Connect with us

Serie tv

The Walking Dead | Il nuovo spin-off in onda dal 10 aprile

Published

on

Il nuovo spin-off di The Walking Dead, World Beyond, inizia il 10 aprile su AMC, con il primo di dieci episodi. La serie si comporrà di due sole stagioni.

Sono in arrivo alcune interessanti news circa l’atteso spin-off The Walking Dead: World Beyond – il secondo dopo la serie Fear the Walking Dead, a cui dovrebbe aggiungersene anche un terzo sulla figura di Rick Grimes.

Leggi anche: Better Call Saul | rinnovata ufficialmente la sesta ed ultima stagione

The Walking Dead: World Beyond, la trama

Dalle ultime indiscrezioni, la storia prende avvio con la prima generazione di persone cresciute in una civiltà sopravvissuta all’universo post apocalittico popolato di zombie. Due sorelle sono le protagoniste, accompagnate da due amici, con i quali decidono di abbandonare la loro “comfort zone” e affrontare i pericoli noti o meno, che possono celarsi ovunque, dietro ogni angolo, al fine di portare a termine un’importante ricerca.

Da una parte inseguiti da chi vorrebbe proteggerli, dall’altra da chi vorrebbe invece ferirli, i giovani saranno protagonisti di un vero e proprio viaggio di (tras)formazione, di crescita, sullo sfondo di un mondo che più suggestivo non si potrebbe.

Leggi anche: Karen Gillan vorrebbe dirigere e interpretare Batgirl

The Walking Dead: World Beyond, in onda il 10 aprile su AMC

Il primo (di dieci) episodio della serie – che si comporrà di due sole stagioni – è atteso su AMC il 10 aprile, lo stesso giorno del gran finale di The Walking Dead, franchise tratto dal fumetto di Robert Kirkman.
Julia Ormond, Nico Tortorella e Natalie Gold nel cast.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Saved by the Bell | il sequel della serie Bayside School nel primo trailer

Published

on

saved by the bell newscinema compressed

Peacock ha pubblicato il trailer completo della loro prossima serie revival Saved by the Bell , mostrando il grande ritorno dell’amato Mark-Paul Gosselaar e Tiffani Thiessen nei panni di Zack e Kelly. La serie sarà disponibile in streaming da mercoledì 25 novembre. Guardate il video nella parte alta dell’articolo!

La sinossi di Saved by the Bell

La popolarità del governatore della California Zack Morris viene messa a dura prova dopo aver deciso di chiudere troppe scuole superiori a basso reddito. Per questo motivo, propone di inviare gli studenti colpiti da questa decisione, nelle scuole più performanti dello stato, inclusa la Bayside High. L’afflusso di nuovi studenti offre ai ragazzi troppo privilegiati di Bayside una dose di realtà tanto necessaria ed esilarante in questa commedia ispirata alla classica sitcom omonima della fine anni ’80, primi anni ’90.

Leggi anche: Melrose Place diventa un film che svela i segreti della serie tv anni ’90

saved by the bell2 newscinema compressed

Leggi anche: Supercar | James Wan a lavoro sul film ispirato alla serie tv anni ’80

Il cast del revival

Il revival vedrà il ritorno dei membri del cast originale Elizabeth Berkley ( Showgirls ), Mario Lopez ( The X Factor ), Mark-Paul Gosselaar (Mixed-ish) e Tiffani Thiessen che riprenderanno i loro ruoli iconici rispettivamente di Jessie, Slater, Zack e Kelly. È giusto specificare che Gosselaar e Thiessen saranno presenti solo in pochi episodi. Insieme a loro ci sarà un cast molto giovane composto da Dexter Darden, Josie Totah, Haskiri Velazquez, Mitchell Hoog, Alycia Pascual-Pena e Belmont Cameli.

Il nuovo Saved by the Bell sarà prodotto e scritto dalla scrittrice e produttrice 30 Rock vincitrice di un Emmy Tracey Wigfield. Peter Engel e Franco Bario sono anche produttori esecutivi. La serie è prodotta da Universal Television per Peacock.

Continue Reading

Netflix

Assassin’s Creed | una serie tv in arrivo su Netflix (e non solo)

Published

on

greyhound srgb v120201022 3856 1d2pfm4.0

A sorpresa, Netflix ha annunciato una serie TV live-action su Assassin’s Creed, uno dei brand di videogiochi più famosi e acclamati di sempre. La notizia è il frutto di una partnership con Ubisoft che prevede la creazione anche di altri progetti e non soltanto di uno show televisivo con attori in carne ed ossa.

Assassin’s Creed su Netflix

L’esistenza di un progetto televisivo legato alla saga degli incappucciati era nell’aria da anni. I piani del colosso dello streaming in collaborazione con Ubisoft, comunque, vanno oltre la realizzazione di una semplice serie TV live-action. Dai canali internazionali abbiamo infatti appreso che che Ubisoft Television punta a creare un vero e proprio universo televisivo tutto dedicato alle avventure della Confraternita: lo show con attori in carne ed ossa sarà soltanto la punta di diamante di un franchise in espansione. Sono previsti anche una serie animata alla “occidentale” e, stando alle dichiarazioni di Deadline, persino un anime di Assassin’s Creed, realizzato quindi in Giappone. 

L’annuncio a sorpresa

La prima serie in sviluppo sarà un epico adattamento live-action che incrocerà diversi generi, prodotta da Jason Altman e Danielle Kreinik di Ubisoft Film & Television: attualmente, il team è alla ricerca di uno showrunner. “Siamo entusiasti di collaborare con Ubisoft e dare vita ad una serie di Assassin’s Creed”, ha affermato Peter Friedlander, VP Original Series per Netflix. “Per i suoi mondi storici mozzafiato e per l’enorme attrattiva globale in qualità di uno dei franchise di videogiochi più venduti di tutti i tempi, ci impegniamo a creare con cura un tipo intrattenimento epico ed emozionante basato su questa IP e di fornire un’immersione più profonda per i fan e i nostri abbonati in tutto il mondo”.

Continue Reading

Serie tv

The Boys | Cinque cose che (forse) non sapete su Hughie

Published

on

jack quaid

The Boys è rapidamente diventata una delle serie più apprezzate tra quelle in circolazione, tanto da incrementare sensibilmente il numero di persone che si sono iscritte al servizio di Amazon Prime Video solo per poterla seguire. Con la seconda stagione che sta per concludersi, già in molti non vedono l’ora di scoprire cosa attende i ragazzi nel prossimo capitolo della loro avventura.

Un membro del team che ha avuto un arco narrativo piuttosto interessante nel corso della serie è sicuramente Hughie, un personaggio umile ed introverso che rappresenta il centro morale della serie. Ecco cinque dettagli che forse non avete notato sul personaggio.

I genitori 

Nella serie Hughie vive con suo padre. La madre, invece, non viene mai menzionata. Un dettaglio completamente diverso rispetto a quanto raccontato nel fumetto originale, dove i genitori di Hughie sono felicemente sposati e vivono in Scozia. A proposito: Hughie è scozzese nei fumetti, mentre è americano nello show.

Fan dei supereroi?

La serie presenta Hughie come una persona ordinaria e figlia di mille cliché. Ha un lavoro insignificante, ama i supereroi e la musica rock, è innamorato della sua ragazza. Tuttavia, nei fumetti, Hughie non è affatto un fan dei supereroi. Anzi, non è nemmeno del tutto consapevole della loro esistenza, almeno finché uno di loro non uccide la sua ragazza nel modo più brutale possibile.

the boys jack quaid hughie 1088802 1280x0 1

La musica rock 

Un elemento che è rappresentato in maniera abbastanza insistente nella serie è l’amore senza limiti di Hughie per qualsiasi cosa che sia lontanamente correlata con il rock’n’roll. Dichiara apertamente il suo amore per artisti come Van Halen e Billy Joel e sfoggia magliette dei Nirvana, degli AC/DC e dei Fleetwood Mac. L’amore di Hughie per la musica rock è così intenso che Eric Kripke, il creatore di The Boys, era arrivato persino a proporre l’idea di un nuovo videoclip per You’re Only Human (Second Wind) di Billy Joel, ma con Hughie nel ruolo principale. Tuttavia, a causa delle ristrettezze di budget, l’idea è rimasta tale.

Gli Hunger Games

Jack Quaid interpreta il ruolo di Hughie in The Boys e così il ruolo di Marvel nel primo film della serie Hunger Games. Quindi, quando si confronta comicamente con “quella ragazza” di Hunger Games, viene fatto esplicitamente riferimento al personaggio precedentemente interpretato dall’attore. Un tocco metacinematografico forse passato inosservato. 

tomer capon as frenchie jack quaid as hughie and laz alonso as mothers milk mm in the boys

Il punto di vista del pubblico

Molto spesso le serie fanno ricorso ad uno stratagemma narrativo vecchio come il cucco: introdurre un personaggio come nuovo arrivato, che non ha familiarità con l’ambiente circostante, in maniera tale da potergli spiegare tutto e, attraverso lui, spiegare al pubblico ciò che c’è da capire del contesto. Hughie quindi rappresenta il punto di vista del pubblico su ciò che sta accadendo e quasi sempre il pubblico ha lo stesso livello di conoscenza di Hughie sui fatti che avvengono nella serie. 

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari