In occasione della 43°edizione del Giffoni Film Festival abbiamo visto in super anteprima 35 minuti dell’attesissimo Percy Jackson – Il Mare dei Mostri, sequel del fortunato successo firmato da Chris Columbus nel 2010. Diretto da Thor Freudenthal e interpretato da Logan Lerman, Alexandra Daddario, Brandon T. Jackson e Douglas Smith Percy Jackson – Il Mare dei Mostri continua la storia di Percy Jackson (Logan Lerman), il figlio di Poseidone, questa volta alle prese con la difficile missione di recuperare il vello d’oro per salvare gli abitanti di Campo Mezzosangue. Supportato dagli amici di sempre Grover Underwood (Brandon T. Jackson) e Annabeth Chase (Alexandra Daddario) e aiutato da un misterioso fratello ciclope sbucato dal nulla, Jackson si troverà a fronteggiare i terribili mostri che infestano i mari per dimostrare una volta per tutte di essere il degno figlio di Poseidone.

Caratterizzato da azione, ironia, epicità e fantasia il sequel di Percy Jackson, dalla breve anteprima, convince lo spettatore portandolo nel fantastico mondo degli dei dell’Olimpo. Non era facile superare un veterano di saghe fantasy come Chris Columbus, padre della saga di Harry Potter, ma Thor Freudenthal sembra dominare la materia creata da Rick Riordan, sviluppando un sequel spettacolare che diverte, emoziona e appassiona lo spettatore. Non resta che aspettare il 12 settembre 2013 per vedere il film nella sua interezza. Potete trovare qui sotto un interessante botta e risposta con i due protagonisti Logan Lerman e Alexandra Daddario, presenti in occasione della 43° edizione del Giffoni Film Festival:

DSC_0322Chi sono i tuoi eroi nella vita reale?

Logan Lerman: I miei eroi personali sono grandi registi del calibro di Kubrick e Fincher.

Per quale motivo questa saga ha avuto un così grande successo mondiale?

Logan Lerman: E’ una domanda difficile, quando ero piccolo uno dei miei più grandi eroi era Harry Potter e vedo molte cose in comune tra le due saghe, in primis il fatto che i protagonisti sono persone ordinarie alle prese con eventi straordinari. Percy è un ragazzo come tanti altri che vive delle avventure fantastiche.

Alexandra Daddario: Questi film sono molto amati perché insegnano che dei ragazzi normali possono essere allo stesso tempo degli esseri straordinari.

Harry Potter e Twilight hanno lanciato nel mondo di Hollywood i loro protagonisti. Avete pensato agli sviluppi della vostra carriera?

Alexandra Daddario: Percy Jackson è stato un enorme trampolino di lancio che mi ha consentito di avere delle bellissime occasioni. Spero di continuare a fare film anche grazie al successo di questa saga.

Logan Lerman: A 14 anni ho partecipato ad un film che ho adorato girare e questo mi ha permesso di espandere la mia carriera. Dopo il primo Percy Jackson ho ricevuto numerose sceneggiature. Questa saga mi ha permesso di lavorare in molti e bellissimi film indipendenti.

Quali sono gli aspetti più difficili di essere una star di Hollywood?

Logan Lerman: La cosa che più mi stressa è anche quella che amo di più, il non sapere il futuro della mia carriera, l’incertezza dei ruoli che sceglierò.

Alexandra Daddario: E’ difficile non sapere quale sarà il futuro della tua carriera, ma questo vale per ogni tipo di carriera, è una sfida, uno straordinario business, mi sento molto grata ogni giorno di lavorare.

DSC_0341Quale è il vostro rapporto con la mitologia e cosa pensate della terribile disoccupazione che affligge il mondo dei giovani?

Logan Lerman: Ho studiato mitologia greca a scuola, è qualcosa che definisco interessante ed è una gioia approfondire questi argomenti. Inoltre trovo fantastica l’idea di inserire la mitologia greca in un film per ragazzi. Per quanto riguarda i giovani di oggi mi sento molto vicino alle loro difficoltà e mi sento sempre grato di avere una carriera in questo momento così duro. Il consiglio che posso dare ai miei coetanei è di andare fuori, essere innovativi e trovare la propria strada.

Eri molto piccolo in The Butterfly Effect: quando hai letto quello script cosa hai pensato?

Logan Lerman: Non avevo idea di cosa stavo facendo, non comprendevo realmente quello che giravo, era un hobby estremamente strano. Avevo solo 9 anni e per me girare film era solo un divertimento.

Che cosa puoi dirci del tuo prossimo progetto Noah?

Logan Lerman: Purtroppo non posso dire molto, solo che sarà un film incredibile, intenso ed enorme, vi piacerà sicuramente.

SERVIZIO VIDEO