Connettiti a NewsCinema!

News

Buffy, il disastro della rimasterizzazione in HD

Pubblicato

:

evde-za-2

Uno degli show più amati di tutti i tempi è sicuramente Buffy – l’ammazzavampiri, divertente serie televisiva statunitense horror-action prodotta tra il 1997 e il 2003 da Joss Whedon ed interpretata da Sarah Michelle Gellar, Alyson Hannigan, Nicholas Brendon, Anthony Head e David Boreanaz. A distanza di 12 anni dalla chiusura la 20th Century ha deciso di rimasterizzare in HD le sette stagioni dello show e, nonostante i primi entusiasmi dei fan, il risultato finale si è rivelato disastroso. Vediamo il perché. Innanzitutto il network ha deciso di allargare l’inquadratura, caratteristica che ha permesso di mettere in luce elementi ai lati prima nascosti come cameraman e controfigure. In secondo luogo la rimasterizzazione ha rimosso i filtri originali rendendo le scene di notte luminose e privando molte sequenze di gran parte della loro drammaticità. Un altro problema poi è il cosiddetto effetto cropping che mostra alcune sequenze eccessivamente zoomate elimando la profondità di campo. Ma non è tutto. La Fox ha deciso anche di “migliorare” gli effetti speciali dello show stravolgendo quasi del tutto il lavoro originale.

buffy_hd

Per i pochi che non lo avessero visto Buffy è uno show tipicamente anni ’90 ed è assolutamente normale trovarlo superato sotto molti aspetti, soprattutto considerando l’incredibile tecnicità dei nuovi telefilm americani. Oltre a questo dobbiamo considerare anche che gli anni sono passati e Buffy in un modo o in un altro ha debuttato quasi venti anni fa. Aspetti che ne fanno una deliziosa opera vintage da vedere e rivedere con lo stesso affetto e spirito con cui si vedono i bei prodotti cinematografici e televisivi del passato. L’operazione fatta dalla Fox invece è un tentativo di rendere attuale qualcosa che non lo è: Buffy è stato girato per un formato 4×3 – spiega Joss Whedonil Widescreen per Buffy non ha alcun senso. E noi ovviamente appoggiamo il regista di The Avengers e vi invitiamo a rivedere Buffy nei cari vecchi cofanetti dvd per assaporare i pregi e i difetti di una serie che in un modo o in un altro ha fatto la storia della televisione mondiale. Ma nel frattempo vi postiamo qui sotto un interessante video che mostra tutti i disastri della rimasterizzazione in HD di Buffy:

Segnato da un amore incondizionato per la settima arte, cresciuto a pane e cinema e sopravvissuto ai Festival Internazionali di Venezia, Berlino e Cannes. Sono sufficienti poche parole per classificare il mio lavoro, diviso tra l’attenta redazione di approfondimenti su cinema, tv e musica e interviste a grandi personalità come Robert Downey Jr., Hugh Laurie, Tom Hiddleston e tanti altri.

1 Commento

1 Commento

  1. Buffy HD

    23 marzo 2015 at 11:42

    Hi, thank you VERY MUCH for sharing our video/comparison.
    If you are interested by adding the original team’s comments on our video, here they are:

    Mark Metcalf (The Master) on his Facebook Page: “I probably should know more about this before I open my big mouth but from the little I do know Fox has made a mess of remastering the great work of Joss Whedon and Sarah Michelle Gellar and all the other actors, directors and technicians who worked on Buffy the Vampire Slayer. The show and the work were important to me at the time and there are fans throughout the world that still get inspiration from the little girl with the big wooden stake and her struggle for justice and a simple dinner date in a nice black dress. This is worth a look.”

    Aaron Miller by private message: “I was the post coordinator for Season 5 and we actually made a list of 16X9 fixes for every show that would need to be done when the show was remastered for HD. [Fox] definitely did not contact me at any time.”

    Aaron Miller: “Here’s a comment from my post supervisor/AP that I worked with on Buffy. He was a post PA on Season 1 and moved up to AP by Season 6. He and I both went to work on Firefly so we did not do Season 7:

    [Brian Wankum:] Thanks for asking! I am a little torn. The true purists should only ever watch the 4:3 standard def original release versions (exception being the “Once More With Feeling” which was intended to be shown widescreen). Not only is the framing as was originally intended, but i suspect that there will be lots of details in sets, props, costumes and makeup that might not hold up in HD.

    That’s for the purists. BUT… Right or wrong there is a large population of average Joes who just want the picture to fill their frame. The same group who 15 years ago would have preferred the center cut to the black bars on top and bottom. Would be a shame for a whole new generation to miss out just because they (or their local TV station which is more likely) got turned off by black side bars. I agree that if it must be done there’s a better way to do it. Season 1 was 16mm 4X3 so there is no way to make it 16:9 without blowing up the image. One of the things that bugs me the most about the ones I have seen is that top of show credits appear over peoples faces. We always had a rule to keep credits below the chin in closeups. Starting with season 2 we shot 35mm composed for 4X3 but protecting for 16X9. After we delivered the 4:3 air master I would sit down and watch the 16:9 version and take notes and do blowups and repos where necessary to avoid crew, equipment and ends of sets in shots. We called these the “16X9 safe masters” and archived them with everything else. I thought these were pretty cool to watch, the problem is when they went back to negative for the HD rexfer in this latest release it looks like they did not consult the original for either color timing or re-framing reference. I’m sure the stories and characters will hold up but it’s too bad more care was not taken. Nobody asked me, but if they did I would have loved to have consulted on this. Probably could have organized a crowdsourcing effort of comparing the originals to the re-transfers. Lots of crew alumni with lots of love for the originals would have likely participated. Maybe for the 4K/3D version?”

    He probably meant they started shooting 35mm with season 3. Season 2 was (super) 16mm.

    Note that the video was also shared by Kristine Sutherland (Joyce Summers), James C. Leary (Clem), David Fury, Tim Minear (producer, writer and director on “Angel” the TV show) and Nancy Holder (writer).

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

The French Dispatch | analisi accurata del trailer del film di Wes Anderson

Pubblicato

:

Due anni dopo il magnifico L’isola dei cani (2018), opera in stop-motion, Wes Anderson torna al cinema “in carne e ossa” con il già attesissimo The French Dispatch, la cui uscita è prevista per quest’estate. Il film è stato ispirato dall’atavico amore da parte del regista nei confronti del mondo del giornalismo, e ruota intorno a vicende personali vedenti protagonisti membri dell’omonimo quotidiano parigino, sede europea di una rivista americana.

La storia seguirà tre diverse linee narrative per raccontare un insieme di novelle pubblicate dal magazine nel corso dei decenni. Il cast è composto da nomi d’eccellenza, molti dei quali già al lavoro in passato col cineasta: tra i tanti segnaliamo Bill Murray, Tilda Swinton, Frances McDormand, Owen Wilson, Adrien Brody, Léa Seydoux, Willem Dafoe, Saoirse Ronan, Timothée Chalamet, Elizabeth Moss, Christoph Waltz e Benicio Del Toro.

The French Dispatch | Atmosfere familiari

Il trailer si apre con uno sguardo al quartier generale del giornale, come evidenzia l’insegna sulla cima del palazzo. La composizione simmetrica della struttura e i colori accesi ci riconsegnano già il tipico stile di Anderson. L’azione si sposta poi in un ufficio, dove un team di reporter siede intorno al personaggio di Bill Murray, ossia Arthur Howitzer Jr., un pioniere nel suo settore che ha lanciato la rivista trasformandola in un rispettato magazine che parla di svariati argomenti, dalla politica all’arte.

Una figura ispirata da Harold Ross, il fondatore del The New Yorker. Poco dopo, in un’altra scena, Owen Wilson indossa un berretto mentre si trova di fronte ad un sito in costruzione. Un’altra immagine perfettamente composta, che dimostra l’amore del cineasta per un fascino estetico fuori dai canoni.

Leggi anche: The Grand Overlook Hotel, quando Kubrick incontra Wes Anderson (video)

The French Dispatch | Storie diverse

Successivamente il filmato mostra il personaggio di Timothéè Chamalet come uno studente rivoluzionario, impegnato in una partita a scacchi. Una scena in contrasto con le altre del trailer inerenti il mondo studentesco, incentrate sulla rivolta. Da alcuni particolari in sottofondo si nota che il pubblico è composta da giovani facenti parte di un club maschile, ma il loro obiettivo principale è causare anarchia per ottenere la libertà.

In un altro passaggio troviamo di nuovo Howitzer disquisire sulla qualità di una storia scritta dal personaggio di Wilson, e compare una bicicletta nella libreria senza alcun apparente motivo. Il mezzo in realtà parrebbe suggerire il fatto che il personaggio di Wilson, ispirato al giornalista Joseph Mitchell, sia alle prese con le inchieste più rischiose. Nella stessa scena l’attore Wally Wolodarsky legge un libro sembrando disconnesso dal mondo intero.

Un altro racconto presente nel film riguarda un cuoco (interpretato da Stephen Park) specializzato in un particolare tipo di cucina, con tanto di fiamme altissime che lo circondano senza che questi vi faccia troppo caso. Il trailer di The French Dispatch termina con una scena nella quale un dipendente viene licenziato, ma non gli viene permesso di piangere in quanto il capo non gradisce le lacrime delle persone. A giudicare da alcuni indizi sopra la porta, sembra che un sacco di giornalisti abbiano subito la stessa sorte in passato.

Continua a leggere

Cinema

The French Dispatch | Il trailer del nuovo film di Wes Anderson

Pubblicato

:

screen shot 2020 02 11 at 1.39.36 pm 999x605

Searchlight Pictures ha rilasciato il primo trailer di The French Dispatch di Wes Anderson. Il dramma comico segue un gruppo di giornalisti in una redazione americana in una città francese immaginaria del XX secolo. Bill Murray interpreta Arthur Howitzer Jr., l’editore di French Dispatch, descritto nel trailer come “un settimanale fattuale sul mondo della politica, delle arti – alte e basse – e di diverse storie di interesse umano“.

Questa volta non pensi che sia quasi troppo squallido?” chiede il personaggio di Murray, ispirato al co-fondatore del New Yorker Harold Ross, nel trailer. Il film segue tre trame separate, una delle quali segue il personaggio di Timothee Chalamet nella vasca da bagno. “Sono nudo, signora Krementz“, ansima dopo che Frances McDormand lo fa addormentare facendo un bagno.

Il cast comprende anche Benicio del Toro, Adrien Brody, Tilda Swinton, Lea Seydoux, Saoirse Ronan e Owen Wilson. Anderson ha scritto la sceneggiatura insieme a Roman Coppola, Jason Schwartzman e Hugo Guinness. The French Dispatch sarà il decimo lavoro di regia di Anderson e il suo quarto lavoro con Searchlight Pictures, con i suoi precedenti progetti per gli studi tra cui Un Treno per Darjeling, Grand Budapest Hotel e Isle of Dogs.

Ora che Disney possiede Fox, The French Dispath sarà il suo secondo film Disney dopo Le Avventure Acquatiche di Steve Zissou nel 2004. Anderson è stato nominato per sette Academy Awards per cinque dei suoi film, tra cui il miglior film per Grand Budapest Hotel e il miglior film d’animazione per Isle of Dogs.

Il film uscirà nelle sale il 24 luglio.

Continua a leggere

Cinema

Oscar 2020 | Brad Pitt migliore attore non protagonista

Pubblicato

:

pitt oscars 2020

Brad Pitt vince il premio Oscar come migliore attore non protagonista per il suo ruolo nel film C’era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino.

Grazie per questo grandissimo onore. Ho 45 secondi mi hanno detto, ma ci provo. Sto pensando che, Quentin, le persone alla fine fanno le cose giuste. Tu sei unico e originale, il cinema sarebbe triste senza di te. Cerchi sempre il meglio delle persone…anche a te Leo (DiCaprio), non potrei non essere tuo amico. Penso a tutte le persone che mi hanno portato qui, ai miei genitori che mi hanno portato ai drive in da piccolo, e questo premio lo dedicao ai miei bambini, faccio tutto per voi, vi adoro” ha detto l’attore sul palco del Dolby Theatre.

 

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Febbraio, 2020

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Marzo

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X