Connect with us

Speciali

Star Wars, dieci misteri che ruotano intorno alla saga

Published

on

Il 2015 pare proprio essere l’anno definitivo per i fans di Star WarsCosì il secondo teaser trailer di Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens), diretto da JJ Abrams, è stato presentato ad Anaheim durante la Star Wars Celebration. La pellicola verrà distribuita nelle sale cinematografiche il 16 dicembre 2015 in Italia e il 18 dicembre negli Stati Uniti. Star Wars è una saga cinematografica creata da George Lucas. La trama, scritta nei primi anni ’70, partorisce una delle poche serie di space opera nel cinema, e fin dall’inizio venne concepita come opera in nove atti. I primi tre film furono prodotti dal 1977 al 1983 e formarono la cosiddetta trilogia originale, composta da: Episodio IV, Episodio V, Episodio VI. Questa trilogia riscosse immediatamente successo, grazie alla miscela di elementi presi da cinema, televisione e fumetti; si tratta di una delle più imponenti e famose opere di concept artist del XX Secolo. Dal 1999 al 2005 George Lucas produsse la cosiddetta trilogia prequel formata dai film: Episodio I, Episodio II, Episodio III, ambientata tra i trenta e i vent’anni prima dei fatti della trilogia originale, con l’intento di mostrare l’evoluzione di Anakin Skywalker, la fine della Vecchia Repubblica e la nascita dell’Impero Galattico.

Ad oggi l’intera saga ha conquistato ben 8 premi Oscar, oltre ad aver incassato complessivamente al botteghino oltre 4 miliardi di dollari. Ma quali sono i dieci misteri che ruotano intorno a Star Wars?

1. In che modo l’Alleanza ribelle ha ottenuto i piani della Morte Nera?

La guerra civile galattica è un conflitto immaginario combattuto nella galassia di Guerre Stellari. Comprende lo sfondo della trilogia originale composta da Una nuova speranza, L’Impero colpisce ancora Il ritorno dello Jedi. La guerra fu combattuta tra l’Impero Galattico e l’Alleanza Ribelle. Nonostante il conflitto stesso inizi poco prima degli eventi di Una nuova speranza,  le basi della guerra vengono descritte in La vendetta dei Sith. La guerra vera e propria vide i suoi albori alcuni anni prima della Battaglia di Yavin con la dichiarazione ufficiale della Ribellione e dell’Alleanza Ribelle, da parte dei senatori dissidenti. All’atto di inizio della guerra, l’Impero controlla la maggior parte della galassia, nonché una forza militare di tutto rispetto; l’Alleanza invece dispone di poche risorse e forze, trovandosi in grande difficoltà. Grazie ai piani rubati, i Ribelli scovarono un punto debole nella Morte Nera, distruggendola nella Battaglia di Yavin. Poco prima della battaglia Alderaan, per un lasso di tempo assai lungo  pianeta ostile a Palpatine, venne distrutto dalla Morte Nera per convincere la principessa Leila a svelare la locazione della base Ribelle. La distruzione del pianeta pose fine alla vita di circa 2 miliardi di persone, inclusa quella del padre adottivo di Leila, Bail OrganaNonostante il grande successo di Yavin i Ribelli soffrirono un “periodo oscuro”. La distruzione della Morte Nera non aveva minimamente intaccato la forza militare dell’Impero. L’Alleanza fu costretta a scappare da Yavin fuggendo per tre anni inseguita dalla flotta imperiale attraverso la galassia. Alla fine riuscirono a stabilire una base sul pianeta Hoth. La nuova base mantenne la sua segretezza per poco tempo prima di essere distrutta durante la battaglia di Hoth. I pochi superstiti dovettero sopravvivere a bordo delle navi nei sobborghi della galassia. Raccontare la storia dietro ai primi piani della Morte Nera, fornirebbe informazioni essenziali per il tessuto dell’universo di Star Wars. Ovviamente, alcune di queste storie potrebbero essere nascoste in Star Wars Rebels, ma non lo sappiamo ancora con certezza.

star

2. Qual è la storia del Millenium Falcon?

Il Millennium Falcon è un’astronave dell’universo di Guerre stellari, presente nei film della Trilogia ClassicaLando Calrissian comprò il Falcon attorno al 5 BBY. Dopo aver imparato a pilotarlo dal suo amico Solo, Calrissian cominciò a modificarlo per proteggersi meglio durante i suoi traffici. Il Falcon prese uno dei suoi colpi peggiori sulla rampa di entrata, quando uno starfighter la colpì. Viene pilotata dall’esperto Han Solo e dal suo co-pilota, il wookiee Chewbecca. Una nave che cambia proprietari così frequentemente e ha tutti questi record, probabilmente ha una storia interessante. Una storia che varebbe la pena di esser raccontata. Quando è stata costruita la nave? Chi è stato il primo proprietario? Ce ne sono altre simili? L’astronave dà manforte per la distruzione della Morte Nera, potentissima arma imperiale in grado di distruggere interi pianeti e nell’Episodio VI, Il ritorno dello Jedi, pilotata da Lando Calrissian, entra all’interno della Morte Nera e ne disintegra il generatore d’energia. Secondo i registri ufficiali del controllo di Coruscant, il Falcon è ora un simpatico e regolare trasporto leggero. Tutte le armi, i sistemi illegali e i vani per il contrabbando sono stati rimossi. Peccato che Han continui a girargli attorno per togliere tutte queste piccole modifiche e per aggiungere sensori e armi specificatamente militari”.

3. Come è riuscito Boba Fett a sfuggire dal Sarlacc Pit?

Boba Fett è un personaggio dell’universo fantascientifico di Star Wars. Compare, per la prima volta, ne L’attacco dei cloni da bambino. Ora capisco perchè ti considerano il miglior cacciatore di taglie della Galassia“, dice Dart Fener rivolgendosi a Fett. Che cosa potrebbe fare un cacciatore di taglie? “Che bisogno c’è di quelli? Cacciatori di taglie, feccia?” I molti cacciatori di taglie – IG-88, Bossk, ecc – sono quasi sempre visti con diffidenza e timore dalla popolazione della Galassia. Questo perché i loro metodi di lavoro sono spesso pericolosi, subdoli e spaventosi. Molti cacciatori di taglie famosi si sono guadagnati una reputazione di terrore pari a quella dei peggiori Signori dei Sith e criminali. La maggior parte delle volte, tuttavia, i cacciatori di taglie vengono assunti da dei singoli, in particolare delinquenti.

4. Cosa ha fatto Obi-Wan Kenobi mentre era su Tatooine?

Kenobi nacque nel 57 BBY, primo figlio di una modesta e ricca famiglia, fu portato a Coruscant per iniziare il suo addestramento Jedi poco dopo. Non si sa da quale Pianeta viene, anche se Kenobi ne è vago, piacevoli memorie di quando giocava con il suo fratello, Owen, e di un pianeta verde ed erboso. Kenobi era testardo, ma desiderava diventare un Jedi. Venne addestrato nel Tempio per i primi anni dal Maestro Yoda. Obi-Wan Kenobi (in età avanzata chiamato anche Ben) è uno dei personaggi principali dell’intera esalogia di Guerre stellari, nonché uno degli unici quattro personaggi ad apparire in tutti e sei i film della saga. Il capanno di Obi-Wan Kenobi su Tatooine fu uno degli ultimi depositi della conoscenza Jedi durante l’Era Imperiale. Si trattava di un capanno spartano situato in cima ad una tranquilla collina oltre il Mare delle Dune. Anche se l’Impero si diede un gran da fare per sradicare ogni traccia dell’Ordine Jedi che una volta protteggeva la galassia, questa dimora modesta e nascosta sfuggì comprensibilmente ai loro occhi. Dopo la morte di Obi-Wan, Luke tornò su Tatooine, facendo del piccolo edificio la sua casa temporanea. Qui, trovò gli strumenti necessari per construire una nuova spada laser per sostituire quella persa su Cloud City. Diversi anni dopo la conclusione della Guerra Civile Galattica, un imprenditore di nome Myhr scoprì la casa di Obi-Wan e la ristrutturò, trasformandola in un’attrazione di quello che lui chiamava lo “Skywalker Tour”.

star wars film

5. Come ha fatto Jabba the Hutt a diventare così potente?

Jabba the Hutt (anche Jabba de’ Hutt) è un personaggio immaginario della saga fantascientifica di Guerre stellari, dall’aspetto di anfibio, dotato di braccia antropomorfe, privo di arti inferiori ma con una lunga coda. È apparso per la prima volta in Star Wars: Episodio VI – Il ritorno dello Jedi; per questo film, fu realizzato con un grande pupazzo con la pelle in lattice, ma negli altri film e nelle nuove sequenze introdotte nella trilogia originale si usò invece la grafica computerizzata. Jabba the Hutt rappresenta lussuria, avidità, e gola. Il personaggio è conosciuto in tutto l’universo di Star Wars come “gangster vile”, che si diverte a torturare e umiliare i suoi sudditi e nemici. Si circonda di schiave poco vestite di tutte le specie, concatenamento molti di loro a sua predella. La Star Wars Databank, una banca dati on line ufficiale informazioni Star Wars, osserva che i residenti del suo palazzo non sono al sicuro dal suo desiderio di dominare e torture. Jabba avrebbe mandato anche i suoi servitori più fedeli e beni preziosi per la loro morte. Ad esempio, in Il ritorno dello Jedi, la danzatrice schiava Oola è alimentata dai rancori del mostro perché si rifiuta di assecondare i suoi capricci. L’aspetto fisico di Jabba the Hutt è grottesco come il suo carattere e rafforza la sua personalità come un deviante criminale. Quando Han Solo lo incontra in Il ritorno dello Jedi, Jabba è un “pezzo di viscido verme nella sporcizia”. La sua lingua gonfia gocciola di saliva quando si nutre di creature che assomigliano a rane e vermi. L’appetito di Jabba è insaziabile e non è discriminatorio per la sua dieta. 

6. Come si origina la Forza?

I principali poteri che caratterizzano la Forza sono il controllo, la sensazione, e l’alterazione. La Forza è un campo di energia naturale e mistica che compenetra e mantiene unita l’intera Galassia. E’ generata da tutti gli esseri viventi, li circonda e li penetra con la sua essenza. Come la maggior parte delle forme di energia può esser manipolata ed è la conoscenza e la predisposizione a fare ciò che conferisce al cavalieri Jedi il suo potere. La possanza di un Jedi proviene dalla Forza, ma un vero Jedi la usa per saggezza e difesa, mai per scopi personali ed egoistici, benchè la Forza, va ricordato, è un potente alleato in qualunque modo venga usata..

7. Come può Darth Plagueis davvero vincere la morte?

Darth Plagueis era un Signore Oscuro dei Sith, così potente e così sapiente, da poter usare la Forza per indurre i Midi-Chlorian a creare la vita. Aveva una tale conoscenza del Lato Oscuro, che riusciva a impedire a coloro che amava di morire“. Nulla si sa riguardo le sue origini. Ossessionato dalla vita eterna, Plagueis sperimentò diverse vie per ingannare la morte e creare la vita grazie ai midi-chlorian. Esoterico e totalmente devoto al Lato Oscuro, amante delle cose arcane e di altri mondi, rimase concentrato sugli avvenimenti del mondo materiale, anche se – anni dopo – Darth Vader si trovò a meditare sul fatto che Plagueis desiderava anche un modo per preservare il suo io immateriale dal decadimento del corpo. Plagueis era terrorizzato unicamente dall’idea di perdere il proprio potere, e non riflettè mai sul fatto che gli apprendisti – uccidendo il proprio maestro – rispettavano la normale successione Sith. Diventò talmente potente, che l’unica cosa di cui aveva paura era perdere il suo potere, cosa che, alla fine, gli accadde. Disgraziatamente, Insegnò al suo apprendista tutto ciò che sapeva; e il suo apprendista lo uccise mentre dormiva“. Plagueis, che aveva trovato un metodo per sfuggire alla morte grazie alla Forza, intendeva applicare il suo potere a livelli estremi, arrivando ad essere in grado di creare la vita dal nulla usando la Forza per manipolare direttamente i midi-chlorian, generando un essere in carne e ossa. Quando il Signore Oscuro rivelò i progetti di questo esperimento al suo apprendista, questi si preoccupò. Il maestro constatò che un essere creato in quel modo sarebbe stato l’incarnazione vivente della Forza, e Sidious comprese il rischio di essere rimpiazzato da un momento all’altro, e decise che avrebbe ucciso Plagueis prima che ciò potesse accadere. Plagueis non sospettò mai la sua imminente morte. Poco tempo dopo, tra il 52 BBY e il 46 BBY, Sidious assassinò Darth Plagueis nel sonno.

star3

8. Come riesce Biggs Darklighter a diventare un X-Wing Fighter?

Biggs Darklighter compare nel film Una nuova speranza. È amico d’infanzia di Luke Skywalker, insieme ad un personaggio interpretato da Koo Stark. Fu l’ultimo pilota a morire durante la battaglia di Yavin. Durante questa battaglia, Biggs lottò con Luke ed il resto dei Ribelli, guidando il proprio X-Wing. La sua nave fu la penultima ad essere distrutta fra i caccia ribelli che attaccarono la Morte Nera, e lui fu ucciso da Dart Fener mentre stava coprendo l’avanzata di Luke. Molte delle scene che mostravano Biggs furono tagliate dalla versione del film del 1977; viene mostrato solo prima della battaglia di Yavin e durante quest’ultima, in cui muore. Nelle scene originali aiutava Luke a combattere la propria nostalgia di Tatooine, visto che era più vecchio. Nonostante non lo dica direttamente, fa capire che fuggì dal pianeta per unirsi ai Ribelli.

9. Dove nasce la Profezia?

Secondo un’antica profezia Jedi, il Prescelto è colui che porterà equilibrio nella Forza. I Jedi ritenevano che il Lato Chiaro fosse l’unica manifestazione naturale della Forza stessa; di conseguenza il Lato Oscuro era solo una sua corruzione che andava a perturbarne l’equilibrio. I Jedi avevano il dovere di preservare o restaurare la vera natura della Forza. Anakin Skywalker è stato il prescelto, scoperto dal maestro Jedi Qui-Gon Jinn.

10. Per quale motivo i ribelli stanziano la loro base su Dantooine?

Dantooine è un pianeta fittizio appartenente all’Universo di Guerre stellari.  Dantooine (Dàn-tùu-ìn) è stato menzionato solo una volta nei film di Guerre stellari, quando Leila Organa finge di rivelare la vera locazione della base ribelle al Moff Wilhuff Tarkin. Il pianeta era costituito maggiormente da pianure verdeggianti, laghi e fiumi, in maniera simile a quanto accade con la savana africana. Su Dantooine viveva gente semplice in piccole comunità, suddivise in base ai possedimenti terreni. La fauna locale era variegata, con i segugi kath, gli iriaz, i fabopol e i senzienti Dantari. Dantooine era l’opposto di Tatooine, in quanto quest’ultimo era sede di un ambiente deserto e arido. Dantooine era stato uno dei mondi soggetti al governo dell’Impero Infinito dei Rakata; sul pianeta era situata una delle Mappe Stellari che conteneva parte delle coordinate necessarie a localizzare la stazione spaziale chiamata Star Forge. Dantooine era anche sede di una base per esperimenti nella clonazione in cui i Jedi antichi sperimentavano la tecnica.

Speciali

I film sui loop temporali: quando la giornata si ripete | #MadVision

Published

on

I film sui loop temporali – Newscinema.it

Sono tanti i film e le serie tv che ruotano intorno al loop temporale, e non passano mai di moda. A voi piacciono?

Per la rubrica #MadVision questa volta riflettiamo sui film la cui sceneggiatura ruota intorno al loop temporale, giornate che si ripetono sempre uguali fino a quando succede qualcosa che cambia il corso degli eventi.

Questa struttura la conosciamo bene, esistono moltissimi titoli realizzati in questo modo che in un modo o nell’altro hanno conquistato pubblico e critica e sono rimasti anche nella storia del cinema come piccoli e grandi cult.

Il loop temporale al cinema

Ogni tanto esce un film fatto così e c’è chi li ama e chi li odia. Fin da piccolo ricordo che a me hanno sempre incuriosito, mi attirano istintivamente, quasi come se mi rapissero nel loro divertente vortice.

Ovviamente come per tutto, il prodotto deve essere brillante nella messa in scena, ancor di più oggi che la lista di sceneggiature simili si è ampliata parecchio. Di seguito il post che ho dedicato all’argomento sul mio profilo Instagram @Madraine8 (se ancora non mi seguite date un’occhiata e fatemi sapere che ne pensate).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lorenzo Usai (@madraine8)

Edge of Tomorrow, Ricomincio da Capo, Palm Springs e l’horror Auguri per la tua Morte sono solo quattro titoli che ho selezionato per poi chiedere a voi altre idee e confrontarci insieme su questo filone di storie che gioca con il tempo sovvertendo presente, passato e futuro.

Se vi va diteci i titoli che vi vengono in mente, film o serie tv, incastrati in un loop temporale nei commenti qui sotto o su Instagram e buon viaggio nel tempo!

Continue Reading

Speciali

I 10 film da vedere almeno una volta nella vita

Published

on

Una scena de Lo Squalo (fonte: IMDB)

Una scena de Lo Squalo (fonte: IMDB) – Newscinema.it

I film da vedere almeno una volta nella vita sono quelli che, possibilmente, la vita te la cambiano, suggerendoti un nuovo modo di guardare il mondo attorno a te. Ecco quali sono, secondo noi, dieci titoli che bisogna assolutamente aver visto se si è appassionati di cinema. 

Sarebbe impossibile stilare una lista esaustiva dei film “imprescindibili”, quelli che bisogna aver visto almeno una volta nella propria vita. Inevitabilmente, i titoli scelti variano in base ai gusti e alle esperienze personali di ogni spettatore. In questo articolo, quindi, tentiamo in maniera assolutamente parziale di suggerirne dieci da poter inserire nella propria “bucket list”.

Metropolis

Il più grande film di fantascienza della sua era. Alla sua uscita, Metropolis sconcertò il pubblico, diventando poi un’opera  d’impatto inesauribile sull’intera storia del cinema. Fantasia distopica su un mondo verticalmente diviso, l’avveniristica città dell’intelletto e del potere e il sottosuolo della forza lavoro, Metropolis è un capolavoro che trascende il proprio mai risolto messaggio sociale: rivoluzione o conciliazione?

Una scena di Metropolis (fonte: IMDB)

Una scena di Metropolis (fonte: IMDB) – Newscinema.it

Lo Squalo

Quello di Spielberg è stato il primo grande film girato in mare aperto e, di conseguenza, con una produzione travagliata e complicatissima, superando il budget e i tempi di lavorazione previsti anche a causa delle difficoltà tecniche che la storia prevedeva. Nonostante ciò, è stato il prototipo del blockbuster estivo, considerato uno spartiacque nella storia del cinema e come un momento di svolta per l’avvento della Nuova Hollywood.

L’estate di Kikujiro

Non c’è forse film migliore di quello di Takeshi Kitano per avvicinarsi con grazia a quell’umorismo a noi (occidentali) sconosciuto del cinema giapponese, alla sua peculiare visione del mondo e delle relazioni tra persone. Ne L’estate di Kikujiro emerge una forma di tenerezza impossibile da spiegare a parole e tutta contenuta nella rivelazione finale. Più che un film, un’epifania.

I 400 colpi

«Quello di Truffaut è il film più arrogante, più orgoglioso, più testardo, più ostinato, in due parole, il film più libero del mondo. Moralmente parlando. E anche esteticamente». Così scriveva Jean-Luc Godard, commentando I 400 Colpi. Un inno alla libertà, ai sogni, alle illusioni e anche all’innocenza rubata di una adolescenza che a stento fatica ad affacciarsi all’età adulta.

Scena del film Il Monello (fonte: IMDB)

Scena del film Il Monello (fonte: IMDB) – Newscinema.it

Il Monello

Poco più di un secolo ci divide dal capolavoro eterno con cui Charlie Chaplin, per la prima volta, fece ridere e piangere gli spettatori di tutto il mondo, mescolando farsa e poesia, melodramma e comicità slapstick, e raccontando la condizione umana e i sentimenti più profondi attraverso la storia di un bambino abbandonato e di una famiglia reinventata.

Otto e Mezzo

Al suo ottavo film e mezzo, Federico Fellini realizza un potente autoritratto, privo di reticenze, specchiandosi in un regista sorpreso da un’improvvisa crisi creativa, in preda a visioni fantasmatiche del passato e in balia dei rimorsi derivanti dalla sua contraddittoria vita privata. Sarebbe diventata la pietra angolare di tutto quel cinema che vuole raccontare sé stesso e il modello di riferimento per tutti i grandi registi che hanno voluto, ad un certo punto della loro carriera, parlare di loro e del loro lavoro.

Akira

Katsuhiro Otomo scrive e dirige adattando il suo manga omonimo e realizza uno dei più importanti lungometraggi anime di sempre, acclamato manifesto dell’immaginario cyberpunk anni Ottanta, emblematico del binomio carne/metallo, della visionarietà fantascientifica del genere. Da solo trasformò il cinema animato giapponese in un prodotto buono per l’occidente, il primo del suo tipo ad essere distribuito in sala.

Una Separazione

Vincitore dell’Oscar 2012 per il miglior film straniero e dell’Orso d’Oro alla Berlinale, è il film più maturo di colui che viene indicato come il più rilevante cineasta iraniano contemporaneo: Asghar Farhadi. Un film che colpisce, prima di tutto, per una nuova grana stilistica, per complessità narrativa, per limpidezza formale e per il racconto senza sconti di un conflitto familiare che incrocia lo spirito del tempo di un intero Paese.

Sylvester Stallone in Rocky (fonte: IMDB)

Sylvester Stallone in Rocky (fonte: IMDB) – Newscinema.it

Rocky

Cambiare la propria vita è possibile. Sempre. È l’ideale americano fondamentale che Rocky racconta meglio di tutti. Un pugile di quart’ordine si prepara ad un grande incontro attraverso una volontà di ferro e un’obiettivo per il quale sacrificare tutto il resto. Quella scritta da Sylvester Stallone sarà per i decenni a seguire il prototipo delle storie che vogliono raccontare la strada per il successo e il percorso da seguire per cambiare sé stessi e diventare migliori.

Persona

«Sento che con Persona – e più tardi con Sussurri e Grida – sono giunto al massimo a cui posso arrivare, e che in tutta libertà tocco segreti senza parole, che solo la cinematografia può mettere in risalto». Parola di Ingmar Bergman, uno dei più grandi artisti del Novecento, autore di una filmografia che è una gigantesca opera inesauribile: tornare ai suoi film, anche quelli che credevamo di conoscere meglio, vuol dire scoprire ogni volta qualcosa che non avevamo saputo vedere, che non avevamo saputo ascoltare.

Continue Reading

Speciali

5 film che al cinema sono stati un disastro e su Netflix hanno avuto un enorme successo

Published

on

Una scena del film Lanterna Verde (fonte: IMDB)

Una scena del film Lanterna Verde (fonte: IMDB)

Nell’affollato catalogo Netflix ci sono alcuni titoli che, per ragioni spesso inspiegabili, sono diventati dei veri e propri campioni di streaming nonostante la loro discutibile qualità.

Film che sono arrivati in sala ottenendo recensioni terribili e scarsi risultati al botteghino ma che, una volta sbarcati sulla piattaforma online, sono stati visti da milioni di persone in tutto il mondo.

Dal luglio del 2021, Netflix ha reso disponibile un sito su cui chiunque, abbonato e non abbonato, può consultare i film e gli show più popolari del servizio negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

La maggior parte di questi titoli sono prodotti dalla stessa Netflix, come Stranger Things, Glass Onion: A Knives Out Mystery, Wednesday, The Irishman, Bridgerton e Pinocchio di Guillermo del Toro. Ma anche ora che Netflix sforna regolarmente decine di ore di contenuti originali ogni mese, la società si affida spesso a contenuti concessi in licenza da studi esterni per coprire un grande segmento del loro catalogo. Tra questi, ci sono alcuni film disastrosi che, per motivi spesso ignoti, si sono rivelati dei grandi successi (almeno a livello di riproduzioni) sulla piattaforma di streaming. Scopriamo quali.

Jeff Bridges e Ryan Reynolds in R.I.P.D. (fonte: IMDB)

Jeff Bridges e Ryan Reynolds in R.I.P.D. (fonte: IMDB)

Lanterna Verde

All’epoca della sua uscita il film diretto da Martin Campbell ricevette quasi esclusivamente recensioni negative, ottenendo un punteggio tutt’altro che lusinghiero di 39 su 100 sull’aggregatore Metacritic. Proprio a causa dello scarso successo, Ryan Reynolds ha affermato di non volere più tornare a lavorare sul personaggio, escludendo un suo coinvolgimento futuro per un possibile reboot. Nonostante ciò, il film è stato visto da tantissime persone una volta che è stato reso disponibile su Netflix. Sarà bastato questo tardivo riconoscimento (almeno per il personaggio) a far cambiare idea al suo protagonista?

Mother’s Day

Dopo Pretty Woman, Appuntamento con l’amore e Capodanno a New York, Garry Marshall, specialista del genere, firmò un’altra sfilata di cuori ardenti e una galleria di star (Julia Roberts, Jennifer Aniston, Kate Hudson, Jason Sudeikis, Jennifer Garner, Héctor Elizondo, Robert Pine). Sarebbe stato il suo ultimo film da regista prima della sua morte. Anche in questo caso Mother’s Day è stato distrutto dalla critica e snobbato dagli spettatori in sala, per poi ottenere una seconda vita sulla piattaforma streaming.

R.I.P.D.

Il film tratto dall’omonimo fumetto ideato da Peter M. Lenkov e pubblicato dalla Dark Horse Comics è stato un flop clamoroso botteghino, incassando 78 milioni di dollari a fronte di un budget di 130 milioni, ed è stato accolto con recensioni negative. Nonostante ciò, forse grazie al carisma e alla popolarità dei suoi due attori protagonisti, ovvero Jeff Bridges e Ryan Reynolds, è stato riscoperto da milioni di persone in streaming. Al punto che nel novembre 2022 è stato persino prodotto un prequel direct-to-DVD, senza però i due attori principali.

Matt Damon in Elysium (fonte: IMDB)

Matt Damon in Elysium (fonte: IMDB)

Elysium

Dopo che District 9 si rivelò un grandissimo successo a sorpresa, Sony decise di finanziare con più di 100 milioni di dollari il successivo film del regista Neill Blomkamp, per permettergli di espandere le sue audaci visioni fantascientifiche a proporzioni epiche. Il risultato, però, non incontrò le aspettative dei fan, con risultati tiepidi al box-office. Ma i curiosi fan di Blomkamp (e probabilmente anche alcuni curiosi fan di Matt Damon) si sono riversati su Elysium quando è apparso su Netflix qualche anno fa. Se Netflix dovesse dare il via libera ad un seguito del film, ora sapere il perché.

Kick-Ass 2

A fronte di un budget di 28 milioni di dollari, nel primo weekend di distribuzione Kick-Ass 2 venne proiettato in tremila sale statunitensi, generando un incasso pari a 13 milioni di dollari. L’incasso totale del film è stato di 60 milioni, di cui 29 provenienti dai botteghini statunitensi. Sicuramente non un “flop”, ma neanche il successo che in molti si aspettavano. Nonostante ciò, il film è stato a lungo uno dei più visti in streaming su Netflix, forse anche grazie alla presenza di Jim Carrey: uno degli attori più amati dagli abbonati, che non perdono l’occasione di tanto in tanto per rivedersi qualche suo vecchio film.

Continue Reading

iscriviti al nostro canale YouTube

Facebook

Recensioni

Popolari