Connettiti a NewsCinema!

Serie tv

The Snatch, il primo trailer della serie tv ispirata al film di Guy Ritchie

Pubblicato

:

The Snatch sarà disponibile gratuitamente su Crackle a partire dal 16 marzo 2017 e ora arriva online il primo trailer che potete vedere a fine articolo. Basato sull’omonimo film di Guy Ritchie del 2000 con Brad Pitt nei panni di un indimenticabile zingaro, la serie The Snatch ritrova Rupert Grint, meglio conosciuto per il suo ruolo di Ron Weasley nella saga di Harry Potter, nei panni dell’elegante Charlie Cavendish accanto a Dougray Scott (Fear The Walking Dead, Doctor Who) come Vic Hill e Ed Westwick (Wicked City, Gossip Girl) come Sonny Castillo. Nick Renton (Jericho) è regista della serie, girata a Manchester, in Inghilterra.

Ispirato da una vera e propria rapina a Londra, la serie The Snatch è incentrata su un gruppo di venti uomini, tra cui alcuni truffatori che si imbattono in un camion carico di lingotti d’oro rubati e sono improvvisamente spinti nel mondo del crimine organizzato. I ragazzi devono imparare rapidamente a navigare nelle acque infide della malavita di Londra come poliziotti disonesti, combattenti zingari, mafiosi e criminali internazionali locali.

La serie The Snatch sarà presentata in anteprima nel 2017 con 10 episodi di un’ora. Alex De Rakoff serve anche come produttore esecutivo e Helen Flint produce per Little Island Productions.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

The Mandalorian, come il western e i film sui samurai hanno influenzato la serie

Pubblicato

:

star wars serie tv

I film western e sui samurai hanno molto in comune, nonostante le differenze culturali in cui si sono sviluppati e a cui sono ispirati. In entrambi i generi c’è sempre un lupo solitario che vaga per terre desolate. I cowboy portano delle pistole, mentre i samurai brandiscono delle spade, ma molto spesso le situazioni e le motivazioni che li spingono a comportarsi in un determinato modo sono piuttosto simili.

Tuttavia, la cosa che fa allontanare i due generi, nonostante queste similitudini, non è da poco: gli occidentali cercano sempre di arrivare a un qualche ordine che si forma nel caos, mentre gli orientali il contrario con uno stravolgimento. Lo spin-off di Star Wars – The Mandalorian è il tentativo di Jon Favreau di unire questi due archetipi in un ambiente che non li accomuna, pur riconoscendo e mantenendo le differenze tra di loro. Il personaggio principale ha molte caratteristiche tipiche del pistolero, ma si ribella all’ordine e diventa un guerriero in puro stile orientale. La serie è un mix divertente che richiama continuamente la cultura americana e giapponese ed ecco i film più importanti che fanno parte del DNA di questa nuova serie tv Disney +.

IL FIUME ROSSO (1948)

Favreau ha dichiarato che Il Fiume Rosso (Red River) è uno dei suoi film preferiti e che molti sono i riferimenti a questo film. Nel film John Wayne è un tiranno trasportatore di bestiame e il suo comportamento porta suo figlio Montgomery Clift a ribellarsi contro di lui. Il comportamento di Pedro Pascal in The Mandalorian non è tanto diverso. Entrambi decidono di voltare le spalle a delle figure autorevoli per un bene superiore e mettendo a rischio la propria vita.

ben johnson warren oates ernest borgnine william

IN NOME DI DIO (1948)

Gli aerei nel deserto in The Mandalorian ricordano molto le scelte innovative di John Ford nei suoi classici western. Tuttavia, tra la sua filmografia, c’è un elemento in particolare che è saltato in mente quando è stato creato il nuovo progetto di Star Wars. I protagonisti diIn Nome di Dio sono  un trio fuorilegge con il compito di restituire il bambino alla cittadina dopo la morte della mamma. Nonostante la loro naturale inclinazione a dedicare il loro tempo in affari illegali, il loro incontro con la piccola creatura stravolgerà del tutto la loro storia.

Leggi anche: Come spiegare chi è Baby Yoda ai parenti a Natale

I SETTE SAMURAI (1954) E I MAGNIFICI SETTE (1960)

I film di Star Wars prendono spunto dai lavori di Akira KurosawI sette samurai segue una banda di eroi che si riuniscono per partecipare a una missione che non avevano previsto. Devono difendere un villaggio da un grande e temerario gruppo di banditi. Di riflesso, I magnifici sette è un’altra probabile influenza su The Mandalorian. Il film riprende la storia di I sette samurai e la adatta al Vecchio West, dove troviamo un gruppo di pistoleri esperti che si uniscono per proteggere una città messicana da una banda.

IL GRANDE PAESE (1958)

Nessuno ha confermato l’influenza diretta del film The Big Country, eppure una scena del primo episodio non ha ancora fatto cambiare del tutto idea. Durante l’episodio il cacciatore di taglie di reca sul pianeta deserto Arapa-7 e incontra un nativo che gli insegna come guidare un Blurrg. Durante una delle esercitazioni per imparare a domare la bestia, il cacciatore di taglie viene sbalzato via e cade tra la sabbia. In questo film troviamo una scena simile quando Gregory Peck sta cercando di imparare a cavalcare e finisce contro il fieno.

LA STORIA DI ZATOICHI (1962)

Quando si parla di nomadi in conflitto, non si può non pensare a Zatoichi. Il samurai fuorilegge costretto alla vita criminale per poter sopravvivere, lo possiamo considerare un eroe non tanto definito. Nel primo film della serie Zatoichi accetta l’incarico di eliminare il samurai nemico. Tuttavia, e quasi paradossalmente, diventano amici, rendendo la resa dei conti ancora più sconvolgente e complicata. Inoltre la morale del samurai cieco non è tanto diversa da quella di Mando. Il cacciatore di taglie galattico si è ritrovato in situazioni non tanto diverse per poter sopravvivere.

LA TRILOGIA DELL’UOMO SENZA NOME (1964-1966)

Questi sono i film che hanno più influenzato la nuova serie di Disney+. Secondo Favreau il personaggio di Mando è la versione decostruita di Client Eastwood. A differenza della saga di Sergio Leone, The Mandalorian ha una trama generale e parte del suo fascino è la casualità. Ogni episodio parla di un protagonista che finisce in una situazione paradossale e inaspettata.

zatoichi photo 01

IL MUCCHIO SELVAGGIO (1969)

Nel primo episodio di The Mandalorian l’eroe si avventura in una piccola cittadina popolata da un esercito nemico e questo decreta l’inizio della lotta. In uno di questi scontri vediamo il cacciatore di taglie usare un cannone laser per eliminare i suoi avversari. La scena è un chiaro riferimento ad una scena del film Il Mucchio Selvaggio. 

YOJIMBO (1961) E SANJUNO (1963)

In Yojimbo si raccolta la storia di un guerriero errante (Toshiro Mifune) che entra in un piccolo villaggio e mette due fazioni criminali in conflitto per poter liberare la sua gente. Yojimbo non è altro che l’antenato feudale di The Mandalorian e anche il suo sequel, Sanjuno, è essenzialmente la versione più divertente della saga spaziale.

LONE WOLF AND CUB: SWORD OF VENGEANCE (1972)

La premessa principale di The Mandalorian è quella di un cacciatore di taglie errante che vaga con un bambino e un  carro in un sfondo di corruzione. Questa visione è un riff spudorato di un film del 1972 diretto da Kenji MisumiLone Wolf and Cub: Sword of Vengeance segue un samurai in giro per il Giappone con suo figlio. Il riferimento è più che evidente, tanto da non poter non pensare a questa serie basata sui manga vedendo la nuova opera Disney+.

PAT GARRET e BILLY THE KID (1973)

La relazione tra Mando e Greef Karga è caratterizzata dalla rivalità. Il loro rapporto nasce quando Karga aiuta il cacciatore a trovare lavoro. Eppure quando Mando diventa un ricercato tutto si stravolge e diventano nemici. Nella tradizione del vecchio West di Peckinpah la coppia nasce con questo elemento caratterizzante. Quando James Corburn diventa un fuorilegge deve consegnare Kris Kristofferson. Il film si svolge anche in un periodo in cui i fuorilegge e i pistoleri stanno diventano obsoleto. Anche in The Mandorian la galassia si sta dirigendo verso l’ascesa del Primo Ordine e Mando e Karga sono due ragazzi che stanno cercando un loro posto in un mondo che sta cambiando.

Continua a leggere

Netflix

Netflix: i film e le serie tv da non perdere a Dicembre 2019

Pubblicato

:

netflix christmas

Netflix, il portale streaming tra i più famosi del mondo, seguito da ogni genere di appassionato di film e serie tv, non si è risparmiato nulla in vista dell’inizio della festa più nevosa e colorata dell’anno. Pronti a farci compagnia con nuove serie tv in queste fredde giornate natalizie, ha deciso di chiudere l’anno con qualche chicca già acclamata dalla critica e che sta facendo impazzire i fan. Tra le pubblicazioni più importanti di Netflix in Italia a Dicembre 2019 ricordiamo:

DEAD KIDS

Un ragazzo impacciato decide di legarsi con un gruppo di ragazzi disadattati per rapire il ragazzo ricco e arrogante della scuola. Il loro piano funziona, fino a quando non diventa letale.

LET’S DANCE

Dopo che la sua crew si è sciolta, un ballerino hip-hop talentuoso, ma insicuro, decide di far cambiare strada all su carriera ed inizia ad insegnare in una prestigiosa accademia di danza classica a Parigi. Quello che non sa è che il vero stravolgimento della sua vita avverrà quando si innamorerà di un’allieva.

MARRIAGE STORY

Diretto da Noah Baumbach, interpretato da Scarlett Johansson e Adam Driver. Il film è stato presentato quest’anno in concorso alla 76esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e al New York Film Festival. La storia parla di una coppia che decide di cominciare la lunga e sofferte strada del divorzio. La critica ha ben accolto il nuovo progetto, essendo già presente sulla piattaforma americana, ma il giudizio finale è stato lasciato agli spettatori Italiani che, già incuriositi dalle poche immagini rivelate alla Biennale, aspettano di emozionarsi con questi nuovi personaggi rivoluzionari, ma che allo stesso tempo hanno la capacità di coinvolgere in questa storia apparentemente comune tanti cuori.

y1 bookstore 12102017 bs 784 3 adjusted

YOU

THE WITCHER

The Witcher è una serie fantasy basata sull’omonima saga bestseller. La storia parla di una famiglia e del suo destino ed è incentrata su Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri che lotta per trovare il proprio posto in un mondo. La saga, che ha preso il lancio non solo attraverso i libri, ma anche attraverso gli omonimi videogame, ha raccolto negli anni tanti seguaci che hanno reagito piuttosto bene alla presentazione del nuovo progetto, seguendo la sua realizzazione con un interesse crescente che per ora non ha deluso le loro aspettative neanche per quanto riguarda la scelta del cast.

YOU

La seconda stagione si apre con Joe costretto a lasciare New York per trasferirsi nel suo inferno personale: Los Angeles. Gli sceneggiatori Greg Berlanti e Sera Gamble hanno deciso di dare una loro interpretazione al libro da cui la serie è stata ispirata, modificando la sorte di uno dei personaggi, che dunque tornerà nei nuovi episodi. Lo stalker più famoso del piccolo schermo torna in una nuova stagione della sua vita dopo il finale piuttosto drammatico con cui l’avevamo lasciato. Inizialmente il successo della serie tv era stato attribuito al periodo storico in cui ci troviamo e a tutte quelle denunce da parte di tutte quelle donne vittime di ogni forma di violenza, ma con il tempo anche la critica ha cambiato le carte in tavola. Il nuovo progetto sarà davvero il grado di superare tutte queste aspettative?

I DUE PAPI

Nel nuovo film diretto da Fernando Meirelle troveremo Anthony Hopkins nel ruolo di  Papa Benedetto XVI e Jonathan Pryce in quello di Papa Francesco alle prese con una vicenda che ha colpito la Chiesa Cattolica e di cui tutti sia testimoni. Il film abbraccia la storia che va dal Conclave del 2005 dopo la morte di Papa Giovanni Paolo II fino all’elezione di Papa Francesco nel 2013. Una storia che ha coinvolto tante generazioni e che ha segnato profondamente le sorti della Chiesa Cattolica con un nuovo inizio di cui ancora oggi viviamo di riflesso.

Continua a leggere

Serie tv

Hunters, il teaser trailer della nuova serie di Jordan Peele

Pubblicato

:

al pacino amazon hunters

Amazon Prime Video ha rilasciato il nuovissimo tesser trailer della nuova serie tv Hunters di Jordan Peele. Il cast della serie include Logan Lerman nei panni di Jonah Heidelbaum e Al Pacino, diventando così il suo primo ruolo televisivo in assoluto. Dylan Baker (The Good Wife), candidato all’Emmy Award, Jerrika Hinton (Gray’s Anatomy), Greg Austin (Class), Catherine Tate (The Office), Josh Radnor (Rise), Tiffany Boone (Beautiful Creatures) e Saul Rubinek ( Warehouse 13) sarà anche nominato insieme ai candidati all’Oscar Lena Olin (Enemies) e Carol Kane (Hester Street). Il cast comprende anche Kate Mulvany (The Great Gatsby), James Le Gros (Cowboy Farmacia), Ebony Obsidian (If Beale Street Could Talk), Caleb Emery (Little), Henry Hunter Hall (When They See Us) e Jeannie Berlin ( La notte di).

hunters logan lerman

Logan Lerman in Hunters

La serie sarà di 10 episodi e racconterà la storia di un gruppo di cacciatori che vivono a New York City nel 1977. I cacciatori scoprono che centinaia di addestratori di alto livello funzionari nazisti vivono tra loro e stanno cospirando per creare il Quarto Reich negli Stati Uniti. Avremo molte cose da fare con i nazisti nei loro nuovi piani di genocidio. La storia è ispirata da eventi della vita reale. Monkeypaw Productions e Sonar Entertainment di Jordan Peele stanno producendo Hunters, mentre Peele e Rosenfeld Win (Dark Net) sono i produttori esecutivi di Monkeypaw. Tom Lesinski (Mr. Mercedes) e Jenna Santoianni per Sonar fungeranno anche da produttori esecutivi; la serie sarà presentata in anteprima mondiale quando debutterà su Amazon nel 2020.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Dicembre, 2019

18Dic00:00Star Wars: L'ascesa di Skywalker

19Dic00:00La Dea Fortuna

19Dic00:00Pinocchio

19Dic00:00Last Christmas

24Dic00:00The Farewell - Una bugia buona

25Dic00:00Jumanji: The Next Level

Film in uscita Mese Prossimo

Gennaio

09Gen00:00Piccole Donne

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X