Connettiti a NewsCinema!

Backstage e Curiosità

Cenerentola, dalle origini della favola al film di Kenneth Branagh

Pubblicato

:

url-2-compressed-1

Una novità che ha dell’indimenticabile si prepara a conquistare la mente di grandi e piccini in circa cento minuti da favola. In senso letterale, s’intende, perché il 12 marzo una pellicola più che sbarca sugli schermi delle sale cinematografiche italiane – un giorno prima rispetto agli States, con un cast stellare ed effetti speciali accuratissimi, è Cenerentola, il classico della Disney che nelle mani dei sapienti Kenneth Branagh e Chris Weitz. Il film tenta di gareggiare con gli incassi da record procurati alla celeberrima casa produttrice quando nel 1950 venne distribuito per la prima volta il film d’animazione. Più di trentaquattro milioni di dollari da battere, sebbene il rischio finanziario per gli Studios sia decisamente diminuito rispetto a quegli anni del secolo scorso.

url-1-compressed“Sono stato catturato  dalla  potenza della storia e mi sono trovato in sintonia con lo stile visivo che gli artisti stavano sviluppando. È  il classico  racconto in cui il personaggio principale parte per un viaggio con il quale gli spettatori riescono realmente a identificarsi, e in qualità di regista è stato davvero meraviglioso giocare con la struttura e l’ambientazione di questa grande storia.” E’ un onorato Branagh a parlare, soggiogato dal fascino che la sceneggiatura ha immediatamente esercitato su di lui. Dopo prove registiche fenomenali quali restano Thor e Jack Ryan, non aveva mai pensato di dirigere una fiaba, ma dopo aver letto il manoscritto firmato da Weitz si è inaspettatamente immedesimato nella storia tanto da abbracciare entusiasta il progetto.

Del resto, quest’ultimo si è sempre dimostrato un autore cinematografico prolifico e profondamente versatile, esperto attore (Mr. & Mrs. Smith), produttore (A Single Man), regista egli stesso (Per una vita migliore, La Bussola d’oro), e anche stavolta si è ampiamente rivelato al di sopra delle aspettative nel riuscito tentativo di bilanciare l’essenza di un film d’animazione con l’esigenza di rendere l’intreccio fruibile da un pubblico moderno. E proprio ‘modernità’ è la parola chiave con cui bisogna leggere il registro narrativo sul quale è improntata la pellicola: infondere una complessità nelle relazioni, nei personaggi e nei temi della storia pur conservando il messaggio di gentilezza e compassione del classico originale è il principale obiettivo che Branagh si è posto nel realizzare il suo nuovo gioiello che – ne siamo quasi certi – porterà a maturazione le vivaci, magiche scintille provenienti dal trailer. Le origini della fiaba risalgono al I secolo d.C. in un analogo testo intitolato Rodopi e trascritto dallo storico greco Strabone che viene considerata la prima versione documentata delle vicende della nostra eroina. Nel 1697, il francese Charles Perrault trascrisse e pubblicò Cendrillon, in cui per la prima volta fanno la loro comparsa la fata madrina, la zucca-carrozza e la scarpetta di cristallo. Nella versione dei fratelli Grimm, Aschenputtel – pubblicata in Germania nel 1812 – dai toni sicuramente più cupi, il ruolo della fata era affidato ad un albero cresciuto sulla tomba della madre della protagonista.

CLIP – A mezzanotte tutto può cambiare

In ogni caso, la rappresentazione filmica si attiene per la maggior parte alla trama originale francese, ripercorrendo le tristi vicende della maltrattata eroina destinate tuttavia all’immancabile happy ending. L’innovazione sta tutta nell’approccio alla versione primitiva della fiaba, certamente contaminata dall’esperienza del regista che con il suo tocco d’epicità riesce a renderne meno moraleggianti i contenuti. Universali ma pur sempre umani questi personaggi, cui si prestano tanti volti ben noti dello star-system, a cominciare dalla giovane Lily James nei panni di Ella, pervasa da una freschezza avvincente, e dall’affascinante Richard Madden in abiti principeschi, per poi proseguire con una carrellata di personalità quali Cate Blanchett nel ruolo della crudele matrigna, Helena Bonham Carter in qualità di svampita fata madrina, Hayley Atwell come amorevole defunta madre della protagonista, Stellan Skarsgård a ricoprire la carica di Granduca: tutti emotivamente caratterizzati, indagati nella loro psicologia più profonda, in un lavoro magistrale che vede la firma di uno dei cineasti contemporanei più autorevoli.

url-compressed (6)

Grazie alla collaborazione di menti e mani grandemente qualificate nei vari settori che garantiscono tipicamente la riuscita di un film, Cenerentola ricrea un mondo fantastico in cui “il sogno realtà diverrà, ricco di suoni, luci, colori sgargianti, scenografie maestose e imponenti. L’opulenza di stampo barocco e il realismo che Branagh lascia come costante all’interno del suo lavoro si fondono abilmente in un tripudio sfarzoso ma mai stucchevole o invadente. Le lunghe scalinate del palazzo reale, l’enorme salone da ballo, il cortile della casa di Cenerentola, il cocchio preso a prestito dalla rinomata zucca, i costumi luminosissimi, i trucchi e le acconciature elaborati singolarmente per ogni personaggio: tutto si riflette nell’immaginario collettivo riproponendosi di rendere una realtà visionaria ma al contempo significativamente comprensibile dal grande pubblico.

B-Roll

Di particolare nota è degna la difficile realizzazione della fantomatica scarpetta di cristallo, smarrita in modo memorabile dalla protagonista. E’ stata necessario l’aiuto della compagnia austriaca Swarovski, che ha accettato la sfida portando a compimento il piccolo miracolo in mesi e mesi di test e prove costume. Ispirata ad una scarpa originale del 1890 esposta al museo di Northampton incredibilmente minuscola e con ben dodici centimetri di tacco, la preziosa calzatura appare perfettamente ricavata da un singolo pezzo di cristallo. Otto copie in vero e fulgido materiale che tuttavia, poiché inservibili nel movimento, sono state utilizzate come oggetti di scena o come modelli da essere distrutti durante le riprese. Dunque, un film senza tempo, non revisionato ma reinterpretato secondo un unico interlocutore qual è il mondo moderno, che intratterrà e conquisterà adulti e bambini con quel suo collaudato mix di umorismo, romanticismo e avventura. Non ci resta che attenderne il riscontro e ricordarci intanto che una fiaba è una storia che non invecchia mai.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Backstage e Curiosità

Shazam! il regista David F. Sandberg svela il suo cameo nel film

Pubblicato

:

Shazam!

Shazam! è pieno di sorprese, alcuna delle quali davvero difficili – se non addirittura impossibile – da rilevare. Questo fine settimana il regista David F. Sandberg del film Shazam! ha condiviso sul suo account Instagram un personaggio. Si tratta del gigante vestito da Coccodrillo Men.

Abbiamo tutti un supereroe dentro di noi, ci vuole solo un po’ di magia per tirarlo fuori. Nel caso di Billy Batson (Angel), gridando una sola parola – SHAZAM! – questo ragazzino adottivo di 14 anni può trasformarsi nella versione adulta del supereroe Shazam (Levi), per gentile concessione di un antico mago. Il cuore di un bambino all’interno di un corpo muscoloso da adulto – Shazam si diverte in questa versione adulta di se stesso facendo ciò che qualsiasi adolescente farebbe con i superpoteri: divertirsi con loro! Può volare? Ha una visione a raggi X? Può sparargli un lampo? Può saltare il suo test di studi sociali? Shazam si propone di testare i limiti delle sue capacità con la gioiosa imprudenza di un bambino. Ma avrà bisogno di padroneggiare rapidamente questi poteri per combattere le forze mortali del male controllati dal Dr. Thaddeus Sivana.

shazam director

Il cast include Asher AngelAndi Mack ) nei panni di Billy Batson, Djimon HounsouGuardiani della Galassia ) nei panni di The Wizard, e Mark StrongKingsman ) nel ruolo di Super-Villain Dr. Thaddeus Sivana. Il film vede anche la partecipazione di Jack Dylan GrazerIT ) come il migliore amico di Billy e l’ultimo appassionato di supereroi, Freddy, parte della famiglia adottiva che include Mary, interpretata da Grace FultonAnnabelle: Creation ); Darla, interpretata da Faithe HermanThis Is Us ); Eugene, interpretato da Ian ChenFresh Off the Boat ); e Pedro, interpretato da Jovan ArmandHawaii Five-0 ). Cooper AndrewsThe Walking Dead ) e Marta Milans (Killer Women ) interpretano i genitori adottivi Victor e Rosa Vasquez.

Diretto da David F. Sandberg da una sceneggiatura di Henry Gayden e Darren LemkeShazam! è uscito nei cinema di tutto il mondo.

 

Continua a leggere

Backstage e Curiosità

Hellboy, tante featurette che ci portano dietro le quinte del film di Neil Marshall

Pubblicato

:

hellboy

In occasione dell’uscita del tanto atteso Hellboy, all’interno di questo articolo potrete trovare due nuove featurette incentrate sul lavoro effettuato nel backstage del film. Hellboy uscito giovedì 11 aprile, senza dubbio, è tra i titoli più attesi del 2019. Ora non vi rimane che cliccare play sulle clip ed entrare nel mondo del diavolo rosso più famoso del cinema. Nella prima featurette, David Harbour  e gli altri interpreti raccontano la vita sul set di Hellboy, attraverso esclusive immagini da dietro le quinte.


Nella seconda delle due nuove featurette, il disegnatore Mike Mignola, creatore di Hellboy e in questo nuovo capitolo cinematografico anche sceneggiatore, insieme all’attore David Harbour, che interpreta l’eroe demoniaco più famoso della storia del cinema, parlano di come il nuovo film di Neil Marshall si ispiri al numero  “La caccia selvaggia”. Hellboy diretto da Neil Marshall, regista rivelazione dell’horror The Descent – Discesa nelle tenebre, il film è sceneggiato dal disegnatore Mike Mignola, ideatore della saga dei fumetti di Hellboy, che proprio pochi giorni fa ha festeggiato 25 anni dalla pubblicazione del primo numero.

In questa nuova avventura, che si prospetta decisamente dark e molto fedele ai fumetti come dichiarato dallo stesso Mignola, Hellboy sarà impegnato in una missione a Londra per fronteggiare l’antico spirito di una strega malvagia tornato sulla Terra dal mondo dei morti. Nel cast del film anche la bellissima Milla Jovovich (la saga Resident Evil, Zoolander 2), Ian McShane (John Wick 1, 2), Sasha Lane (American Honey) e Daniel Dae Kim (The Divergent Series: Allegiant).

La sinossi ufficiale: Hellboy è tornato ed è più indemoniato che mai nel reboot della saga tratta dai fumetti cult di Mike Mignola. Il leggendario supereroe demoniaco, detective del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) che protegge la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano, è chiamato in Inghilterra per combattere tre giganti infuriati. Qui scoprirà le sue origini e dovrà vedersela con Nimue, la Regina di Sangue, un’antica strega resuscitata dal passato e assetata di vendetta contro l’umanità. Hellboy dovrà cercare di fermare Nimue con ogni mezzo, in un epico scontro per scongiurare la fine del mondo.

Continua a leggere

Backstage e Curiosità

Hellboy, una nuova featurette dedicata agli effetti speciali

Pubblicato

:

hellboy

Lionsgate  ha rilasciato una nuovissima featurette del film Hellboy, con interviste del cast tra cui David Habour e Milla Jovovich, nel quale parlano dell’uso incredibile degli effetti speciali creati dal truccatore premio Oscar Joel Harlow.

L’ attore di The Stranger Things che interpreta il ruolo del protagonista verrà affiancato da Ian McShane ( Deadwood, American Gods ) il quale vestirà i panni del padre adottivo di Hellboy, il professor Trevor Bruttenholm (alias Professor Broom), Milla JovovichThe Fifth Element, il franchise di Resident Evil  ) il cattivo Nimue aka Blood Queen, Sasha Lane ( American Honey ) interpreterà Alice Monaghan, Penelope MitchellHemlock Grove ) interpreterà la vecchia strega Ganeida, e Daniel Dae KimHawaii Five-0 ,  LOST ) interpreterà il maggiore Ben Daimio.

Quando gli è stato chiesto del personaggio, Harbour ha detto quanto segue:  “Ha un cuore che è molto buono e con molte di queste cose incrostate. Quello con cui ha a che fare Hellboy è molto diverso, più grande in un certo senso. È molto shakespeariano. Ci sono demoni e streghe e cose del genere. Ma ha un nucleo simile a un tizio che è intrappolato in circostanze orribili che sta solo cercando di essere un bravo ragazzo. “

Neil Marshall The Descent, Game of Thrones ) è stato diretto secondo la sceneggiatura di Andrew CosbyEureka ), Christopher Golden e il creatore del personaggio, Mike MignolaLarry Gordon e Lloyd Levin hanno prodotto il film insieme a Mike Richardson della Dark Horse Entertainment.

Hellboy  si scatenerà nei cinema il 12 aprile.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Luglio, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Agosto

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X