Connect with us
ilsegnodellalibellula newscinema compressed ilsegnodellalibellula newscinema compressed

Cinema

Dragonfly – Il segno della libellula | la recensione del film con Kevin Costner

Published

on

Questa sera alle 21.25 su NOVE andrà in onda il film fantasy, drammatico e thriller Dragonfly – Il segno della libellula diretto da Tom Shadyac con Kevin Costner, Joe Morton, Susanna Thompson, Ron Rifkin, Kathy Bates, Linda Hunt, Matt Craven, Jacob Smith, Jay Thomas, Lisa Banes, Casey Biggs, Robert Bailey Jr., Leslie Hope, Peter Hansen, Chea Courtney e Dylan Johnson.

La sinossi di Dragonfly – Il segno della libellula

Joe ed Emily Darrow sono felicemente sposati da tempo, entrambi medici e impegnati in ambito umanitario, dopo tempo sono riusciti a realizzare il loro sogno di una vita: un figlio. Sfortunatamente, Emily muore durante uno dei suoi salvataggi in Amazzonia, finendo in un fiume con il pullman, a causa di una frana. Joe non riesce ad accettare l’idea di aver perso le sue uniche ragioni di vita soprattutto perché il corpo della donna non è stato ritrovato.

A compromettere la sua lucidità, fondamentale per il lavoro che svolge con passione da tempo, ci sono alcuni oggetti che iniziano a muoversi da soli e delle libellule che iniziano a schiantarsi contro i vetri. In una situazione molto labile da un punto di vista mentale, i pazienti del reparto oncologico nel quale lavorava Emily comunicano al medico di averla vista in una sorta di limbo. Queste parole vengono accompagnate anche da elementi come un croce con le braccia ondulate disegnate in maniera ossessiva.

La sua vicina Miriam insieme ai suoi amici e colleghi cercano di tirarlo su di morale e di non farlo cadere in depressione, anche se è a un passo dal baratro. L’unico pensiero che lo tiene in vita psicologicamente è la speranza. Per distaccarsi dal suo lavoro, decide di prendersi un anno sabbatico andando in Venezuela. Grazie alla conoscenza di un uomo, si troverà di fronte a una consapevolezza che potrebbe aiutarlo ad andare avanti: dopo la morte c’è vita e sua moglie sta cercando di mettersi in contatto. Questo gli permette di tornare a combattere per lei e di farlo grazie all’aiuto di suor Madeline, che lo istruirà sulla vita ultraterrena.

Leggi anche: Highwaymen – L’Ultima imboscata, il trailer del film Netflix con Kevin Costner

Leggi anche: Criminal, la recensione del thriller con Kevin Costner e Ryan Reynolds

La recensione di Dragonfly – Il segno della libellula

Per quanto possa essere considerato un argomento trito e ritrito, bisogna mantenere un po’ di umanità quando si vedono storie dolorose come quella raccontata in questo film. Leggendo la trama viene spontaneo pensare subito all’esperienza post-mortem e a quegli elementi tipici della morte, come il tunnel, il buio eccetera. In realtà, come prima analisi andrebbe presa in esame la sofferenza di un uomo abituato ad aiutare il prossimo, perdere tutto in pochi minuti. La donna della sua vita, colei che lavora come medico umanitario in zone difficili in Amazzonia, riesce a rimanere incinta nonostante tutti i problemi presenti in quei territori. La morte del coniuge e l’annessa perdita di un figlio tanto desiderato è un dolore troppo forte da reggere per chiunque. Kevin Costner riesce brillantemente a portare sullo schermo tutto il male di vivere di chi è consapevole di essere rimasto da solo in questo modo.

Chiusa questa parentesi, ci si può focalizzare sul pensiero originario del regista Tom Shadyac, il quale ha posto sulla bilancia la vita contro la morte, miscelando in tutto con elementi terreni contro elementi fantastici. La trama è molto interessante soprattutto, per il modo con il quale è stata affrontata la fase successiva all’incidente della moglie di Joe. Dragonfly – Il segno della libellula non è di certo un capolavoro ma è un film che riesce a far venire quel brivido tra la paura e l’emozione. Il merito di tale successo è anche un cast ben amalgamato e credibilissimo.

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Backstage e Curiosità

Uncharted: un video delle scene di stunt più spettacolari del film

Published

on

Il 17 Febbraio arriva al cinema Uncharted, il film ispirato all’omonimo videogioco diretto da Ruben Fleischer con Tom Holland. Qui sotto potete gustarvi un video speciale che porta dietro le quinte del film con intervista a Tom Holland e immagini delle scene di stunt più spettacolari realizzate durante le riprese.

Uncharted, la sinossi del film

Basato su una delle serie di videogiochi più vendute e acclamate dalla critica, Uncharted presenta al pubblico il giovane e furbo Nathan Drake (Tom Holland) nella sua prima avventura alla ricerca del tesoro con l’arguto partner Victor “Sully” Sullivan (Mark Wahlberg). In un’epica avventura piena di azione che attraversa il mondo intero, i due protagonisti partono alla pericolosa ricerca del “più grande tesoro mai trovato”, inseguendo indizi che potrebbero condurli al fratello di Nathan, scomparso da tempo.

Iscriviti al nostro canale YouTube cliccando qui: MadRog Cinema

Continue Reading

Cinema

Bob’s Burgers – Il film: Il primo trailer italiano è arrivato!

Published

on

Bob’s Burgers – Il Film, la nuova avventura d’animazione comedy per il grande schermo, basata sull’omonima sitcom animata per la TV pluripremiata agli Emmy® e agli Annie® Award, arriverà il 25 maggio nelle sale italiane.

Bob’s Burgers – Il Film è diretto da Bernard Derriman e co-diretto da Loren Bouchard. La sceneggiatura è firmata da Loren Bouchard e Nora Smith. Il film è prodotto da Loren Bouchard, Nora Smith e Janelle Momary.

Bob’s Burgers: la sinossi ufficiale

La storia ha inizio quando una conduttura dell’acqua rotta crea un’enorme voragine proprio di fronte a Bob’s Burgers, bloccando l’ingresso per un tempo indefinito e rovinando i piani dei Belcher per l’estate.

Mentre Bob e Linda faticano per tenere a galla l’attività, i ragazzi cercano di risolvere un mistero che potrebbe salvare il ristorante di famiglia. Quando i pericoli aumentano, i Belcher si aiutano a vicenda per trovare la speranza e lottano per tornare al loro posto dietro al bancone.

Iscriviti al nostro canale youtube: MadRog Cinema

Continue Reading

Cinema

Addio a Gaspard Ulliel | l’attore francese morto a 37 anni in un tragico incidente

Published

on

L’attore francese Gaspard Ulliel è morto all’età di 37 anni a causa di un incidente sciistico avvenuto sulle piste di Rosières, nell’Alta Loira. La notizia, che ha sconvolto il mondo del cinema, è stata confermata dalla sua famiglia attraverso un comunicato alla Agence France-Presse.

Fatale incidente sciistico per Gaspard Ulliel

Stando a quanto si apprende dalle prime, frammentarie, ricostruzioni, l’incidente sarebbe avvenuto nella giornata di ieri, martedì 18 gennaio, poco prima delle 16. Immediati, ma purtroppo inutili, i soccorsi dopo l’incidente. L’attore era stato subito trasportato in elicottero presso l’ospedale universitario di Grenoble dopo lo scontro con un altro sciatore. Stando alle testimonianze e allo stesso rapporto della gendarmeria, le condizioni dell’attore erano apparse subito critiche. 

Gaspard Ulliel è uno dei volti più noti del cinema francese, scelto da Xavier Dolan per lo struggente ruolo di Louis-Jean in È solo la fine del mondo, quello di uno scrittore malato terminale che decide di tornare nel suo paese natale e rivedere la propria famiglia dopo dodici anni di lontananza con l’intenzione di dire loro addio. L’interpretazione nel film di Dolan gli valse il premio César (il corrispettivo francese del David di Donatello) come miglior attore protagonista (dopo averlo vinto nel 2005 come migliore giovane promessa maschile con il film Una lunga domenica di passioni). Ulliel ha anche impersonato un giovane Hannibal Lecter nel film del 2007 diretto da Peter Webber.

Da poco aveva terminato le riprese della serie Marvel dedicata al personaggio di Moon Knight, in cui ha ricoperto il ruolo dell’antagonista: Midnight Man. Sarà pertanto la prima opera postuma dell’attore francese ad essere distribuita a marzo su Disney+.

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari