Tobe Hooper, il regista di orrore meglio conosciuto per il cult horror Non Aprite quella Porta e Poltergeist, è morto sabato scorso a Sherman Oaks, in California secondo il Los Angeles County Coroner. Aveva 74 anni e le circostanze della sua morte non sono chiare.

Non Aprite quella Porta del 1974 è diventato uno dei film horror più influenti di tutti i tempi per il suo approccio realistico e la visione sconvolta. Girato per meno di 300.000 dollari, racconta la storia di un gruppo di amici sfortunati che incontrano un gruppo di cannibali sulla strada quando si fermano in un vecchio casale. Anche se è stato bandito in diversi paesi per il grado di violenza, è stato uno dei film indipendenti più redditizi degli anni Settanta negli Stati Uniti. Il personaggio di Leatherface era vagamente ispirato al serial killer Ed Gein.

Hooper ha anche diretto il sequel del 1986 Non Aprite quella Porta 2, con un approccio più comico Il film del 1982 “Poltergeist”, scritto e prodotto da Steven Spielberg, è divenuto anch’esso un classico del genere. La storia di una famiglia che si imbatte in una casa frequentata da fantasmi e presenza paranormali. Un successo di box office per MGM ed è diventato il film più visto dell’anno.

Dopo “Poltergeist”, Hooper ha diretto due film per Cannon Films”, “Lifeforce” e “Invaders from Mars“, un remake del film alieno del 1953. Il suo adattamento della miniserie CBS del 1979 del romanzo bestseller di Stephen KingSalem’s Lot” è considerato da molti fan un segno di alto livello nell’horror televisivo per aver combinando l’intrigo di una soap opera con l’atmosfera gotica di un film horror classico.

Ha continuato a lavorare in televisione e nel cinema negli anni 90 e 2000, ma nessuno dei film ha avuto l’impatto delle sue prime opere. Il suo ultimo film, Djinn del 2013, è stato ambientato negli Emirati Arabi Uniti e prodotto da Image Nation. Murder Toolbox “, Mortuary e due episodi di Maestri d’Orrore. Willard Tobe Hooper è nato a Austin, Texas e ha insegnato all’università prima di partire con i documentari.