Connect with us
Apollo 11, un'estate di cinema indie a Roma - NewsCinema

News

Apollo 11, un’estate di cinema indie a Roma

Published

on

Apollo 11 è lieta di annunciare l’inizio della rassegna “Un’estate Indie all’Apollo 11 – Il meglio della stagione“. Il meglio della cinematografia indipendente della stagione appena conclusa sarà protagonista all’Apollo 11, dal 16 al 29 luglio, in una rassegna che celebra gli 11 titoli di maggior successo.

Un’estate Indie all’Apollo 11 – Il meglio della stagione” è la rassegna che offrirà al pubblico l’opportunità di vedere o rivedere le proposte più interessanti ed emozionanti del cinema indie di quest’ultima stagione. Da Sami blood a Dark night, passando per Dancer e Poesia senza fine, 11 serate straordinarie saranno dedicate ai titoli più affascinanti proiettati nell’ultimo anno all’Apollo 11.

Si partirà lunedì 16 luglio con le incredibili coreografie di Sergei Polunin in DANCER di Steven Cantor e le poliedriche interpretazioni di Cate Blanchett in MANIFESTO di Julian Rosefeldt. Si proseguirà poi martedì 17 con L’ORDINE DELLE COSE di Andrea Segre e la schiacciante critica alla società individualista firmata da Erik Gandini in LA TEORIA SVEDESE DELL’AMORE. Dalla Svezia si passerà alla Finlandia con la rigorosa e profonda storia di SAMI BLOOD di Amanda Kernell, per arrivare alle atmosfere sospese degli USA di DARK NIGHT di Tim Suttonmercoledì 18 luglio. Nella serata di giovedì 19 dall’Ungheria tornerà, con tutte le sue notevoli sfumature umane, 1945 di Ferenc Török e a seguire, dalla Croazia, il commovente e schietto THE CONSTITUTION – DUE INSOLITE STORIE D’AMORE di Rajko Grlic.

La rassegna “Un’estate Indie all’Apollo 11 – Il meglio della stagione” riprenderà lunedì 23 luglio con Michael Caine e il suo racconto come un viaggio nella swinging London in MY GENERATION di David Batty. Sempre in tema musicale la serata di lunedì 23proseguirà poi con la proiezione di NICO 1988, rilettura di Susanna Nicchiarelli degli ultimi tormentati anni della cantante Christa Päffgen, in arte Nico.

Insieme all’audace opera di Alejandro Jodorowsky, toccante e naïf, POESIA SENZA FINE, in programma giovedì 26, le proiezioni degli 11 eccezionali titoli selezionati per la rassegna del cinema indipendente proseguiranno in replica all’Apollo 11 a rotazione fino a domenica 29 luglio.

Biglietto singola proiezione: 5 euro – ridotto 4 euro

Biglietto giornaliero: 7,5 euro – ridotto 6,5 euro

Carnet “11 film”: 25 euro

Can Yaman

Can Yaman | ripercorriamo il 2020 dell’attore tra delusioni e grandi successi

Published

on

ein3y5rxyaeks5i compressed

Emozioni, delusioni, preoccupazioni, (rari) momenti di gioia e soddisfazioni sono stati i sentimenti che hanno avuto il dominio in questo anno. C’è chi vorrebbe cancellarlo, chi dal 2019 vorrebbe saltare direttamente al 2021 e chi invece nonostante tutto, lo conserva nel cassetto dei ricordi. In fondo anche dalle esperienze negative si impara qualcosa. La caparbietà di non arrendersi, la solidarietà verso chi ha bisogno e il desiderio di rimboccarsi le maniche nonostante tutto sono i tre pensieri che hanno accompagnato Can Yaman in questo 2020.

Ora che siamo arrivati agli sgoccioli di questa annata che ci ha visto piegarci ma senza spezzarci, ripercorriamo insieme, mese per mese, cosa è accaduto nella vita del celebre attore turco, amatissimo in tutto il mondo!

mammacanyaman newscinema compressed

Gennaio

La prima settimana di gennaio, dopo un bel po’ di tempo, chiuso nella sua roccaforte di Bebek, Can si prepara per iniziare il servizio militare. Tagliati i capelli lunghi e la barba, per dar spazio a un look più rigoroso, Yaman si prepara per iniziare la leva a Bornova (Izmir). Le fan curiose e preoccupate come sempre per lui, tirano un sospiro di sollievo quando viene postata una foto, che lo ritrae nella mensa della caserma insieme agli altri commilitoni.

Il 18 gennaio viene trasmessa la super puntata della trasmissione C’è posta per te condotto da Maria De Filippi e registrata nell’ottobre 2019. Inutile a dirsi il clamore mediatico in tutto il mondo, intorno a questo evento. Giunto alla fine del mese (precisamente il 26) torna attivo sui social con un dolce scatto che lo ritrae insieme alla mamma Guldem a Izmir. La foto non solo mostra un Can Yaman versione soldato, finalmente sorridente, ma anche la bellezza della giovane mamma, arrivata a Bornova per assistere al giuramento dell’amato figlio.

Leggi anche: Can Yaman: le similitudini tra la storia di Hercules e la vita dell’attore turco

dursoyaman newscinema compressed

Febbraio

Il silenzio social continua ad avere la meglio, nonostante sia tornato alla vita normale. Unica apparizione in terra turca, risale a una breve intervista ai microfoni di 2.sayfaofficial. Per le fan è la prima volta che si mostra alle telecamere con il nuovo look, assolutamente promosso. Dopo poche settimane, il 22 febbraio torna nella sua amata Italia. L’occasione lo vede atterrare a Milano per prendere parte alla diretta del programma televisivo Live Non è la D’Urso condotto da Barbara D’Urso, su Canale 5.

Leggi anche: Can Yaman: l’attore turco è il super ospite internazionale del programma Live non è la D’Urso

batteriacanyaman newscinema compressed

Marzo

Il mese di marzo, inizia a segnare un momento di svolta nella carriera di Can e non solo.
Il 4 marzo, dimostra ancora una volta, quanto grande sia il suo cuore donando dei libri alla scuola di Yolbilen a Sanliurfa Viransehir. Nel giorno della Festa delle donne, l’attore lascia una serie un commento sotto un post del regista Ferzan Ozpetek, che inizia a far sperare le fan.

Finalmente l’11 marzo arriva la notizia che tutte le fan stavano sperando da tempo. La sceneggiatrice Asli Zengin posta una foto con Can, segnando l’inizio delle lavorazioni della nuova serie che lo vedrà protagonista, di lì a qualche mese. Nonostante sia concentrato su questo nuovo progetto, il suo pensiero per l’Italia e il COVID è sempre vivo nella sua mente e nel suo cuore. Un cuore che si dimostra essere dalla parte dei più deboli, aderendo all’iniziativa del cantante Haluk Levent. La campagna di solidarietà vedeva il sostegno a favore di 50 famiglie per due mesi, con generi alimentari di prima necessità.

Il 14 marzo per la prima volta, si mostra in versione batterista nella sua casa studio situata nel quartiere di Bebek. La foto che vedete in alto, lo ritrae dietro la batteria con le cuffie, in vista delle riprese della nuova serie. Gli unici dettagli in merito alla caratterizzazione del personaggio, fino a quel momento sono state: ristoratore, sciupafemmine e amante della libertà.

Leggi anche: Can Yaman e Ferzan Ozpetek ‘abbracciano’ l’Italia colpita dal coronavirus

Aprile

L’Italia e Can Yaman è un legame che niente e nessuno riuscirà mai a distruggere. A confermarlo è lo stesso attore, che dopo mesi, pubblica sul suo profilo IG una foto tratta dallo shooting romano per la rivista Hello!

Continua in maniera rigorosa e stakanovista, la quarantena nel suo appartamento di Bebek, condividendo alcune IG story, nelle quali cerca di sensibilizzare il popolo turco a rispettare le regole e il distanziamento sociale. Il suo hashtag #EvdeKal (Resta a casa) diventa virale anche nel nostro Paese, in Spagna e nel resto del mondo.

Il 17 aprile viene pubblicato un video che lascia con la bocca aperta tutte le sue fan, grandi e piccole. Il motivo? Per la prima volta, si mostra nei panni di un meraviglioso ballerino di tango, in un passo a due con la sua amata mamma Guldem. Abituate a vederlo con i pesi, la corda e la panca per gli addominali, questa nuova veste di ‘tangero’ conquista tutte le sue follower. Questa novità, inoltre sta a significare una nuova connotazione al nuovo personaggio, in fase di preparazione, in attesa del primo ciak.

Una ‘macchina da guerra’ come lui, potrebbe fermarsi solo a questo? Ovviamente no. Infatti è durante il periodo di isolamento a causa del coronavirus, che Can si dedica anche allo studio della lingua spagnola, postando i vari progressi sui social network.

Leggi anche: Can Yaman: quando i belli ballano il tango e lo fanno con classe

daydreamer newscinema compressed 1

Maggio

Mentre in Italia viene confermata la messa in onda della serie turca Erkenci Kuş con il titolo di Daydreamer – Le ali del sogno, in diretta sul profilo di NewsCinema con il doppiatore Daniele Giuliani, l’attore turco continua la sua preparazione per il nuovo personaggio.

A far andare su di giri le sue fan, una breve storia che lo vede a cavallo di una moto di grande cilindrata. Gli articoli dedicati al suo successo internazionale, ormai sono all’ordine del giorno, riconoscendo (finalmente) quanto sia amato, soprattutto in Spagna e Italia.

Il 21 maggio, i media turchi giunti di fronte alla casa di produzione della Gold Film, cercano di strappare delle dichiarazioni in merito alla nuova serie. Tra le domande degne di nota, spiccano le considerazioni per il nuovo progetto Bay Yanlış e il rapporto con la sua partner lavorativa Özge Gürel, dopo l’esperienza di Dolunay (Bitter Sweet – Ingredienti d’amore).

[ Per vedere l’intervista tradotta, vi lascio il link: https://www.youtube.com/watch?v=b61WPi9LiGc ]

La grandezza e l’attesa che cresce sempre di più intorno a questo progetto è palpabile soprattutto attraverso Twitter, quando entra nelle liste Trend Topic di vari Paesi quali Italia, Grecia e Spagna.

Leggi anche: Can Yaman: l’invisibile e inconsapevole ‘fil rouge’ che colora la sua vita

bay yanlis newscinema compressed 1

Giugno

Il 4 giugno vengono rilasciate gli scatti dello shooting fotografico realizzato per il lancio della dizi romantica Bay Yanlış. Nel frattempo, il popolo italiano, il 10 giugno vede il primo episodio della serie Daydreamer – Le ali del sogno su Canale 5. La coppia di Can Divit e Sanem Aydin (Demet Ozdemir) conquistano il pubblico dal primo minuto, registrando via via, numeri altissimi di share.

Il 26 giugno inizia (finalmente) la serie Bay Yanlış sul canale Fox Turkiye, con una prima puntata che lascia senza fiato. Lo stile di ripresa dinamico del regista Deniz Yorulmazer, lo stato della donna super emancipata e uno Can Yaman in forma smaliante, la rendono una serie record con oltre 1 milione di visualizzazioni sul profilo YouTube in meno di 24 ore. (Cliccate qui per vedere il primo trailer della serie: Bay Yanlış | il trailer in italiano della nuova serie con Can Yaman e Özge Gürel.)

Leggi anche: Bay Yanlış | il primo episodio con Can Yaman e Özge Gürel [Recensione]

Luglio

Mentre il ciclone Daydreamer continua a mietere successi, registrando il 23% di share nella puntata del 15 luglio, la nuova serie inizia ad avere delle battute d’arresto in Turchia. A quanto pare, il popolo turco non sembra apprezzare particolarmente la modernità nei rapporti tra uomo e donna. Aspetto che invece, nel resto del mondo viene apprezzato notevolmente, al punto tale da essere acquistata in vari Paesi occidentali e non.

Il 19 luglio durante la manifestazione Salerno Letteratura, tra gli ospiti attesi, spicca il nome del regista e scrittore Ferzan Ozpetek. La presentazione al pubblico del terzo romanzo Come un respiro, lo porta a raccontare alcuni momenti inediti della sua vita e della sua carriera. Al momento delle domande dal pubblico, (questa volta devo usare la prima persona) ho pensato di porre una domanda che in molti avrebbero voluto fargli. Per la prima volta, il regista italo turco dichiara ufficialmente cosa pensa di Can Yaman affermando: ” Lo voglio far lavorare perché comunque è uno che ha quella cosa in più degli altri.” Ha continuando dicendo: “Lui è uno interessante. Sta diventando più interessante ascoltando anche i miei consigli ed è cambiato fisicamente.”

cancomeunrespiro newscinema compressed

Dichiarazioni riprese ovunque e tradotte nelle varie lingue, fondamentali per chi da sempre ha sperato di veder lavorare insieme la coppia Yaman- Ozpetek. Per aggiungere altra benzina su un fuoco già ben avviato, ci ha pensato l’attore, postando una foto mentre è concentrato nella lettura del libro Come un respiro in lingua italiana, durante un momento di pausa sul set di Bay Yanlış.

Yaman non passa inosservato neanche al mondo della moda, visto che il brand Tudors, presente in vari Paesi del mondo. Viene presentato attraverso un post come Brand Ambassador del marchio, deliziando le fan con foto meravigliose in camicia bianca. Se la serie continua a non convincere i turchi, il 28 luglio, la Global Agency con il patron Izzet Pinto, annuncia ufficialmente il suo inserimento nel mercato internazionale della serie tv, con il titolo di Mr. Wrong.

Agosto

Il mese di agosto è quello dedicato al relax prima di intraprendere un nuovo anno. Can Yaman infatti, non appare molto sui social e intanto la sua dizi continua a far breccia nel cuore delle fan che lo sostengono sempre. Nominato come miglior attore turco ai premi delle Stelle della Turchia 2020, il pubblico apprezza ogni giorni di più il personaggio di Özgür Atasoy, così bello ma anche così divertente e alle prese per la prima volta con un sentimento forte quale l’amore.

L’Italia è tra i Paesi che lo sostiene maggiormente, tanto che l’attore decide di condividere sul suo profilo Twitter un video creato dal gruppo Le Yamanine Official Fandom nel quale, le fan invitano a seguire la serie nonostante la stagione estiva e la voglia di uscire il venerdì sera.

tudors canyaman newscinema compressed

Settembre

Daydreamer riesce a conquistare la prima serata su Canale 5 dopo aver registrato numeri importanti durante i mesi estivi. La Tudors, il 16 settembre rilascia il primo spot Tudors con protagonista il giovane 30enne, nel quale sfoggia una serie di camice presenti anche negli episodi della sua serie tv.

E poi accade qualcosa che lascia tutti attoniti. La serie Bay Yanlış viene cancellata improvvisamente dal palinsesto del canale Fox Turkiye, lasciando tutti senza parole. Nonostante gli ottimi risultati dell’estero, non sono serviti a salvare una serie che per la prima volta, aveva sdoganato diversi argomenti tabù in Turchia. Si poteva fare qualcosa in più per salvarla? Ovviamente si, ma qualche ben pensante, ha preferito cancellarla via come una macchia su un foglio. Decisione che ha scatenato un caos mediatico e una rivoluzione social in tutto il mondo, da parte delle fan non solo dell’attore ma anche di tutto il cast.

La beffa più grande? Il coinvolgimento di Can e Özge Gürel nel nuovo spot (senza senso a questo punto), dedicato al nuovo palinsesto della Fox. A spaccare il cuore a metà delle sostenitrici dell’attore, una frase postata sul suo profilo IG:” In realtà fiorivamo magnificamente e siamo stati sepolti nel terreno sbagliato”.

ozpetek yaman newscinema compressed

Qualche ora dopo aver chiuso le riprese del 14° episodio di Bay Yanlış, come previsto da tempo, Can è volato da Istanbul a Roma in compagnia dei suoi manager Ilker Bilgi e Cuneyt Sayıl per lavoro. Lo sguardo brillante tipico dei suoi occhi, per la prima volta, sembra essere oscurato da una lacerante delusione, a causa di questa chiusura improvvisa.

Dopo una cocente delusione, finalmente arriva un motivo per sorridere.

Il 30 settembre è una data rimasta impressa alle tante fan presenti sotto l’hotel Splendide Royal di Roma, in attesa dell’uscita di Can Yaman. Il regista Ferzan Ozpetek raggiunge l’attore per incontrarlo finalmente e per la prima volta, dopo essersi scambiati diversi messaggi pubblici e privati sui social. Un momento indimenticabile per chi era presente e non aspettava altro, dopo aver ascoltato le parole del cineasta turco nel mese di luglio a Salerno.

Leggi anche: Can Yaman | la rivincita dell’attore nelle frasi del Maestro Ferzan Ozpetek

can yaman angel newscinema compressed 1

Ottobre

Dopo aver salutato il regista e scrittore, Can si dirige verso gli studi Elios per registrare una puntata di C’è posta per te condotta da Maria De Filippi, in onda il 9 gennaio 2021. Terminata la sorpresa, insieme al suo entourage vola a Milano per la registrazione della sua prima intervista al talk show Verissimo condotto da Silvia Toffanin. Puntata mandata in onda il 10 ottobre, rivelando ancora una volta la sua profonda umiltà e simpatia, in un italiano perfetto.

Il 2 ottobre va in onda – purtroppo – l’ultimo episodio di Bay Yanlış, lasciando con l’amaro in bocca il pubblico di tutto il mondo, che ormai avevano preso a cuore la storia dei protagonisti.

Se da un lato il suo cuore è ancora ferito per la chiusura di questo progetto nel quale aveva creduto dal primo istante; dall’altro riesce a trovare la forza di lanciare un appello per aiutare un piccolo bambino malato. Si tratta del piccolo Pamir Pekin, affetto da una rara malattia denominata SMA di tipo 1 e lo fa condividendo quotidianamente storie su IG per poterlo aiutare.

Dopo alcune anteprime rilasciate nei giorni precedenti, il 14 viene pubblicato il numero di Chi Magazine con Can Yaman in copertina, shooting fotografico e intervista sulla sua carriera a cura di Alessio Poeta.

Per concludere questo mese così tormentato, nonostante tutto, Can Yaman insieme a Özge Gürel, e la loro serie Bay Yanlış, vengono nominati rispettivamente come miglior attore, miglior attrice e miglior serie romantica.

Leggi anche: Bay Yanlış | Intervista in esclusiva al regista della serie Deniz Yorulmazer

canpamir newscinema7 compressed

Novembre

Il buon cuore di Can Yaman ormai noto a tutti da molto tempo, si dimostra attento ai più bisognosi ancora una volta. A causa del terremoto di Izmir, l’attore decide di aiutare 100 famiglie di Smirne per un mese, fornendo generi alimentari di vario genere.

Novembre è stato un mese complicato per Yaman, fatto più che altro di silenzi sui social. Momenti interrotti solo da appelli per aiutare il piccolo Pamir Pekin, per raggiungere la cifra dei 2 milioni e 100 mila euro per iniziare le cure. Il suo impegno verso questa causa è talmente alto, da decidere di mettere all’asta il gilet disegnato da Ilker Bilgi e indossato a Verissimo. Ad aggiudicarselo, quattro gruppi italiani: Vivi Istanbul e i suoi set cinematografici, Can Yaman Forever.3, CanYaman1989Fans ed Erkenci Kus – Daydreamer le ali del sogno su Facebook per la cifra di 8 mila euro.

Il giorno più speciale dell’anno per chi segue Can Yaman è fissato alla data della sua nascita: l’ 8 novembre 1989. Un evento diventato speciale e importante anche per Mediaset, a tal punto da dedicargli uno speciale Buon Compleanno Can Yaman, andato in onda su La5.

In Italia intanto, il 17 novembre arriva a Roma il ‘gilet degli angeli’ di Can, il quale darà vita a una nuova catena di solidarietà. Con il grido di ‘ Amore genera Amore’, il 18 novembre viene comunicato dalla pagina Cure For Pamir di aver raggiunto la cifra per portare il piccolo in America. Dopo pochi giorni, insieme alla sua famiglia, volerà verso Boston per iniziare la somministrazione del farmaco gli darà una vita normale.

Il 24 novembre dopo altre settimane di silenzio, spunta sull’account IG di Can, una foto in compagnia dei suoi due manager. Sorriso irresistibile, l’immancabile ciuffo e un completo nero coordinato da una camicia bianca ammaliano le fan che non aspettavano altro.

can yaman pasha fencer newscinema compressed

Dicembre

Il 5 dicembre viene svelato il mistero che aleggiava dietro quella foto postata a fine novembre.
Can Yaman è diventato il volto del nuovo videogioco Pasha Fencer disponibile su tutti gli smartphone Android e iOS in Turchia e Medio Oriente. Smessi i panni di uomo in carriera, indossa l’armatura tipica dei cavalieri, impugnando una spada per sconfiggere draghi e mostri.

La dimostrazione del successo clamoroso di Bay Yanlış, viene sottolineato con la notizia dell’acquisto da parte dell’Italia e l’ipotetica messa in onda prevista per l’estate 2021. Intanto, la lista di Google Trends, registra un clamoroso risultato, facendo risultare proprio Mr.Wrong tra le prime 10 dizi cercate sul durante l’anno con soli 14 episodi. L’amore che l’Italia prova nei confronti di Can Yaman continua incessantemente anche su Google, risultando al 3° posto tra i nomi più ricercati nel 2020.

Dopo settimane trascorse nella speranza di un saluto sui social, il 15 dicembre scoppia una bomba su Twitter: ” Mi siete mancate tutte. Ci vediamo a Roma. Molto presto.” Conto alla rovescia attivato per il 5 gennaio. Lasciando in sospeso un quesito fondamentale: ‘Per quale ragione tornerà in Italia?’

giovanni yaman newscinema compressed

Mettendo per un secondo da parte il motivo del suo arrivo in Italia, Can decide di creare storia, post e tweet dedicati ai gruppi che hanno vinto il suo gilet all’asta. Attraverso questa foto molto tenera che ritrae il piccolo Giovanni indossare il capo d’abbigliamento creato da Ilker Bilgi, l’attore ha voluto scrivere queste parole:“La felicità del bimbo è tutta nostra, un abbraccio immenso … ? “Amore genera Amore” , ecco le mie “ragazze”, ecco i miei angeli ! Vi adoro ciascuna di voi ❤️ Un momento indimenticabile per tutte le persone che hanno fatto parte di questa grande catena d’amore.

