Connect with us

Cinema

Bernardo Bertolucci, morto il primo regista italiano a vincere l’Oscar

Published

on

bernardo bertolucci

Bernardo Bertolucci, il regista che ha vinto nove Oscar con il film L’Ultimo Imperatore e ha influenzato generazioni di filmmakers con altre opere rivoluzionarie come Ultimo Tango a Parigi, in cui ha esplorato la politica e la sessualità attraverso la narrazione personale e una cinepresa audace, è morto oggi a 77 anni.

La sua addetta stampa Flavia Schiavi, ha dichiarato che Bertolucci è morto nella sua casa di Roma alle 7 di lunedì 26 Novembre 2018 dopo aver combattuto contro il cancro per molto tempo. Il più grande autore italiano della sua generazione, Bertolucci è riuscito a lavorare sia in Europa che a Hollywood, anche se il suo rapporto con gli studios ha avuto alti e bassi. Ma è sempre riuscito a realizzare film considerati proiezioni del suo mondo interiore. L’Ultimo Imperatore, adattamento dell’autobiografia dell’ultimo imperatore cinese Pu Yi, ha travolto gli Oscar del 1987, vincendo per ogni categoria in cui era stato nominato, tra cui miglior film e miglior regista. Con questo, Bertolucci è diventato il primo e unico italiano a vincere l’Oscar come miglior regista.

Nato il 16 marzo 1941 da una famiglia benestante di Parma, nel nord Italia, Bertolucci è stato un talento prodigioso sin dalla giovane età. Figlio del noto poeta e scrittore Attilio Bertolucci, ha vinto un premio per la poesia all’età di 21 anni, e poi ha deciso di diventare un regista. Ha iniziato come assistente di un altro poeta italiano, Pier Paolo Pasolini, nel primo lungometraggio di Pasolini “Accattone“, nel 1961. Il film d’esordio di Bertolucci, La commare secca nel 1962, fu un’indagine sull’omicidio di una prostituta romana raccontata da più punti di vista. Il film fu proiettato al Festival di Venezia.

Due anni dopo, Bertolucci partecipò alla settimana della Settimana della Critica di Cannes con il film semi-autobiografico Prima della Rivoluzione, ambientato a Parma, su uno studente ventenne lacerato tra conformismo borghese e marxismo rivoluzionario e con un’incestuosa relazione con la giovane e attraente zia, interpretata da Adriana Asti. Bertolucci sposò la Asti poco dopo l’uscita del film, ma la coppia divorziò pochi anni dopo. Nel 1970, ha ricevuto la sua prima nomination all’Oscar per la sceneggiatura adattata di Il conformista, basata su un romanzo di Alberto Moravia. Il film è ambientato durante il periodo fascista in Italia e si concentra su un intellettuale tormentato (Jean-Louis Trintignant) reclutato dalla polizia segreta di Mussolini andato a Parigi per assassinare un professore antifascista che una volta era il suo insegnante.

 

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Backstage e Curiosità

Uncharted: un video delle scene di stunt più spettacolari del film

Published

on

Il 17 Febbraio arriva al cinema Uncharted, il film ispirato all’omonimo videogioco diretto da Ruben Fleischer con Tom Holland. Qui sotto potete gustarvi un video speciale che porta dietro le quinte del film con intervista a Tom Holland e immagini delle scene di stunt più spettacolari realizzate durante le riprese.

Uncharted, la sinossi del film

Basato su una delle serie di videogiochi più vendute e acclamate dalla critica, Uncharted presenta al pubblico il giovane e furbo Nathan Drake (Tom Holland) nella sua prima avventura alla ricerca del tesoro con l’arguto partner Victor “Sully” Sullivan (Mark Wahlberg). In un’epica avventura piena di azione che attraversa il mondo intero, i due protagonisti partono alla pericolosa ricerca del “più grande tesoro mai trovato”, inseguendo indizi che potrebbero condurli al fratello di Nathan, scomparso da tempo.

Iscriviti al nostro canale YouTube cliccando qui: MadRog Cinema

Continue Reading

Cinema

Bob’s Burgers – Il film: Il primo trailer italiano è arrivato!

Published

on

Bob’s Burgers – Il Film, la nuova avventura d’animazione comedy per il grande schermo, basata sull’omonima sitcom animata per la TV pluripremiata agli Emmy® e agli Annie® Award, arriverà il 25 maggio nelle sale italiane.

Bob’s Burgers – Il Film è diretto da Bernard Derriman e co-diretto da Loren Bouchard. La sceneggiatura è firmata da Loren Bouchard e Nora Smith. Il film è prodotto da Loren Bouchard, Nora Smith e Janelle Momary.

Bob’s Burgers: la sinossi ufficiale

La storia ha inizio quando una conduttura dell’acqua rotta crea un’enorme voragine proprio di fronte a Bob’s Burgers, bloccando l’ingresso per un tempo indefinito e rovinando i piani dei Belcher per l’estate.

Mentre Bob e Linda faticano per tenere a galla l’attività, i ragazzi cercano di risolvere un mistero che potrebbe salvare il ristorante di famiglia. Quando i pericoli aumentano, i Belcher si aiutano a vicenda per trovare la speranza e lottano per tornare al loro posto dietro al bancone.

Iscriviti al nostro canale youtube: MadRog Cinema

Continue Reading

Cinema

Addio a Gaspard Ulliel | l’attore francese morto a 37 anni in un tragico incidente

Published

on

L’attore francese Gaspard Ulliel è morto all’età di 37 anni a causa di un incidente sciistico avvenuto sulle piste di Rosières, nell’Alta Loira. La notizia, che ha sconvolto il mondo del cinema, è stata confermata dalla sua famiglia attraverso un comunicato alla Agence France-Presse.

Fatale incidente sciistico per Gaspard Ulliel

Stando a quanto si apprende dalle prime, frammentarie, ricostruzioni, l’incidente sarebbe avvenuto nella giornata di ieri, martedì 18 gennaio, poco prima delle 16. Immediati, ma purtroppo inutili, i soccorsi dopo l’incidente. L’attore era stato subito trasportato in elicottero presso l’ospedale universitario di Grenoble dopo lo scontro con un altro sciatore. Stando alle testimonianze e allo stesso rapporto della gendarmeria, le condizioni dell’attore erano apparse subito critiche. 

Gaspard Ulliel è uno dei volti più noti del cinema francese, scelto da Xavier Dolan per lo struggente ruolo di Louis-Jean in È solo la fine del mondo, quello di uno scrittore malato terminale che decide di tornare nel suo paese natale e rivedere la propria famiglia dopo dodici anni di lontananza con l’intenzione di dire loro addio. L’interpretazione nel film di Dolan gli valse il premio César (il corrispettivo francese del David di Donatello) come miglior attore protagonista (dopo averlo vinto nel 2005 come migliore giovane promessa maschile con il film Una lunga domenica di passioni). Ulliel ha anche impersonato un giovane Hannibal Lecter nel film del 2007 diretto da Peter Webber.

Da poco aveva terminato le riprese della serie Marvel dedicata al personaggio di Moon Knight, in cui ha ricoperto il ruolo dell’antagonista: Midnight Man. Sarà pertanto la prima opera postuma dell’attore francese ad essere distribuita a marzo su Disney+.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari