Connettiti a NewsCinema!

Serie tv

The Walking Dead, gli 8 momenti più difficili per Rick Grimes

Pubblicato

:

The Walking Dead è arrivato ormai alla settima stagione, mantenendo un grande successo sul piccolo schermo con la storia di un gruppo di sopravvissuti che provano ad andare avanti mentre il mondo è stato invaso dagli zombie. Il leader di questo gruppo, Rick Grimes, interpretato da Andrew Lincoln, ne ha viste di tutti i colori, ha sfidato numerosi nemici spietati e al momento deve trovare un modo per liberarsi del villain più feroce di tutti, Negan. Tifando per lui nei prossimi episodi, ripercorriamo insieme i momenti più difficili vissuti dal suo personaggio nel corso delle sette stagioni di The Walking Dead.

“I hear Nebraska’s nice” (Stagione 2, Episodio 8: “Nebraska”)

Entro la metà della stagione 2, Rick aveva fatto fuori diversi zombie. Ma le sue prime uccisioni umane dell’apocalisse sono avvenute in un bar abbandonato, che ha trovato in seguito ad una strage di zombie alla fattoria del veterinario in pensione Hershel. Essi sono stati presto raggiunti da Dave e Tony, due viaggiatori in cerca di rifugio che stavano progettando di fuggire in Nebraska. Ma, dopo aver spinto per la posizione della fattoria di Hershel e chiesto “Cosa suggerisce di fare” Rick dice: “Non lo so…ho sentito che il Nebraska è bello”. Le pistole sono pronte, ma Rick è più veloce con il grilletto, e uccide i due uomini. Non sarà l’ultima volta che l’ex poliziotto è costretto ad uccidere nella serie tv.

La morte di Shane (Stagione 2, Episodio 12: “Better Angels”)

Shane Walsh è stato l’ex socio di Rick e il suo migliore amico dai tempi del liceo. Ma quando Rick era in coma dopo essere stato colpito in servizio, Shane ha iniziato una relazione con sua moglie Lori, pensando che il suo compagno fosse morto in seguito all’apocalisse zombie. Dopo essersi riuniti Shane è stato inizialmente un alleato di Rick, ma presto è diventato un assassino dal cuore di ghiaccio, fino ad attirare Rick in un campo di notte per ucciderlo. Di fronte alla canna della sua pistola, Rick ha tirato fuori un coltello e lo ha pugnalato al petto.

La morte di Lori (Stagione 3, Episodio 4: “Killer Within”)

Rick è entrato in uno dei suoi periodi più oscuri ed instabili in seguito alla perdita della moglie Lori, che è morta dopo un taglio cesareo di emergenza durante la nascita della bambina Judith. Rick è stato perseguitato da allucinazioni, e sentiva la voce di Lori al telefono mentre si era rintanato in una prigione durante la stagione 3. Una volta che ha cambiato il suo atteggiamento distruttivo è diventato freddo e spietato, e le sue visioni si sono fermate.

La morte di Hershel (Stagione 4, Episodio 8: “Too Far Gone”)

Il mite Hershel era stato il cuore e il senso comune del gruppo di Rick come il veterinario anziano nella sua fattoria nella Stagione 2. Ma a metà della Stagione 4, dopo essere stato preso in ostaggio dal Governatore, il suo tempo è finito presto. Rick ha cercato di ragionare con il Governatore, ancora aggrappato alla speranza di Hershel che nessuno è perduto del tutto. Ma il suo nemico non poteva essere persuaso e ha ucciso il vecchio con un colpo di spada di Michonne. La speranza di Rick per l’umanità è stata ancora una volta messa alla prova.

Rick uccide Joe (Stagione 4, Episodio 16: “A”)

Dopo le scene macabre della prigione, Rick non aveva intenzione di lasciare che la sua gente si facesse male e fosse uccisa di nuovo così facilmente. Così, quando un nuovo nemico ha sostituito il Governatore come nemesi principale di Rick, non è mai stato destinato a durare a lungo. Joe, il capo dei Clamers, ha fatto un’imboscata a Rick, Michonne, e Carl sul ciglio della strada una notte e aveva intenzione di lasciare che i suoi uomini aggredissero il ragazzo. Rick ha risposto strappando la gola di Joe con i denti. Lo sceriffo ha mostrato il suo lato più selvaggio.

Fuga da Terminus (Stagione 5, Episodio 1: “No Sanctuary”)

Il ruolo di Rick come macchina per uccidere è stato rafforzato dopo che il gruppo ha raggiunto Terminus, un presunto santuario che è stato però occupato da cannibali assassini. Dopo la fuga dalla morte ancora una volta, Rick ha lasciato una scia di morti cannibali da lì ai boschi circostanti. Ma aveva ancora una promessa da mantenere con il leader.

La strage in Chiesa (Stagione 5, Episodio 3: “Four Walls and a Roof”)

Il desiderio di Rick di vendetta e di sangue è continuato quando ha sfidato Gareth, il capo dei cannibali che avevano messo il suo gruppo in ginocchio. Egli ha promesso a Gareth che lo avrebbe ucciso con un machete con l’impugnatura rossa e ha mantenuto quella promessa dopo un’imboscata in una chiesa.

Negan (Stagione 7, Episodio 1: “The Day Will Come When You Won’t Be”)

Rick ora pensava di essere indistruttibile e di non dover rispondere a nessun uomo, con la sua mente alterata nella più orrenda delle circostanze. Ancora una volta Rick e il suo gruppo, invece, sono in ginocchio di fronte ad un altro nemico: i Salvatori. Come ha fatto numerose volte prima, Rick dice al loro capo che lo ucciderà, ma Negan non è nemico come gli altri. Il leader spietato prende la sua mazza da baseball avvolta nel filo spinato e uccide due dei più stretti amici e alleati di Rick. Dopo aver quasi tagliato il braccio al figlio Carl, Rick crolla. Vedremo cosa accadrà nella seconda parte della stagione 7.

Fonte: IMDB

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Sarah Jessica Parker | I 55 anni della star di Sex and the City

Pubblicato

:

sarah jessica parker

Una bellezza spigolosa e un carattere frizzantino la hanno consacrata come attrice di culto, adorata in particolar modo dal pubblico femminile che ha seguito con ardore tutti i 94 episodi della serie Sex and the City, andata in onda per sei stagioni (dal 1998 al 2004) con uno straordinario successo sul piccolo schermo tale da garantire la realizzazione di due, successivi, film destinati alla sala, anch’essi capaci di ottenere un ottimo riscontro ai botteghini seppur poco apprezzati dalla critica. Sarah Jessica Parker compie oggi cinquantacinque anni e per l’occasione abbiamo scelto di celebrarla ricordando insieme a voi le scene più iconiche della fortunata produzione HBO, dove l’attrice interpretava l’iconico personaggio di Carrie Bradshaw.

Le donne, il sesso e gli uomini (1×01)

kim cattrall sarah jessica parker kristin davis e cynthia nixon

Kim Cattrall, Sarah Jessica Parker, Kristin Davis e Cynthia Nixon

Non potevamo che partire dalle origini, ossia dal primo episodio nel quale vengono presentate le quattro amiche al centro della storia. Carrie, giornalista trentenne, gestisce uno spazio dove parla a 360° di sesso e sfrutta spesso le esperienze delle sue compari per affrontare l’eros in maniera sagace e ironica. Nel pilot spunta anche, in un incontro fortuito, la preponderante figura maschile di Mr. Big, con il quale vi sarà un lungo tira e molla che durerà per l’intero arco narrativo delle sei stagioni.

Single è bello? (2×04)

In seguito ad una serata di festeggiamenti andata per le lunghe, Carrie è protagonista di un servizio fotografico sulle trentenni single nel quale, contro la sua volontà, viene immortalata struccata mentre sta fumando una sigaretta. Le diapositive vengono così utilizzate dalla rivista in maniera del tutto opposta al previsto, con l’intento di spingere le lettrici a sposarsi il prima possibile pur di non ridursi come la “sfortunata modella”: il volto di Carrie tappezza le edicole della Grande Mela.

Ex: la terza dimensione (2×18)

Nella puntata finale della seconda stagione ha luogo uno dei tanti battibecchi tra Carrie e Mr. Big. Da poco i due amanti avevano deciso di rimanere amici – nonostante le esperienze vissute assieme – ma la donna va su tutte le furie quando scopre che l’uomo, da sempre contrario al matrimonio, ha invece intenzione di sposarsi con Natasha, una ragazza conosciuta da poco. Saranno scintille.

Sfide al femminile (3×03)

Per la serie se son rose fioriranno, Mr. Big è effettivamente convolato a nozze con la più giovane Natasha, scatenando l’ira e la gelosia di Carrie già citata nel precedente paragrafo. In questo episodio assistiamo alla sua reazione dopo aver letto un articolo sul romantico matrimonio che ha avuto luogo soltanto qualche giorno prima, con tutte le conseguenze del caso…

Chi la fa l’aspetti (3×17)

sarah jessica parker e chris noth

Sarah Jessica Parker e Chris Noth

Carrie ha provato ad andare avanti e a dimenticare Mr. Big, iniziando anche una relazione con un ragazzo, ma non riesce a nascondere i suoi sentimenti. Lo stesso novello sposo sembra provare lo stesso e i due cominciano a frequentarsi come amanti, venendo scoperti dalla moglie tradita che, durante un inseguimento concitato, cade rovinosamente dalle scale…

Leggi anche: Sex and the City compie 20 anni: 5 rivoluzioni a tinte rosa

Scrittrice in passerella (4×02)

Carrie deve sfilare in passerella per una kermesse di beneficenza ma finisce per cadere impietosamente davanti al pubblico, con la nota modella Heidi Klum che la scavalca, aumentando le risate di scherno degli astanti. La protagonista non si butta giù di morale e si rialza ridendo, dimostrando che dopo ogni caduta vi è una risalita e guadagnandosi il plauso della folla.

Diritto alle scarpe (6×09)

Durante una festa organizzata per celebrare l’arrivo di un nascituro, Carrie è vittima del furto delle sue amate scarpe di marca: l’organizzatrice dell’evento pensa di rimborsarla per l’inconveniente, ma quando scopre il prezzo degli indumenti cambia idea ritenendo che spendere una cifra così alta sia solo per ostentare la propria ricchezza. Nonostante tutto la Nostra riuscirà a cavarsela comunque grazie alla sua astuzia.

Un’americana a Parigi (6×20)

sarah jessica parker 2

Sarah Jessica Parker

L’ultimo episodio, quello che ha commosso milioni di telespettatrici, chiude infine il lungo cerchio: Carrie e Mr. Big, last minute, si mettono finalmente insieme, Samantha ha anch’essa una relazione stabile, Miranda è in pace nella sua situazione familiare e Charlotte adotta una bambina cinese. Un lieto fine che non è una definitiva conclusione, in quanto le quattro amiche faranno il loro ritorno nelle già citate pellicole per il grande schermo.

Continua a leggere

Cinema

Suspicion | nuova serie tv di Apple+ con Uma Thurman

Pubblicato

:

uma thurman

Suspicion sarà un remake di False Flag, serie tv israeliana in onda su Fox. La storia di questa nuova trasposizione racconterà del rapimento di Leo, un ragazzo di 21 anni, figlio di un’importante donna di affari. Il rapimento avviene a New York, in un hotel di lusso, ed è stato documentato da alcuni video poi pubblicati su internet. Le ricerche delle forze di polizia si concentrano subito su quattro cittadini britannici che alloggiano nella medesima struttura in cui è avvenuto il rapimento, ma il sospetto verso di loro potrebbe essere dovuto solo dal fatto che si trovavano nello stesso hotel di Leo.

Uma Thurman, icona del cinema e non solo

Il successo di Uma Thurman è legato in particolare a Quentin Tarantino, con cui ha collaborato per il film cult Pulp Fiction e grazie al quale ha ricevuto la nomination agli Oscar come miglior attrice non protagonista, seguito poi da Kill Bill 1 e 2. Di recente inoltre è stata partecipe di Dark Hall e prima ancora dell’horror La casa di Jack, tornando quindi a lavorare insieme al regista Lars Von Trier.

Nella discografia di Thurman troviamo anche serie tv. Infatti è stata protagonista di The Slap e di Chambers, thriller/horror della piattaforma Netflix. L’attrice ci riprova ora con Suspicion, entrando a far parte anche lei, dopo Jennifer Aniston, Chris Evans, e M. Night Shyamalan, del nuovo progetto streaming di Apple TV+.

Leggi anche: Chambers, la recensione della nuova serie horror con Uma Thurman

Suspicion | Cast, produzione della serie tv

Uma Thurman però non sarà l’unico volto noto in Suspicion. Insieme a lei c’è Elizabeth Henstridge, protagonista di Agents of S.H.I.E.L.D., Georgina Campbell, vista in Black Mirror e in His Dark Material, e Kunal Nayyar, attore apprezzato nel ruolo di Raj Koothrappali nella celebre The Big Bang Theory.

Alla produzione c’è Darin McLeod, noto come uno dei produttori di Watchmen. Il regista degli episodi sarà Chris Long, il quale ha firmato puntate di altre serie tv come The Americans e The MentalistSuspicion quindi entra nella lista dei titoli da non dimenticare nella piattaforma Apple TV+, accrescendo nuovamente la qualità del servizio streaming della casa di Cupertino, sempre di più in competizione con quelle già da tempo sul mercato.

 

Continua a leggere

Netflix

Coronavirus | anche la serie tv The Witcher si ferma

Pubblicato

:

the witcher

Anche The Witcher si ferma a causa del Coronavirus. La produzione della seconda stagione è stata congelata per cause di forza maggiore, ennesimo episodio che conferma quanto il Coronavirus sta mettendo a dura prova anche il mondo dello spettacolo.

The Witcher 2 | lo stop

The Witcher non è l’unico a subire uno stop: anche la quarta stagione di Stranger Things e Fast & Furious sono state messe in stallo.

Per ora lo stop durerà per due settimane, ma nulla esclude un ulteriore prolungamento. Tutte le serie di Netflix girate negli Stati Uniti e in Canada hanno dovuto fermare la produzione, ma The Witcher ha potuto continuare la lavorazione per una settimana. Eppure, come previsto, Netflix ha fermato la produzione anche della seconda stagione nello sforzo di preservare la salute del suo staff dalla diffusione della pandemia di coronavirus che sta piagando il mondo intero. Per adesso lo stop è di due settimane, ma non si esclude possa essere prolungato vista la situazione.

Leggi anche: Coronavirus | Sospesa anche la produzione di Midnight Mass

The Witcher | La decisione definitiva di Netflix

Lo staff e il cast della serie hanno appreso la notizia via email, con un messaggio simile a quello ricevuto dal cast della serie Il Signore degli Anelli di Amazon, anch’essa fermata. Sostanzialmente il messaggio afferma che la produzione rimarrà ferma per due settimane e che successivamente si valuterà il da farsi, ossia se riprenderla o se allungare lo stop.

Purtroppo non sappiamo se lo stop comporterà un ritardo per il lancio della serie, di cui comunque ancora non si conosceva la data ufficiale (si parla di un generico 2021).

The Witcher | La trama e il cast

Ricordiamo i nomi principali che compongono il cast della serie: Henry Cavill (Geralt of Rivia), Anya Chalotra (Yennefer), Freya Allan (Ciri), Jodhi May (Calanthe), Björn Hlynur Haraldsson (Eist), Adam Levy (Mousesack), MyAnna Buring (Tissaia), Mimi Ndiweni (Fringilla), Therica Wilson-Read (Sabrina), Emma Appleton (Renfri), Eamon Farren (Cahir), Joey Batey (Jaskier), Lars Mikkelsen (Stregobor), Royce Pierreson (Istredd), Maciej Musiał (Sir Lazlo), Wilson Radjou-Pujalte (Dara) e Anna Shaffer (Triss).

Basato sulla serie best-seller di libri fantasy” così descritto sulla piattaforma Netflix “The Witcher è una storia epica di destino e famiglia. Geralt di Rivia, un cacciatore di mostri solitario, fatica a trovare il suo posto in un mondo dove le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Quando il destino lo fa incontrare con una potente maga e con una giovane principessa con un segreto pericoloso, i tre dovranno imparare a viaggiare insieme in un continente sempre più instabile.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Aprile, 2020

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Maggio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X