Connect with us

Film Horror

The ABCs of Death, la morte vista da 26 registi diversi

Published

on

the_abcs_of_The_death_trailer_Tierra_Freak_Tierrafreak.com_.ar_

Il seguente film è stato realizzato da 26 registi di tutto il mondo. Ad ogni regista è stata data una lettera dell’alfabeto e gli è stato chiesto di scegliere una parola. Hanno poi creato un corto sulla morte collegato alla parola scelta. Hanno avuto libertà assoluta sul contenuto delle loro parti.

Questo è l’incipit di uno dei più stravaganti e bizzarri film horror degli ultimi tempi: The ABCs of Death. Prodotto da Ant Timpson e Tim League e diretto da 26 registi differenti The ABCs of Death racconta 26 terrificanti storie diverse, tutte collegate ad una semplice lettera dell’alfabeto: Apocalisse, Bigfoot, Cycle, Dogfight, Exterminate, Fart, Gravity, Hydro-Electric Diffusion, Ingrown, Jidai-geki, Klutz, Libido, Miscarriage, Nuptials, Orgasm, Pressure, Quack, Removed, Speed, Toilet, Unearthed, Vagitus, WTF, XXL, Youngbuck, Zetsumetsu. Partendo dal presupposto che recensirle tutte è pressoché impossibile vi raccontiamo in assoluto le migliori: Dogfight, un piccolo capolavoro visivo diretto da Marcel Sarmiento su una bizzarra lotta (tutta in slow motion) tra un uomo e un cane; Exterminate, un abcsofdeath_10tentativo di uccisione di un ragno diretto da Angela Bettis, la celebre May del cinema horror; Gravity, un corto dedicato al suicidio diretto da Andrew Traucki, intenso e realistico; Hydro-Electric Diffusion, una bizzarra e colorata storia di due particolarissimi esseri mezzi umani e mezzi animali diretta da Thomas Malling; Ingrown, un angosciante e disturbante monologo di una donna torturata e uccisa dal marito, diretto da Jorge Michel Grau; Jidai-geki, il fallito tentativo di decapitazione di un boia giapponese causato dalle buffe espressioni facciali della sua vittima, diretto da Yudai Yamaguchi; Klutz, un corto animato su una donna alle prese con i suoi escrementi diretto da Anders Morgenthaler; Nutptials, un divertente corto su un pappagallino troppo bravo a parlare il giapponese diretto da Banjong Pisanthanakun; Orgasm, una provocante e visionaria narrazione dell’orgasmo/omicidio di una donna, diretta da Bruno Forzani e Helene Cattet; Toilet, un segmento animato in stop motion sulla importanza di usare la toilet diretto da Lee Hardcastle; XXL, la perla del film, un violento e terribile corto su una donna disposta a tutto per dimagrire diretto da Xavier Gens; Youngbuck, un intenso segmento dedicato alla violenza di un pedofilo diretto da Jason Eisener.

Tralasciando le altre storie, a dir poco perdibili, The ABCs of Death è un divertente e stravagante esperimento cinematografico che gestito con più consapevolezza avrebbe potuto essere una perla del cinema horror. Purtroppo il budget ridotto e la totale assenza di coerenza di alcune storie (Zetsumetsu, WTF, Vagitus, Unearthed, Speed, Removed, Quack, Pressure, Miscarriage, Libido, Cycle, Bigfoot, Apocalypse) ne compromettono il risultato finale facendone un’opera riuscita solo in parte. In ogni caso The ABCs of Death è un’opera da vedere per apprezzare un prodotto completamente diverso da tutti gli altri film horror in circolazione.

TRAILER

 

Segnato da un amore incondizionato per la settima arte, cresciuto a pane e cinema e sopravvissuto ai Festival Internazionali di Venezia, Berlino e Cannes. Sono sufficienti poche parole per classificare il mio lavoro, diviso tra l’attenta redazione di approfondimenti su cinema, tv e musica e interviste a grandi personalità come Robert Downey Jr., Hugh Laurie, Tom Hiddleston e tanti altri.

Cinema

Venezia 78: Last Night in Soho, la recensione del film

Published

on

A Venezia 78 abbiamo avuto l’occasione di vedere in anteprima Last Night in Soho, il nuovo film di Edgar Wright con Anya Taylor Joy, Matt Smith e Thomasin McKenzie. Qui di seguito la video recensione di Lorenzo e Letizia in diretta dal festival.

Last Night In Soho (L’Ultima Notte a Soho) è un thriller psicologico con scene oniriche accompagnate in maniera travolgente e geniale da una colonna sonora vibrante e coinvolgente scelta con cura. Un’inattesa rivisitazione del lato oscuro della swinging London degli anni 60′.

Last Night in Soho uscirà nelle sale italiane il 4 novembre e segue le vicende di una giovane ragazza, appassionata di moda, che misteriosamente scopre il modo di trovarsi negli anni ’60, dove si imbatte nel proprio idolo, un’affascinante cantante che spera di sfondare. Ma Londra negli anni 60′ non è sempre come appare e le cose sembrano andare a rotoli con delle conseguenze.

Un incubo a occhi aperti che regala inquadrature ipnotiche e glamour. Dopo Baby Driver Wright si conferma un regista interessante e curioso che sa come catturare l’attenzione dello spettatore.

Continue Reading

Cinema

Brightburn, il trailer del Superman horror di James Gunn

Published

on

brightburn

Per molti mesi abbiamo sentito parlare del casting di un nuovo film horror di James Gunn ancora senza titolo, prodotto da Sony Pictures e Screen Gems. Ora lo studio ha rivelato il primo trailer del film ufficialmente intitolato BrightBurn. Se un bambino di un altro mondo si fosse schiantato sulla Terra, ma invece di diventare un eroe per l’umanità, avesse dimostrato di essere qualcosa di molto più sinistro? Con Brightburn, il filmmaker visionario di Guardians of the Galaxy e Slither presenta una sorprendente e sovversiva interpretazione di un genere radicalmente nuovo: il supereroe horror.

BrightBurn è diretto da David Yarovesky (The Hive) e scritto da Mark Gunn e Brian Gunn. Elizabeth Banks è al fianco di David Denman, Jackson A. Dunn (Shameless), Matt Jones e Meredith Hagner (Younger, Set it Up). James Gunn produce, con i produttori esecutivi Mark Gunn, Brian Gunn, Dan Clifton, Simon Hatt e Nic Crawley. All’inizio di quest’anno, The H Collective ha stipulato un accordo con la Sony Pictures Worldwide Acquisitions (SPWA) per distribuire e commercializzare film a livello globale. “Siamo orgogliosi di presentare questo trailer prima ai fan! È ancora più emozionante perchè celebriamo anche il primo anniversario di The H Collective“, ha dichiarato il CEO di The H Collective, Nic Crawley.

The H Collective, lanciato a ottobre 2017, è una società globale di finanza, produzione, marketing e distribuzione cinematografica che produce e finanzia una gamma diversificata di film di alta qualità tra cui horror, action comedy e franchise IP. La H Collective ha recentemente acquisito la franchigia xXx con One Race Films di Vin Diesel e è in pre-produzione nella quarta puntata del franchise.

Continue Reading

Cinema

Halloween: nuova clip e come James Jude Courtney ha imparato ad uccidere da un vero killer

Published

on

In occasione della festa più terrificante dell’anno ormai alle porte e dell’uscita di un film molto atteso soprattutto dagli appassionati di film horror, ecco a voi la prima terrificante clip tratta dal film Halloween, che mostra l’attacco di Micheal Myers all’interno di un bagno.

L’attore James Jude Courtney, che interpreta il nuovo Micheal Myers ha dichiarato di aver imparato ad uccidere da un vero assassino, per capire i movimenti e la psicologia di un uomo che per lavoro, pone fine alla vita di un’altra persona. Courtney in un’intervista a VanityFair ha raccontato di aver ricevuto dei consigli da un suo amico sicario, il quale lo ha “aiutato” nel riuscire ad interpretare al meglio, il ruolo di assassino senza scrupoli. Il killer del quale non si conosce l’identità data la sua professione, dopo aver visto The Hit List di William Webb in compagnia di Courtney disse: ” non è così che uccidi le persone nella vita vera. Te lo mostro come si fa”. Courtney incuriosito e ignorante delle modalità che è solito applicare per uccidere qualcuno, racconta: “Sapete, c’è una sorta di efficienza furtiva nel modo in cui funziona un killer addestrato”. “I film tendono a diluire quella qualità con pause e dialoghi drammatici, che però un vero assassino nella vita reale non farebbe mai. È  quell’efficacia di cui mi parlò questo mio amico che ho voluto portare nella parte di Michael Myers.”

Prima foto tratta da Halloween (2018)

Jamie Lee Curtis ritorna sul grande schermo con il suo iconico ruolo di Laurie Strode, arrivando al suo ultimo confronto con Michael Myers, la figura mascherata dalla quale quaranta anni fa, era riuscita a scappare dopo averla perseguitata e tentato di uccidere la notte di Halloween. Insieme alla Curtis sono entrate a far parte del film Judy Greer che interpreta Karen Strode, la figlia del personaggio di Curtis, e Andi Matichak Orange is the new blackUnderground ) che interpreta Allyson, la nipote di Laurie Strode.

La Universal sta puntando molto su Halloween, ispirato al film di John Carpenter del 1978, tanto che recentemente ha pubblicato la colonna sonora aggiornata proprio dal suo primo regista ed ora è stata rilasciata questa clip, giusto per far salire l’ansia al pubblico, in vista dell’uscita al cinema del 19 ottobre 2018.

Halloween (2018) ignorerà la continuità di tutti i sequel, per far in modo di riuscire a raccontare la propria storia. La Curtis prima di questo nuovo capitolo, era già apparsa in quattro film della serie, tra cui, l’originale del 1978, il sequel del 1981, Halloween H20:  20 Years Later e  Resurrection .

John Carpenter sarà il produttore esecutivo e consulente creativo di questo film, unendo le forze con l’attuale produttore di film horror, Jason BlumGet Out ,  Split ,  The Purge ,  Paranormal Activity ). Ispirati al classico di Carpenter, il regista David Gordon Green e Danny McBride hanno realizzato una storia che traccia un nuovo percorso rispetto agli eventi del famoso film del 1978.

Halloween uscirà nelle sale il 25 ottobre.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari