E’ una vera e propria bufera quella che ha travolto Kevin Spacey, che è stato nuovamente accusato di violenza sessuale: in particolare, l’attore sarebbe coinvolto in altri tre casi, dopo i tre già emersi, che andrebbero dal 1996 al 2013, come rivelato dal sito scandalistico TMZ. A puntare il dito contro Spacey sono stati tutti giovani attori, che hanno affermato di essere stati abusati sessualmente dal volto noto di Hollywood.

Kevin Spacey nella bufera, parla la “Claire” di House of Cards

spacey

La ‘bomba’ era scoppiata un anno fa, quando Anthony Rapp decise di denunciare l’attore per le molestie sessuali subite quando aveva soltanto 14 anni. Kevin Spacey riuscì a ‘divincolarsi’ dalle accuse annunciando pubblicamente il proprio coming out, ma da quel momento in poi si sono susseguite altre denunce, per un totale di 5 casi.

Una situazione davvero molto pesante, tanto da spingere la produzione della fortunatissima serie “House of Cards” ad allontanare Kevin Spacey, che interpretava il ruolo del presidente Frank Underwood. Per la prima volta da quando è esploso il caso ha parlato Robin Wright, che nella serie interpreta Claire Underwood, ovvero la moglie del presidente Underwood.

House of Cards, Claire Underwood sarà presidente

Intervistata dalla NBC durante il programma “Today“, la Wright ha detto di conoscere soltanto l’artista, e non l’uomo. “Eravamo colleghi, non siamo mai usciti insieme fuori dal lavoro. Sul set è sempre stata una relazione rispettosa, con me è stato sempre corretto, questa è la mia esperienza personale ed è tutto quello che mi sento di dire – ha affermato Robin Wright – Kevin e io ci siamo conosciuti tra un ciak e l’altro ma non posso dire di conoscere l’uomo, conosco l’incredibile artista che é“.

I produttori di “House of Cards” hanno deciso di proseguire con la serie e di affidare la presidenza proprio a Claire Underwood. Resta ancora da capire come sarà l’uscita di scena di Frank.