Nostalgia dei naufraghi di Lost? J. J. Abrams, il creatore di Alias, Fringe e Lost torna dopo il successo cinematografico di Super 8 al suo primo amore, le serie televisive, con l’imminente Alcatraz. Interpretato tra gli altri dall’ex Hugo di Lost Jorge Garcia, il telefilm racconta le indagini della detective Rebecca Madsen (Sarah Jones), alle prese con l’ex detenuto di Alcatraz Sylvane, dato per morto e misteriosamente riapparso a seminare terrore dopo decenni. Ma Sylvane sarà solo l’inizio di un mistero ben più grande: altri terribili prigionieri di Alcatraz torneranno dal passato, più cattivi e agguerriti che mai. Dopo il sorprendente esordio americano dei primi due episodi, tramessi questo 16 gennaio, Alcatraz si prepara ad approdare anche in Italia a due anni di distanza dal season finale di Lost, entrato a ragion di diritto tra le migliori serie televisive di genere sci-fi mai prodotte.

Oltre alla presenza di Jorge Garcia nel cast, il telefilm sarà vicino a Lost per le tecniche di realizzazione, anche qui caratterizzate da continui salti temporali tra presente e passato: il pilot inizierà infatti negli anni ’60, quando un gruppo di 256 prigionieri e 46 guardie scomparvero improvvisamente dalla celebre prigione californiana, obbligando le autorità a chiudere definitivamente Alcatraz. Anche la tematica del criminale Sylvane, immane allo scorrere del tempo, ricorderà ai molti fan di Lost il personaggio di Richard Alpert, interpretato da Nestor Carbonell. Seguito al suo esordio in America da quasi dieci milioni di telespettatori, Alcatraz, oltre ad aver ottenuto il 10% di share in più rispetto a Terra Nova, rientra a ragion di diritto tra i migliori debutti degli ultimi tre anni, secondo solo al pilot di Lie to Me. Non resta che attendere i dati (sia americani che italiani) relativi agli ascolti delle prossime puntate per vedere se Alcatraz potrà essere o meno il degno successore di Lost. La prima stagione di Alcatraz verrà trasmessa sul canale pay Premium Crime a partire dal 30 gennaio 2012.