Connect with us

News

Full Metal Jacket compie 30 anni: 10 cose che (forse) non sapete sul cult di Kubrick

Published

on

Nel Giugno del 1987 arrivata nelle sale americane Full Metal Jacket, il cult diretto da Stanley Kubrick che ci ha mostrato la guerra del Vietnam con occhi diversi. Sperimentando il regista di capolavori come Shining e 2001: Odissea nello Spazio, ha mostrato i danni della guerra prima e durante il conflitto, e ha lasciato il segno nella storia del cinema ancora una volta.

Un gruppo di marines americani, reclute normali presto trasformate in macchine per uccidere dall’intenso e implacabile addestramento del feroce sergente Hartman, parte per il Vietnam e sperimenta nella cruda offensiva del Tet, che ha per teatro la città vietnamita di Hue, gli orrori di una guerra micidiale per entrambi gli schieramenti, da cui i superstiti non usciranno vincitori, né vinti, ma disumani e cinici professionisti di morte.

Scopriamo insieme dieci cose che forse ancora non sapete di questo film.

1. Una delle scene tagliate del film era una scena che mostrava un gruppo di marines che giocavano a calcio. La scena è stata tagliata perché una inquadratura ha rivelato che non stavano usando una pallina da calcio, ma una testa umana.

2. Vincent D’Onofrio ha preso circa 30 chili per il ruolo di Pyle, che ha superato Robert De Niro per Raging Bull. Ci sono voluti sette mesi per mettere su peso e nove mesi per toglierlo con l’allenamento fisico.

3. Stanley Kubrick stava iniziando a scrivere un dialogo per l’istruttore R. Lee Ermey, ma era così impressionato dal suo temperamento che decise di lasciarlo improvvisare. Le performance di Ermey erano così impeccabili che Kubrick aveva bisogno solo di un paio di ciak per avere le scene buone, una cosa estremamente rara per un film di Kubrick.

4. Nella prima parte del film, nelle sequenze all’interno della caserma durante la trapanatura, è stata progettata una speciale lente per tenere in mente ogni singolo soldato. Stanley Kubrick intendeva che nessuno fosse speciale e che tutti avessero lo stesso trattamento.

5. Durante le riprese una famiglia di conigli è stata accidentalmente uccisa un giorno. Kubrick, noto appassionato di animali, era così sconvolto per l’incidente che ha annullato le riprese per qualche giorno.

6. Secondo un’intervista a Vincent D’Onofrio, il programma di produzione del film è stato così lungo che l’attore principale Matthew Modine si è sposato, ha concepito un figlio con sua moglie, ha visto nascere il figlio e poi ha festeggiato il suo primo anno…tutto durante il corso della ripresa.

7. Val Kilmer ha fatto un provino per la parte di Pvt. Joker. Secondo Matthew Modine, Kilmer lo ha affrontato in un ristorante e lo ha sfidato ad una lotta perché credeva che Modine gli avesse rubato la parte. Ma Modine non era nemmeno consapevole del film all’epoca.

8. Per la battaglia finale di Hue, 200 pini sono stati importati dalla Spagna e alcune migliaia di piante di plastica tropicali sono state importate da Hong Kong. Gli alberi di plastica erano stati precedentemente trasferiti dalla California, ma dopo averli visti Stanley Kubrick riferì: “Non mi piacciono. Sbarazziamoci di questi”

9. Mentre cercavano le location per il film, Stanley Kubrick stava guidando il nuovo SUV di sua moglie in campagna con i direttori della fotografia Douglas Milsome e R. Lee Ermey come passeggeri. A un certo punto Kubrick notò una location potenziale fuori dalla sua finestra, e diventò così distratto che, descrivendo a Milsome come avrebbe voluto utilizzare quel posto nel film, ha fatto schiantare l’auto in un fossato profondo sei piedi, girando il SUV sul suo fianco.

10. La maggior parte degli attori si è esibito per i loro ruoli presentando videocassette di se stessi mentre eseguivano una scena in Vietnam. Stanley Kubrick e lo studio hanno pubblicato annunci in tutti gli Stati Uniti per i giovani aspiranti attori invitandoli ad inviare nastro con un provino per il film. Hanno ricevuto circa 3000 nastri, di cui Kubrick ne ha guardati personalmente circa 800.

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Cinema

Anne Heche: tra la vita e la morte | la difficile decisione della famiglia

Published

on

Una settima decisamente difficile da accettare nello show-biz a Hollywood. Dopo la morte dell’attrice Olivia Newton-John, dopo una battaglia durata 30 anni contro il cancro al seno, tra poche ore potrebbe arrivare un’altra triste notizie. Secondo le ultime notizie, attraverso un comunicato stampa, la famiglia dell’attrice Anne Heche ha dichiarato pubblicamente lo stato di salute della donna e la difficile decisione che sarà costretta a prendere tra poche ore.

Il comunicato della famiglia di Anne Heche

La certezza che l’incidente automobilistico avvenuto lo scorso venerdì fosse grave era risultato chiaro a tutti dal primo istante. Le foto rilasciate nelle ore subito dopo l’impatto dell’auto guidata dall’attrice 53enne Anne Heche contro un’abitazione residenziale, avevano allarmato i fan e i familiari della donna immediatamente. A distanza di una settimana dal drammatico impatto, la famiglia si è trovata costretta a diramare un comunicato che non lascia spazio alle interpretazioni. Questa mattina sul sito Deadline è stato pubblicato un messaggio condiviso da un rappresentante della famiglia Heche.

“Vogliamo ringraziare tutti per i loro pensieri e preghiere per la guarigione di Anne, e ringraziare lo staff scrupoloso e le meravigliose infermiere che si sono presi cura di Anne al Grossman Burn Center dell’ospedale di West Hill. Purtroppo, a causa dell’incidente, Anne Heche ha subito un grave danno anossico al cervello e resta in coma, in condizioni critiche. Non ci si aspetta che sopravviva.”

E ancora: “Lei aveva scelto da tempo di donare gli organi e viene tenuta in vita meccanicamente per capire se sia possibile. Anne aveva un grande cuore e ha toccato tutti quelli che ha incontrato col suo spirito generoso. Più del suo straordinario talento, per lei diffondere gentilezza e gioia era uno scopo nella vita, specialmente spostare l’asticella dell’accettazione delle persone che ami. Sarà ricordata per la sua coraggiosa sincerità e mancherà moltissimo per la sua luce.”

Leggi anche: L’attrice Anne Heche coinvolta in un incidente in auto | le sue condizioni

Leggi anche: Addio Olivia Newton-John | la dolce Sandy di Grease si è spenta a 73 anni

Le dinamiche dell’incidente di Anne Heche

Lo scorso venerdì poco dopo mezzogiorno, la Mini Cooper guidata dall’attrice Anne Heche si è schiantata contro una casa in Walgrove Avenue a Los Angeles. Un impatto talmente violento che ha visto l’auto prendere fuoco e portare la donna subito al pronto soccorso, cercando di salvarle la vita. Ancora non è chiaro cosa sia accaduto, visto che Anne prima dell’incidente si era recata dal parrucchiere Richard Glass a Venice. Nessun comportamento anomalo o possibile malessere è stato riscontrato dall’hair stylist ancora scioccato per la notizia. L’unico elemento che sembra certo, dopo un’attenta visione delle telecamere della zona, riguarda la velocità sostenuta dell’auto.

Queste ore di silenzio avevano fatto ben sperare i suoi fan, in attesa di leggere un comunicato che potesse dare una sentenza diversa da quella diramata dai suoi cari questa mattina. Una volta terminate le operazioni riguardanti l’espianto degli organi sani, il macchinario di ventilazione che tiene in vita la Heche, purtroppo, verrà staccato.

Continue Reading

Cinema

Addio Olivia Newton-John | la dolce Sandy di Grease si è spenta a 73 anni

Published

on

Una tranquilla sera di agosto improvvisamente viene sconvolta da una notizia che nessuno avrebbe voluto leggere. La cantante e attrice Olivia Newton-John è passata a miglior vita a soli 73 anni. L’interprete della dolce e biondissima Sandy nel musical Grease insieme a John Travolta, da più di 30 anni stava combattendo con le unghie e con i denti contro un cancro che sfortunatamente non le ha lasciato scampo.

Il comunicato del marito di Olivia Newton-John sui social

A dare il triste annuncio della dipartita della Newton-John è stato il marito David Whisenant scrivendo un breve comunicato: “La signora si è spenta in pace questa mattina nel suo ranch nella California meridionale, circondata dalla famiglia e dagli amici. Olivia è stata un simbolo di trionfi e speranza per oltre 30 anni, condividendo il suo percorso con il cancro al seno. La sua ispirazione nella guarigione e l’esperienza pionieristica con la medicina delle piante continuano con il Fondo della Fondazione Olivia Newton-John, dedicato alla ricerca sulla medicina delle piante e sul cancro. Al posto dei fiori, la famiglia chiede che ogni donazione sia fatta in sua memoria al Fondo Olivia Newton-John Foundation. Chiediamo a tutti di rispettare la privacy della famiglia in questo momento molto difficile”.

Leggi anche: Festival di Roma: Conferenza stampa di A Few Best Men

Leggi anche: Addio a Kelly Preston, l’attrice moglie di John Travolta muore a 57 anni

Le parole di John Travolta per la ‘sua’ Olivia

Appresa la notizia della morte di Olivia Newton-John, è stato impossibile non pensare al suo Danny in Grease, collega e amico da anni, John Travolta. Il loro rapporto speciale ha fatto sognare milioni di fan per essersi dimostrati sempre complici e affiatati. Un’amicizia vera, sincera e rara nel mondo di Hollywood nata sul set e che li ha visti sempre fianco a fianco, nei momenti più difficili.

John Travolta è sempre stato parte integrante della vita di Olivia, sostenendola nel corso della sua lotta contro il cancro al seno. Commovente è stato il saluto proprio del suo Danny Zucco, il quale sul suo profilo Instagram ha postato una foto da giovane della collega e queste parole: “Mia cara Olivia hai fatto così tanto per rendere le nostre vite migliori. Il tuo impatto è stato incredibile. Ti ho amato tanto. Ci rivedremo ancora lungo il cammino e saremo di nuovo uniti, di nuovo insieme. Sono sempre stato tuo dal primo momento che ti ho vista e lo sarò sempre. Il tuo Danny, il tuo John”.

Continue Reading

Cinema

L’attrice Anne Heche coinvolta in un incidente in auto | le sue condizioni

Published

on

Paura per l’attrice 53enne, Anne Heche rimasta coinvolta in un incidente in auto, avvenuto venerdì 5 agosto. Nota al pubblico per aver interpretato serie tv e film di successo come Donnie Brasco, Psycho di Gus Van Sant, L’ora della verità e 13 Minutes uscita nel 2021, è stata spesso nelle riviste di gossip per la storica relazione con Ellen DeGeneres e l’attore James Tupper. Ancora da comprendere le dinamiche dell’incidente che ha visto attenzione e preoccupazione da parte dei suoi fan e amici di Hollywood.

Cosa è accaduto all’auto dell’attrice?

Secondo quanto dichiarato dalla polizia giunta sul luogo dell’incidente, la Mini Cooper guidata dall’attrice Anne Heche, poco dopo mezzogiorno si è schiantata in maniera molto violenta, contro una casa. L’ impatto tra l’auto e l’abitazione situata in Walgrove Avenue a Los Angeles è stato talmente forte, da aver visto l’abitacolo prendere fuoco, con l’attrice in stato di shock. Come riportato anche da alcune foto, la Heche è stata subito soccorsa dai paramedici, a causa delle importanti ustioni riportate sul suo corpo. Unica illesa, la proprietaria della casa e danneggiata solo la facciata dell’abitazione.

Leggi anche: Tragico incidente sul set di Rust: Alec Baldwin spara e uccide la direttrice della fotografia

Leggi anche: Addio a Gaspard Ulliel | l’attore francese morto a 37 anni in un tragico incidente

Le condizioni dell’attrice Anne Heche

Le immagini rese pubbliche da TMZ hanno reso noto quale sia stata la vera dinamica dell’incidente. Secondo i video divulgati, precedenti all’impatto, l’attrice alla guida della sua auto, stava percorrendo la zona residenziale a una velocità importante. Non è ancora chiaro se questo comportamento sia stato causato da un malore o da uno stato di alterazione. Al momento, la Heche non è in pericolo di vita, anche se è intubata.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari