Connettiti a NewsCinema!
blake lively blake lively

Cinema

Blake Lively, le 5 migliori interpretazioni sul grande schermo

Pubblicato

:

Blake Lively è una delle attrici del momento. Dopo aver debuttato nel mondo del cinema nell’ormai lontano 1998 in Sandman (nel film diretto dal padre Ernie Lively), l’attrice e modella statunitense ha vissuto una carriera in costante ascesa. Il grande successo per Lively è arrivato però con Gossip Girl, serie tv in cui ha vestito i panni di Serena van der Woodsen tra il 2007 e il 2012. Oggi l’attrice è considerata una delle più versatili e ricercate di tutta Hollywood, visto che riesce ad abbinare un ottimo livello recitativo a una presenza che non passa per niente inosservata (non per niente, in passato è stata anche modella). Quali sono finora le migliori interpretazioni di Blake Lively? In questo articolo abbiamo raccolto i film e i ruoli che hanno esaltato al meglio le innegabili doti dell’attrice.

Leggi anche: 10 cose da sapere su Blake Lively

Krista Coughlin in The Town (2010)

Nel thriller di Ben Affleck The Town, l’attrice interpreta Krista, la sorella single e alcolizzata di Jem. Come impone il suo ruolo, Blake Lively riesce a rappresentare con ottimo realismo una persona sconvolta e pericolosa. Il personaggio in questione ha un ruolo chiave nelle scene finali del film, con l’attrice che non sfigura accanto a un cast di personaggi all’epoca decisamente più affermati. The Town non è solo stato un successo per Lively, ma anche la dimostrazione di come potesse recitare anche in produzioni cinematografiche di alto livello come Ben Affleck, Rebecca Hall, Jon Hamm e Jeremy Renner (che nel film interpreta proprio il fratello di Krista). Krista ha un ruolo chiave nella penultima scena, ma non è questo il motivo per cui questa varietà rende la lista. Il ruolo di Krista di Blake Lively ci ha semplicemente dimostrato che può recitare con i pezzi grossi. La regge contro un cast piuttosto straordinario e nessuno sapeva davvero che ce l’avesse in lei prima di The Town.

beach

Adaline Bowman in Adaline – L’eterna giovinezza (2015)

In Adaline – L’eterna giovinezza (titolo originale The Age of Adaline) il regista Lee Toland Krieger ha a disposizione una Blake Lively matura, pronta per il ruolo di protagonista in un film importante. Si tratta di un film romantico che racconta di una ragazza (Adeline Bowman) che a causa di una serie di circostanze non invecchia mai. Se questo può essere a prima vista concepito come un grande vantaggio, in realtà comporta solitudine e una serie di problemi per la vita della donna. La performance di Blake Lively in questo film è molto sentita. Adaline è una donna che, a causa delle sue straordinarie circostanze, capisce che non può vivere come tutte le altre persone. Le sue interazioni con il personaggio di Ellis Jones (Michiel Huisman) sono piuttosto toccanti. Nonostante ciò, il rapporto con William Jones, interpretato da Harrison Ford, valorizza in maniera eccezionale Lively.

Ophelia in Le belve (2012)

Il thriller di Oliver Stone Le belve è una pellicola che lascia senza fiato. Nel film, l’improbabile coppia di coltivatori di marijuana Chon & Ben incontra il personaggio di Ophelia, interpretato da Lively. Entrambi ne rimangono estasiati e cominciano una relazione a tre. L’attrice non è solo una figura sessuale, ma un personaggio molto più complesso e profondo, soprattutto quanto dei trafficanti intervengono brutalmente e Ophelia dimostra come il suo legame con i due amanti sia molto più profondo di quanto si possa pensare. Un ruolo interpretato con grande abilità dall’attrice californiana.

blake lively le belve 2

Nancy Adams in Paradise Beach – Dentro l’incubo (2016)

Il film Paradise Beach – Dentro l’incubo (titolo originale The Shallows) ripercorre il filone nato con Lo squalo. Nel film diretto da Jaume Collet-Serra, Blake Lively interpreta Nancy, una studentessa di medicina che ha perso recentemente la madre. Dopo una giornata passata a fare surf con altri ragazzi, si imbatte in un cadavere di balene in decomposizione. Mentre indaga su quanto accaduto, un grande squalo bianco fa la sua apparizione. Nonostante una storia molto semplice, Blake Lively appare estremamente brava nell’emulare il dolore, la paura, la frustrazione e la disperazione. I sentimenti di Nancy sono quasi tangibili e fanno soffrire lo stesso spettatore.

Emily Nelson in Un piccolo favore (2018)

Una delle apparizioni sul grande schermo più recenti dell’attrice è in Un piccolo favore di Paul Feig, dove interpreta la madre di famiglia Emily Nelson. La storia coinvolge anche Stephanie (una altrettanto brava Anna Kendrick), anch’essa madre, che stringe un’amicizia con Emily. Un giorno però, Emily scompare nel nulla… si tratta di un assassinio o di un modo per intascare una lauta assicurazione sulla vita? L’enigmatico modo in cui Blake Lively interpreta Emily è a dir poco perfetto. Persino la sua voce è seducente e allo stesso tempo inquientante. C’è un senso di minaccia e di genialità dietro al volto di Emily davvero impressionante.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Bad Boys For Life, il grande ritorno della coppia Smith/Lawrence nel primo trailer

Pubblicato

:

bad78310149 jpg

Bad Boys for Life, Will Smith e Martin Lawrence nel nuovo trailer italiano del terzo capitolo della saga, diretto da Adil El Arbi & Bilall Fallah. Il film al cinema dal 23 gennaio 2020 prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia.

A più di vent’anni dall’uscita dell’iconico Bad Boys, Will Smith e Martin Lawrence di nuovo insieme nel nuovo trailer dell’atteso terzo capitolo della saga, Bad Boys for Life. I due attori tornano a interpretare i ruoli di Mike Lowrey e Marcus Burnett nel film diretto da Adil El Arbi & Bilall Fallah. Prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia, il film sarà nelle sale italiane dal 23 gennaio 2020. Nel cast anche Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig, Charles Melton, Paola Nunez, Kate Del Castillo, Nicky Jam, Joe Pantoliano.

I Bad Boys Mike Lowrey (Will Smith) e Marcus Burnett (Martin Lawrence) di nuovo insieme per un’ultima corsa nell’atteso Bad Boy for Life.

 

Continua a leggere

CineKids

Soul, il toccante teaser trailer del nuovo film Disney Pixar

Pubblicato

:

https cdn.cnn .com cnnnext dam assets 191108190511 03 pixars soul copy

Arriverà nelle sale italiane il 16 settembre 2020 il nuovo lungometraggio d’animazione Disney e Pixar Soul. Il film diretto da Pete Docter e prodotto da Dana Murray accompagnerà il pubblico in un viaggio inaspettato dalle strade di New York all’immensità di regni cosmici mai visti prima e nell’immaginario “You Seminar”, un luogo fantastico in cui tutti scoprono la propria personalità e unicità.

Nella versione originale del film, il cast di voci comprende Jamie Foxx, che presta la voce a Joe Gardner, insegnante di musica di scuola media la cui vera passione è suonare il jazz, e Tina Fey che interpreta 22, un’anima ancora in formazione che per uno strano scherzo del destino incontra Joe quando quest’ultimo si ritrova accidentalmente allo “You Seminar”. Insieme, i due cercheranno di trovare un modo per far tornare Joe sulla Terra, scoprendo davvero cosa significhi avere una personalità e un’anima.

Leggi anche: Tutte le emozioni Pixar in un video

Il musicista rinomato in tutto il mondo Jon Batiste scriverà alcune composizioni jazz originali per il film e i vincitori dell’Oscar® Trent Reznor e Atticus Ross (The Social Network) della band Nine Inch Nails scriveranno una colonna sonora originale che oscillerà tra il mondo reale e quello delle anime.

Continua a leggere

Cinema

Zombieland – Doppio Colpo, la recensione del sequel cult

Pubblicato

:

Come già il primo Zombieland (qui puoi acquistarlo su Amazon), anche Doppio Colpo, il sequel del film cult che aveva lanciato Ruben Fleischer nel 2009 (di nuovo alla regia, affiancato dagli sceneggiatori originali Rhett Reese e Paul Wernick, con l’aiuto della new entry Dave Callaham), è una commedia spesso brillante, basata sulla consapevolezza di se stessa e del contesto cinematografico in cui si va ad inserire, ma uno zombie movie pessimo. Se il modello vuole essere quello di Ghostbusters (come anche per il primo episodio), Zombieland non ha la stessa capacità del film di Ivan Reitman di bilanciare l’umorismo (che spesso si regge sugli attori, che si ritrovano ad interpretare personaggi fortemente caratterizzati e a basare le loro battute sulle aspettative che gli spettatori si sono fatti sulla loro personalità) con l’azione.

Ghostbusters, infatti, funzionava perché oltre ad essere un film estremamente divertente, era anche un’avventura scritta benissimo e cosciente dei propri elementi di forza (tanto che il problema principale del “remake femminile” fu proprio lo sbilanciamento verso la componente comedy). Una piacevole commedia, ma soprattutto un ottimo film di fantasmi. Zombieland – Doppio Colpo è una commedia dai meccanismi comici ben rodati, che riprende alcune idee vincenti da film similari (primo fra tutti Shaun of the Dead di Edgar Wright) ed inserisce nuovi personaggi in grado di instaurare dinamiche spassose con quelli originali (la migliore è sicuramente la ragazza svampita interpretata da Zoey Deutch, che è riuscita a sopravvivere all’apocalisse zombie rimanendo chiusa in una cella frigorifera per 10 anni e adesso ha bisogno di sfogare la sua astinenza sessuale). Nonostante ciò, anche sotto questo aspetto sembra quasi impossibile replicare la freschezza del film originale e perciò Doppio Colpo si “accontenta” di non sfigurare troppo rispetto al suo predecessore.

Leggi anche: Zombieland diventa una serie tv

Nonostante i personaggi riconoscano esplicitamente di avere a che fare con qualcosa che non è più di moda (al cinema, in televisione e nei videogiochi) come gli zombie, lo stesso questo sequel di Zombieland sembra un film proveniente dal passato, che in nessun modo sfrutta in maniera intelligente il suo “anacronismo” rispetto ai tempi e ai gusti del pubblico. Quel genere che nel 2009 imperversava sul grande schermo (28 giorni dopo, Resident Evil, The Horde, gli ultimi film di Romero e i remake dei classici) e che sarebbe culminato un anno dopo con il fenomeno televisivo The Walking Dead, oggi è quasi scomparso del tutto. Gli spettatori lo sanno, i personaggi anche, ma il film non sembra riconoscere questo dato di fatto nel modo in cui mette in scena il suo racconto.

Curiosità: George Romero, il creatore degli zombie

Il pretesto del road movie serve agli sceneggiatori per catapultare i protagonisti in situazioni diverse che portino alle estreme conseguenze i loro caratteri (esattamente come accadeva in Ghostbusters) e poco invece ad imbastire una trama che si possa definire realmente avventurosa e non semplicemente un passatempo tra una gag e la successiva. Zombieland – Doppio Colpo è infatti un film molto più interessante per le singole intuizioni che lo animano e per le singole interazioni tra i personaggi (come accade negli sketch comici) che per la narrazione che le dovrebbe tenere insieme. Solo alla fine, quando il film metterà i suoi personaggi davanti a dei rischi tangibili e a delle conseguenze difficili da accettare, Doppio Colpo sembrerà trovare una sua dimensione. Ma sarà ormai troppo tardi.

Zombieland - Doppio Colpo
3.3 Punteggio
Pro
Divertente, nuovi personaggi ben scritti
Contro
Manca completamente il lato avventuroso
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Novembre, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Dicembre

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X