Connettiti a NewsCinema!
venom venom

CineComics

Venom, la recensione del film Marvel con un folle e irresistibile Tom Hardy

Pubblicato

:

Eddie Brock è un giornalista di inchiesta che vive e lavora a San Francisco. Testardo, curioso e determinato si ribella al sistema, portando avanti le sue idee e un modo di lavorare alquanto istintivo, non preoccupandosi delle conseguenze. Quando inizia a indagare sullo scandalo che coinvolge la Life Foundation, guidata da un imprenditore egocentrico e senza scrupoli, un’intervista troppo invadente gli rovina la vita, privandolo della fidanzata Anne e del suo futuro. La sua rivincita arriva però grazie a un contatto imprevisto con un’entità aliena, conosciuta come “simbionte”, che prende il controllo del suo corpo, donandogli dei superpoteri.

Ruben Fleischer, regista di Benvenuti a Zombieland e Gangster Squad, dirige Venom, il nuovo film Marvel al cinema dal 4 Ottobre, dedicato al personaggio noto come la nemesi di Spider-man. Qualcuno ricorderà Topher Grace alle prese con questo parassita alieno in Spider-man 3, ma in questa nuova versione cinematografica è Tom Hardy l’intrigante e folle protagonista. La sceneggiatura scritta da Jeff Pinkner & Scott Rosenberg e Kelly Marcel si concentra proprio su di lui, rendendolo il punto di forza di un film che rispetta le tradizionali regole di un prodotto Marvel, regalando tuttavia alcune idee originali. Fin dalle prime scene, infatti, si avverte una dimensione fortemente dark in cui prende forma un horror thriller inquietante e coraggioso. Ma parliamo pur sempre di un film Marvel, destinato in gran parte a un pubblico giovane, quindi viene chiamata in causa l’ironia per sdrammatizzare alcuni momenti troppo forti dal punto di vista visivo e contenutistico, per far tornare il film sui binari del mainstream.

Tom Hardy in una scena di Venom

Venom non è Alien o Predator, nonostante espliciti riferimenti. E non deve esserlo. Nato sulle pagine dei fumetti intorno alla fine degli anni 80, Venom non è una creatura nata dalla mente di Stephen King o di maestri horror come George A. Romero e John Carpenter, pertanto il mix di avventura, azione e romanticismo che ha scelto di proporre Fleischer funziona e offre due ore di puro intrattenimento. Tom Hardy si trova perfettamente a suo agio nei panni di un protagonista schizofrenico che deve gestire più personalità. Vittima di un animato confronto alla Dr. Jekyll e Mr. Hyde, il personaggio di Eddie Brock è testimone di un film che combina un curioso appuntamento tra psicologia e fantascienza, lasciando ampio spazio all’adrenalina di inseguimenti acrobatici realizzati con un montaggio serrato e scontri corpo a corpo creativi, violenti e in continuo movimento per la città.

Tuttavia, tra le caratteristiche discutibili di Venom c’è Michelle Williams che sembra un’intrusa nel cast, presentando il suo personaggio con distacco e confermando la scelta sbagliata della Marvel di averla coinvolta in un progetto di questo tipo. Ma anche Riz Ahmed, nei panni del villain principale, non dimostra degnamente l’indole negativa e la personalità corrotta propria di un antagonista, contrapposto ad una presenza come Hardy.

I fumetti originali in cui Venom è presente restano sullo sfondo, ma la rivisitazione di Fleischer sceglie l’infedeltà alla pagina scritta per proporre un blockbuster spassoso che tiene incollati allo schermo. La sopravvivenza della razza umana, l’esaurimento delle risorse del pianeta, sicuramente non fanno parte di una trama originale, soprattutto quando si parla di un film di supereroi. Ma, come il resto dei film Marvel, l’importante è lo stile con cui si propone una storia già sentita. Venom ha dei difetti ed è lontano dalla perfezione, ma non è da condannare come vintage, scontato e arrugginito, poichè ha una sua identità suggestiva e graffiante che lascia il segno.

Venom, la recensione del film Marvel con un folle e irresistibile Tom Hardy
3.4 Punteggio
Pro
Scene d'azione mozzafiato, Tom Hardy in parte, Atmosfera dark
Contro
Trama poco originale, Michelle Williams fuori parte, villain poco incisivo
Riepilogo Recensione
Venom è un film di puro intrattenimento, che rispetta le regole Marvel ma stupisce per una dimensione dark e horror che coinvolge lo spettatore fin dall'inizio. Tom Hardy perfettamente in parte, mentre Michelle Williams come sua compagna e Riz Ahmed come villain risultano deboli.
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CineComics

Hellboy: un reboot action, dark e caotico

Pubblicato

:

hellboy

Quindici anni dopo il primo film diretto da Guillermo Del Toro, arriva al cinema il reboot di Hellboy con una nuova avventura del supereroe demoniaco nato sulle pagine dei fumetti di Mike Mignola. David Harbour, star della serie tv Stranger Things è stato scelto per vestire i panni dell’imponente protagonista, detective del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) che cerca di proteggere la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano. Dal Messico viene chiamato in Inghilterra dove deve vedersela con tre giganti infuriati, prima di affrontare la terribile Nimue, la Regina di Sangue interpretata da Milla Jovovich, un’antica strega che torna da un lontano passato assetata di vendetta. Così assistiamo a uno scontro epico tra realtà e magia, per la regia di Neil Marshall.

hellboy 2019

Hellboy di Neil Marshall

Hellboy, scritto dallo stesso Mignola con la collaborazione di Andrew Cosby, fin dalle prime scene si conferma un film decisamente dark e ricco di azione. Il regista che ha diretto alcuni episodi di Game of Thrones, Westworld e il film The Descent – Discesa nelle tenebre, punta molto sulla componente splatter di questo horror action fantasy che cerca di portare sul grande schermo la natura originale del fumetto che ha da poco festeggiato i suoi 25 anni. Teste mozzate, corpi disintegrati e fiumi di sangue invadono spesso l’inquadratura, insieme a una varietà di mostri inquietanti e terrificanti che ricordano le creature minacciose e deformate di Silent Hill. Chiaro fin da subito che questo nuovo Hellboy è pensato per un pubblico adulto con uno stile di narrazione audace, esplicito e viscerale. Segue la linea suggerita dai fumetti, quindi i fan più affezionati di questo personaggio potrebbero apprezzare. In particolare i produttori hanno scelto, insieme a Mignola, di adattare il Volume 9 Hellboy: La Caccia Selvaggia del 2010 che include i numeri 37 e 44 della serie a fumetti.

hellboy milla jovovich

Milla Jovovich in una scena di Hellboy

David Harbour, alto due metri e con uno sguardo che cattura, è perfetto nei panni del “muchaco dell’Infierno” che mostra un look solo in parte simile al film del 1994. Infatti se a un primo sguardo Hellboy può sembrare lo stesso, in questo film presenta alcune diverse caratteristiche fisiche rispetto alla versione precedente, come i capelli lunghi e sciolti, peli sulle braccia, sul petto e sulla schiena, e gli infernali zoccoli. Un personaggio più disturbante e trasandato rispetto a quello interpretato da Ron Perlman e quindi meno simpatico. Le sue gesta sono accompagnate da una colonna sonora puramente rock, ma le acrobatiche scene di combattimento trovano spazio anche per una discreta dose di humour nero, come i numerosi tentativi di Hellboy di usare il touch screen dello smartphone distruggendo ogni volta il display visto le sue dita non proprio canoniche.

Al fianco di Harbour sono presenti alcune personalità carismatiche nel cast come Milla Jovovich nei panni della villan principale che si trova perfettamente a suo agio tra i morti viventi e i mostri, visto i suoi trascorsi nella saga Resident Evil; poi la giovane Sasha Lange che interpreta Alice Monaghan e Daniel Dee Kim, volto noto ai fan della serie tv Lost, che veste i panni di Daimio, capitano del BPRD ed ex soldato con un grande segreto. Infine l’energico e divertente Ian McShane come il padre di Hellboy che in più di un’occasione permette di evidenziare l’umanità di questo eroe controverso e in costante conflitto con il suo aspetto.

 

Il film è un blockbuster coatto di puro intrattenimento che trascina in un vortice di adrenalina e violenza, però confonde lo spettatore per i numerosi intrecci della trama. I produttori hanno infatti dichiarato di “volere riunire i pezzi di tante storie, adattandole nel migliore dei modi” ma, vedendo il risultato finale, è proprio questo il punto debole del film. Si passa dalla leggenda di Re Artù a una guerra tra luce e tenebre che ricorda Buffy – L’Ammazzavampiri, riducendo il tutto a un cinecomic dall’anima horror con i colori pop del fumetto e una messa in scena da videogioco. Il regista ostenta un forte senso del passato con ambientazioni e immagini contemporanee, ma i personaggi realizzati con la CGI sembrano appartenere a un cinema stantio, penalizzando l’autenticità e il realismo di una storia che, seppur fantastica, vuole trarre beneficio dal suo confronto con la realtà. Dopo la visione potreste avere bisogno di una camomilla o di un’aspirina, ma se affrontate questo film come un giro sulle montagne russe potreste divertirvi all’insegna di quell’irresistibile aspetto epico del trash.

Hellboy: un reboot action, dark e caotico
2.8 Punteggio
Pro
Azione, Humour, Colonna Sonora
Contro
Effetti speciali, Mostri, Confusione
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Consigliati dalla redazione

Continua a leggere

CineComics

Romics 2019: una nerd experience tra supereroi, serial killer e gadget irresistibili (video)

Pubblicato

:

romics 2019

Dal 4 al 7 Aprile 2019 si è svolta alla Nuova fiera di Roma la 25° edizione di Primavera del Romics, il Festival internazionale dedicato ai fumetti, all’animazione e ai videogames. Tantissimi cosplayer hanno raggiunto la Capitale da tutto il mondo per vivere la magia e il divertimento di questo evento dall’anima nerd, ma dedicato a un pubblico di tutte le età. Una grande festa colorata per gli appassionati di una forma d’arte che coinvolge contemporaneamente cinema, serie tv, computer e carta stampata, ma anche artigianato e creatività di alto livello.

I vari padiglioni del Romics 2019 hanno offerto soluzioni di intrattenimento, proiezioni, concerti, interessanti panel e tanti shop per acquistare gadget fantastici e originali per tornare a casa con un piccolo grande bottino di ricchezze personalizzate. Nel video qui nel player qui sopra la nostra redattrice Letizia Rogolino ci racconta la sua esperienza al Romics 2019 tra incontri unici, simpatici imprevisti e tanto divertimento. Per sfogliare la gallery con tutte le foto basta cliccare qui.

Continua a leggere

CineComics

Romics 2019: sfoglia la gallery con tutte le foto più belle e curiose

Pubblicato

:

romics 2019

Dal 4 al 7 Aprile 2019 la Nuova Fiera di Roma ospita la 25° edizione del ROMICS, il Festival Internazionale del Fumetto, dell’Animazione e dei Games. Come ogni anno molti cosplay provenienti da tutto il mondo animano le varie giornate dell’evento. Passeggiando per la lunga via principale che permette l’ingresso ai vari padiglioni della fiera si incontrano supereroi, personaggi del cinema horror, manga e anime in carne e ossa che non vedono l’ora di farsi selfie e scambiare quattro chiacchiere con gli altri visitatori.

Il Romics infatti è un’occasione di festa per divertirsi con altri appassionati dei fumetti e di tutto quel mondo ludico e dichiaratamente nerd che in fondo tutti amano, chi più chi meno. Noi di NewsCinema siamo andati a curiosare sul posto per vivere in diretta la magia del Romics. Intanto di seguito potete gustarvi la nostra galleria con le foto più belle e curiose che abbiamo scattato per catturare l’essenza di questo evento in cui si respira molta energia e divertimento.

Joker - Heath Ledger
« 1 di 41 »

Photo Credits:  Maria Laura Moraci

E qui sotto il nostro video racconto.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Aprile, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Maggio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X