Connettiti a NewsCinema!

Web series

The Tournament, la nuova web serie online dal 4 ottobre

Pubblicato

:

Schermata-2013-09-11-alle-12.08.43

Coralia Produzioni e Me.Me Production presentano “The Tournament” la nuova web serie che sarà online dal 4 ottobre su Youtube.

Otto personaggi si ritrovano ad essere prigionieri di un sadico individuo che li costringe a combattere tra di loro in un torneo all’ultimo sangue dove solo uno di loro potrà sopravvivere. I vari scontri del torneo vengono messi online dallo stesso rapitore e gli utenti del web possono così decidere quale personaggio avvantaggiare attraverso la scelta di armi o luoghi in cui combattere. In qualche modo gli otto personaggi hanno un passato che li accomuna e che li lega ad una ragazza di nome Sara. Il gruppo capisce che per sopravvivere ognuno di loro dovrà sottostare alle rigide regole dettate dal loro rapitore ma soprattutto, dare spettacolo agli utenti del web. La serie, scritta da Simone Ruggieri e Riccardo Riande per la regia di Riccardo Riande, vede tra i protagonisti Matteo Quinzi, già protagonista della fortunata “Freaks”, Giacomo Rabbi, Rosario Altavilla, Eleonora Gnazi, Caterina Fornaciai (protagonista della webserie “Le cose brutte”), Nicole Petrelli, Roberta Azzarone, Andrea Pizzalis, Miguel Angelo Gobbo Diaz e Roberto Luigi Mauri. Le musiche sono curate dalla ElFly di Flavio Gismondi ed Elisa Corpolongo.

Schermata 2013-09-11 alle 12.05.37MeMe e Coralia sono già attive nel panorama web, la prima con la sitcom “Flep“, il videoclip di recente uscita per il brano “Tapa Tapa” del trio Ladyvette e il cortometraggio “Cenerentola Innamorata” realizzato per il brano omonimo del cantante Marco Masini; la seconda con Crok, spot sociale sui rischi del gioco d’azzardo, il videoclip “Falling Down” della band Synthonia e il cortometraggio “Loss of Taste”. The Tournament fa parte di un progetto più ampio che prevede il coinvolgimento diretto da parte degli utenti del web, non solo attraverso l’interazione con la trama ma anche attraverso il reperimento di fondi per continuare a realizzare la serie. Con il lancio della serie partirà infatti anche la campagna di crowdfounding attraverso il portale Indiegogo, sperimentando questa nuova forma di mecenatismo 2.0 attraverso la quale ogni utente potrà dare un contributo economico a sua scelta che verrà utilizzato per finanziare The Tournament (maggiori dettagli nelle prox settimane).

PROMO

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alice nella Città

Skam Italia 2: intervista esclusiva ai protagonisti e qualche anticipazione

Pubblicato

:

skam italia 2

Casa Alice ha ospitato il cast di Skam Italia, la serie creata da Julie Andem, portata al successo in Italia dal regista Ludovico Bessegato per TimVision. Skam Italia è il remake dell’omonima serie norvegese iniziata nel 2015 e terminata nel 2017, che ha ottenuto ottimi risultati a livello mondiale. La versione italiana fa parte di un progetto internazionale a cui molti Paesi hanno deciso di contribuire con le proprie caratteristiche territoriali e sociali, pur rimanendo fedeli all’idea originale. Per la versione nostrana è stata scelta Roma. La città eterna è l’ambiente all’interno della quale i giovani studenti di un liceo romano narrano le proprie vicende, mostrando carattere, debolezze, primi amori e dubbi sulla propria identità sessuale.

La particolarità di Skam Italia è il rapporto che si viene a creare tra il personaggio e lo spettatore, riuscendo a condividere messaggi di WhatsApp e aggiornamenti sui social network dei protagonisti, proprio come avviene quotidianamente nella realtà. In questo modo si ha la possibilità di conoscere segreti e indagare su alcune situazioni poco chiare che portano avanti la storia. Nel corso della prima stagione, sul sito web di Skam Italia, ogni giorno vengono rilasciate delle clip che compongono un episodio. L’incredibile successo derivato da questa serie, seguita e amata da milioni di adolescenti in tutta Italia, ha creato un grandissimo richiamo di interesse e approvazione. L’entusiasmo dimostrato dal pubblico e della critica è stata la scintilla che ha convinto i produttori e il regista a confermare l’inizio delle riprese di una terza stagione di Skam Italia.

La domanda che tutti si sono posti dopo l’ultimo episodio della prima stagione è stata: “Cosa ci riserveranno i prossimi episodi?” NewsCinema.it prova a svelarvi qualche curiosità su quello che vedrete nella seconda stagione, offrendovi l’intervista esclusiva con i protagonisti della serie, durante la presentazione delle prime due clip del terzo episodio all’interno della 16° edizione di Alice nella città. Presente all’evento il regista e sceneggiatore Ludovico Bessegato e tutto il cast composto della prima stagione più una new entry: Ludovica Martino (Eva Brighi), Ludovico Tersigni (Giovanni Garau), Benedetta Gargari (Eleonora Sava), Federico Cesari (Martino Rametta), Beatrice Bruschi (Sana Allagui), Greta Ragusa (Silvia Mirabella), Martina Lelio (Federica Cacciotti), Giancarlo Commare (Edoardo Incanti), Luca Grispini (Federico Canegallo), Rocco Fasano (Niccolò Fare), Francesco Centorame (Elia Santini) e Pietro Turano (Filippo Sava).

Beatrice Bruschi! Federico Cesari e Pietro Turano.

SKAM Italia e il tema dell’integrazione

Il personaggio di Sana affronta una delle tematiche più scottanti presente nel nostro Paese: l’integrazione. L’attrice che interpreta Sana, parlando del suo personaggio ha detto: “Sicuramente è molto importante il discorso dell’integrazione in Italia. In qualche modo mi sento ambasciatrice di questa situazione. Riscontro una grande responsabilità su questo tema, tanto che ho ricevuto anche molte critiche perché non sono veramente musulmana. Premetto che sto studiando molto questa religione, che mi affascina moltissimo e oggi posso dire di conoscerla bene e chiaramente sto cercando di far fare al mio personaggio un percorso di crescita attraverso l’andamento delle stagioni. Credo che sia importante mandare un messaggio. Per quanto Skam sia una serie semplice, senza pretese, che racconta la quotidianità di giovani ragazzi, un messaggio c’è sempre. Inoltre spero che l’ integrazione, come fa Sana – perché alla fine è cmq integrata, riesce a crearsi a costruirsi un gruppo di amiche ed amici – riesca a realizzarsi e a concretizzarsi anche nella vita reale. Spero che tutte le persone che si sentono emarginate possano trovare la forza di essere se stessi. Come infatti fa Sana. Lei è se stessa. Lei non si preoccupa di dirti che un vestito non ti sta bene. Lei te lo dice, se ne frega di tutto perché lei è fatta così.”

SKAM Italia e la comunità LGBT

Un’altra tematica molto cara ai più giovani è l’orientamento sessuale. Durante la seconda stagione cambierà il rapporto tra Martino e Filippo dal momento che Martino avrà una storia sentimentale con Niccolò? Parlando del mondo delle comunità gay, è stato chiesto a Federico Cesari quali sono le differenze tra Isak, la sua trasposizione norvegese e quella italiana di Martino e se pensa che in un Paese bigotto – sotto certi aspetti – come l’Italia, questa serie possa aiutare a comprendere che l’amore tra due uomini è una cosa naturale, perché  l’amore è universale e non fa alcun tipo di distinzioni sessuali. “Rispetto al personaggio di Isak le tematiche e gli sviluppi vengono riprese dalla versione norvegese, così come anche le dinamiche rimangono invariate. Per quanto mi riguarda io ho cercato di attenermi alle versione norvegese, ma rendendo mio questo personaggio. Nella versione originale Isak è interpretato da un attore bravissimo e sinceramente copiare il suo modo di recitare sarebbe stato paragonato a quello di una “brutta copia” dell’originale. Per questo motivo ho cercato di italianizzare Martino, visto che le mie radici sono ben radicate nella cultura italiana. Per quanto riguarda la speranza che questa serie possa far comprendere, soprattutto agli adulti, che essere gay non vuol dire avere dei problemi, spero vivamente che questa produzione possa simboleggiare un punto di svolta nel nostro Paese. Come ben sappiamo Skam Italia nasce come serie e pertanto ha il potenziale limitato di una serie. Nonostante questo vedo che comunque molti mi scrivono, confidandomi che dopo averla vista sono riusciti a trovare la forza di fare determinate cose. Questo tipo di messaggi rappresentano la mia idea di complimento. Trovo che leggere messaggi come:’Skam mi da la forza di fare questo’ sia una cosa bellissima. Speriamo vivamente di normalizzare la tematica dell’omosessualità, raccontando una normale storia d’amore tra due ragazzi, che viene vissuta in maniera serena, tenendo conto degli sviluppi introspettivi dei personaggi. Noi abbiamo cercato di normalizzarla il più possibile.”

Il nuovo personaggio di SKAM Italia

Agganciandoci alle dichiarazioni rilasciate dall’attore che interpreta Martino, abbiamo scambiato quattro chiacchiere anche con la new entry del gruppo, Filippo Sava, il fratello di Eleonora. Il suo personaggio nella seconda stagione darà una bella scossa alla trama e alla vita di Martino. “Filippo è un personaggio molto ironico che si permette con una sottile ironia, di dire ed essere ciò che vuole. Riesce a mostrare ciò che è realmente, esprimendosi in maniera libera, proprio grazie a questa sua ironia simpatica, semplice e molto onesta. Trovo che questo personaggio sia onesto, profondamente sensibile  – e che come fanno molte persone – cerca di difendersi con il sarcasmo e con un po’ di cinismo, senza perdere mai la sua sensibilità. Questo aspetto emerge proprio nel rapporto con Martino, con il quale cerca fin dall’inizio un contatto per poterlo aiutare, ponendosi come punto di riferimento nella sua vita. Poi con sua sorella ce ne saranno delle belle, ma questo lo vedremo più tardi.”

C’è la speranza che questa serie possa aiutare gli adulti a comprendere il mondo omosessuale durante il periodo dell’adolescenza? Pietro Turano ha risposto: ” Sono convinto che questa storia tra Filippo e Martino, possa aiutare a comprendere che l’amore non ha sesso. Sono anni che io faccio attivismo LGBT e negli anni mi sono reso conto che spesso i giovani si sentono soli. Quando i punti di riferimento non ci sono sul territorio bisogna fare quel passo in più per andarli a cercare. Sempre più spesso ci sono storie come questa raccontata nella serie. Skam è molto vicina alla realtà dei giovani, essendo un prodotto fatto da giovani e per i giovani, con l’auspicio che magari li possa aiutare a compiere quel famoso passo di coraggio, per andare a cercare qualcuno con cui confrontarsi. È vero che siamo in un Paese un po’ bigotto, un po’ difficile, ma Roma non è una città omofoba. Certo, c’è un po’ di tutto in giro e spesso ci si sente soli, ma non bisogna pensare tutto in negativo. Le persone con cui confrontarsi esistono, non si è mai veramente soli e anche l’Italia è un Paese ricco di opportunità, di conoscenza, di confronto, di dialogo, di condivisione. Sono profondamente sicuro che Skam aiuterà i giovanissimi a trovare il coraggio di essere se stessi”.

Continua a leggere

Serie tv

Sbratz, la sketch comedy al femminile dal regista dei The Pills

Pubblicato

:

Dal 6 giugno 2017 è disponibile sulle pagine Facebook Sbratz e Alpha Woman la Sketch Comedy ideata e scritta dagli autori dei The Jackal, Serena Tateo e Tommaso Triolo, e diretta da Luca Vecchi, il regista dei The Pills.

Interpretata da Nina Torresi, Guia Scognamiglio e Serena Tateo, Sbratz tratta tematiche femminili con cinismo e ironia: “Sono un grande estimatore della comicità anglosassone in cui le donne fanno cose disgustose come Jenny McCarthy e Amy Schumer. Una comicità dove le ragazze fanno ridere non perché sono oche ma perché scorrette e tridimensionali”, dichiara Luca Vecchi, il regista della serie e fondatore del gruppo comico The Pills.

Prodotte da Federico Sciortino e Grey Ladder Production Srl., le cinque puntate di Sbratz dissacrano i problemi quotidiani dell’universo femminile, dalle dolorose cerette alle gelosie per l’ex di turno. Un cocktail di ironia che, tra il respiro meta-cinematografico dei The Pills e lo humour goliardico dei The Jackal, consacra una Sketch Comedy tutta al femminile: “Abbiamo dimostrato che le donne, a volte, fanno ridere anche più degli uomini! Poi però hanno voglia di piangere. Poi di ridere. Poi di mangiare della cioccolata”, dichiarano gli sceneggiatori Serena Tateo e Tommaso Triolo.

sbratz

Nina Torresi, Guia Scognamiglio e Serena Tateo sono le protagoniste di Sbratz

Nel primo episodio della Sketch Comedy, Quando incontri la sua EX, Sbratz ripropone in chiave ironica una delle situazioni più irritanti di sempre. Durante un romantico incontro tra due innamorati spunta Chiara, una ex che elogia i momenti più teneri della relazione con Marco. Tra moine e frasi dette per infastidire, la gelosia prende il sopravvento sulla protagonista che scatena una guerra interiore dalle conseguenze devastanti. Dopotutto chi non ha mai desiderato ordinare a un plotone di soldati di “azzittire” l’ex di turno?

I cinque episodi di Sbratz verranno distribuiti sulle pagine Facebook Sbratz e Alpha Woman ogni martedì dal 6 giugno 2017.

Sbratz – Quando incontri la sua EX

Continua a leggere

Approfondimenti horror

Penny Dreadful: anticipazioni e trailer della seconda stagione

Pubblicato

:

usa-copertina1

Dopo l’intrigante teaser è finalmente online il primo trailer ufficiale della seconda stagione di Penny Dreadful. Un trailer che, dopo una prima spettacolare stagione che ha letteralmente asfaltato le ultime due serie della ben più celebre American Horror Story, alimenta le aspettative. Ma veniamo ai fatti o almeno ai pochi fatti che conosciamo e che possiamo intuire dal disturbante full trailer rilasciato dalla Showtime. La seconda stagione di Penny Dreadful, composta da dieci episodi, vede Vanessa (Eva Green), Ethan (Josh Hartnett), Sir Malcom (Timothy Dalton), il Dr. Frankenstein (Harry Treadaway) e Sembene (Danny Sapana) unire le forze per respingere terribili forze malvagie che minacciano di distruggerli.

usa centro

Nel frattempo mentre Dorian Gray (Reeve Carney), la Creatura (Rory Kinnear) e Brona (Billie Piper) lottano contro i propri demoni, la spiritista Madame Kali (Helen McCrory) della prima stagione passa da semplice presenza fugace del telefilm (era comparsa nel secondo e nell’ottavo episodio) a villain di turno sostituendo i vampiri della prima stagione. Ma non è tutto. (SPOILER) Nel corso di questa accattivante seconda stagione vedremo Ethan trasformarsi in lupo mannaro ed un gruppo di streghe infestare le vite dei bizzarri personaggi gotici di questa incredibile serie creata da John Logan e prodotta da Sam Mendes. La seconda stagione di Penny Dreadful debutterà il 26 aprile 2015. Potete trovare qui sotto il trailer ufficiale della seconda stagione del telefilm:

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Giugno, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Luglio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X