Connettiti a NewsCinema!

News

Jurassic World 3 sarà qualcosa di mai visto

Pubblicato

:

Tutti e cinque i film della serie Jurassic Park hanno mostrato persone che visitavano un’area in cui i dinosauri erano stati riportati in vita attraverso le meraviglie della scienza, solo che quei dinosauri avrebbero devastato qualsiasi cosa da lì a poco. Adesso Colin Trevorrow promette che cambierà tutto in Jurassic World 3.

Jurassic World 3: un futuro diverso

Il finale di Jurassic World: Il Regno Distrutto ha messo la serie in una nuova posizione e, secondo Colin Trevorrow, che dirigerà Jurassic World 3, questa nuova condizione consente al franchise di esplorare acque inesplorate.

La conclusione del secondo capitolo di Jurassic World ha proposto, un po’ banalmente, la salvaguardia dei dinosauri per poi essere venduti al miglior offerente. Ecco le parole de regista al sito Empire:

“Volevo solo che la fine [del Regno Distrutto] mostrasse che l’equilibrio è cambiato per i personaggi e per il mondo, che nulla sarà mai lo stesso di come era all’inizio del film, e volevo avere una promessa: che accettassero [la produzione] il mio desidero di portare la saga in una situazione veramente eccitante, qualcosa che non abbiamo mai visto prima. Ho in mente un film sui dinosauri che ho sempre voluto realizzare e ce ne sono voluti due di film per guadagnare il diritto a farlo”.

Jurassic World 3 in lavorazione

Jurassic World 3 è stato pensato durante la lavorazione del Regno Distrutto

Jurassic Park è stato un franchise popolare per decenni, anche se lo sviluppo di Jurassic World non significava necessariamente che sarebbe stato un successo e avrebbe portato a fare più film. Quel film che ha incassato più di un miliardo di dollari ha confermato non solo un seguito, ma anche il terzo film, che i registi hanno tenuto a mente nel processo di sviluppo del Regno Distrutto.

“Ci sono stati momenti in cui abbiamo pensato, questa è una scena migliore per Jurassic World 3, quindi le scene per cui l’abbiamo pensato sono state tolte dalla sceneggiatura.”
Il regista del Regno Distrutto JA Bayona ha sottolineato lo sviluppo di questo sequel, dicendo che alcune scene che pensavano fossero migliori viste in una realtà in cui i dinosauri si erano diffusi in tutto il mondo sono state tolte e che ogni tanto Colin gli chiedeva di inserire delle linee di dialogo per creare dei riferimenti per Jurassic World 3.

Oltre a lasciare liberi i dinosauri, il film ha anche stabilito che un ex partner di John Hammond ha clonato con successo un umano, il che potrebbe aprire ancora più strade per Jurassic World 3.

Jurassic World 3 sarà nelle sale dall’11 giugno 2021.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Robert Pattinson nel nuovo film di Christopher Nolan

Pubblicato

:

51e834d6 e666 428e b70c 02f360cf6bb9

Dopo l’ aggiunta di John David Washington di BlacKkKlansman, Collider riporta che Robert Pattinson ( Good Time ) è in trattativa per recitare nel ruolo di protagonista del film candidato all’Oscar Christopher Nolan per la Warner Bros. Pictures. Secondo fonti auterovoli, insieme a lui sono previsti una protagonista femminile e un co-protagonista maschile più anziano; tuttavia, ulteriori dettagli sulla trama e sui personaggi sono ancora nascosti.

Pattinson è diventato famoso per aver interpretato Edward Cullen nell’adattamento della serie The Twilight Saga. Nel corso della sua carriera si è cimentato per lo più in molti ruoli drammatici tra cui il dramma romantico del 2010, Remember Me, Come l’acqua per gli elefanti, con Reese Witherspoon, il biopic Life e il film drammatico acclamato dalla critica Good Time. Prossimamente uscirà al cinema con un film di fantascienza High Life con Juliette Binoche e Mia Goth; e in The Devil All the Time di Antonio Campos.

Dopo questo breve aggiornamento su chi sia Pattinson, perché il misterioso nuovo progetto di Nolan è da considerarsi un film evento? Questo perché Warner Bros. ha trattato ogni film girato dopo The Dark Knight  di Nolan come film per eventi. È una strategia che ha ampiamente funzionato, tanto da fruttare ben $ 828 milioni a livello internazionale.  Seguirono sia  Interstellar  e sia Dunkirk con oltre mezzo miliardo ciascuno, in tutto il mondo. È chiaro che con questi numeri, è normale considerare i film di Nolan dei “film evento”.

Nolan ha avuto anche dei momenti un po’ down con il film Memento nel 2001 e poi con Insomnia considerato un successo modesto. Il suo vero successo arriva con Batman Begins quando giunto al cinema nel 2005 riesce a conquistare il pubblico e il box office a tutti gli effetti. The Prestige è  stato l’ultimo film di Nolan a incassare meno di $ 200 milioni in tutto il mondo. Nolan produrrà il suo prossimo film insieme alla sua compagna Emma Thomas, la cui produzione è prevista per la fine di quest’anno. Il film uscirà nei cinema il 17 luglio 2020.

Continua a leggere

Cinema

Terminator 6 prodotto da James Cameron

Pubblicato

:

97510cb7 160b 4aa8 8108 6429ede38181

A febbraio James Cameron ha rivelato il titolo provvisorio del sesto film del franchise di Terminator. Oggi abbiamo il titolo ufficiale. Secondo Deadline, il film si chiamerà Terminator: Dark Fate e verrà rilasciato il 1° novembre.

Sebbene non si sappia ancora molto sul film, sicuramente ci sarà il ritorno dei membri chiave dei primi film. Arnold Schwarzenegger interpreterebbe l’androide protagonista con una licenza di uccidere. Linda Hamilton, che ha interpretato la protagonista Sarah Connor in Terminator (1984) e Terminator2: Judgment Day (1991), riprenderà il suo ruolo dopo quasi 30 anni dalla prima volta. James Cameron, scrittore e regista dei film prima citati, oltre ad aver girato Titanic (1997) e Avatar (2009), tornerà in veste di produttore.

Terminator: Dark Fate non è ancora sicura la presenza del regista  Tim Miller, noto per aver diretto Deadpool. Hamilton e Schwarzenegger condivideranno lo schermo con Mackenzie Davis, Natalia Reyes e Gabriel Luna. Intanto la Paramount e la Skydance sperano che il ritorno di Cameron e Hamilton nei loro rispettivi ruoli possano rinvigorire il franchise. Ricordiamo che l’ultimo film uscito fu Terminator: Genisys (2015) ottenendo un incasso al botteghino di soli $ 89 milioni. Questo fu il peggior risultato al box office di tutta la serie. Come se non bastasse Terminator:Genisys, il reboot del franchise con Schwarzenegger, Emilia Clarke nei panni di Sarah Connor e Jai Courtney nei panni di Kyle Reese ricevette anche recensioni contrastanti.

Ora non ci resta che seguire gli ultimi sviluppi su Terminator: Dark Fate e vedere se ci sarà una ventata di novità o se sarà l’ennesimo buco nell’acqua.

Continua a leggere

Cinema

A un metro da te, la recensione del commovente film di Justin Baldoni

Pubblicato

:

a un metro da te

Il 21 Marzo arriva al cinema A un metro da Te, il film diretto da Justin Baldoni, ispirato all’omonimo romanzo adolescenziale di Rachel Lippincott, Mikki Daughtry e Tobias Iaconis. Stella e Will, interpretati rispettivamente da Haley Lu Richardson e Cole Sprouse, hanno 17 anni e sono entrambi malati di fibrosi cistica. Si incontrano per la prima volta all’interno dell’ospedale dove sono ricoverati e piano piano nasce un sentimento d’amore sincero e romantico. Ma la malattia li costringe a stare distanti l’uno dall’altro – almeno un metro e mezzo – per non rischiare di trasmettersi virus che potrebbero rivelarsi letali.

Baldoni ha esordito come attore nel 2004 nella soap opera Febbre D’Amore e poi ha avuto ruoli sul piccolo schermo in serie tv Everwood, Streghe, CSI Miami fino ad arrivare a Beautiful nel 2010 nella parte di Graham. L’idea di realizzare A un metro da Te è arrivata dopo il suo incontro con Claire Wineland in un episodio della serie documentaristica che lui stesso conduce negli Stati Uniti, dando voce ad alcuni ragazzi che convivono con malattie gravi. Wineland ha condiviso con lui la sua storia d’amore e fibrosi cistica, spingendolo ad adattare per il grande schermo il romanzo già noto al pubblico.

a un metro da te foto film 06

A un Metro da Te è un film che riflette sull’amore ponendo una domanda: “il contatto fisico è davvero necessario?”. La storia di Will e Stella è la storia di due persone che si innamorano in modo diverso. Will all’inizio è molto guardingo, ha perso ogni speranza nel futuro e Stella prova a rompere le barriere, incoraggiandolo a vivere. Stella è brillante, bizzarra e sincera; una persona che ama la vita ed è ricca di spirito. Vuole fare sempre la cosa giusta e si assume la responsabilità di far uscire Will dal suo guscio. In questo ruolo Haley Lu Richardson si è rivelata perfetta, dopo essersi fatta notare nel film Edge of Seventeen come la migliore amica di Hailee Steinfeld. Cole Sprouse, star della serie tv Riverdale, è Will, un giovane uomo con conflitti interiori che osserva da lontano Stella grazie alla sua presenza sui social. I protagonisti di A un metro da Te infatti vivono molto sugli schermi digitali: Stella realizza video sul suo canale Youtube per condividere la sua vita con la malattia e comunica con Will e il suo amico Poe attraverso videochiamate, Skype e altri strumenti tecnologici. Lei stessa realizza App di varia natura in pochi istanti. Tutto questo sottolinea che questo dramma è destinato soprattutto a un pubblico teenager, per far conoscere una realtà difficile e diversa a coloro che, spesso, sono distratti da problemi superficiali quando le cose importanti della vita sono altre.

a un metro da te 1

Un film commovente ma anche ironico e tenero sulle orme del precedente Colpa delle Stelle o I Passi dell’Amore. I personaggi adulti di questo film come i genitori e i medici dell’ospedale, restano in secondo piano volutamente. Il regista preferisce concentrarsi sulle giovani vittime della malattia con i loro sogni e le loro paure. E uno dei punti di forza del film è sicuramente l’interpretazione dei due giovani protagonisti, accompagnata da una colonna sonora con valenza narrativa. Il ritmo del film è buono e la sceneggiatura non è sdolcinata, anche se ha qualche punto debole che si rivela in poche scene superflue e gratuite. Tuttavia A un metro da te è anche un film didattico in un certo senso poichè, nei vari dialoghi tra i protagonisti, si sottolineano spesso alcuni aspetti della fibrosi cistica, per far conoscere meglio la malattia al pubblico, in modo chiaro e semplice. Per sensibilizzare quindi l’opinione pubblica su questa malattia genetica potenzialmente letale che fa sì che il corpo produca muco denso nei polmoni, nel pancreas e in altri organi, rendendo difficile respirare e rischiando infezioni letali e atre complicazioni.

A un metro da te, la recensione del commovente film di Justin Baldoni
3.1 Punteggio
Pro
Informativo, Cast, Emozionante
Contro
Sceneggiatura, Durata, Adulti sfumati
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Video recensione “A un Metro da Te”

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Marzo, 2019

21Mar00:00A un Metro da Te

21Mar00:00Il professore e il pazzo

21Mar00:00Instant Family

21Mar00:00La Conseguenza

21Mar00:00Peppermint - L'Angelo della Vendetta

21Mar00:00Peterloo

21Mar00:00Il Venerabile W.

21Mar00:00Scappo a Casa

Film in uscita Mese Prossimo

Aprile

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X