Connect with us

Published

on

Proprio vero che negli ultimi tempi bisogna stare attenti a ciò che si dice, giacché anche la minima parola fuori posto o una semplice, innocente, battuta può diventare un pericoloso boomerang dopo che finisce prima in mani giornalistiche e poi nel tritacarne dei fan, spesso pronti a cogliere intenti discriminatori ovunque. Lo ha recentemente scoperto a proprie spese J.K. Rowling, attaccata a spada tratta sul web dagli oltranzisti del politically correct per un commento ironico postato su Twitter e relativo ad un articolo che invogliava a creare un mondo post-Covid-19 più giusto per le persone che hanno le mestruazioni.

La creatrice di Harry Potter aveva risposto in maniera sarcastica, sostenendo come esistesse una parola per definire quella determinata categoria e cioè “donne“. Una precisazione che non è piaciuta ed è stata considera razzista nei confronti delle persone trans, ancor oggi doventi fare i conti con la lotta per l’identità di genere.

J.K. Rowling | Fiumi di parole

daniel radcliffe

Daniel Radcliffe

Il caos mediatico che ne è scaturito mette ancora una volta in mostra, come nel caso di qualche anno fa coinvolgente James Gunn (anche se lì almeno i vecchi post contestati erano effettivamente controversi e di cattivo gusto), come un personaggio pubblico abbia poca convenienza ad esporsi e debba centellinare le proprie parole con la massima attenzione, soprattutto in un tweet. Per chi scrive è difficile trovare un vero motivo polemico, giacché il commento della Rowling appare volutamente ironico e da non essere preso alla lettera e non incita all’odio manco lontanamente, ma molte altre personalità dello showbiz hanno invece voluto dire la propria e criticato aspramente il suddetto, a cominciare proprio da due attori che devono alla penna della scrittrice gran parte della loro fama: stiamo parlando di Daniel Radcliffe ed Emma Watson.

Leggi anche: Harry Potter e La Maledizione dell’Erede a Broadway nel 2018

J.K. Rowling | Cause e ragioni

emma watson

Emma Watson

I due interpreti, lanciati al successo dai ruoli di Harry Potter ed Hermione Granger nella saga cinematografica tratta dai romanzi dell’iconico maghetto, hanno voluto dire la loro e si sono apertamente schierati contro la Rowling. Radcliffe, testimonial per l’organizzazione LGBT Trevor Project, ha infatti dichiarato: “Le donne transgender sono donne come tutte le altre e qualsiasi parere contrario offende la loro dignità, negando quanto sostenuto da persone che hanno molta più esperienza della Rowling e anche di me stesso“. Qualche ora più tardi si è accodata anche la Watson, mandando un messaggio di amore a tutti suoi fan transessuali.

La discesa in campo delle due popolari star e di diversi colleghi ha provocato una sorta di scuse da parte della Rowling, che sostiene di essere stata fraintesa e di come la sua netta contrarietà all’entrata in vigore di una controversa legge che permetterebbe ad uomini che dichiarano di sentirsi donne di entrare in spazi femminili sia dovuta ad un tentativo di violenza subito in gioventù. L’autrice va detto non è nuova ad esporsi sulla tematica, come quando qualche anno fa mise un like ad un post parzialmente più scomodo, e forse proprio per questo motivo la sua nuova uscita ha causato un putiferio così fuori misura.

Appassionato di cinema fin dalla più tenera età, cresciuto coi classici hollywoodiani e indagato, con il trascorrere degli anni, nella realtà cinematografiche più sconosciute e di nicchia. Amante della Settima arte senza limiti di luogo o di tempo, sono attivo nel settore della critica di settore da quasi quindici anni, dopo una precedente esperienza nell'ambito di quella musicale.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gossip

“Mi ha tradita”: rivelazione di Maddalena Corvaglia su Elisabetta Canalis | amicizia finita

Published

on

By

Canalis e Corvaglia

Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia ai tempi di “Striscia la notizia” – NewsCinema.it

Maddalena Corvaglia si è lasciata andare ad alcune confessioni sulla sua amicizia con Elisabetta Canalis che ormai vive in America. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore o c’è qualcosa sotto?

Molti hanno pensato che l’amicizia tra Maddalena Corvaglia ed Elisabetta Canalis fosse solo dovuta ai tanti anni in cui hanno lavorato insieme e, quindi, finendo il rapporto professionale è venuta meno gradualmente anche l’amicizia.

Ma a quanto pare c’è qualcosa di più dietro la rottura tra le due ex veline di Striscia la Notizia. La pugliese Maddalena ha 42 anni oggi e si mantiene in forma come Elisabetta Canalis che non perde occasione per parlare di fitness e mostrare il suo corpo tonico sui social.

La “velina bionda” dopo l’esperienza con Canale 5 e il Gabibbo ha continuato la sua carriera negli anni partecipando ad altri programmi Mediaset come Stranamore, Paperissima Sprint. L’abbiamo vista nel video musicali di Vasco Rossi Stammi Vicino nel 2011 e recentemente è stata concorrente di Nudi per la vita per una parentesi Rai.

Perché è arrabbiata con la Canalis

Quando Corvaglia e Canalis lavoravano insieme a Striscia erano anche molto amiche al di fuori degli studi Mediaset, ma poi è successo qualcosa e questa relazione si è incrinata.

Maddalena, ospite a Verissimo, ha dichiarato: “È stata un’amicizia bellissima, che è finita. Chiaramente le voglio bene e sono felice quando anche lei lo è. Recuperare? Quando si rompe la fiducia è difficile”.

Dopo aver parlato un po’ della vita personale e professionale Corvaglia non ha potuto trattenersi dal dire qualcosa sul suo rapporto con Elisabetta Canalis oggi.

Chissà se quest’ultima risponderà, privatamente o su Instagram, un social che usa quotidianamente per raccontare la sua vita oltreoceano.

Continue Reading

Gossip

Sarah Jessica Parker si mimetizza tra la folla all’inaugurazione del suo negozio di scarpe a New York

Published

on

By

Sarah Jessica Parker

Sarah Jessica Parker apre un negozio di scarpe a New York – Foto: GCImages

Il 4 Febbraio 2023 Sarah Jessica Parker ha partecipato all’inaugurazione del suo negozio di scarpe a New York City, mimetizzandosi tra i clienti.

L’attrice 57enne si è unita a numerosi clienti all’apertura del suo negozio, che presenterà vari prodotti della sua linea di calzature.

Sarah Jessica Parker sta attualmente lavorando all’imminente seconda stagione di And Just Like That e ha già parlato della progettazione di scarpe per il suo personaggio di lunga data, Carrie Bradshaw.

Parker è apparsa in un look casual durante l’apertura del negozio, con maglietta grigia e un paio di blue jeans.

Il negozio di Sarah Jessica Parker

La star di Divorce ha anche sfoggiato un paio di scintillanti scarpe blu col tacco alto e accessoriata con diverse collane.

I suoi adorabili capelli biondi erano legati in una lunga coda di cavallo e indossava una mascherina nera per ridurre le sue possibilità di contrarre il COVID-19 durante l’inaugurazione.

Parker ha co-fondato SJP Collection insieme al suo socio in affari, George Malkmus, nel 2014. Si è inizialmente concentrata sulla progettazione di scarpe col tacco alto per i consumatori prima di espandersi negli accessori.

Da allora l’imprenditrice ha iniziato a offrire varie fragranze con il nome del suo marchio e vende vino attraverso una collaborazione con l’enologo Invivo. Ha anche disegnato diverse scarpe che sono state indossate da Bradshaw nel remoto di Sex and the City, And Just Like That.

La creatività di Sarah Jessica Parker

Parker ha parlato del lavoro sul guardaroba del suo personaggio durante un’intervista con FootwearNews, dove ha osservato che il gusto di Bradshaw per le scarpe era parte integrante della sua personalità.

Come i fan della serie originale sanno bene, la moda e in particolare le calzature sono sempre state una parte profondamente importante della narrazione, specialmente per il mio personaggio“, ha detto.

La performer ha continuato affermando di aver visto l’opportunità di creare calzature per Bradshaw come un modo per darle un nuovo look sullo schermo.

Conoscendo Carrie così intimamente, mi sono sentita privilegiata di trovarmi nella posizione in cui avrei potuto lavorare con George per disegnare scarpe da zero che fossero fedeli sia al suo amore per le calzature che all’evoluzione del suo carattere” ha detto.

Parker ha poi ricordato che la creazione di scarpe con un’etichetta falsa per la serie ha permesso al suo team di esprimersi in modo creativo attraverso le offerte.

Ci ha dato l’opportunità di rivisitare alcuni importanti riferimenti alla moda del passato, correndo dei rischi ed essendo fantastici”, ha affermato.

Continue Reading

Gossip

“Ho smontato l’auto di Denzel Washington”: confessione di Reese Whiterspoon

Published

on

Reese Witherspoon Fonte_ Google

Reese Witherspoon Fonte_ Google

Reese Witherspoon, 46 anni, ha condiviso un ricordo di quando era una stagista: “a 17 anni ho parcheggiato la Porche di Denzel Washington.”

Reese Witherspoon ha rivelato, in un’intervista per il suo nuovo film Da me o da te, in uscita su Netflix, di aver parcheggiato la Porsche di Denzel Washington quando era adolescente come parte di uno stage scolastico.

Il dialogo davvero esilarante

All’inizio della sua carriera Reese ebbe l’opportunità di fare uno stage in un film dove recitava Denzel Washington intitolato Devil In A Blue Dress, nel 1995.

“Non è una buona idea per una ragazza di 17 anni. Con una patente di guida nuova di zecca. Ho smontato tutti gli ingranaggi dell’auto. Terribile”

L’attrice ha detto di aver incontrato Denzel qualche anno fa a un matrimonio. Mi ha detto: “Ti ho sentito raccontare questa storia di come parcheggiavi la mia Porsche.” E lei ha risposto con fierezza: “Sì, l’ho fatto”. 

Reese era nel talk show della ABC per promuovere la sua imminente commedia romantica con Ashton Kutcher, 44 anni. All’attrice 46enne durante un’apparizione giovedì al Jimmy Kimmel Live in un abitino nero è stato chiesto se avesse mai avuto lavori a Hollywood dietro le quinte.

Reese: attrice poliedrica e talentuosa

Classe 1976, Reese Witherspoon è un’attrice, produttrice e imprenditrice americana che ha fatto il suo debutto nel mondo del cinema all’età di 14 anni. Da allora, ha continuato a costruire una carriera di successo che l’ha vista interpretare una vasta gamma di ruoli in film di diversi generi.

Il suo primo ruolo di successo è stato in Election del 1999, che l’ha fatta conoscere come attrice talentuosa e versatile. Da allora, Witherspoon ha continuato a interpretare ruoli che la hanno fatta notare, come in La Rivincita delle Bionde del 2001, dove ha interpretato Elle Woods, una giovane avvocatessa alla ricerca dell’amore e della realizzazione personale.

Questo film è stato un grande successo al botteghino e ha fatto di Witherspoon una star.

Nel 2005, la Witherspoon ha vinto l’Oscar come migliore attrice per la sua interpretazione di June Carter Cash in “Walk the Line”, una conferma della sua versatilità come attrice. Oltre ai suoi ruoli da protagonista, Witherspoon ha anche lavorato come produttrice.

Nel 2012, ha fondato la sua propria casa di produzione, Pacific Standard, che ha prodotto film di successo come “Gone Girl” e “Wild”. Inoltre, Witherspoon è anche una imprenditrice di successo che ha lanciato la sua linea di abbigliamento e accessori, Draper James.

Continue Reading

iscriviti al nostro canale YouTube

Facebook

Recensioni

Popolari