Il famigerato omicidio del produttore di film porno Bryan Kocis (aka Bryan Phillips) avvenuto nel 2007  è l’ultimo film del prolifico James Franco, che ha terminato da poco le riprese secondo Deadline. Intitolato King Cobra, il film è basato sulla cosiddetta uccisione Cobra Video, in cui Kocis, che gestiva uno studio per fare video porno gay, è stato assassinato nella sua casa in Pennsylvania. Due ex escort e aspiranti produttori, Harlow Cuadra e Joseph Kerekes, sono stati condannati e un libro basato sul caso – Cobra Killer: gay porn, murder and the manhunt to bring the killers to justice, scritto da Andrew E Stoner e Peter A Conway – è stato pubblicato nel 2012.

King Cobra è scritto e diretto da Justin Kelly, con cui Franco ha precedentemente lavorato per il dramma gay Io sono Michael. Secondo Deadline, Franco interpreta un ex escort di sesso maschile con un brutto carattere e un ardente desiderio di diventare un boss del porno, mentre Christian Slater assume il ruolo di un produttore porno che scopre la prossima grande star. I nomi dei loro personaggi appaiono come Joe e Stephen, che suggerisce che il film non vuole essere una scrupolosa rievocazione, ma sembra che il ruolo di Slater sia la vittima dell’omicidio.

Un personaggio che non sembra essere preso direttamente dalla realtà è Sean Paul Lockhart, AKA Brent Corrigan (interpretato da star di Disney Channel Garrett Clayton), poi una porno star di successo che nel frattempo si è spostato verso film più convenzionale, tra cui un piccolo ruolo in Milk di Gus Van Sant. Lockhart ha rifiutato un’offerta di lavoro su King Cobra come consulente, dicendo che di non voler essere una parte di “presentazione di un altro degli eventi che ha personalmente vissuto come un giovane adulto”.

Fonte: The Guardian