Vittorio Sgarbi attacca George Clooney. Il critico d’arte, famoso per le sue uscite molto “vulcaniche”, se l’è presa con la star di Hollywood, reo secondo Sgarbi di aver avallato un comportamento deplorevole durante le riprese di una serie tv.

Vittorio Sgarbi se la prende con George Clooney

sgarbi clooney

Sgarbi, che attualmente ricopre il ruolo di sindaco di Sutri, comune italiano di circa 6600 abitanti in provincia di Viterbo, non ha proprio mandato giù quanto accaduto durante le riprese della serie “Catch 22“, che si sono svolte proprio nella cittadina laziale. Il critico d’arte e sindaco di Sutri ha già fatto sapere di aver inoltrato una protesta formale alla produzione del film.

L’iniziale nostra soddisfazione per la promozione della città – dichiara Sgarbi si è però mutata in disappunto per gli effetti negativi determinati dalla insufficiente garanzia per la tutela della città e dei cittadini. Infatti, in attesa degli effetti benefici, si è registrata, a fronte di un modesto contributo al Comune di appena cinquemila euro, una manomissione del paese talvolta impertinente, talvolta prepotente“.

“Da chi ama l’Italia ci si aspetta una maggiore cura”

Vittorio Sgarbi è poi sceso nei particolari, rivelando che “lo strato di terra collocato per ricoprire i selciati e restituire l’aspetto originario di terra battuta è stato rimosso lentamente, senza particolare cura, facendo sollevare polveri fastidiose, costringendo così i cittadini a ripulire“.  Per questo, il sindaco di Sutri si è rivolto direttamente a George Clooney, lanciandogli contro un’accusa non da poco: “Credo che un uomo che ama l’Italia come George Clooney avrebbe dovuto mostrare maggior cura e delicatezza“.

Al momento, l’attore americano non ha replicato all’invettiva di Sgarbi. Non è un periodo idilliaco nel rapporto tra Clooney e l’Italia: solo un paio di settimane fa la star di Hollywood ha avuto un brutto incidente in Sardegna mentre si trovava a bordo di uno scooter. L’attore ha riportato una contusione di ginocchio e venti giorni di prognosi.