Non sono passate inosservate le rivelazioni fatte da Katia Ricciarelli durante il programma “Belve“, in onda su canale Nove. Negli studi del format condotto da Francesca Fagnani, la soprano ha raccontato diversi dettagli della sua vita privata, da quella passione smisurata per il gioco d’azzardo fino ad una delicata richiesta che il suo compagno di vita, Pippo Baudo, le ha fatto tanti anni fa, convincendola ad una dolorosa rinuncia.

Katia Ricciarelli: “Una volta ho vinto 150.000 euro”

ricciarelli

La Ricciarelli ha confermato che la sua passione per il gioco d’azzardo è scatenata dall’adrenalina. Alla Fagnani, la soprano ha raccontato della vincita più grande che è mai riuscita a realizzare: “Sono andata, mi ricordo, allora avevo la residenza a Montecarlo e sono andata lì, ho fatto una scala reale, bellissima – ha detto l’attrice – Allora è arrivato il tizio, il tempo che lui andava a farmi il biglietto per la vincita che non ti dico nemmeno quanto se no cadi dallo sgabello”.

Su richiesta della conduttrice, la Ricciarelli si è sbottonata: “Per delle macchinette così 150 mila euro. Il tempo in cui il cassiere stava per recarsi a fare la ricevuta che io ne ho fatta un’altra. Però, guarda, sono stata due mesi senza lavorare“.

“Pippo mi chiese di abortire, eravamo così giovani…”

Nel prosieguo dell’intervista, Katia Ricciarelli ha affrontato un argomento ancora più delicato. La soprano ha rivelato che la mancanza più grande della sua vita è stata l’assenza di un figlio. “Ma poi ho capito una cosa: se non è venuto doveva essere così, quindi questo accanimento che c’è a volte non va bene perché poi i rapporti si rovinano“.

Quando erano ancora fidanzatini, Katia Ricciarelli rimase incinta e Pippo Baudo le chiese di abortire: “Evidentemente pensava fosse ancora troppo presto, ci vedevamo ancora di nascosto. Ma va bene così. Non ne faccio una colpa, anche questo fa parte del destino“.