Connettiti a NewsCinema!

Serie tv

Taboo, la recensione della serie tv con Tom Hardy

Pubblicato

:

E’ da non perdere la nuova serie tv in onda in Inghilterra dal 7 Gennaio su BBC One e dal 10 negli Usa su F/X. Stiamo parlando di Taboo, la miniserie con Tom Hardy (ideata e prodotta dallo stesso attore visto in Revenant), che inaugura una nuova e fiorente stagione televisiva. Infatti lo show che vede fra i produttori Ridley Scott e che è sceneggiato da Steven Knight, apre ufficialmente la stagione invernale dell’universo televisivo straniero.  Se l’ultima parte del 2016 ha regalato pochi guizzi e sparute emozioni (fatta eccezione per l’arrivo di Westworld), Taboo fa presagire che il nuovo anno sarà pieno denso di novità eclatanti. La serie che vede in Tom Hardy il suo iconico protagonista, non delude le aspettative prefissate; in bilico fra drama in costume ed una storia di redenzione e vendetta, Taboo con poche e semplice mosse, riesce a colpire il cuore dello spettatore proiettando il pubblico in un mondo a noi lontanissimo, in una Londra virulenta e sucida, dove prende vita una complicata e sanguinolenta saga familiare.

Ambientata nel 1814 in un momento di grande tensione internazionale per il regno britannico (il colonialismo stava per raggiunge il suo apice), Taboo si apre con il ritorno in patria di James Delaney. Avventuriero e marinaio espertissimo, James, dopo che ha vissuto 10 anni in Africa, fa ritorno a Londra per riscuotere una cospicua eredità. Il giovane, di poche parole e con sguardo sfuggente, dovrà difendersi dalle calunnie del cognato che, in ogni modo, vuole estrometterlo dalla linea di successione, ma soprattutto dovrà affrontare a testa alta la compagnia Britannica delle Indie Orientali. Il padre di James infatti ha lasciato al figlio (illegittimo) in eredità un lembo di terra fondamentale per il piano espansionistico dell’Inghilterra. James però, nonostante gli impedimenti, non molla la presa.

It’s Tom Hardy Show!

Forse la serie non avrebbe avuto lo stesso impatto se Tom Hardy non fosse stato il protagonista, eppure nonostante qualche imperfezione, Taboo colpisce nel segno. Diciamoci la verità, non è certamente un prodotto innovativo ed il fil rouge non è esente da difetti, ma grazie ad un buon lavoro sui personaggi e sulle ambientazioni, lo show prodotto dal notissimo attore americano, riesce a splendere di luce propria. Tom Hardy infatti ritrae un uomo perverso, pieno di luci ed ombre, che non ha paura dei poteri forti (se così vogliamo chiamarli), un personaggio sfaccettato, che sa nascondere le sue debolezze e si presenta come un uomo duro, vigoroso e vendicativo.

Sguardo schivo, barba incolta e con indosso un lungo cappotto di lana, James Delaney è un personaggio a tutto tondo, abile seduttore e uomo dai mille talenti. Una serie quindi costruita sulle abili spalle dell’attore che ha re-inventato il mito di Mad Max (e che ha diviso lo schermo con Leonardo Dicaprio), l’unico che avrebbe potuto rendere sexy ed accattivante una storia di vedetta, violenza e redenzione.

Realtà e finzione storica si confondono in un racconto torbido e malsano

Non è solo il fascino e la bravura di Tom Hardy a rendere tale la nuova serie anglo/americana, ma è la trama in se che rende la miscela molto accattivante. Mixare audacemente alcuni fatti storicamente accaduti – come la corsa al colonialismo che nel 1800 ha interessato tutte le più grande potenze europee ed internazionali – e un racconto intimistico  a tratti visionario, ha permesso al plot stesso di esplorare nuovi orizzonti e far compiere a Taboo il salto di qualità. Perché non basta mettere in scena un racconto storicamente attendibile, ma la parte fondamentale è saper sviluppare sia i personaggi che la trama. Anche se Taboo, di primo impatto, sembra essere una serie monodimensionale (tutta focalizzata sullo sviluppo di James Delaney), ha il pregio di ampliare il suo raggio d’azione.

I fatti realmente accaduti lasciano spazio ad una saga familiare perversa e contorta, ad un racconto intimistico sviluppato con cognizione di causa, ad un malessere interiore che esplora il lato oscuro della natura umana. Poche produzioni riescono a ponderare queste particolarità, Taboo vince una scommessa che si credeva persa in partenza. Sono previsti 8 episodi da un’ora ciascuno.

Carlo è un trent’enne con un cuore che batte per il cinema, le serie TV, i romanzi fantasy e la musica anni ’90. È un Maveliano D.O.C. ed è #TeamCap per scelta. Si è laureato in Giurisprudenza ma non è un avvocato, sogna di vivere a Londra e di intervistare David Tennant.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Netflix

Iron Fist cancellata da Netflix: le reazioni di Finn Jones e Jessica Henwick

Pubblicato

:

Qualche giorno fa, Netflix e Marvel hanno pubblicato un annuncio congiunto che conferma la cancellazione della serie Iron Fist dopo due stagioni. In una dichiarazione, hanno detto: “Marvel Iron Fist non tornerà per una terza stagione su Netflix. Tutti alla Marvel Television e Netflix sono orgogliosi della serie e grati per tutto il duro lavoro fatto dal nostro incredibile cast, troupe e showrunner. Siamo grati ai fan che hanno visto queste due stagioni e alla partnership che abbiamo condiviso su questa serie. Mentre la serie su Netflix è finita, l’immortale Iron Fist vivrà. “

Dopo questa notizia, arrivata come un fulmine a ciel sereno, non è tardata ad arrivare la reazione di Finn Jones, protagonista nella serie Iron Fist e nel crossover The Defenders. Un post pubblicato sul suo account Instagram ha parlato per lui, esprimendo gratitudine per aver avuto l’opportunità di far parte di un cast del genere.

Post di “addio” alla serie Iron Fist dell’attore Finn Jones

Insieme a quella di Finn Jones si è unita la dedica di addio, anche dell’attrice Jessica Henwick, co- protagonista di Iron Fist, sempre attraverso un post sul suo account Instagram: “Due stagioni di Fist, una di The Defenders e una di Cage … grazie al cast, alla troupe e ai fan per questo viaggio. Interpretare Colleen mi ha cambiato la vita” .

La notizia di questo improvviso annullamento non è piaciuta solo ai fan. Per questo motivo, come riporta Deadline, il servizio di streaming della Disney sta valutando se prendere sotto la proprio ala protettiva, una terza stagione di Iron Fist. L’idea per ora ancora non ufficiale, vorrebbe una combinazione tra il cast della serie cancellata con Luke Cage per una potenziale serie di Heroes For Hire.

Iron Fist è stata una delle quattro serie iniziali che la Marvel nel 2013 riuscì a vendere a Netflix. Sebbene la prima stagione fu presa di mira dalla critica, la seconda ebbe un’accoglienza totalmente diversa dalla precedente, elogiata e apprezzata da pubblico e critica. Nonostante questo, Netflix ha preferito fare un passo indietro.

Voi cosa ne pensate su questa brusca cancellazione di Iron Fist ed una possibile terza stagione prodotta dalla Disney?

Continua a leggere

News

Batwoman, rilasciata la prima foto di Ruby Rose nei panni di Kate Kane

Pubblicato

:

La CW ha rilasciato la prima immagine di Ruby Rose nei panni di Batwoman, poco prima della sua presentazione all’annuale evento crossover dei supereroi DC, intitolato Elseworlds. La serie Batwoman attualmente in fase di sviluppo da parte del produttore Greg Berlanti.

Elseworlds, il crossover annuale di Arrowverse, si svolgerà a Gotham City. Il crossover inizierà con  The Flash domenica 9 dicembre. Seguirà con Arrow lunedì 10 dicembre e poi concludere il tutto con Supergirl  martedì 11 dicembre.  DC’s Legends of Tomorrow  è uscito dall’evento di quest’anno mentre Black Lightning  sta ancora cercando di stabilire legami con Arrowverse.

Questa storia segnerà il debutto di Ruby Rose nel ruolo di Kate Kane, alias Batwoman. Nonostante la parentela tra Kate con Bruce Wayne (sono cugini nell’universo DC), Batman non dovrebbe apparire in questa storia o in qualsiasi altra parte della Arrowverse.

La prima immagine rilasciata di Ruby Rose nei panni di Batwoman

La storia di  Batwoman è stata scritta da Caroline Dries ed è basata sui personaggi DC. Questa nuova supereroina, armata di passione per la giustizia sociale e un talento per esprimere la sua opinione, nota con il nome di Kate Kane (Rose) vola sulle strade di Gotham nei panni di Batwoman. Il personaggio fu introdotto per la prima volta in  Detective Comics  nel 1956 e fu reinventato per  la New 52 di DC Comics  come una lesbica ebrea. Kane è una ricca ereditiera che si ispira a Batman e sceglie di mettere a disposizione la sua ricchezza e le sue risorse per una campagna per combattere il crimine come un vigilante mascherato nella sua casa di Gotham City. Ragazza dal fisico molto allenato, combattente e pronta a difendere Gotham dalle continue minacce dei criminali, Kate deve superare i propri demoni, prima di essere considerata il simbolo di speranza di Gotham.

La produzione della serie Batwoman sarà curata da Berlanti Productions in collaborazione con la Warner Bros. Television. La Dries sarà produttrice esecutiva insieme a Berlanti e Sarah Schechter. L’ex presidente di DC Entertainment, Geoff Johns, è destinato alla produzione esecutiva attraverso la sua nuova Mad Ghost Productions.

Il prossimo evento crossover della CW andrà in onda nel dicembre 2018. Mentre il pilot della serie di Batwoman potrebbe arrivare nel 2019.

Continua a leggere

Serie tv

The Mandalorian, una nuova serie di Star Wars

Pubblicato

:

Jon Favreau ha confermato che la serie di Star Wars live-action che sta sviluppando avrà il titolo di The Mandalorian, e ora Lucasfilm ha rilasciato la prima foto ufficiale della serie, mentre la produzione è ufficialmente iniziata.

Inoltre i registi sono Dave Filoni (Star Wars: The Clone Wars, Star Wars Rebels) che dirigerà il primo episodio, mentre gli altri episodi saranno diretti da Deborah Chow (Jessica Jones), Rick Famuyiwa (Dope), Bryce Dallas Howard (Solemates) e Taika Waititi (Thor: Ragnarok). The Mandalorian sarà prodotto da Jon Favreau, Dave Filoni, Kathleen Kennedy e Colin Wilson. Karen Gilchrist sarà il co-produttore esecutivo.

Dopo le storie di Jango e Boba Fett, un altro guerriero emerge nell’universo di Star Wars. The Mandalorian è ambientato dopo la caduta dell’Impero e prima dell’emergere del Primo Ordine. Seguiamo il travaglio di un pistolero solitario nella parte esterna della galassia, lontano dall’autorità della Nuova Repubblica. La prima stagione di 10 episodi avrà un budget combinato di $ 100 milioni, rendendo ogni episodio del valore di $ 10 milioni. È stato anche annunciato che Disney sta attualmente sviluppando serie multiple limitate con personaggi del Marvel Cinematic Universe per il loro prossimo servizio di streaming.

The Mandalorian non ha ancora una data di rilascio, ma la piattaforma Disney Direct-to-Consumer verrà lanciata alla fine del 2019.

Continua a leggere

Facebook

Film in uscita

Ottobre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Novembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Popolari

X