Connect with us

Serie tv

Gossip Girl 4, insuccesso di pubblico e critica

Published

on

Era il 2007 quando il telefilm di successo “The O.C.” venne ufficialmente cancellato dopo un brusco calo di ascolti: il telefilm passò dai dieci milioni di telespettatori originari ai miseri quattro milioni che seguirono il finale della quarta e ultima stagione, portando il suo creatore Josh Schwartz a intraprendere nuove vie narrative con “Gossip Girl”. Iniziato con successo nel 2007, dopo quattro stagioni e 87 episodi, “Gossip Girl” pare aver raccontato tutto il possibile e l’immaginabile (forse anche l’inimmaginabile) e di conseguenza pare essere vicino anche esso alla chiusura definitiva. Per ora la CW ha deciso di rinnovare il telefilm per una quinta stagione, ma i risultati del season finale appena trasmesso parlano chiaro: solo un milione di spettatori ha seguito quella che di solito in un telefilm è la puntata più ambita e richiesta. Effettivamente la qualità della stagione appena trasmessa è stata a dir poco bassa con personaggi caricaturali e colpi di scena che rasentano l’assurdo ed è ormai più che evidente il fatto che non ci sia più nulla da raccontare. Esempio di questa considerazione finale (SPOILER) è il bivio in cui si è ritrovata la famosa regina B (Leighton Meester), indecisa tra l’amore della sua vita Chuck Bass (Ed Westwick) e niente meno che il trono di Monaco e il principe Grimaldi (Hugo Becker), situazione coerente nella soap opera “Beautiful”, ma decisamente fuori luogo in un teen drama di successo come “Gossip Girl”.

Già “Gossip Girl” sin dai primi tempi di trasmissione era stato appellato come “la brutta copia di The O.C.” per le evidenti analogie tra i due telefilm: due amiche come protagoniste, Serena e Blair (Marissa e Summer), una bionda e una bruna, una un pochino più alla mano e l’altra viziata ma in fondo buona, un ragazzo conteso da entrambe un po’ imbranato e artista (Seth faceva fumetti, Dan lo scrittore), una madre bionda, sofisticata e ricca (Kirsten e Lily), un padre buono e disponibile (Sandy e Rufus), una amica dal cuore d’oro (Anna e Vanessa), una sorella bella ma un po’ irrequieta (Kaitlin e Jenny) e chi più ne ha più ne metta. Ma questo è stato sopportabile fino a che il telefilm ha divertito i suoi fan, cosa che dalla fine della prima stagione non è più avvenuta. La sensazione che si ha vedendo “Gossip Girl” è infatti quella di assistere ad un progressivo peggioramento, più si va avanti peggio è. Persino personaggi interessanti come Chuck e Blair ormai non coinvolgono più, è talmente evidente che prima o poi finiranno insieme che questa continua guerra tra loro non è credibile. Serena (Blake Lively) continuerà a fare l’oca con tutti i ragazzi bellocci del quartiere per finire probabilmente tra le braccia del suo primo amore Dan e la misteriosa blogger “Gossip Girl” sarà probabilmente interpretata da Kirsten Bell (“Veronica Mars”, “Scream 4”), l’attrice che le da la voce nella lingua originale. Magari potrebbero chiudere il telefilm con un divertente spin off tra “Gossip Girl” e “Veronica Mars”, di sicuro sarebbe innovativo e divertente. Chissà. L’unica cosa certa finora è che il creatore Josh Schwartz si deve impegnare e anche parecchio se non vuole avviare presto un altro telefilm che sia la copia della copia della serie cult “

Segnato da un amore incondizionato per la settima arte, cresciuto a pane e cinema e sopravvissuto ai Festival Internazionali di Venezia, Berlino e Cannes. Sono sufficienti poche parole per classificare il mio lavoro, diviso tra l’attenta redazione di approfondimenti su cinema, tv e musica e interviste a grandi personalità come Robert Downey Jr., Hugh Laurie, Tom Hiddleston e tanti altri.

Serie tv

Matthew McConaughey darà la voce a Elvis animato per Netflix

Published

on

elvis newscinema

Matthew McConaughey interpreta Elvis – Newscinema.it

L’attore Matthew McConaughey presterà la voce all’iconico cantante Elvis Presley nel nuovissimo cartone animato che Netflix ha dedicato al re della musica.

A marzo si svolgerà la Notte degli Oscar e, tra i titoli candidati come Miglior Film c’è anche Elvis, che ovviamente è la biografia dell’omonimo cantante. La pellicola racconta la vita di Elvis Presley e si focalizza, in particolare, sul rapporto che aveva con il manager Colonello Tom Parker. Artista e manager sono interpretati rispettivamente da Austin Butler e Tom Hanks… ma cosa c’entra, allora, Matthew McConaughey?

Anche Matthew McConaughey si lancerà presto in un progetto televisivo che si concentra su Elvis Presley, ma si tratterà di un prodotto molto diverso dal film biografico e drammatico diretto da Baz Luhrmann. Il protagonista di Interstellar, infatti, si metterà alla prova in una versione del King mai vista prima e non come attore, bensì come doppiatore.

Stiamo parlando del cartone animato Agent Elvis, che farà il suo debutto su Netflix a marzo 2023. Come si può intuire già dal titolo, in questa versione animata l’iconico artista avrà una doppia vita: non solo uno dei cantanti più conosciuti al mondo, ma anche un agente segreto. Questo nuovo ruolo lo porterà a vivere diverse avventure, tra cui lo sbarco sulla luna.

Agent Elvis, Matthew McConaughey diventa cantante e spia

Per ora non ci sono ancora tantissime informazioni su Agent Elvis, ma si sa che per certo che darà una variante tutta nuova e mai vista prima del celebre King. Come segnalato da The Hollywood Reporter, di giorno Elvis continua a essere una delle rock star più famose e apprezzate di sempre, mentre di notte si trasforma in una spia al servizio degli Stati Uniti. Qui sotto una clip.

Il cartone animato comprende una produzione molto interessante: oltre al regista John Eddie e allo show runner Mike Arnold, ha collaborato al progetto anche l’attrice Priscilla Presley, ex moglie dell’artista, che è co-autrice della serie. I due si sposarono nel 1967, ebbero la figlia Lisa Marie nel 1968 e infine si separarono nel 1973, quattro anni prima che lui morisse.

Matthew McConaughey è stato scelto per dare la voce al cantante ed è felicissimo del suo nuovo ruolo. Ha annunciato il progetto su Twitter, aggiungendo: “Elvis Presley aveva sempre sognato di diventare un supereroe: ora Priscilla Presley sta realizzando il suo sogno!“. Si tratta sicuramente di un’idea originale, ma anche di un grande azzardo: Netflix dimostrerà di aver preso la decisione giusta?

Continue Reading

Serie tv

The Mandalorian: dietro le quinte della terza stagione

Published

on

the mandalorian newscinema

The Mandalorian – Newscinema.it

Il 1° marzo arriverà su Disney+ la terza stagione di The Mandalorian, spin off di Star Wars. Nel frattempo la Lucas Film ha rilasciato una featurette che racconta il dietro le quinte.

Senza ombra di dubbio, Star Wars è una delle saghe cinematografiche più famose di sempre. Iniziata negli anni ’70 dalla mente di George Lucas, oggi sono stati prodotti numerosi film e anche alcuni spin off diventati poi delle serie tv. Tra queste, una delle più apprezzate dai fan è The Mandalorian, che è arrivata alla terza stagione. Manca solo un mese alla messa in onda dei nuovi episodi: nel frattempo la casa di produzione ha voluto svelare i misteri del backstage.

The Mandalorian è cominciata nel 2019 ed è stata creata da Jon Favreau, regista che ha lavorato a numerose serie televisive di successo, come Friends e Seinfeld. Non ha diretto solo serie, ma anche film famosissimi: tra i più noti c’è sicuramente i primi due film della saga di Iron Man. Si tratta, quindi, di un grande professionista, da cui non ci si poteva aspettare nulla se non un ottimo prodotto.

The Mandalorian non ha deluso le aspettative dei fan e in poco tempo ha raccolto molto consensi. La storia è ambientata cinque anni dopo Il ritorno dello Jedi e venticinque prima de Il risveglio della forza e segue le vicende di Din Djarin (Pedro Pascal), un mandaloriano cacciatore di taglie.

The Mandalorian 3, la featurette della nuova stagione

La terza stagione di The Mandalorian continuerà a seguire Din Djarin, che si è riunito con Grogu, detto “il bambino”, un giovanissimo ma potentissimo membro della specie del maestro Yoda. I due continueranno il proprio viaggio insieme, mentre la Nuova Repubblica cerca di costruire un nuovo capitolo di storia. Il cast prevede, oltre a Pedro Pascal (che ha da poco finito di lavorare anche a The Last of Us), anche Gina Carano, Carl Wheathers, Giancarlo Esposito e molti altri.

Nella nuova featurette vediamo la produttrice esecutiva Kathleen Kennedy su un palcoscenico insieme ai colleghi Dave Filoni e Jon Favreau, davanti a un pubblico entusiasta. I tre hanno raccontato della propria esperienza dietro le quinte, spiegando com’è stato girare questa nuova stagione.

Tutti e tre hanno rivelato di essere molto fieri del loro prodotto e che, in generale, non ci sono stati grossi problemi sul set. Hanno rivelato che all’inizio non si aspettavano un’accoglienza così calorosa da parte dei fan e che la serie sarebbe diventata un tale fenomeno. “Onestamente… Io ero solo felice di fare Star Wars” ha dichiarato, un po’ incredulo, Jon Favreau.

Continue Reading

Serie tv

Shrinking: trama, cast e trailer della serie Apple Tv+

Published

on

By

Shrinking

Shrinking – Foto: AppleTv+

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla nuova serie tv comedy-drama visibile su Apple Tv+ dal 27 gennaio 2023, stiamo parlando di Shrinking. Trama, cast e trailer.

Cosa ci fanno Jason Segel e Harrison Ford insieme nella stessa stanza? Semplice, sono i nuovi protagonisti della serie tv disponibile su Apple Tv+, Shrinking.

Questa comedy-drama, a volte un po’ cinica, darà allo spettatore un nuovo punto di vista su temi delicati quali lutto, Parkinson, burnout, mariti violenti, ecc.

In onda dal 27 gennaio su Apple Tv+, Shrinking merita di essere visto all’istante. Preparate i fazzoletti per piangere e “morire dal ridere” allo stesso tempo.

Shrinking: la trama

Shrinking è una serie tv di 10 episodi, disponibile dal 27 gennaio sulla piattaforma di streaming Apple Tv+. I primi due episodi sono stati già caricati, mentre per gli altri c’è una sorta di ritorno alle origini.

Le nuove generazioni rimarranno scioccate, ma dovranno aspettare un episodio a settimana, precisamente il venerdì, per vedere la fine della storia. Molte piattaforme infatti non caricano più tutti gli episodi in un’unica soluzione, ma si torna di nuovo a “morire d’ansia” di settimana in settimana per vedere un’intera stagione.

Questa nuova serie tv comedy-drama è stata creata da Brett Goldstein, Bill Lawrence e Jason Segel e si concentra su di un gruppo di psicoterapeuti che segnati dalla vita affrontano la loro professione come meglio possono. In primis si vedrà come il terapeuta Jimmy, dopo aver vissuto un terribile lutto, inizi a “dire in faccia” ai suoi pazienti tutto quello che pensa di loro e quello che dovrebbero fare.

Ovviamente questa nuova scelta di metodo, gli farà infrangere ogni principio di etica finora da lui sostenuto. Aiuterà veramente i suoi pazienti ad affrontare i loro problemi con questa sorta di “brutalità di metodo”.

Shriking cast

Harrison Ford in Shrinking – Foto: AppleTv+

Il cast di Shrinking

Il cast che ha preso parte alle riprese della prima stagione di Shrinking è veramente di qualità, troviamo infatti Harrison Ford, Jason Segel, Jessica Williams, Christa Miller, Michael Urie, Luke Tennie e Lukita Maxwell.

La serie è stata prodotta dalla Warner Bros Television e dalla Doozer Productions, la particolarità di Shrinking è quella di cambiare regista per ogni episodio, in modo che ogni puntata abbia uno stile diverso da quello precedente.

Il trailer di Shrinking

Il Rotten Tomatoes ha valutato positivamente Shrinking, dandogli un 81% di indice di approvazione ed un punteggio di 7 su 10 come media. Secondo il parere dei critici, questa serie: “…ha idee più oscure nella sua mente di quanto il suo approccio serio possa spesso tradurre, ma le svolte scintillanti di Jason Segel e Harrison Ford rendono questi personaggi degni di un’attenta analisi”.

Continue Reading

iscriviti al nostro canale YouTube

Facebook

Recensioni

Popolari