Nel mese di ottobre del 2014 la Sony Pictures ha sostituito il regista originario David Gordon Green con Martha Marcy May Marlene e il regista Sean Durkin per fare un adattamento cinematografico del classico della serie ispirata al libro di Laura Ingalls Wilder La piccola casa nella prateria. Ora, secondo The Hollywood Reporter, la storia della famiglia Ingalls vivrà con la Paramount Pictures insieme a Durkin sempre nel ruolo di regista.

La storia composta da nove libri è iniziata nel 1932 con la pubblicazione de “La casa nel Grande Bosco“, raccontando i ricordi di Wilderm come la sua crescita insieme alla famiglia in una capanna di legno nel 1871. Il secondo libro è stato intitolato “La casa nella prateria“. La storia è diventata famosa per il suo adattamento in una lunga serie televisiva interpretata da Michael Landon, andata in onda tra il 1974 e il 1984. Una miniserie dell’ ABC ha dato vita all’ adattamento dei primi due libri andati in onda nel 2005, così come un musical montato nel 2008 . Con la Paramount ora alla base del film, Scott Rudin (Steve Jobs, Grand Budapest Hotel) resta a bordo come produttore del film de La casa nella prateria, con una sceneggiatura firmata da Abi Morgan (Shame, The Iron Lady).