Dicembre – Parte II

Il 21 dicembre in diretta su RTL 102.5 partecipa in diretta alla trasmissione No Stop News, per un grande annuncio. “Can Yaman sarà il protagonista del remake di Sandokan, insieme a Luca Argentero, nel ruolo di Yanez.”
A sganciare la bomba dell’anno, l’amministratore della Lux Vide, Luca Bernabei, entusiasta del progetto e di esser riuscito a convincere Can a prenderne parte.

Le riprese previste per l’estate 2021 si svolgeranno tra gli studi di Formello della Lux Vide per gli interni e Messico e Caraibi per gli esterni. Queste notizie non fanno altro che alimentare ancora di più la curiosità e l’entusiasmo delle fan, che per la prima volta lo vedranno impegnato in sequenze d’azione a cavallo e con le spade. Finalmente un grande progetto internazionale che riuscirà (ancora una volta) a dimostrare, che Yaman non è solo bellezza, ma anche talento e professionalità.

Leggi anche: Can Yaman sarà Sandokan nel progetto internazionale della Lux Vide

Oltre all’incontro con Bernabei a Roma, proprio per parlare della nuova versione di Sandokan, c’è un altro motivo che vedrà Yaman super impegnato.

Per aggiungere un’altra bellissima notizia, l’attore turco incontrerà il maestro Ferzan Ozpetek per girare delle pubblicità. A quanto pare, Can sarà protagonista di quattro spot per il noto marchio di pasta De Cecco, insieme all’attrice Claudia Gerini. Finalmente le fan avranno modo di vedere all’opera l’accoppiata vincente Yaman – Ozpetek. Sarà un’anteprima che farà sognare il pubblico che non vede l’ora di vederli sul set di un film del regista. Chissà, magari per la versione cinematografica del libro Come un respiro, è già stato scelto qualcuno…chi può dirlo!

Siamo giunti alla conclusione di questo anno che definirei una ‘montagna russa’. Alti e bassi hanno reso unico anche quest’anno così complicato per tutto il mondo. Il suo modo di affrontare la vita e le batoste, speriamo possa essere d’esempio per chi non riesce a vedere mai la luce in fondo al tunnel. Can ha dimostrato che dopo la tempesta arriva sempre il sereno e siamo sicure che il 2021 sarà l’anno che segnerà la sua svolta in campo internazionale.

Continue Reading

Can Yaman

Can Yaman sarà Sandokan nel progetto internazionale della Lux Vide

Published

on

yaman sandokan compressed

Il giorno che tutte le fan di Can Yaman stavano aspettando da anni è finalmente arrivato! L’attore turco conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per aver preso parte a diverse serie tv turche di successo, è stato scelto dalla casa di produzione televisiva Lux Vide per un ruolo iconico. L’amministratore delegato Luca Bernabei ha annunciato in anteprima ai microfoni di RTL 102.5 che Can Yaman sarà il nuovo Sandokan.

Inoltre verrà avviato anche un progetto parallelo di podcast sempre tra la Lux Vide e la prima radio italiana RTL 102.5. Ora, andiamo con ordine e scopriamo le dichiarazioni dei diretti interessati intervenuti questa mattina durante la trasmissione radiofonica No Stop News condotta da Fulvio Giuliani, Giusi Legrenzi e Pierluigi Diaco.

Le dichiarazioni di Luca Bernabei

Prima di ascoltare le dichiarazioni del protagonista, Luca Bernabei ha sganciato la bomba attraverso queste parole: “Come nascono queste idee nel settore editoriale tra me e il gruppo che dirigie il reparto. Nasce dalla voglia non solo di intrattenere la gente, di lasciargli un messaggio bello, ma soprattutto pensiamo che la gente ha voglia di sognare. Per sognare bisogna andare in luoghi lontani che ci portino via dalla realtà che in questo momento ci fa soffrire. Perciò quale storia migliore da raccontare: la storia di Sandokan.”

In merito al coinvolgimento di Can Yaman nel ruolo di Sandokan, Bernabei ha aggiunto: “Volevo un grandissimo attore che potesse interpretare un ruolo mitico com’è stato quello di Sandokan com’è stato per Kabir Bedi. Lo abbiamo trovato in Can che ha sposato il progetto e non è stato facile strapparlo ai tanti progetti che Can ha. Pensate che non ci conosciamo nemmeno perché è stato tutto così veloce. Noi ci conosceremo a gennaio, non vedo l’ora di incontrarlo e spero di poterci abbracciare”.

argenteroluca newscinema compressed

Per concludere, nonostante il progetto sia in fase di lavorazione, quello che è certo è una nuova versione della protagonista femminile Marianna e del personaggio di Yanez, interpretato da Luca Argentero, noto antagonista di Sandokan nel romanzo d’avventura scritto da Emilio Salgari.

“Luca Argentero in questo progetto è molto importante accanto a Sandokan, come la figura di Yanez. Marianna, la perla di Labuan non è una statuina come nella versione originale è anche lei una piratessa. Suo padre è stato ucciso dai pirati e suo zio è il governatore dell’Isola della Malesia. Lei cercherà di intrappolare Sandokan, ma lo stratega della rivoluzione del popolo malese è Yanez. è un uomo coraggioso, eruopeo molto intelligente e molto furbo. aiuta Sandokan a trovare la strada a combattere gli inglesi.”

Leggi anche: Can Yaman | il gilet dell’attore simbolo di solidarietà tra Italia e Turchia

can yaman sandokan compressed
Post pubblicato sul profilo IG di Can Yaman

Leggi anche: Can Yaman | la rivincita dell’attore nelle frasi del Maestro Ferzan Ozpetek

Le dichiarazioni di Can Yaman

Dopo aver ascoltato le dichiarazioni di Luca Bernabei, l’attore turco Can Yaman, dopo aver risposto ad alcune curiosità in merito alla sua professione di avvocato, abbandonata subito dopo la laurea in giurisprudenza, in merito al progetto ha dichiarato: “È stato molto nuovo. È ancora in fase di sviluppo, come un bambino appena nato. Dobbiamo ancora incontrarci in Italia e parlare. Vedremo come procede, come tutti voi sono molto fiero e orgoglioso di prendere parte a un progetto internazionale. Credo di non deludere le aspettative di Luca Bernabei”.

La foto pubblicata dall’attore sul suo profilo Instagram, giunto a 7 milioni e oltre 700 mila follower, ha entusiasmato le fan che in tempi non sospetti, grazie al look di Can Divit nella serie turca Erkenci Kuş, (nota come Daydreamer – Le ali del sogno,) lo associavano alla figura di Sandokan. Fisico atletico, look selvaggio, avventuriero per eccellenza, sono le caratteristiche base del personaggio interpretato nella dizi turca. Nonostante il personaggio nato dalla penna dello scrittore Emilio Salgari sia perfettamente in linea con Divit, sicuramente Yaman darà un tocco personale a questa nuova sfida, come solo lui sa fare.

preziosi alessandro newscinema compressed

Il progetto podcast tra Lux Vide e RTL 102.5

Una giornata ricca di emozioni e di grandi annunci negli studi radiotelevisivi di RTL 102.5, con Elena Bucaccio e Luca Bernabei della Lux Vide, i quali hanno annunciato anche un altro grande progetto:
” L’ 11 gennaio nascerà la collaborazione tra Lux Vide e RTL 102.5 con una serie di podcast postati all’interno del sito della prima radio italiana. Saranno dei contenuti in esclusiva per l’emittente radiofonica, i quali verteranno su racconti che aiuteranno a sognare il pubblico.

Tra le voci che prenderanno parte a questa iniziativa, oltre a Luca Argentero e Can Yaman ci sarà anche l’attore napoletano Alessandro Preziosi. “La voce per me è stato un modo per amare questo lavoro. Quando avevo 22 anni e studiavo legge non avevo intenzione di fare l’attore. Però avevo una passione, la voce di Giannini nell’Amleto di Zeffirelli. La mia passione è nata attraverso una voce. LA radio, il racconto e la capacità ipnotizzante della voce che può essere diabolica a volta è sempre stata una passione.”

Preziosi ha aggiunto: “La possibilità che offrite oggi con Lux e tanti amici di poter entrare a casa della gente con queste storie credo che sia una enorme chance con grande magnanimità, come ha detto Luca e con storie originali, nuove dei grandi classici. Non so ancora a cosa verrà affidata la mia voce. Mi divertonp le voci animate, lontane dalla mia. Spero mi venga affidato qualcosa di stravagante.”

Per vedere e ascoltare il podcast di RTL 102.5 cliccate su questo link: https://play.rtl.it/podcast/1/non-stop-news-top-moments/sandokan-la-storia-rinasce/21554/

Continue Reading

Can Yaman

Can Yaman | il gilet dell’attore simbolo di solidarietà tra Italia e Turchia

Published

on

can yaman verissimo newscinema compressed

A pochi giorni dalla conclusione di questo anno terribile, fortunatamente ci sono delle storie che riescono a regalare lacrime di felicità. I protagonisti di questa storia – durata tre mesi – riguardano l’attore turco Can Yaman, alcune fan italiane e due bambini con gravi problemi di salute. Ripercorriamo insieme cosa è accaduto durante questi mesi, ricchi di emozioni a pochi giorni dalle festività natalizie.

pamir pekin yaman compressed

Destinazione Boston per il piccolo Pamir Pekin

Un appello lanciato a ottobre dal protagonista della serie turca Daydreamer – Le ali del sogno è stato colto con entusiasmo dalle fan di Yaman. Nonostante il suo silenzio dal mondo social, è stato sempre presente per ricordare alle persone che lo seguono e lo sostengono di aiutare Pamir. Proprio per questo motivo, ha deciso di mettere all’asta un suo capo indossato proprio in Italia, soprannominato “il gilet degli angeli”.

E così, dopo varie offerte a spuntarla sono state Le Yamanine Official Fandom per 8 mila euro insieme ad altri 4 gruppi fandom. Un risultato che ha visto gioire tutte le fan italiane consapevoli dell’amore che Yaman prova per il nostro Paese da sempre. L’ iniziativa che ha visto una raccolta complessiva di altri 11 mila euro, è riuscita a unire tutta l’Italia in un unico abbraccio.

Il 18 novembre dopo mesi di difficoltà a causa della grossa cifra da raccogliere, la famiglia Pekin è riuscita a tirare un sospiro di sollievo. Raggiunta la cifra di 2 milioni e 100 mila euro sul sito Go Found Me, sono stati invitati al Boston Children Hospital per iniziare le cure. Testimoniato sempre da post e storie sul profilo Cure For Pamir, i primi di dicembre Pamir è stato sottoposto alla costosa terapia genica Zolgensma. Si tratta di un medicinale somministrato una sola volta nella vita del paziente e considerato miracoloso nei casi di bambini affetti da Sma di tipo 1 entro i due anni di vita.

giovanni gilet yaman compressed

Il gilet con le ali di Can Yaman è volato in Italia

Un ideale filo rosso ha visto il capo disegnato dal manager e stilista Ilker Bilgi volare da Istanbul a Roma. Il gruppo de Le Yamanine Official Fandom di comune accordo con i gruppi Instagram Vivi Istanbul e i suoi set cinematografici,  CanYamanForever.3, CanYaman1989Fans ed Erkenci Kus – Daydreamer le ali del sogno su Facebook hanno deciso di aiutare un’altra piccola creatura bisognosa di aiuto.

Il piccolo Giovanni, affetto da una grave patologia che non gli permette di camminare e correre come tutti i bambini della sua età è stato il prescelto. A causa di questa malformazione definita emimelia tibiale, dopo aver subito 3 operazioni, a marzo 2021 dovrà andare sotto i ferri per una quarta, sempre in America. Chiaramente i costi altissimi dell’intervento sono motivo di preoccupazione per la sua famiglia bisognosa di aiuto ed estremamente umile.

Per cercare di poter aiutare la mamma Erika Molinarolo i gruppi dedicati all’attore turco, hanno deciso di aprire una raccolta fondi durata un mese. Chiusa la data del 16 dicembre, con la cifra di 13.024,00 € insieme ad alcuni regali è stato donato anche il famoso gilet di Can Yaman. L’augurio più grande che possiamo fare a Giovanni è di riuscire a superare anche questa battaglia e di incontrare colui che è riuscito a muovere una catena di solidarietà al di là di ogni confine geografico.

can yaman giovanni twitter compressed

Il messaggio sui social di Can Yaman

Questo gesto non è passato inosservato a colui che ha dato il via a questa maratona di beneficenza diventata italo turca. Nella giornata del 18 dicembre, Yaman attraverso i suoi canali social ha dimostrato di essere rimasto colpito da tutto questo amore, tanto da condividere una foto e un pensiero rivolto alle “sue ragazze”. Tra i tanti tweet e video pubblicati ha voluto condividere questa foto che vedete in alto, insieme a una dedica speciale, scritta rigorosamente in italiano.

Attraverso una storia e un post pubblicato sul suo profilo Instagram ha scritto: “La felicità del bimbo è tutta nostra, un abbraccio immenso … ? “Amore genera Amore” , ecco le mie “ragazze”, ecco i miei angeli ! Vi adoro ciascuna di voi ❤️”

diamoilmeglioagiovanni compressed

Come si può aiutare il piccolo Giovanni?

Nonostante la raccolta fondi dei fandom si sia chiusa il 16 dicembre, non è chiusa quella generale. Per questo motivo vi lasciamo tutti i recapiti per poter aiutare il piccolo Giovanni. Ci auguriamo che anche per lui, così come per Pamir, questa storia terminerà con un lieto fine e tanta serenità.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari