Connettiti a NewsCinema!

CineComics

Ant-Man and the Wasp, un’avventura quantica da non perdere

Pubblicato

:

Dopo aver combattuto al fianco di Captain America in Civil War, in Ant-man and the Wasp l’eroe insetto interpretato da Paul Rudd, sta scontando due anni di arresti domiciliari. Il tempo libero è difficile da impiegare all’interno di quattro mura per un supereroe eccentrico e imprevedibile come lui, soprattutto quando non c’è a fargli compagnia sua figlia Cassie. Nel frattempo Hank Pym (Michael Douglas) ha scoperto che sua moglie Janet (Michelle Pfeiffer) potrebbe essere ancora viva, seppur confinata nel misterioso Quantum Realm. Così cerca di farla tornare indietro con l’aiuto della figlia Hope (Evangeline Lilly), ma il nemico è pronto a mettergli i bastoni tra le ruote.

Ant-Man and the Wasp: ritorno dal Quantum Realm

Ant-Man and the Wasp racconta la nuova avventura del supereroe Marvel interpretato da Paul Rudd, al cinema dal 14 Agosto. Dal momento che Scott Lang torna ad indossare la tuta che Hank Pym ha realizzato per lui nel primo film, inizia la magia che porta lo spettatore in un viaggio adrenalinico e divertente in un vorticoso cambio di prospettiva e dimensioni. Uno dei punti di forza del primo film viene qui ulteriormente sviluppato dal regista Peyton Reed che gioca all’interno del microverso, lasciando spazio alla fantasia e dando libero sfogo all’immaginazione. Quanti di noi sognano una macchina che si può rimpicciolire e mettere in tasca senza bisogno di trovare parcheggio? O di portare in un trolley la propria casa per posizionarla dove più ci piace? Come Alexander Payne ha voluto dimostrare con il suo Downsizing, lo stile di vita in dimensioni ridotte potrebbe essere il futuro, per un recupero delle risorse.

Paul Rudd ed Evangeline Lilly in Ant-man and the Wasp

Il cambio di dimensioni di Ant-man facilmente ci ricorda cult come Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi o quei classici horror di una volta in cui la proporzione tra insetti giganti ed esseri umani era alquanto surreale. Giocare con le dimensioni al cinema non è una novità, ma gli effetti speciali di Ant-man and the Wasp non sorprendono in quanto tali, ma perchè denunciano una creatività intelligente. La storia vive grazie ai dettagli, curati con attenzione e professionalità, e finalizzati alla meraviglia, mentre l’ironia guida una sceneggiatura costellata di scambi di battute brillanti tra i vari personaggi, opera dello stesso Paul Rudd insieme a Chris McKenna, Erik SommersGabriel Ferrari e Andrew Barrer.

Ant-man and the Wasp: un cast indovinato

Michael Pena nei panni del grande amico di Scott/Ant-Man, Luis, regala un’ottima interpretazione come protagonista di un rapporto di amicizia sincero, con la sua personalità umile e impacciata. Tra Hope e Scott si avverte una certa elettricità, anche se i due devono ritrovare l’intimità accennata nel primo film. Rudd e Lilly confermano un’alchimia sulla scena che dona energia e dinamismo alla narrazione. Evangeline Lilly nei della figlia di Pym ha più spazio come una eroina determinata e coraggiosa che ruba quasi la scena ad Ant-man con una serie di momenti intriganti e combattimenti acrobatici e mozzafiato.

Tuttavia si sa, che una storia funziona bene quando il villain è indovinato e, in questo caso, la figura del fantasma interpretato da Hannah John-Kamen, è affascinante e letale allo stesso tempo, con un’anima legata al passato che è interessante comprendere nel corso del film. Anche grazie alla compagnia di Laurence Fishburne nei panni dell’ex socio di Hank Pym con le sue convinzioni e idee verso una direzione ben precisa.

Una scena da Ant-ma and the Wasp

Ant-man and the Wasp: un sequel che diverte con stile

Ant-Man and the Wasp è un terreno fertile per il puro intrattenimento. Un sequel riuscito che sorprende, diverte e rende la scienza un biglietto di sola andata per un universo colorato, psichedelico e avventuroso che non aspetta altro che essere esplorato nel profondo. Peyton Reed riesce a mantenere un ritmo dinamico, dosando bene azione, emozione e divertimento. La sceneggiatura riserva un ruolo importante all’idea di famiglia: il rapporto tenero e diretto tra Scott e la figlia Cassie; il legame tra Hope e Hank e il loro ricordo di Janet che li spinge a sfidare il mondo per poterla riabbracciare; e persino il villain che ha perso entrambi i genitori quando ha sviluppato i suoi superpoteri e vuole soltanto tornare ad essere se stessa.

Ant-man ha una sua identità basata sulla forza e l’umorismo, che potrebbe perdersi nel caotico gruppo degli Avengers in cui lo vedremo tornare prossimamente, ma intanto questo film è una nuova occasione per godere della sua storia e della sua personalità fuori dagli schemi.

Ant-man and the Wasp TRAILER

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CineComics

Hellboy: un reboot action, dark e caotico

Pubblicato

:

hellboy

Quindici anni dopo il primo film diretto da Guillermo Del Toro, arriva al cinema il reboot di Hellboy con una nuova avventura del supereroe demoniaco nato sulle pagine dei fumetti di Mike Mignola. David Harbour, star della serie tv Stranger Things è stato scelto per vestire i panni dell’imponente protagonista, detective del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) che cerca di proteggere la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano. Dal Messico viene chiamato in Inghilterra dove deve vedersela con tre giganti infuriati, prima di affrontare la terribile Nimue, la Regina di Sangue interpretata da Milla Jovovich, un’antica strega che torna da un lontano passato assetata di vendetta. Così assistiamo a uno scontro epico tra realtà e magia, per la regia di Neil Marshall.

hellboy 2019

Hellboy di Neil Marshall

Hellboy, scritto dallo stesso Mignola con la collaborazione di Andrew Cosby, fin dalle prime scene si conferma un film decisamente dark e ricco di azione. Il regista che ha diretto alcuni episodi di Game of Thrones, Westworld e il film The Descent – Discesa nelle tenebre, punta molto sulla componente splatter di questo horror action fantasy che cerca di portare sul grande schermo la natura originale del fumetto che ha da poco festeggiato i suoi 25 anni. Teste mozzate, corpi disintegrati e fiumi di sangue invadono spesso l’inquadratura, insieme a una varietà di mostri inquietanti e terrificanti che ricordano le creature minacciose e deformate di Silent Hill. Chiaro fin da subito che questo nuovo Hellboy è pensato per un pubblico adulto con uno stile di narrazione audace, esplicito e viscerale. Segue la linea suggerita dai fumetti, quindi i fan più affezionati di questo personaggio potrebbero apprezzare. In particolare i produttori hanno scelto, insieme a Mignola, di adattare il Volume 9 Hellboy: La Caccia Selvaggia del 2010 che include i numeri 37 e 44 della serie a fumetti.

hellboy milla jovovich

Milla Jovovich in una scena di Hellboy

David Harbour, alto due metri e con uno sguardo che cattura, è perfetto nei panni del “muchaco dell’Infierno” che mostra un look solo in parte simile al film del 1994. Infatti se a un primo sguardo Hellboy può sembrare lo stesso, in questo film presenta alcune diverse caratteristiche fisiche rispetto alla versione precedente, come i capelli lunghi e sciolti, peli sulle braccia, sul petto e sulla schiena, e gli infernali zoccoli. Un personaggio più disturbante e trasandato rispetto a quello interpretato da Ron Perlman e quindi meno simpatico. Le sue gesta sono accompagnate da una colonna sonora puramente rock, ma le acrobatiche scene di combattimento trovano spazio anche per una discreta dose di humour nero, come i numerosi tentativi di Hellboy di usare il touch screen dello smartphone distruggendo ogni volta il display visto le sue dita non proprio canoniche.

Al fianco di Harbour sono presenti alcune personalità carismatiche nel cast come Milla Jovovich nei panni della villan principale che si trova perfettamente a suo agio tra i morti viventi e i mostri, visto i suoi trascorsi nella saga Resident Evil; poi la giovane Sasha Lange che interpreta Alice Monaghan e Daniel Dee Kim, volto noto ai fan della serie tv Lost, che veste i panni di Daimio, capitano del BPRD ed ex soldato con un grande segreto. Infine l’energico e divertente Ian McShane come il padre di Hellboy che in più di un’occasione permette di evidenziare l’umanità di questo eroe controverso e in costante conflitto con il suo aspetto.

 

Il film è un blockbuster coatto di puro intrattenimento che trascina in un vortice di adrenalina e violenza, però confonde lo spettatore per i numerosi intrecci della trama. I produttori hanno infatti dichiarato di “volere riunire i pezzi di tante storie, adattandole nel migliore dei modi” ma, vedendo il risultato finale, è proprio questo il punto debole del film. Si passa dalla leggenda di Re Artù a una guerra tra luce e tenebre che ricorda Buffy – L’Ammazzavampiri, riducendo il tutto a un cinecomic dall’anima horror con i colori pop del fumetto e una messa in scena da videogioco. Il regista ostenta un forte senso del passato con ambientazioni e immagini contemporanee, ma i personaggi realizzati con la CGI sembrano appartenere a un cinema stantio, penalizzando l’autenticità e il realismo di una storia che, seppur fantastica, vuole trarre beneficio dal suo confronto con la realtà. Dopo la visione potreste avere bisogno di una camomilla o di un’aspirina, ma se affrontate questo film come un giro sulle montagne russe potreste divertirvi all’insegna di quell’irresistibile aspetto epico del trash.

Hellboy: un reboot action, dark e caotico
2.8 Punteggio
Pro
Azione, Humour, Colonna Sonora
Contro
Effetti speciali, Mostri, Confusione
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Consigliati dalla redazione

Continua a leggere

CineComics

Romics 2019: una nerd experience tra supereroi, serial killer e gadget irresistibili (video)

Pubblicato

:

romics 2019

Dal 4 al 7 Aprile 2019 si è svolta alla Nuova fiera di Roma la 25° edizione di Primavera del Romics, il Festival internazionale dedicato ai fumetti, all’animazione e ai videogames. Tantissimi cosplayer hanno raggiunto la Capitale da tutto il mondo per vivere la magia e il divertimento di questo evento dall’anima nerd, ma dedicato a un pubblico di tutte le età. Una grande festa colorata per gli appassionati di una forma d’arte che coinvolge contemporaneamente cinema, serie tv, computer e carta stampata, ma anche artigianato e creatività di alto livello.

I vari padiglioni del Romics 2019 hanno offerto soluzioni di intrattenimento, proiezioni, concerti, interessanti panel e tanti shop per acquistare gadget fantastici e originali per tornare a casa con un piccolo grande bottino di ricchezze personalizzate. Nel video qui nel player qui sopra la nostra redattrice Letizia Rogolino ci racconta la sua esperienza al Romics 2019 tra incontri unici, simpatici imprevisti e tanto divertimento. Per sfogliare la gallery con tutte le foto basta cliccare qui.

Continua a leggere

CineComics

Romics 2019: sfoglia la gallery con tutte le foto più belle e curiose

Pubblicato

:

romics 2019

Dal 4 al 7 Aprile 2019 la Nuova Fiera di Roma ospita la 25° edizione del ROMICS, il Festival Internazionale del Fumetto, dell’Animazione e dei Games. Come ogni anno molti cosplay provenienti da tutto il mondo animano le varie giornate dell’evento. Passeggiando per la lunga via principale che permette l’ingresso ai vari padiglioni della fiera si incontrano supereroi, personaggi del cinema horror, manga e anime in carne e ossa che non vedono l’ora di farsi selfie e scambiare quattro chiacchiere con gli altri visitatori.

Il Romics infatti è un’occasione di festa per divertirsi con altri appassionati dei fumetti e di tutto quel mondo ludico e dichiaratamente nerd che in fondo tutti amano, chi più chi meno. Noi di NewsCinema siamo andati a curiosare sul posto per vivere in diretta la magia del Romics. Intanto di seguito potete gustarvi la nostra galleria con le foto più belle e curiose che abbiamo scattato per catturare l’essenza di questo evento in cui si respira molta energia e divertimento.

Joker - Heath Ledger
« 1 di 41 »

Photo Credits:  Maria Laura Moraci

E qui sotto il nostro video racconto.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Aprile, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Maggio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X