Connettiti a NewsCinema!

Interviste

Torneranno i prati, la conferenza stampa del nuovo film di Ermanno Olmi

Pubblicato

:

091055707-4910ca6e-dd59-4ff7-b978-3a935e22f450

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del nuovo film di Ermanno Olmi: Torneranno i prati. Interpretato da Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti, Francesco Formichetti, Andrea di Maria, Camillo Grassi e Niccolò Senni Torneranno i prati racconta le terribili difficoltà di un gruppo di militari italiani durante la prima guerra mondiale. Potete trovare qui sotto le dichiarazioni del regista Ermanno Olmi, assente per motivi di salute ma protagonista di un toccante videomessaggio in cui ha spiegato le motivazioni per cui ha voluto dirigere questo film, e degli interpreti principali Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti, Francesco Formichetti, Andrea di Maria e Camillo Grassi:

torneranno-i-prati-640

Ermanno Olmi: Quando dirigi un film non sai esattamente perché lo fai. E’ un po’ come quando ti innamori, lasci che il sentimento prenda il sopravvento. Ma non è il caso di questo film. Ho realizzato Torneranno i prati perché mi hanno chiesto di farlo. E subito ho pensato ai racconti di mio padre quando ero bambino, racconti di guerra che non potevo capire allora ma che ho riscoperto adesso tornando col pensiero alla guerra mondiale. Una guerra che ha ucciso milioni di giovani, giovani che non hanno nemmeno capito il perché della loro morte. Adesso celebriamo il centenario dalla prima guerra mondiale ma dobbiamo prima di tutto trovare un modo per chiedere scusa. Se vuoi che un pensiero cambi il mondo prima devi cambiare te stesso. E se vogliamo che le nuove generazioni cambino il mondo dobbiamo prima di tutto cambiare noi stessi. L’idea di patria è una idea che si è disciolta nel corso della storia, ormai non esiste più l’amor patrio, eppure quei ragazzi ci avevano creduto constatando amaramente e tragicamente la grande truffa in cui erano finiti. I nemici non erano quelli della trincea di fronte ma quelli che li avevano mandati ad uccidere altri come loro. Spero che questo film mostri un indizio per uscire dalla trappola vergognosa in cui siamo finiti tutti.

Come è stato lavorare con Ermanno Olmi?

Claudio Santamaria: Ermanno Olmi è una persona illuminata, lavorare con lui è come lavorare con il Dalai Lama e non lo dico come battuta. Durante una scena con Francesco Formichetti Olmi è venuto da noi e ci ha detto di tirare fuori il dolore di questi militari. Non voleva attori ma esseri umani disposti ad affrontare con coraggio questa sfida. E noi come interpreti siamo stati aperti a tenerci sospesi su un filo di lana molto fragile per fare al meglio il nostro lavoro.

Francesco Formichetti: Ho vissuto su questo set una esperienza di vita e lavoro che non mi sarei mai aspettato. E’ stato un lavoro difficilissimo, eravamo tutti molto concentrati sul set ed Ermanno era sempre pronto con modi talvolta irruenti e talvolta delicati a guidarci verso la strada giusta, verso il percorso del personaggio.

Andrea di Maria: E’ molto difficile spiegare la poesia di Ermanno Olmi. Quello che posso dire è che sul set piangevamo tutti. E’ stato veramente un lavoro molto intenso. Il mio personaggio poi è estremamente poetico.

Alessandro Sperduti: E’ stata una esperienza di grandissima intensità. Uno dei momenti più incredibili l’ho vissuto a cena con Ermanno quando gli ho rivelato che avevo paura di prendere il comando sulla scena. Ma Ermanno ha fatto in modo che non avessi nessuna costruzione in testa. Ho veramente vissuto su questo set la magia del cinema.

Camillo Grassi: Questo è il mio secondo film con Ermanno Olmi. Avevo già lavorato con lui in Cantando dietro i paraventi. Quello che posso dire è che lavoro spesso a teatro. Ed Ermanno Olmi è uno di quei pochissimi registi capaci di mantenere nel cinema lo stesso approccio del teatro. Non ha bisogno di attori ma di anime che devono entrare in sintonia con quel grande direttore di orchestra che è lui.

Paolo Del Brocco: Siamo abituati a vedere la guerra rappresentata al cinema e in tv in modo disumanizzato, spettacolarizzato. Questo film invece è un film sugli uomini, un’opera che cerca di umanizzare la guerra.

torneranno_i_prati

Quale è il tema fondamentale di questo film?

Alessandro Sperduti: Ermanno Olmi voleva che questo film fosse in qualche modo utile. Dopo cento anni questi orrori ancora succedono e i ragazzi devono vedere questo film per capire bene cosa succede intorno a loro.

