Su 85 film in lingua straniera che concorrevano per gli Oscar, solo 9 avanzano al prossimo turno di votazione per l’89° edizione degli Academy Awards.

I 9 fortunati sono:

Per l’Australia, Tanna, diretto da Bentley Dean e Martin Butler;

Per il Canada, È solo la fine del mondo, diretto da Xavier Dolan;

Per la Danimarca, Land of Mine, diretto da Martin Zandvliet;

Per la Germania, Vi presento Tony Erdmann, direto da Maren Ade;

Per l’Iran, Il Cliente, diretto da Asghar Farhadu;

Per la Norvegia, The King Choice, diretto da Erik Poppe;

Per la Russia, Paradise, diretto da Andrei Konchalovsky;

Per la Svezia, A men called Ove, diretto da Hannes Holm;

Per la Svizzera, La mia vita da Zucchina, diretto da Claude Barras;

Le nomination riguardanti i film stranieri si dividono in due fasi:

Nella prima fase un comitato composto da diversi membri dell’Academy inizia a vagliare le varie proposte tra la metà di ottobre e il 12 dicembre. Le prime sei scelte del gruppo,aumentate da ulteriori tre ritenute meritevoli dal Comitato Esecutivo dei Film in Lingua Straniera dell’Academy, compongono la lista ufficiale.

La lista verrà successivamente vagliata da comitati appositamente nominati a New York, Los Angeles e Londra. Da venerdì 13 gennaio fino a domenica 15 vedranno tre film ogni giorno e successivamente daranno il loro voto.

La categoria del Miglior Film Straniero è stata introdotta nel 1956 durante la 29° Academy Awards. Inoltre durante il suo 60° anniversario,l’Academy ha creato,in omaggio alla categoria, una galleria con tutti i poster dei film stranieri vincitori dell’Oscar. Le candidature per l’89° edizione degli Oscar saranno annunciate martedì 24 gennaio,mentre la notte degli Oscar si terrà domenica 26 febbraio presso il teatro Dolby in Hollywood e sarà trasmessa in diretta sulla ABC e in oltre 225 paesi in tutto il mondo.