Connect with us

Cinema

Stephen King | Gli adattamenti che meriterebbero un remake

Published

on

stephen king newscinema

I remake di film sono sempre una materia spinosa, specialmente quando un amato romanziere come Stephen King è coinvolto nella faccenda.

Non tutti i remake escono male, sia chiaro. Qualche volta infatti possono addirittura migliorare l’originale e portare una ventata di freschezza sulla storia, lo stile e le sue tematiche. Si pensi per esempio ai due recenti capitoli cinematografici di IT.

it stephen king newscinema
IT, una scena del film

E poi siamo onesti, sebbene moltissimi dei romanzi di Stephen King siano dei capolavori, gli adattamenti cinematografici corrispondenti raramente hanno mostrato la stessa valenza. In più tante di queste buone proposte sono state girate non meno di trent’anni fa.

Leggi anche: Pet Sematary, due nuove inquietanti clip del film ispirato al romanzo di Stephen King

Sembra sia ora di riportarle in scena per il pubblico di oggi. Ecco perciò un elenco di film tratti dai libri di King che meriterebbero un nuovo remake.

CUJO

Cujo, con la star di E.T. Dee Wallace, è sbarcato in sala nel lontano 1983 ed è subito diventato un successo, guadagnando circa 21 milioni di dollari a fronte di un budget di soli 5.

cujo newscinema
Cujo, una scena del film

Al centro della storia troviamo un cane di una fattoria che viene morso da un pipistrello, contrae la rabbia e alla fine arriva a sviluppare una furia omicida.

Cujo ebbe un forte impatto sulla cultura dell’epoca, tanto che non furono pochi i cami chiamati così in onore del protagonista animale del film. Al di là dell’indiscutibile valore, la pellicola mostra non pochi difetti, che sarebbero facilmente “corretti” in un eventuale e moderno remake.

L’IMPLACABILE

Uscito nel 1987 e basato sull’omonimo romanzo, L’implacabile è un thriller di fantascienza distopico, in perfetto stile anni Ottanta, con Arnold Schwarzenegger.

limplacabile newscinema
L’implacabile, una scena del film

Esagerato e a tratti ridicolo, il film tratta di un poliziotto condannato e obbligato a far parte di uno show televisivo, nel quale è la preda di una caccia e deve combattere i suoi assassini per sopravvivere. Solo in questo modo potrà guadagnarsi la sua libertà.

Una sorta di Hunger Games ante-litteram e senza censure. Per alcuni L’implacabile è il classico prodotto alla Schwarzenegger, e certo non sarebbe semplice replicare quel determinato mood – lo stesso remake di Atto di forza è stato un buco nell’acqua – ma nelle mani del regista giusto potrebbe davvero tornare alla ribalta.

CHRISTINE – LA MACCHINA INFERNALE

La pellicola del 1983, diretta da John Carpenter, è uno dei migliori adattamenti di Stephen King in circolazione. Tutto ruota intorno alla Plymouth Fury del 1985, acquistata dal giovane teenager Arnie Cunningham e posseduta da un vero e proprio demone.

christine newscinema
Christine – La macchina infernale, una scena del film

Al di là dell’ottimo lavoro compiuto da Carpenter anche sulla musica e sullo stile visivo, alcune scene appaiono troppo piatte e dozzinali.

Christine – La macchina infernale ha una buona storia alla base, che spazia tra numerosi e interessanti argomenti, ed ecco perché sarebbe importante ridare lustro a tutto ciò con i mezzi e le potenzialità del cinema di oggi.

BRIVIDO

Adattamento del racconto breve di Stephen King intitolato Trucks, Brivido narra di macchine e camion che prendono vita e uccidono tutti coloro che li circondano.

brivido newscinema
Brivido, una scena del film

Lo scrittore stesso ha curato la regia e la sceneggiatura del film. Il risultato è stato un quasi totale disastro, con alcune feroci critiche al seguito. Il motivo di ciò si deve sicuramente alla poca esperienza di King nel mestiere cinematografico.

Eppure il mito delle macchine che si ribellano ai rispettivi proprietari è qualcosa che potrebbe essere esplorato meglio, in particolar modo da quel cinema horror che sa spesso rivelare gustose sorprese.

