Abbiamo seguito la conferenza stampa del nuovo brillante film di Ron Howard: Rush. Scritto da Peter Morgan e interpretato da Chris Hemsworth, Daniel Bruhl, Olivia Wilde, Alexandra Maria Lara e Pierfrancesco Favino Rush racconta gli anni d’oro della Formula 1, dominati dal sensuale e impulsivo James Hunt (Chris Hemsworth) e dal metodico e geniale Niki Lauda (Daniel Bruhl), due dei rivali più celebri che il mondo sportivo abbia mai conosciuto. Potete trovare qui sotto le domande poste dalla stampa italiana al regista Ron Howard e agli interpreti Chris Hemsworth, Daniel Bruhl, Alexandra Maria Lara e Pierfrancesco Favino:

Per quale motivo troviamo sempre nei suoi film un contrasto tra due personaggi?

Ron Howard: Adoro raccontare storie relative a personaggi posti in situazioni insolite, estreme. Per questo tendo sempre a scegliere questo tipo di storie. Perché il pubblico si ritrova in esse.

Nel film troviamo il tema della morte. Quale è il suo rapporto con essa?

Ron Howard: Relazionarsi con la morte è tipico di ogni essere umano, è uno dei misteri della vita, un qualcosa che mi ha sempre affascinato. Qualsiasi pilota, specialmente quelli degli anni ’70, ha dovuto fare i conti la morte. In questo senso tra i primi a preoccuparsi dei rischi della Formula 1 fu proprio Lauda.

Daniel Bruhl: Rispetto ad un personaggio rock’n roll come Hunt Lauda era sicuramente più calcolatore, più simile ai piloti di oggi. Lauda sapeva che correndo con le macchine metteva a repentaglio la sua vita ma trovava sempre più importanti altre cose, come il rapporto con la moglie e la sua incolumità. Grazie a Lauda la Formula 1 ha evitato moltissimi incidenti mortali.

chrisChris Hemsworth: Diversamente da Lauda che era molto calcolatore Hunt era istintivo, faceva sempre quello che voleva, si spingeva agli estremi. Questi piloti degli anni ’70 mettevano veramente a repentaglio la loro vita e avevano bisogno di sfoghi. Interpretare un personaggio come Hunt mi ha fatto apprezzare ancora di più l’importanza di vivere il momento presente.

Come è nato il suo coinvolgimento in Rush?

Alexandra Maria Lara: La prima volta che ho parlato con Ron Howard è stato su Skype in una situazione a dir poco insolita. Stavo cucinando con mio marito e ad un certo punto ha squillato Skype. Non sapevo neanche se rispondere o no. Ero tesissima. Ci tenevo tantissimo a prendere parte a questo film.

Come è stato lavorare alla sceneggiatura di Rush?

Ron Howard: Io e Peter Morgan abbiamo lavorato passo passo alternando le prove con il cast a continue modifiche allo script. Peter è una persona molto aperta e disponibile, ha sempre grandi idee, è eccezionale collaborare con lui.

Ha dovuto fare ricerche sul mondo della Formula 1?

Chris Hemsworth: Non ero fan di questo sport e non ho mai seguito la Formula 1. Anche oggi le mie conoscenze rimangono limitate. Ma grazie a Rush ho avuto modo di conoscere e rispettare questo sport.

Cosa pensa del suo personaggio?

Pierfrancesco Favino: Clay Regazzoni era un pilota molto simile ad Hunt, poco disciplinato. Era un uomo molto simpatico e affascinante e inoltre aveva una generosità unica.

Rush uscirà in tutte le sale italiane il 19 settembre 2013.

IL NOSTRO SPECIALE

GALLERY

[flagallery gid=101]