Claudio Santamaria: La guerra è una cosa stupida. Molti di questi ragazzi andavano in guerra senza sapere nemmeno il perché. Questo film è un invito a prendere consapevolezza delle nostre azioni.

In occasione dell’anniversario dell’Armistizio firmato a Villa Giusti che pose fine alle ostilità della Prima Guerra Mondiale Torneranno i prati verrà proiettato martedì 4 novembre in quasi cento paesi. Sarà una iniziativa senza precedenti che coinvolgerà tutto il mondo, come la Grande Guerra di cui quest’anno ricorre il Centenario. Torneranno i prati uscirà in tutti i cinema italiani il 6 novembre 2014.

Classe 1988, nato con l'idea del cinema come momento magico, cresciuto con la prassi di vedere (almeno) un film a sera, abituato a digerire qualsiasi tipo di opera (commedia, splatter, dramma, horror) sin dai primissimi anni di età, propenso a scavare nei meandri più nascosti per trovare sconosciute opere horror da torcersi le budella... appassionato, commerciale, anti-commerciale, romantico, seriofilo, burtoniano...disponibile davanti e dietro le quinte e disposto per tutti voi ad intervistare le più grandi celebrità italiane e internazionali... questo è Carlo Andriani ovvero: IO.

Cinema

X-Men: Dark Phoenix, intervista a Michael Fassbender e Nicholas Hoult

Pubblicato

:

x men dark phoenix quando spoiler non problema v4 42931

X-Men: Dark Phoenix (puoi leggere qui la nostra recensione) l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel, arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20thCentury Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain. In occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche italiane a partire da domani, potete scoprire di più su alcuni dei personaggi principali del film sui mutanti.

Nella prima intervista l’attore Michael Fassbender parlerà del suo ruolo nei panni di Magneto.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

La seconda intervista riguarda l’attore Nicholas Hoult nel ruolo della Bestia.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro. Ed infine la terza intervista vede come protagonista proprio Jean Grey, la Dark Phoenix, interpretata da Sophie Turner, reduce dal successo de Il Trono di Spade.

Continua a leggere

Cinema

X Men: Dark Phoenix, l’attrice Sophie Turner racconta la sua fenice oscura (video)

Pubblicato

:

X Men Dark Phoenix

Manca sempre meno all’uscita nelle sale cinematografiche del film X-Men: Dark Phoenix, l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel. Il film arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20th Century Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro.

Continua a leggere

Cinema

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, le video interviste al regista e all’eroe Oberai

Pubblicato

:

attacco a mumbai

Il film Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio  uscito nelle sale il 30 aprile 2019, distribuito da ITALIAN INTERNATIONAL FILM – società controllata da Lucisano Media Group – e M2 Pictures il thriller drammatico Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, diretto da Anthony Maras e interpretato da Dev Patel, attore inglese già nominato ai Premi Oscar per Lion, Armie Hammer (Chiamami col tuo nome; Mine), Jason Isaacs (saga di Harry Potter) e Nazanin Boniadi (Counterpart; Homeland).

Il film ricostruisce gli attacchi terroristici che hanno scosso Mumbai nel 2008, gettando nel caos la città più popolosa dell’India. Oltre a luoghi di ritrovo e alle stazioni, i terroristi hanno colpito anche il leggendario Taj Mahal Palace Hotel, preso di mira in quanto simbolo del progresso e dell’apertura dell’India moderna. In occasione dell’uscita nei cinema italiani, sono state rilasciate due interviste esclusive al regista Anthony Maras e allo chef Hemant Oberai, l’eroe degli attacchi terroristici del 2008. Per poter ascoltare i racconti di questi due uomini strettamente legati a questa pellicola emozionante e da vedere tutta d’un fiato, cliccate play.

Leggi anche: Chi è Armie Hammer, il nuovo sex symbol di Hollywood?

La prima clip riguarda l’intervista allo chef Oberai.

La seconda clip invece è l’intervista al regista Maras:

Nel novembre del 2008 un gruppo di terroristi mette in atto una serie di devastanti attentati in tutta Mumbai. Per tre giorni gli attentatori assediano anche il Taj Mahal Palace Hotel tenendo in ostaggio oltre 500 persone tra ospiti e dipendenti. Mentre il mondo è testimone impotente dell’attacco attraverso i media, il rinomato chef dell’hotel e un umile cameriere rischiano la vita per portare in salvo gli ospiti della struttura, una giovane coppia tenta disperatamente di proteggere il proprio bambino, mentre un freddo miliardario sembra essere interessato solo a salvare se stesso.

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio è un thriller avvincente e pieno di suspense basato su storie vere di umanità, eroismo e sopravvivenza, che porta il pubblico nel cuore degli eventi. Storie di persone comuni e di ogni estrazione sociale, che hanno trovato il coraggio di far prevalere la propria umanità sulla violenza.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Agosto, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Settembre

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X