LA ZONA MORTA

Uscito nel 1983, vede come protagonista Christopher Walken, nei panni di Johnny Smith, un giovane che finisce in coma e si sveglia cinque anni più tardi con una nuova e misteriosa abilità: vedere il futuro quando stringe la mano di una persona.

la zona morta newscinema
La zona morta, una scena del film

Dopo Shining, La zona morta è probabilmente uno dei più considerati adattamenti da King degli anni Ottanta. Tanto che ha dato il via anche a una serie tv, divenuta quasi più popolare della pellicola stessa.

Leggi anche: Castle Rock, trailer e dettagli sulla serie tv dalla mente di Stephen King

Quest’ultima è infatti forse troppo lenta e noiosa, con un protagonista troppo blando e dei villain inesistenti – tra loro spuntava il volto di Martin Sheen. Ecco perché meriterebbe una seconda chance, nelle mani di un cineasta che sappia sfruttare tutti gli elementi esibiti dal bel romanzo alla base.

CELL

Questo è uno dei più recenti adattamenti da King, uscito nel 2016, ed è anche uno dei meno riusciti. John Cusack e Samuel L. Jackson ne sono i protagonisti.

cell newscinema compressed
Cell, una scena del film

Per quanto riguarda la trama, si assiste a un singolare incidente che trasforma le persone in zombie dopo che hanno usato il loro cellulare. Clay Riddell (Cusack) va in cerca del figlio mentre il mondo cade a pezzi intorno a lui.

Sembra una storia perfetta per tutti coloro che temono i telefoni cellulari e annessi. Peccato però che, dietro la storia potenzialmente ricca e accattivante, si trovi una pessima esecuzione. Perché non dargli allora una seconda e meritata chance?

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Improvvisamente Natale: video intervista a Diego Abatantuono, Violante Placido e Sara Ciocca

Published

on

Questa mattina è stato presentato in anteprima a Milano, il film Improvvisamente Natale diretto da Francesco Patierno e interpretato da Diego Abatantuono, Violante Placido, Lodo Guenzi, Anna Galiena, Antonio Catania, Sara Ciocca, Michele Foresta, Gloria Guida, Paolo Hendel e con la partecipazione straordinaria di Nino Frassica. Adatto a tutta la famiglia, questa commedia natalizia sarà disponibile dal 1° dicembre su Prime Video.

La video intervista con il cast

A un mese dal Natale, questo pomeriggio abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Diego Abatantuono, Violante Placido e la giovane attrice Sara Ciocca. Se volete ascoltare i loro aneddoti personali legati al Natale e in che modo considerano la famiglia raccontata nel film, cliccate nel player in basso.

Leggi anche: Diego Abatantuono presenta Belli di papà: “Chiedete ai miei figli se sono stato un bravo padre”

Leggi anche: McMafia: la recensione d’autore di Francesco Patierno in esclusiva per NewsCinema

Improvvisamente Natale | La sinossi ufficiale

Per Chiara (Sara Ciocca) il Natale è un momento speciale, ancor più di quanto lo sia per ogni bambino. Ogni anno, infatti, il Natale è anche l’occasione per rivedere l’adorato nonno Lorenzo (Diego Abatantuono), proprietario del delizioso alberghetto d’alta montagna che ospita i festeggiamenti della famiglia.

Quest’anno, però, i genitori di Chiara, Alberta (Violante Placido) e Giacomo (Lodo Guenzi), hanno deciso di mettersi in macchina sotto il sole bollente d’agosto, per una visita fuori stagione a Lorenzo, perché hanno bisogno di lui per dare a Chiara l’amara notizia: si stanno separando. Forse, se glielo dicesse lui, la piccola soffrirebbe meno…

Il nonno, già in crisi perché rischia di dover vendere il suo amato hotel, accetta l’ingrato incarico di dare la notizia alla nipotina, ma prima vuole regalarle l’ultimo Natale felice… a Ferragosto!

Continue Reading

Cinema

Avatar 2: il trailer finale mostra l’epico assalto al clan Metkayina

Published

on

È arrivato online il terzo e ultimo trailer di Avatar: La Via dell’Acqua, che mostra in anteprima l’epico assalto della RDA al clan Metkayina.

Avatar: La Via dell’Acqua è il sequel del film con il maggior incasso di tutti i tempi, ed è scritto e diretto ancora una volta da James Cameron, ambientato più di un decennio dopo l’originale Avatar. Segue la famiglia Na’vi di Jake e Neytiri mentre si proteggono dai vari pericoli su Pandora. Avatar 2 ha già ricevuto due trailer che anticipano la straordinaria azione subacquea del sequel. Ora è arrivato il terzo e ultimo trailer che potete vedere qui sotto.

Durante il Monday Night Football è stato rilasciato il terzo e ultimo trailer di Avatar: La via dell’acqua che offre un ultimo sguardo completo all’attesissimo sequel prima che uscirà nei cinema il mese prossimo il 16 dicembre.

Mentre l’Avatar originale ha seguito l’introduzione di Jake al clan Omaticaya che vive nella foresta, il sequel sposta l’attenzione sul popolo acquatico di Pandora. All’inizio del trailer finale, Jake si rivolge alla tribù dell’acqua, il clan Metkayina, per cercare di mantenere la sua famiglia al sicuro. Sembra che la famiglia Sully stia cercando rifugio lontano dall’Amministrazione per lo sviluppo delle risorse. L’operazione mineraria è stata introdotta nel primo Avatar ed è tornata di nuovo nel sequel con le sue forze di sicurezza guidate ancora una volta dal colonnello Miles Quaritch (Stephen Lang).

Nonostante sia stato ucciso da Neytiri nel primo Avatar, Quaritch è stato riportato in vita dalla RDA diventando un Recombinant, un avatar incorporato nei ricordi di un soldato umano. Pertanto, Quaritch ricorda che Jake si è schierato con i Na’vi nel primo film e cercherà vendetta contro lui e la sua famiglia nel sequel. Il trailer finale di Avatar: La Via dell’acqua rivela solo un piccolo assaggio dell’assalto totale della RDA al clan Metkayina.

Fin dai primi giorni della campagna di marketing di Avatar: La via dell’acqua, era chiaro che il sequel di Cameron era incentrato su due concetti principali: acqua e famiglia. La straordinaria azione sottomarina del sequel, per la quale Cameron e la sua compagnia hanno dedicato molto tempo allo sviluppo di nuove tecnologie, è completamente visibile nel trailer finale, così come i temi familiari del film, che saranno la forza trainante del conflitto.

Continue Reading

Cinema

Anya Taylor-Joy vittima di bullismo

Published

on

L’attrice Anya Taylor-Joy ha rivelato di essere stata vittima di bullismo ai tempi della scuola: “mi chiudevo in bagno e piangevo”.

L’attrice protagonista di The Menu ora al cinema, si è aperta durante un’intervista per Daily Mail, raccontando alcuni momenti difficili vissuti al liceo a causa del bullismo nei suoi confronti da parte di alcuni compagni. “Mi chiudevano negli armadietti” ha detto.

Anya Taylor-Joy sta vivendo un successo crescente a Hollywood ed è una delle attrici più richieste tra le giovani rivelazioni. Prossimamente la vedremo in Furiosa, spin-off di Mad Max Fury Road, e l’abbiamo conosciuta con il thriller Split al fianco di James McAvoy, per poi ritrovarla in The Witch, The Northman e altri film degni di nota. Senza dimenticare la serie tv La Regina degli Scacchi che ha conquistato in breve tempo pubblico e critica.

Sono stata molto fortunata con i miei genitori perché quando ero vittima di bullismo per il mio aspetto mia madre mi ha sempre ricordato quanto fosse più importante dare importanza a cosa si ha dentro di sé e non all’esterioritàDevo davvero ringraziare mia madre per il consiglio, perché mi è stato molto utile.

Anya Taylor-Joy in La Regina degli Scacchi

La sua famiglia è inglese, ma Anya è cresciuta in Argentina fino ai sei anni, per poi trasferirsi da adolescente in Inghilterra e poi a 14 anni a New York. Quindi non deve essere stato facile cambiare spesso scuola e amici.

La mia era una famiglia itinerante, all’improvviso ero in una grande città e non parlavo la lingua. Non mi sentivo adatta a nessun posto. Ero troppo inglese per essere argentina, troppo argentina per essere inglese e troppo americana per essere qualsiasi cosa. I bambini semplicemente non mi capivano in nessuna forma e spesso mi chiudevo negli armadietti.

Oggi è una star di Hollywood affermata e amata, ma un po’ di insicurezza è rimasta a farle compagnia, anche a causa di questo passato scomodo.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari