The Conjuring - Il caso Enfield, quando il sequel batte l'originale
4.5Overall Score
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora
Reader Rating 0 Votes

Dopo tutto quello che abbiamo visto, quasi nulla può sconvolgermi. Ma questa storia continua a perseguitarmi ancora oggi”. Non è facile spaventare Lauren Warren, la medium che, negli anni ’70, ha assistito ad alcuni dei fenomeni paranormali più inquietanti di tutti i tempi. Primo tra tutti il caso portato sul grande schermo da James Wan in The Conjuring – Il caso Enfield, il sequel dell’apprezzatissimo horror del 2013. La candidata all’Oscar Vera Farmiga e Patrick Wilson tornano nel ruolo di Lorraine ed Ed Warren, esperti dell’occulto giunti a Londra per aiutare una madre single e la sua famiglia a sopravvivere agli attacchi di uno spirito maligno. Chi si cela nell’ombra? E soprattutto, riusciranno Lorraine ed Ed a risolvere il caso senza lasciarsi inglobare dall’orrore che li circonda?

maxresdefault

Dopo lo straordinario successo di Fast and Furious 7, James Wan torna al cinema di genere con L’evocazione – Il caso Enfield, l’atteso sequel di uno dei film più terrorizzanti degli ultimi anni. Scritto da Chad Hayes, Carey W. Hayes e James Wan, The Conjuring – Il caso Enfield è un omaggio al cult degli horror sulle possessioni, L’esorcista. Partendo dal font del titolo e continuando con sequenze che richiamano esplicitamente le dinamiche tra Regan e la madre (il mobile che bruscamente chiude la porta in primis), The Conjuring 2 cita il capolavoro di William Friedkin mantenendo intatto il tocco di Wan. Gli articolati meccanismi a incastro del regista di Saw tornano in un affascinante sequel che si distingue dalle opere di genere per l’importante qualità di terrorizzare chiunque lo guardi. Ebbene sì, The Conjuring 2 fa paura! E questo perché Wan manipola lo spettatore con sequenze ad alto tasso di imprevedibilità. Il fattore shock deriva dalla stato di tensione costante, alimentato dall’abilità del regista di ritardare l’effetto sorpresa di quei pochi secondi sufficienti a credere che il “pericolo” sia passato. E invece no! Nei film di Wan tutto può succedere, sempre e comunque; dimenticate lo spavento citofonato perché The Conjuring 2 vi regalerà non pochi salti sulla sedia. Primo tra tutti il momento topico in cui fa la sua comparsa lo spirito maligno interpretato (ancora una volta) dal compositore Joseph Bishara che, con le sue musiche, accresce di inquietudine l’opera. Tornano infine molte delle dinamiche e delle atmosfere di James Wan, un autore che, pur ripetendosi, resta innovativo nella resa tecnica e accattivante nella evoluzione della storia, impossibile da decifrare fino ai titoli di coda. La fragilità della saga consiste solo nel ricordare troppo il franchise di Insidious; una pecca che, tra brividi, un velo di ironia e spiriti da incubo, non impedisce a The Conjuring – Il Caso Enfield di rientrare a tutti gli effetti tra i migliori sequel horror di tutti i tempi.

The Conjuring – Il caso Enfield verrà distribuito dalla Warner Bros in tutti i cinema italiani il 23 Giugno 2016.

Trailer The Conjuring – Il caso Enfield