Dal 4 al 9 ottobre 2016 torna a Padova Detour. Festival del Cinema di Viaggio, rassegna cinematografica diretta da Marco Segato, presieduta da Francesco Bonsembiante, organizzata e curata da Cinerama.
Detour è realizzato con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Padova. Sponsor del progetto è AcegasApsAmga. Si ringraziano Cassa di Risparmio del Veneto e Padova Terme Euganee Convention & Visitors Bureau (Consorzio DMO Padova). Il Festival si avvale del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova e dell’Università degli Studi di Padova.
Giunto quest’anno alla quinta edizione, il Festival proporrà film provenienti dai principali festival cinematografici internazionali e mai usciti nelle sale italiane, confermando la volontà di presentare al pubblico una selezione ricca ed eterogenea di opere cinematografiche legate al tema del viaggio nelle sue molteplici incarnazioni. Cuore del Festival è il Concorso Internazionale, che vedrà una giuria qualificata assegnare un Premio per il Miglior Film alla migliore opera in Concorso e un Premio Speciale della Giuria al film che meglio avrà interpretato l’idea del viaggio. Durante il Festival, inoltre, gli spettatori saranno invitati a votare i film e ad assegnare così un Premio del Pubblico. Una sezione dedicata alla musica, pensata in collaborazione con il Centro d’Arte degli studenti dell’Università di Padova, tra le più antiche e prestigiose associazioni italiane dedicate alla musica di ricerca, affiancherà la sezione principale. Al suo interno, una serie di film – anch’essi inediti – dedicati al mondo della musica, selezionati con cura per offrire un vero e proprio “viaggio” attraverso i linguaggi musicali più innovativi o meno conosciuti tra quelli che compongono il mosaico sonoro della nostra contemporaneità. Un’escursione che non coinvolge solamente l’aspetto creativo della musica, ma anche quello civile, raccontando mondi in cui l’espressione artistica diventa anche strumento di lotta per l’emancipazione personale e sociale.

detour 2016
La sezione verrà inaugurata la sera del 5 ottobre con la proiezione di Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta, la straordinaria storia del Silk Road Ensemble, un gruppo musicale internazionale creato dal leggendario violoncellista Yo-Yo Ma. Incredibili vicende umane e politiche, singolari strumenti e una grande utopia sono gli ingredienti di un film trascinante, raccontato dal premio Oscar Morgan Neville. Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta, distribuito in Italia da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection in collaborazione con Fil Rouge Media, uscirà nei cinema italiani il 24 novembre.
La speciale collaborazione con il Centro d’Arte di Padova arricchirà la sezione musicale del Festival con due grandi eventi: martedì 4 ottobre, lo scrittore Francesco Maino proporrà, con l’accompagnamento musicale del trio electro-jazz Schrodinger’s Cat, il reading Ratatuja – Parole alla prova; giovedì 6 ottobre, presso la Sala dei Giganti a Palazzo Liviano, il sassofonista di Chicago Roscoe Mitchell, una delle figure più emblematiche della musica contemporanea, si esibirà con il percussionista italiano Michele Rabbia in un concerto unico in Italia, commissionato proprio dal Centro d’Arte. Il programma di Detour prevede infine una lunga serie di eventi speciali, pensati per valorizzare differenti modi di vedere e interpretare il viaggio: incontri, presentazioni e laboratori, realizzati in collaborazione con le librerie Pangea e Forma del Libro, la libreria per ragazzi Pel di Carota e la fumetteria Fumetti & Soda. Sono infine previste ulteriori proiezioni di film inediti, documenti di viaggio legati a un tema mai così attuale come quello della sostenibilità ambientale e della necessità di una corretta gestione delle risorse: è il caso della proiezione, resa possibile grazie al supporto di AcegasApsAmga, realtà da sempre attenta a simili tematiche, del documentario ThuleTuvalu, preziosa testimonianza di come la minaccia dei cambiamenti climatici leghi a doppio filo le vite degli abitanti di questi due splendidi luoghi, Thule e Tuvalu.