A volte una sola scena può far cambiare completamente il nostro giudizio su di un film, sia in maniera positiva che negativa. Nel corso degli anni siamo stati abituati alle sequenze più assurde e strampalate, spesso inserite totalmente fuori dal contesto della pellicola. Abbiamo quindi raccolto alcune delle scene più strambe e fuori luogo della storia recente del grande schermo, in grado di compromettere drasticamente la riuscita del film di cui facevano parte.

Spider-Man 3 – Peter Parker ballerino

Nonostante siano molte le cose che non vanno nel capitolo conclusivo della trilogia diretta da Sam Raimi sul personaggio di Spider-Man, la scena di ballo con protagonista Peter Parker è sicuramente uno dei momenti più assurdi e fuori contesto di tutta la pellicola. Le mosse di Tobey Maguire rendono la sequenza più simile ad un brutto sketch demenziale del Saturday Night Live piuttosto che ad una scena adatta ad un film di supereroi.

Die Hard: Vivere o morire – McClane vs. jet militare

La saga di Die Hard non è certamente nota per il realismo delle sue sequenze di azione, ma la scena in cui McClane attacca a mani nude un jet da combattimento durante il quarto capitolo della serie le batte davvero tutte. Nonostante siamo lontani dal livello dei primi capitoli, Vivere o morire è un film comunque divertente e godibile, nonostante la totale assurdità di alcune trovate.

James Bond: La morte può attendere – 007 versione surfista

Armato solo di paracadute e di un pezzo di aereo ormai distrutto, James Bond cavalca una enorme onda realizzata con una computer grafica talmente scadente da far impallidire la più brutta cut-scene di un qualsiasi videogioco per PS2. Considerato da molti il colpo di grazia per Pierce Brosnan, La morte può attendere ha segnato la fine di una lunga era. Ci sono voluti ben quattro anni per immaginare nuovamente da zero il personaggio di 007.

Star Wars: Episodio III – L’urlo di Darth Vader

Il “NOOOOOO” di Darth Vader in Star Wars: Episodio III è ormai diventato un classico. Dopo aver appreso della morte di sua moglie e del suo bambino mai nato, Vader si lascia andare ad un urlo di disperazione grottesco quanto ridicolo. Nonostante abbia quasi distrutto la credibilità di uno dei villain più iconici della storia del cinema, La vendetta dei Sith rimane comunque di gran lunga il miglior capitolo della trilogia prequel di Star Wars.

Jurassic Park: Il mondo perduto – Velociraptor e acrobati

Impossibile non perdere totalmente la fiducia in Jurassic Park: Il mondo perduto dopo aver visto la scena in cui Kelly Malcolm, atletica figlia del Dr. Ian Malcolm, sconfigge un velociraptor a suon di parkour e acrobazie alla sbarra degne di un ginnasta olimpionco. Ma di certo la credibilità delle situazioni non è uno dei punti di forza in un film basato sul riportare in vita dei dinosauri.

Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo – Il frigorifero

Nonostante sia spiacevole infierire sul disastroso Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo del 2008, la famosa scena del frigorifero rimane uno dei momenti più assurdi mai visti sul grande schermo. Persino in una pellicola che ci chiede di credere all’esistenza di alieni non avremmo mai pensato di dover accettare una scena del genere, in cui il buon vecchio Indy si ripara da una esplosione nucleare utilizzando un frigorifero come scudo.

Remember Me – Sorpresa, è l’11 settembre

Il finale di un film è forse la parte più importante di un prodotto cinematografico. Una sola scena può salvare un film che nel complesso non ci era piaciuto o distruggere una pellicola che fino a quel momento ci aveva esaltato. La sequenza conclusiva di Remember me, quindi, in cui Robert Pattinson muore in seguito all’attacco terroristico dell’11 settembre, ha lasciato tutti di sasso per la sua assoluta inutilità.