Connect with us

Published

on

Nel corso degli anni sono molte le serie tv che hanno voluto rappresentare l’adolescenza e molte vengono ricordate con valore affettivo ancora oggi. Poiché le serie tv per adolescenti diventano sempre più prolifiche e numerose diventa necessario creare storie originali ed emozionanti. “Non ho mai” ideata da Mindy Kaling con semplicità ma al contempo originalità si colloca tra le migliori serie tv per ragazzi degli ultimi anni. 

La serie tv ha solo dieci episodi da circa trenta minuti ciascuno, grazie il grande successo è stata rinnovata per una seconda stagione.

Non ho Mai | Di cosa parla?

La serie tv narra le vicende di Devi, una ragazza indo-americana che in seguito ad un anno segnato da un forte trauma decide di cambiare la sua vita e il suo status sociale. 

Non Ho Mai | La recensione della serie tv

“Non ho mai” a primo impatto potrebbe sembrare una qualsiasi serie tv adolescenziale con protagonista una ragazza impopolare ma in realtà nasconde molto di più. Nella sua semplicità e nella sua ironia ma mai con superficialità Non ho mai affronta diverse tematiche grazie ad una sceneggiatura capace di equilibrare umorismo e drammaticità creando un connubio perfetto. Tante sono le questioni che la serie tratta sapientemente: dalla perdita di una persona cara al rapporto con i genitori, dalle prime esperienze adolescenziali al legame con la tradizione ma soprattutto ciò che va lodato della scrittura è la capacita di raccontare un percorso di crescita con tutte le sue sfaccettature. La forza di questa dramedy è nei personaggi la cui caratterizzazione è stata approfondita. 

non ho mai Netflix

Devi è una ragazza ironica, determinata, sfaccettata, divertente, cresciuta in America da una famiglia ancorata alle tradizioni indiane, l’elemento multietnico è sviluppato molto bene attraverso tre visioni diverse: il punto di vista di Devi spaccata a metà tra il desiderio di essere “un’adolescente normale” e le tradizioni della sua cultura. La visione di Nalini, madre severa di Devi che non sempre trova il giusto equilibrio nel rapportarsi con la figlia adolescente, e poi la prospettiva della cugina maggiore di Devi, Kamala arrivata in America per proseguire gli studi universitari. Tre visioni differenti e interessanti da scoprire nel corso delle puntate. 

Ovviamente essendo una serie tv per adolescenti tratta gli archetipi del genere: le prime relazioni, le amicizie, la scuola e i sogni adolescenziali con realismo e sarcasmo cercando di rendere più realistici i personaggi e di non ridurre il loro potenziale al classico stereotipo, ad esempio Paxton non rappresenta unicamente il clichè del ragazzo popolare della scuola così come il personaggio di  Ben non è destinato a incarnare il preconcetto di “secchione”  proprio come le due migliori amiche di Devi che non sono solo figure marginali, sono tutti personaggi caratterizzati con delle storie da raccontare. 

Oltre a una grande sceneggiatura questa serie vanta anche delle interpretazioni interessanti partendo da attori/attrici già noti al pubblico come Poorga Jagannatha (madre di Devi), a delle prime prove attoriali come quella della giovane protagonista Maitreyi Ramakrishnan.

Non ho mai trova un modo originale per affrontare gli eventi nella vita della protagonista inserendo la voce narrante di John McEnroe, un famoso tennista (la sua presenza viene chiarita nel corso degli episodi). Nel suo modo ironico e al contempo profondo di raccontare la vita, Non ho mai è una serie brillante, divertente e anche molto commovente che ha il pregio di far affezionare il pubblico ai suoi protagonisti variopinti ed incollare allo schermo chiunque si accosti ad essa. 

Serie tv

The Mandalorian: dietro le quinte della terza stagione

Published

on

the mandalorian newscinema

The Mandalorian – Newscinema.it

Il 1° marzo arriverà su Disney+ la terza stagione di The Mandalorian, spin off di Star Wars. Nel frattempo la Lucas Film ha rilasciato una featurette che racconta il dietro le quinte.

Senza ombra di dubbio, Star Wars è una delle saghe cinematografiche più famose di sempre. Iniziata negli anni ’70 dalla mente di George Lucas, oggi sono stati prodotti numerosi film e anche alcuni spin off diventati poi delle serie tv. Tra queste, una delle più apprezzate dai fan è The Mandalorian, che è arrivata alla terza stagione. Manca solo un mese alla messa in onda dei nuovi episodi: nel frattempo la casa di produzione ha voluto svelare i misteri del backstage.

The Mandalorian è cominciata nel 2019 ed è stata creata da Jon Favreau, regista che ha lavorato a numerose serie televisive di successo, come Friends e Seinfeld. Non ha diretto solo serie, ma anche film famosissimi: tra i più noti c’è sicuramente i primi due film della saga di Iron Man. Si tratta, quindi, di un grande professionista, da cui non ci si poteva aspettare nulla se non un ottimo prodotto.

The Mandalorian non ha deluso le aspettative dei fan e in poco tempo ha raccolto molto consensi. La storia è ambientata cinque anni dopo Il ritorno dello Jedi e venticinque prima de Il risveglio della forza e segue le vicende di Din Djarin (Pedro Pascal), un mandaloriano cacciatore di taglie.

The Mandalorian 3, la featurette della nuova stagione

La terza stagione di The Mandalorian continuerà a seguire Din Djarin, che si è riunito con Grogu, detto “il bambino”, un giovanissimo ma potentissimo membro della specie del maestro Yoda. I due continueranno il proprio viaggio insieme, mentre la Nuova Repubblica cerca di costruire un nuovo capitolo di storia. Il cast prevede, oltre a Pedro Pascal (che ha da poco finito di lavorare anche a The Last of Us), anche Gina Carano, Carl Wheathers, Giancarlo Esposito e molti altri.

Nella nuova featurette vediamo la produttrice esecutiva Kathleen Kennedy su un palcoscenico insieme ai colleghi Dave Filoni e Jon Favreau, davanti a un pubblico entusiasta. I tre hanno raccontato della propria esperienza dietro le quinte, spiegando com’è stato girare questa nuova stagione.

Tutti e tre hanno rivelato di essere molto fieri del loro prodotto e che, in generale, non ci sono stati grossi problemi sul set. Hanno rivelato che all’inizio non si aspettavano un’accoglienza così calorosa da parte dei fan e che la serie sarebbe diventata un tale fenomeno. “Onestamente… Io ero solo felice di fare Star Wars” ha dichiarato, un po’ incredulo, Jon Favreau.


Continue Reading

Serie tv

Shrinking: trama, cast e trailer della serie Apple Tv+

Published

on

By

Shrinking

Shrinking – Foto: AppleTv+

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla nuova serie tv comedy-drama visibile su Apple Tv+ dal 27 gennaio 2023, stiamo parlando di Shrinking. Trama, cast e trailer.

Cosa ci fanno Jason Segel e Harrison Ford insieme nella stessa stanza? Semplice, sono i nuovi protagonisti della serie tv disponibile su Apple Tv+, Shrinking.

Questa comedy-drama, a volte un po’ cinica, darà allo spettatore un nuovo punto di vista su temi delicati quali lutto, Parkinson, burnout, mariti violenti, ecc.

In onda dal 27 gennaio su Apple Tv+, Shrinking merita di essere visto all’istante. Preparate i fazzoletti per piangere e “morire dal ridere” allo stesso tempo.

Shrinking: la trama

Shrinking è una serie tv di 10 episodi, disponibile dal 27 gennaio sulla piattaforma di streaming Apple Tv+. I primi due episodi sono stati già caricati, mentre per gli altri c’è una sorta di ritorno alle origini.

Le nuove generazioni rimarranno scioccate, ma dovranno aspettare un episodio a settimana, precisamente il venerdì, per vedere la fine della storia. Molte piattaforme infatti non caricano più tutti gli episodi in un’unica soluzione, ma si torna di nuovo a “morire d’ansia” di settimana in settimana per vedere un’intera stagione.

Questa nuova serie tv comedy-drama è stata creata da Brett Goldstein, Bill Lawrence e Jason Segel e si concentra su di un gruppo di psicoterapeuti che segnati dalla vita affrontano la loro professione come meglio possono. In primis si vedrà come il terapeuta Jimmy, dopo aver vissuto un terribile lutto, inizi a “dire in faccia” ai suoi pazienti tutto quello che pensa di loro e quello che dovrebbero fare.

Ovviamente questa nuova scelta di metodo, gli farà infrangere ogni principio di etica finora da lui sostenuto. Aiuterà veramente i suoi pazienti ad affrontare i loro problemi con questa sorta di “brutalità di metodo”.

Shriking cast

Harrison Ford in Shrinking – Foto: AppleTv+

Il cast di Shrinking

Il cast che ha preso parte alle riprese della prima stagione di Shrinking è veramente di qualità, troviamo infatti Harrison Ford, Jason Segel, Jessica Williams, Christa Miller, Michael Urie, Luke Tennie e Lukita Maxwell.

La serie è stata prodotta dalla Warner Bros Television e dalla Doozer Productions, la particolarità di Shrinking è quella di cambiare regista per ogni episodio, in modo che ogni puntata abbia uno stile diverso da quello precedente.

Il trailer di Shrinking

Il Rotten Tomatoes ha valutato positivamente Shrinking, dandogli un 81% di indice di approvazione ed un punteggio di 7 su 10 come media. Secondo il parere dei critici, questa serie: “…ha idee più oscure nella sua mente di quanto il suo approccio serio possa spesso tradurre, ma le svolte scintillanti di Jason Segel e Harrison Ford rendono questi personaggi degni di un’attenta analisi”.


Continue Reading

Serie tv

The Last of Us: quanto c’è dei personaggi di Anna Torv in Tess?

Published

on

By

Anna Torv in The Last of Us

Anna Torv in The Last of Us – Foto: NowTv

A pochi giorni dall’uscita della serie tv di The Last of Us, proviamo a paragonare Tess agli altri personaggi interpretati da Anna Torv. 

Pochi giorni fa è uscita The Last of Us, nuova serie tv ispirata all’omonimo videogioco. La serie riprende la stessa trama del gioco, ovvero racconta i tentativi di due personaggi, Joel ed Ellie, di scampare a un’apocalisse zombie che ha travolto il pianeta. Fa parte del cast anche Anna Torv, che interpreta Tess, una contrabbandiera cinica e spietata.

All’uscita della notizia che The Last of Us da videogame sarebbe diventato una serie televisiva, in molti hanno storto il naso, preoccupati che la trama avrebbe subito dei grandi cambiamenti. Gli sceneggiatori, tuttavia, hanno subito chiarito la faccenda: l’adattamento sarebbe stato fedele.

Proprio per questo hanno deciso, per esempio, di inserire nel cast anche Troy Baker e Ashley Johnson, i doppiatori originali di Joel ed Ellie. I due doppiatori non erano adatti a impersonare i rispettivi personaggi anche sullo schermo televisivo, quindi a loro sono stati affidate due parti diverse: James e Anna. Anna, la madre di Ellie, nel gioco non esiste.

Joel ed Ellie, invece, sono interpretati da Pedro Pascal e Bella Ramsey. Nel cast c’è anche Anna Torv, che è abituata a interpretare personaggi femminili forti come Tess.

Fringe

Il cast di Fringe – Foto: Ansa

Anna Torv: da Fringe e Mindhunter a The Last of Us

Anna Torv ormai è abituata a interpretare donne forti e di carattere. Prima di arrivare al set di The Last of Us, infatti, ha lavorato ad altre serie tv di successo, come Fringe e Mindhunter.

Qui interpretava, rispettivamente, l’agente dell’FBI Olivia Dunham – cha salva il mondo diverse volte – e la dottoressa Wendy Carr, che non ha paura di affrontare pericolosi criminali.

In The Last of Us, invece, è tornata sul piccolo schermo con Tess, una sopravvissuta che entra subito in contatto con Joel. I due lavorano insieme per parecchi anni e raggiungono anche un certo grado di complicità.

Sia nel videogioco sia nella serie, Tess dimostra subito di non essere disposta ad arrendersi ed è conosciuta per essere una donna cinica, che non guarda in faccia nessuno. E’ una contrabbandiera e ha una reputazione spietata: il suo motto è “cane mangia cane”.

Come ha fatto Zoe Saldana in Avatar e Guardiani della Galassia con Neytiri e Gamora, anche Anna Torv promette di portare sullo schermo un altro personaggio femminile molto forte, come aveva già fatto in passato in Fringe e Mindhunter con Olivia e Wendy.


Continue Reading

iscriviti al nostro canale YouTube

Facebook

Recensioni

Popolari