Pensare che quando uscì, nel lontano 1938, nelle edicole statunitensi, con, in copertina, un uomo ritratto con tuta blu e mantello rosso  mentre solleva un’auto sotto lo sguardo impaurito dei passanti, il primo numero di Superman, pubblicato dalla DC Comics, costava soltanto 10 centesimi.  A settantatre anni di distanza, la prima copia dell’Action Comics che segnò il debutto di Superman è stata battuta ad un’asta online alla cifra straordinaria di 2,16 milioni di dollari, segnando il record per un fumetto. L’asta da primato, tenutasi lo scorso primo dicembre, è stata organizzata dalla casa d’aste newyorchese ComicConnect, specializzata nella vendita sul Web di fumetti da collezione. Una cifra sicuramente notevole visto il momento di crisi economica, eppure non stupisce osservare i dollari investiti dall’acquirente, di cui non si conosce il nome, calcolando che di quella prima copia del supereroe di Krypton ne sono rimaste in circolazione solo un centinaio. Ma, ad accentuarne il fascino, già di per se indiscusso, vi è poi la storia che si celerebbe dietro questo numero uno del fumetto: secondo alcune voci di corridoio, la copia sarebbe appartenuta all’attore Nicolas Cage, un vero appassionato di fumetti, tanto da aver chiamato il suo secondo figlio con il nome kryptoniano di Superman, KalEl. L’attore americano avrebbe comprato la copia nel 1997 ad un prezzo irrisorio, se paragonato al capitale sborsato in questa asta: ai tempi Cage spese “soltanto” 150 mila dollari. Il fumetto, però, venne rubato alla star hollywoodiana nel 2000, e, secondo alcune indiscrezioni, la polizia lo avrebbe restituito al proprietario nell’aprile scorso.

Clark Joseph Kent, questo il nome “terrestre” di Superman, uscì dalle penne degli autori Jerry Siegel e Joe Shuster dotato di poteri sovrumani: forza sovrumana, velocità, vista a raggi X, invulnerabilità e volo, queste le capacità dell’infante giunto da Krypton sulla Terra e adottato da Jonathan e Martha Kent. Dalla sua prima comparsa, Clark Kent non ha mai smesso di alimentare la curiosità e l’interesse dei lettori, tanto da meritare numerosi rifacimenti cinematografici, televisivi e animati. Il capostipite dei film dedicati a questo supereroe fu il Superman  del 1978 di Richard Donner con Christopher Reeve, in seguito Richard Lester girò Superman II (1980) e Superman III (1983); quattro anni dopo uscì il quarto capitolo diretto da Sidney J. Furie; nel 2006 il reboot venne affidato alla macchina da presa di Bryan Singer che mandò nelle sale Superman Returns. L’affetto per questo personaggio non si limitò solo al grande schermo, ma anche sul piccolo schermo furono molte le serie tv e i cartoon dedicati a questa figura straordinaria. Un supereroe dei fumetti, un supereroe di incassi, un supereroe di ascolti. E ora anche un supereroe di aste da record.