Connect with us

Cinema

Venezia 76, Pietro Marcello presenta il suo Martin Eden: “Un eroe negativo vittima del successo”

Published

on

“Adattare per il grande schermo un romanzo come il capolavoro di Jack London era sicuramente un azzardo. Ma noi non pensavamo alla sfida, pensavamo a fare un buon film. Abbiamo quindi scelto di traslare la storia a Napoli perché è una città di mare, ma anche un vero e proprio laboratorio all’aperto, una città tollerante”. Con queste parole Pietro Marcello ha presentato in conferenza stampa a Venezia 76 il suo adattamento cinematografico di Martin Eden. Una versione, come spiegato dallo stesso Marcello, “di stampo non anglosassone”, aderente ad una visione del ‘900 che è quella europea. Ed europei sono anche i riferimenti cinematografici di Marcello. “Martin Eden, come diceva anche Jack London, è un eroe negativo. Ci sono migliaia di Martin Eden nel mondo e c’è un po’ di Martin Eden in ciascuno di noi”.

Nel suo film Marcello utilizza delle immagini di repertorio tratte dai suoi precedenti lavori (La bocca del Lupo, Il Passaggio della linea) e altre recuperate da archivi storici, tra cui alcune vecchie testimonianze video di Errico Malatesta, tra i principali teorici del movimento anarchico in Italia e amico personale di Michail Bakunin. Malatesta non solo sintetizza i sommovimenti politici degli inizi del ‘900, ma diviene un alter ego dello stesso Eden. “Amo lavorare con gli archivi perché con le immagini di archivio è possibile creare un contrappunto alla narrazione”, ha spiegato Marcello. “Ci sono immagini dei miei film precedenti perché considero Martin Eden l’evoluzione della mia esperienza da regista. Non ho mai avuto grandi strumenti per fare cinema e non rinnego quegli anni, anzi, non mi dispiacerebbe tornare a fare piccoli documentari sui francobolli”.

A dare corpo e voce al personaggio creato da London c’è Luca Marinelli. “Se togliamo la politica dalla storia raccontata, rimane un sentimento di fondo fortissimo che ci ha condotto dall’inizio alla fine della lavorazione. Ed è un sentimento che non riesco ad esprimere a parole ma che spero di aver comunicato nel film”, ha dichiarato l’attore. “Ciò che collega tutti i personaggi che ho interpretato è il fatto che ci sia io ad interpretarli. Per me il filo rosso è sempre lo stesso, cerco progetti in grado di sconvolgermi con le emozioni”. Marinelli ha quindi raccontato in conferenza un problema che hanno dovuto affrontare durante le riprese, quando si è ritrovato insieme al regista a dover prendere la decisione se girare o meno una scena all’aperto con una imminente tempesta in arrivo. “Dovevamo girare la scena del ritorno di Martin, che è il momento in cui lui si trova nei campi, quando ormai la nave della sua vita sta affondando e si accorge che quello che aveva lasciato non esiste più. Quel giorno c’erano tuoni e fulmini fortissimi. Io e Pietro ci siamo guardati e ci siamo detti: abbiamo dieci minuti di tempo, facciamo la scena”.

Ma come afferma lo stesso Marcello, spesso “i film sono frutto di cialtronaggine e il ruolo del regista deve essere quello di far sembrare il tutto meno cialtrone”. Per questo, dopo mesi a cercare una lavanderia dove poter girare le scene di Martin Eden al lavoro, descritte con minuzia di particolari da London nel suo romanzo, hanno deciso di gettare la spugna e di accettare di girare nella prima location disponibile, ovvero quello di una fonderia. “Ci siamo divertiti molto a fare questo film”, ha concluso Marcello. “Abbiamo cominciato da una sceneggiatura di 300 cartelle, che poi è stata ridotta. I dialoghi venivano trasformati sul set. Ogni cambiamento veniva fatto al servizio del film e alla sua evoluzione. Non c’è una scienza esatta nella scrittura per il cinema. La sceneggiatura è un’opera incompleta, ma il cinema è sempre e comunque trasposizione”.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Il Giorno della Memoria: 10 film da vedere, ma non i soliti

Published

on

Oggi è il Giorno della Memoria e, per l’occasione, vogliamo consigliarvi 10 film da vedere, tralasciando i soliti titoli che vengono fuori in questo giorno. La Vita è Bella o Schlinder’s List sicuramente sono dei capolavori indiscussi, però ci sono altri film degni di nota che vale la pena recuperare.

Abbiamo selezionato film di vario genere, dalla commedia al dramma, dall’animazione al film musicale. Nel video qui sotto potete scoprire i film che abbiamo scelto che raccontano il periodo della Seconda Guerra Mondiale, dell’olocausto, degli ebrei, della shoah e di una pagina di storia terribile che è bene ricordare ogni anno.

Se vi è piaciuto il video non dimenticate di iscrivervi al nostro canale YouTube Madrog Cinema cliccando qui.

Continue Reading

Backstage e Curiosità

Uncharted: un video delle scene di stunt più spettacolari del film

Published

on

Il 17 Febbraio arriva al cinema Uncharted, il film ispirato all’omonimo videogioco diretto da Ruben Fleischer con Tom Holland. Qui sotto potete gustarvi un video speciale che porta dietro le quinte del film con intervista a Tom Holland e immagini delle scene di stunt più spettacolari realizzate durante le riprese.

Uncharted, la sinossi del film

Basato su una delle serie di videogiochi più vendute e acclamate dalla critica, Uncharted presenta al pubblico il giovane e furbo Nathan Drake (Tom Holland) nella sua prima avventura alla ricerca del tesoro con l’arguto partner Victor “Sully” Sullivan (Mark Wahlberg). In un’epica avventura piena di azione che attraversa il mondo intero, i due protagonisti partono alla pericolosa ricerca del “più grande tesoro mai trovato”, inseguendo indizi che potrebbero condurli al fratello di Nathan, scomparso da tempo.

Iscriviti al nostro canale YouTube cliccando qui: MadRog Cinema

Continue Reading

Cinema

Bob’s Burgers – Il film: Il primo trailer italiano è arrivato!

Published

on

Bob’s Burgers – Il Film, la nuova avventura d’animazione comedy per il grande schermo, basata sull’omonima sitcom animata per la TV pluripremiata agli Emmy® e agli Annie® Award, arriverà il 25 maggio nelle sale italiane.

Bob’s Burgers – Il Film è diretto da Bernard Derriman e co-diretto da Loren Bouchard. La sceneggiatura è firmata da Loren Bouchard e Nora Smith. Il film è prodotto da Loren Bouchard, Nora Smith e Janelle Momary.

Bob’s Burgers: la sinossi ufficiale

La storia ha inizio quando una conduttura dell’acqua rotta crea un’enorme voragine proprio di fronte a Bob’s Burgers, bloccando l’ingresso per un tempo indefinito e rovinando i piani dei Belcher per l’estate.

Mentre Bob e Linda faticano per tenere a galla l’attività, i ragazzi cercano di risolvere un mistero che potrebbe salvare il ristorante di famiglia. Quando i pericoli aumentano, i Belcher si aiutano a vicenda per trovare la speranza e lottano per tornare al loro posto dietro al bancone.

Iscriviti al nostro canale youtube: MadRog Cinema

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari