Quando si parla di Bach l’errore più grande sarebbe ritenere il suo linguaggio musicale anacronistico, seppur sublime. A convincerci di ciò saranno Mario Brunello e Theo Teardo, presentando venerdì 14 ottobre al Teatro Palladium una rilettura moderna e d’avanguardia dell’ “Arte della fuga”. Questi due artisti visionari pertanto non si fermeranno alla mera esecuzione, ma la affiancheranno ad una proiezione video espressionista che renderà il tutto un’opera completa, Gesamtkunstwerk per dirla alla Wagner, travolgendo il fortunato spettatore.

Il violoncello di Brunello, già abituato a fluire in modo alternativo tra le melodie bachiane, si intreccerà con l’elettronica sperimentale (rigorosamente live) dell’acclamato Teardo che ispezionando il complesso tessuto sonoro della Fuga, preleverà ogni articolazione rendendola piacevolmente fruibile. I due saranno coadiuvati dall’aiuto di eccelsi musicisti: Danilo Rossi alla viola, Amerigo Bernardi al contrabbasso, Alexander Balanescu al violino e Rolf Lislevand al peculiare e caratteristico liuto tiorbato.

 

 

Venerdì 14 ottobre – ore 20,30

Teatro Palladium

Roma – Piazza Bartolomeo Romano, 8

Biglietti da 25 a 16 euro

Info su www.romaeuropa.net