delle numerose tappe del suo lavoro, una selezione di corti, i trailer di alcuni progetti mai realizzati ed infine, in anteprima, I love Hitchcock, il suo ultimo corto che rende omaggio al grande maestro del cinema. In aggiunta alle sue animazioni, il regista ha portato anche parole di incoraggiamento per i giovani desiderosi di realizzarsi nel settore, esortandoli a sperimentare e ricordando come lui stesso, nel passato, rinunciasse alle vacanze reinvestendo nell’autoproduzione dei suoi corti i guadagni dei lavori pubblicitari, come quello, notissimo, con le zanzare dell’insetticida Raid.

Manuli ha raccontato il suo particolare divertimento nel confrontarsi con i classici del grande schermo, primo tra tutti Walt Disney, con cui si è misurato in Solo un bacio, un dissacrante corto che mescola personaggi reali ed animazione incarnando l’ossessione sessuale di un animatore per Biancaneve, fino alla nemesi vendicativa che lo porta ad essere annientato dai Sette Nani in persona, anzi… in cartone. Lo stesso spirito dissacrante animava Incubus, un altro corto riproposto al pubblico del FFF, che ripercorre con ironica ferocia le peggiori situazioni che un essere umano, in questo caso un grasso piccolo ometto, possa immaginare.

La stessa ironia, ma con uno sguardo più morbido e accondiscendente, sostiene gli esilaranti provini di Casting, un corto del 1997 che mette in scena un’improbabile sequela di aspiranti “attori” animati, alla ricerca dei perfetti interpreti di Biancaneve e i sette nani, un film che evidentemente ha dato corpo diversi sogni del nostro Manuli.

Instancabile, il regista confessa “il mio unico problema è che non posso stare fermo”. E con le nuove tecnologie, aggiunge, si possono sperimentare e realizzare, comodamente seduti a casa nel proprio studio (oggi nel verde della francese Annecy, sede dell’omonimo festival), opere che prima richiedevano l’intervento di numerose e costose figure professionali esterne: tanto che, conclude con autoironia “a volte le mie nuove idee superano le mie capacità tecniche”. Molto curioso di tutti i nuovi mezzi, Manuli ha raccontato come proprio l’affidare all’esterno parte della produzione sia stato per lui in passato fonte d’insoddisfazione, come nel caso di +1 – 1, un corto riproposto al FFF, che pure aveva avuto grande successo di pubblico, per la sua capacità di veicolare il concetto che “la vita è un film, e senza uno solo di noi è un altro film”.

Surreal-IncubusE ancora, è divertente e veritiera la sua posizione, che sappiamo condivisa anche da altri artisti di diversi settori, che la vera realizzazione dell’opera sta nel suo concepimento, nello studio dello script e nel disegno dei personaggi: “e il resto”, cioè tutto il cosiddetto lavoro, “è solo una gran rogna!” In questa ottica, Manuli ha presentato al pubblico del FFF i trailer di alcuni progetti mai realizzati per vari ostacoli umani e burocratici, equamente divisi nei cassetti di Medusa e della RAI. Così gli pare quasi di aver davvero realizzato I love trash, una serie ambientata tra la spazzatura di un vicolo, ed anche Big Ceasar, un lungometraggio che doveva riproporre in chiave ironica un immaginario seguito del classico Little Ceasar, (il gangster movie del 1931 di Mervin LeRoy) tra maiali reincarnati ed animali ogm. Maggiori speranze di realizzazione per Hu Man, progetto per un lungometraggio ambientato in un satellite televisivo, dove i prodotti scartati dall’audience vengono rinchiusi in un frigorifero: forse, dopo la chiusura della Lumiq, sarà prodotto in Canada.

manuli1A degna conclusione della panoramica, quasi una retrospettiva condensata, la proiezione in anteprima di I love Hitchcock. Qui Manuli ripropone la sua ossessione per la rivisitazione dei classici, portando uno scarafaggio animato, spinto dal desiderio di raggiungere la sua fidanzata scarafaggina, ad attraversare con sprezzo del pericolo le scene più famose dei film di Hitchcock, provocando effetti imprevisti fino ad un tragico finale (per il povero insetto), che porta invece alla salvezza di Janet Leigh, che esce viva dalla famosa doccia dell’immancabile Psycho. La bramosia di Manuli per il corpo femminile (umano o meno) e per i grandi del bianco e nero si congiungono così in un nuovo divertente corto, che farà la gioia dei cinefili.

 

Autrice per Newscinema della rubrica Fuoriscena, insieme con l’illustratore Giovanni Manna, scrivo racconti per ragazzi dove immagini e testo si intrecciano indissolubilmente… non assomiglia al cinema? Vedere un bel film, o una mostra d’arte, è un piacere che va assolutamente raccontato, ovviamente su Newscinema!

Cinema

Giffoni Film Festival 2019, Evan Peters ospite speciale

Pubblicato

:

evan peters

Il 23 luglio l’attore Evan Peters incontrerà centinaia di giffoners durante la 49esima edizione del Giffoni Film Festival e riceverà il prestigioso Giffoni Experience AWARD.

Il giovane attore americano nel giro di pochi anni ha raggiunto una popolarità a livello mondiale, grazie ai suoi molteplici ruoli nella serie American Horror Story in Pose e per il ruolo del mutante Quicksilver nel franchise X-Men, con i film X-Men – Days of a future past,  X-Men Apocalypse e  X-Men – Dark Phoenix, in cui ha recitato accanto a star del calibro di Hugh Jackman, Michael Fassbender e Jennifer Lawrence. Vedremo l’attore prossimamente nel film di Unjoo Moon, I Am Woman.

Continua a leggere

Cinema

Erin Richards, la star di Gotham ospite al Filming Italy Sardegna Festival

Pubblicato

:

uyu

Erin Richards, l’attrice che interpreta Barbara Kean in Gotham, la serie tv basata sui personaggi DC Comics James Gordon e Bruce Wayne, è stata ospite della seconda edizione di Filming Italy Sardegna Festival, il festival dedicato al cinema e alla televisione ideato da Tiziana Rocca che si è svolto dal 13 al 16 giugno a Cagliari. Per l’occasione, Infinity ha presentato in anteprima al pubblico della manifestazione il settimo episodio della quinta stagione della serie.

“Sono davvero felice di essere stata ospite a Filming Italy Sardegna Festival – ha dichiaratoErin Richards. – E’ stato un vero onore per me ricevere un premio per Gotham in questa splendida location. Interpretare Barbara Kean è davvero stimolante perché è un personaggio che subisce moltissime evoluzioni: è stato come interpretare un nuovo personaggio in ogni stagione.” 

Nel settimo episodio di Gotham 5, Gordon lotta contro il tempo per scoprire la minaccia che rischia di porre fine ai colloqui sulla riunificazione di Gotham con la terraferma. Jeremiah ritorna e organizza una contorta ricostruzione dell’omicidio dei genitori di Bruce con l’aiuto di Jervis Tetch aka Il Cappellaio Matto. La quinta stagione di Gotham è disponibile su Infinity con un episodio a settimana.

Continua a leggere

Cinema

Sardinia Film Festival 2019, la XIV edizione si terrà dal 14 giugno al 7 luglio

Pubblicato

:

sff19 loc a3 tavola disegno 14286

L’Accademia delle Belle Arti Mario Sironi si prepara ad accogliere l’anteprima del Sardinia Film Festival 2019 per il 14 e 15 giugno. Sarà il primo assaggio di una ricchissima XIV edizione del Premio internazionale dedicato al cortometraggio cinematografico. Un’iniziativa organizzata dal Cineclub Sassari, che quest’estate toccherà anche i centri di Villanova Monteleone, Bosa e Alghero.  L’Accademia ospiterà le sezioni Experimental e Videoart, ma sarà anche occasione di incontri e laboratori, il tutto a ingresso è gratuito. Si parte venerdì alle 16.00 con il workshop CreAttivati!  –  Sfrutta il tuo pensiero creativo, a cura della life coach Daniela Chessa. Un’occasione per esplorare e comprendere le dinamiche che si sviluppano nella nostra vita quando attiviamo il pensiero creativo. L’iscrizione è aperta a tutti.

Laureata in design industriale e oggi coach professionista, Daniela Chessa si occupa di formazione per singoli e per gruppi di lavoro, con focus sull’allenamento delle potenzialità personali. Tra gli obiettivi delle sue attività ci sono il miglioramento delle performance professionali, la gestione del tempo e la comunicazione efficace. Dalle 18.00 alle 20.00 la sala conferenze delle Belle Arti sarà teatro di proiezioni per le dieci opere finaliste della sezione Sperimentale. Lavori provenienti da Italia, Spagna, Argentina, Germania, Brasile e Francia.

Dalle 17.00 di sabato, saranno presentati i lavori della sezione School under18, cominciando da Pinocchio non dice bugie di Giovanni Bellotti, la storia del burattino più famoso del mondo che in questo caso è fatto di legno scuro. Costretto a scappare dalla guerra in Siria a bordo di una nave verso il Paese dei Balocchi, incontrerà persone che lo inganneranno con le loro bugie.

Quindi Giustino, uccellino coraggioso di Mena Solipano, che parla di un piccolo volatile che vive sul Vesuvio e si trova a sperimentare la tragedia dei roghi estivi. Mostri, nel quale Raffaella Trainello narra la storia di un pregiudizio: i bambini della quinta primaria scoprono che ogni sabato il loro fabbricato scolastico è chiuso e devono frequentare le lezioni nell’edificio della scuola Media. A concludere la carrellata School sarà La voce dentro urla di Claudio D’Avascio, capace di catapultare lo spettatore nei panni di una ragazza affetta da mutismo selettivo che, per comunicare, riesce a trovare un modo alternativo. Seguiranno le proiezioni in concorso per la sezione Videoart, provenienti da Canada, Germania, Norvegia, Belgio, Spagna, Francia e Italia. I vincitori delle due sezioni saranno proclamati in conclusione di serata.

 

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Giugno, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Luglio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X