Connettiti a NewsCinema!

Interviste

Intervista ad Andrea Guerra, autore delle più belle colonne sonore del cinema

Pubblicato

:

andrea-guerra

 

D. Per la realizzazione di una colonna sonora, è indispensabile un lavoro a stretto contatto con il regista o , conoscendo la trama lei lavora in maniera indipendente?

R. Il regista è l’nventore del sogno. Ci sono altri autori che però danno un apporto creativo come il compositore. In realtà preferisco elaborare da solo anche perchè tecnicamente è un mestiere complesso e il viaggio tra la struttura e la godibilità delle musiche non sempre si può spiegare facilmente. A volte rimane misterioso anche a me :-) Non basta conoscere la trama. Raccontano di più il movimento della macchina la luce e la scelta cromatica.

 

D. Lei ha lavorato fino ad oggi in molte parti del mondo, ma in particolare, tra gli Stati uniti e l’Italia il lavoro cambia di molto le sue modalità?

R. Vivere in america è già di per se un’esperienza diversa. Tecnicamente non cambia tanto, sempre davanti a un pianoforte mi ritrovo. In Italia siamo artisticamente più liberi e il confronto è limitato al solo regista inoltre i film non sono schiavi del genere. Questo con una grande generazioni di registi come abbiamo avuto in passato ha portato prodotti bellissimi, capolavori. In America il contrario il film è sempre ben fatto regista o non regista. Direi che spesso lì il film è anche del produttore, che ha vari strumenti per coadiuvare il regista.

D. L’avvento del digitale e delle varie tecniche all’avanguardia nel campo della musica, sono un bene per lei o preferiva il metodo tradizionale di comporre e incidere i suoi brani?

R. Ci sono lati positivi e negativi. Quando posso usarla io per scrivere la tecnologia mi semplifica. Invece l’Avid ad esempio che è una stazione comodissima per montare i film consente anche la sperimentazione musicale a montatori e registi che spesso si rivela un’arma impropria. Le nuove tecnologie fanno sembrare che tutti possano fare tutto con un software. A me sembra invece che se devi operarti di appendicite ad esempio ti rivolgi ad un medico non a un fioraio. Adoro i fiorai ben inteso. Comunque succede anche nella musica pop con i DJ che sono diventati artisti.
D. Lei ha composto molte colonne sonore per film di grande successo, ma anche per fiction italiane…dalla televisione al cinema cambia qualcosa nella creazione della colonna sonora?

R. Tante cose , la televisione è il luogo della parola il cinema il luogo delle immagini. Il cinema ti sovrasta , un’occhio diventa un panorama simbolicamente cambia molto. Si potrebbe andare avanti parecchio.

D. C’è un cantante o un regista in particolare con cui sogna di lavorare un giorno?

R. Tanti registi, cantanti no. La canzone è un mondo a parte con regole diverse. Collaborare con i cantanti è molto complesso non è tra le cose che preferisco.

D. Solitamente lei, dopo aver saputo di cosa parla il film e quello che vuole trasmettere, compone vari brani e poi in un secondo momento li adatta a scene precise, oppure tale processo avviene in contemporanea con la visione del film?

R. Cerco di iniziare capendo cosa una scena e un film hanno bisogno per lievitare. Almeno quello è il tentativo. Inimmaginabile quanto la musica possa cambiare un film. Si possono prendere infinite direzioni su come guidare gli umori , fare innammorare I personaggi, insinuare dubbi e gelosie, evocare paure e tensioni, aggiungere intimismo o maestosita. Bellissimo.

 

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Cinema

X-Men: Dark Phoenix, intervista a Michael Fassbender e Nicholas Hoult

Pubblicato

:

x men dark phoenix quando spoiler non problema v4 42931

X-Men: Dark Phoenix (puoi leggere qui la nostra recensione) l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel, arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20thCentury Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain. In occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche italiane a partire da domani, potete scoprire di più su alcuni dei personaggi principali del film sui mutanti.

Nella prima intervista l’attore Michael Fassbender parlerà del suo ruolo nei panni di Magneto.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

La seconda intervista riguarda l’attore Nicholas Hoult nel ruolo della Bestia.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro. Ed infine la terza intervista vede come protagonista proprio Jean Grey, la Dark Phoenix, interpretata da Sophie Turner, reduce dal successo de Il Trono di Spade.

Continua a leggere

Cinema

X Men: Dark Phoenix, l’attrice Sophie Turner racconta la sua fenice oscura (video)

Pubblicato

:

X Men Dark Phoenix

Manca sempre meno all’uscita nelle sale cinematografiche del film X-Men: Dark Phoenix, l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel. Il film arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20th Century Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro.

Continua a leggere

Cinema

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, le video interviste al regista e all’eroe Oberai

Pubblicato

:

attacco a mumbai

Il film Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio  uscito nelle sale il 30 aprile 2019, distribuito da ITALIAN INTERNATIONAL FILM – società controllata da Lucisano Media Group – e M2 Pictures il thriller drammatico Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, diretto da Anthony Maras e interpretato da Dev Patel, attore inglese già nominato ai Premi Oscar per Lion, Armie Hammer (Chiamami col tuo nome; Mine), Jason Isaacs (saga di Harry Potter) e Nazanin Boniadi (Counterpart; Homeland).

Il film ricostruisce gli attacchi terroristici che hanno scosso Mumbai nel 2008, gettando nel caos la città più popolosa dell’India. Oltre a luoghi di ritrovo e alle stazioni, i terroristi hanno colpito anche il leggendario Taj Mahal Palace Hotel, preso di mira in quanto simbolo del progresso e dell’apertura dell’India moderna. In occasione dell’uscita nei cinema italiani, sono state rilasciate due interviste esclusive al regista Anthony Maras e allo chef Hemant Oberai, l’eroe degli attacchi terroristici del 2008. Per poter ascoltare i racconti di questi due uomini strettamente legati a questa pellicola emozionante e da vedere tutta d’un fiato, cliccate play.

Leggi anche: Chi è Armie Hammer, il nuovo sex symbol di Hollywood?

La prima clip riguarda l’intervista allo chef Oberai.

La seconda clip invece è l’intervista al regista Maras:

Nel novembre del 2008 un gruppo di terroristi mette in atto una serie di devastanti attentati in tutta Mumbai. Per tre giorni gli attentatori assediano anche il Taj Mahal Palace Hotel tenendo in ostaggio oltre 500 persone tra ospiti e dipendenti. Mentre il mondo è testimone impotente dell’attacco attraverso i media, il rinomato chef dell’hotel e un umile cameriere rischiano la vita per portare in salvo gli ospiti della struttura, una giovane coppia tenta disperatamente di proteggere il proprio bambino, mentre un freddo miliardario sembra essere interessato solo a salvare se stesso.

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio è un thriller avvincente e pieno di suspense basato su storie vere di umanità, eroismo e sopravvivenza, che porta il pubblico nel cuore degli eventi. Storie di persone comuni e di ogni estrazione sociale, che hanno trovato il coraggio di far prevalere la propria umanità sulla violenza.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Settembre, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Ottobre

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X