Apparso di recente tra gli indignados di Occupy Wall Street, il regista di Fharenheit 911 starebbe lavorando ad un progetto Top Secret. Moore non è certo nuovo a questo tipo di protesta e più volte è sceso in campo per denunciare le malversazioni della grande finanza.

Questo è quanto ha dichiarato il regista: “Sto pianificando un nuovo film, ma non sarà un documentario su Occupy Wall Street. Per il momento non rivelerò di cosa parla, ma posso dire che sarà divertente e scioccante e spero che aiuti molte persone a mettersi in gioco e a scendere in campo come faccio io. E’ per questo che mi piace Occupy Wall Street. Perché mi trovo lì in piedi in mezzo a centinaia di persone e mi sento parte di un gruppo con un’unica voce formata da tante voci diverse. E’ più bello che farsi unico portavoce di persone che ti chiedono di portare sulle tue spalle il loro peso ed è molto più bello che trovarsi da solo sul palco degli Oscar con il pubblico che ti fischia contro”.