Dopo la conferma dell’abbandono di Grey’s Anatomy da parte di Ellen Pompeo era solo una questione di tempo perché altre star di questo medical drama di grande successo seguissero le sue orme: Patrick Dempsey, alias il dottor Derek Shepherd, ha deciso che l’ottava stagione sarà anche la sua ultima. Dempsey, dopo numerose commedie romantiche (Come d’incanto, Un amore di testimone, Tutta colpa dell’amore) ha deciso di rinnovare completamente la sua immagine di sex symbol, volendo affrontare ruoli diversi da quelli calcati in precedenza: Non ho più l’età giusta e, comunque, non mi interessano, non mi sento più a mio agio. Mi interessa il cinema d’azione. Alla base di questa scelta c’è anche la grande opportunità offerta a Dempsey da Michael Bay di recitare nel terzo e ultimo capitolo della saga fantascientifica Transformers, ottimo trampolino di lancio per calarsi in ruoli action e scrollarsi di dosso una volta per tutte il ruolo del romantico neurochirurgo. Effettivamente è molto comune per molti attori giunti al successo grazie alle serie televisive rimanere incastrati nei loro alterego televisivi: è decisamente difficile vedere James Van Der Beek e non pensare immediatamente a Dawson o Ellen Pompeo e ricollegarla automaticamente a Meredith Grey.

E’ proprio questa l’eventualità che Patrick Dempsey vuole evitare, infatti, parlando della imminente ottava stagione si dice affezionato al ruolo ma anche impaziente di superarlo andando oltre: Sarà la mia ultima. Non so che ne sarà degli altri personaggi, può darsi che continui o forse no. Ma per me è finita. E’ stata una grande storia, una parte della mia vita, ma non ne potevo più. A questo punto non rimane che augurarci che la creatrice di Grey’s Anatomy Shonda Rhimes riesca a sviluppare nella prossima e imminente stagione il giusto finale per la storyline dedicata a Derek e Meredith, iniziata nel 2005 e seguita da milioni di fan in tutto il mondo.