Connettiti a NewsCinema!

Serie tv

Una Mamma Per Amica, gli amori di Rory Gilmore

Pubblicato

:

Tre il numero perfetto. Conoscendo a menadito la storia della giovane di casa Gilmore, ammetto che è stata proprio questa la prima frase alla quale ho pensato. Ripercorrendo gli amori che si sono alternati durante l’adolescenza di Rory, indubbiamente la studentessa modello della Chilton Academy è stata molto fortunata ad imbattersi in baldi giovani come quelli che le hanno fatto battere il cuore,  nel corso delle sette stagioni di Una Mamma per Amica. Ma andiamo con ordine.

In ordine di apparizione nella vita di Rory è il dolce Dean Forester, interpretato da Jared Padalecki. Alto, capelli castani e occhi che fanno innamorare, è lui il suo primo amore e molto probabilmente anche quello di molte fan della serie. Dall’inizio la loro storia è stata come quella di molte altre ragazze della sua età. Rory per rimanere accanto a Dean aveva deciso di non frequentare la Chilton pur di non abbandonarlo. Ma ben presto, accorgendosi degli enormi sforzi da parte di Lorelai per pagare la retta, assicurandole la migliore istruzione possibile, decide di iscriversi e di frequentarla. Fortunatamente questa scelta non ha influito nel rapporto con Dean, anzi, i due sono riusciti a fidanzarsi mettendo tutti d’accordo. Per i primi tre mesi è andato tutto liscio. Finché la paura di amare e la crescita del rapporto avvenuta in maniera fulminea non hanno preso il  sopravvento, facendo spaventare Rory che ha deciso di lasciare Dean perché a differenza sua non si sentiva ancora pronta a dirgli “ti amo”. Risolte le incomprensioni, i due decidono di tornare insieme…per due stagioni di fila. Finchè non arriva un bel tenebroso a creare scompiglio…

Della triade degli amori di Rory, questa new entry nella tranquilla cittadina di Stars Hollow, è paragonabile ad un terremoto. Se Dean è il classico bravo ragazzo che tutte le mamme vorrebbero per la proprio figlia, Jess Mariano è decisamente l’opposto. Nipote di Luke, il proprietario della tavola calda, nella quale Lorelai e Rory si recano ogni volta che devono mangiare o prendere un caffè, per volere della mamma è stato affidato allo zio per farlo rimettere in carreggiata. Ad affligere la vita di Jess, giunto in città in seguito a gravi problemi di ordine disciplinare e comportamentale, sono i vari problemi familiari. Amante della letteratura e divoratore incallito di libri proprio come Rory, è uno dei motivi per la quale la piccola Gilmore inizia a provare un interesse particolare verso di lui. Dean, giustamente geloso di questo rapporto e soprattutto non fidandosi del bel tenebroso, percepisce che le cose con Rory stanno andando sempre peggio. Proprio al culmine di una discussione avuta con la ragazza, capisce che è arrivato il momento di lasciarla libera, poichè ormai invaghita dello scapestrato Jess. Problemi a scuola per lui, liti infinite con Lorelai per lei, a causa di questa storia, il rapporto tra i due giovani è stato tutt’altro che rose e fiori. Nonostante questi ostacoli, Rory e Jess (tra l’altro fidanzati realmente per un bel periodo di tempo) sono riusciti a tenere botta, finchè un imprevisto ha portato via il ragazzo da Stars Hollow: l’arrivo del padre. La partenza improvvisa per Los Angeles e tra l’altro senza dare spiegazioni, unita al matrimonio di Dean avvenuto in un lampo con Lindsay, solo per dimenticare Rory, hanno creato una enorme confusione nella testa e nel cuore della giovane di casa Gilmore. Dean, venuto a conoscenza della partenza di Jess, decide di iniziare ad incontrare segretamente Rory. Proprio in una di queste scappatelle, la piccola smette di esserlo, perdendo la verginità proprio con il primo ragazzo che le ha fatto battere il cuore per la prima volta. Inutile dire che questo comportamento, condannato da Lorelai, nonostante sia sempre stata aperta di vedute ed accondiscendente con la figlia, ha contribuito alla decisione di divorziare, da parte di Dean con Lindsay. I due, nonostante la felicità di essere tornati insieme, abitando in un piccolo paese, avevano comunque gli occhi puntati addosso. A mettersi tra i due ora, non è una persona, ma l’università. Di fatti, Rory terminati gli studi superiori si è iscritta a Yale, nonostante avesse amato da sempre Harward. Il trasferimento da Stars Hollow verso i dormitori del campus, unito alla presenza di varie coinquiline stravaganti e all’improvvisa conoscenza con un bel biondino, hanno contribuito a far naufragare, di nuovo, la storia con Dean.

Lui è il numero tre: Logan Huntzberger. Erede della famiglia Huntzberger, proprietaria di varie testate giornalistiche, il quale incontra casualmente Rory per i corridoi di Yale. Nonostante la loro relazione fosse inizialmente non troppo chiara, i due decidono di fidanzarsi, o meglio Logan decide di farlo pur di non perdere Rory, presentandola a tutti come la sua fidanzata. Soprannominata con il nomignolo di “scheggia” durante una cena con la sua famiglia, i genitori di Logan gli confessano che Rory non è adatta a lui e al mondo del giornalismo. La ragazza ferita profondamente dalle parole del suocero, in particolare per la considerazione professionale nei suoi riguardi, la spingeranno ad abbandonare Yale, almeno temporaneamente. Lorelai delusa dal comportamento della figlia e anche dei suoi genitori, i quali avevano appoggiato l’idea della nipote, le offrono di trasferirsi da loro nella dependance per non tornare dalla madre. Oltre a questi problemi, in città ritorna Jess, il quale era riuscito a pubblicare un libro dedicato a lei. Logan partito per lavoro e venuto a conoscenza di questo ritorno, spinto dalla gelosia, decide di rientrare prima del previsto per vedere quali sono le intenzioni dell’ex. Dopo una cena a tre a dir poco imbarazzante, Rory litiga con Logan per il suo comportamento assurdo, realizzando di non essere felice della situazione che si è creata nell’ultimo periodo. Per questo motivo decide di abbandonare la dependance nella quale viveva, decidendo di tornare a Yale e concludere gli studi. L’impiego allo Stamford Gazzette e il ritorno all’università fanno in modo che Lorelai torni ad essere fiera della figlia, per quale ha sacrificato una vita intera. Logan, capendo che senza Rory non riesce a stare, fa di tutto per riconquistarla. Tutto sarebbe andato per il meglio se una damigella, durante il matrimonio della sorella di Logan non avesse confessato alle altre damigelle di essere andata a letto con il ragazzo. A tal proposito Rory pretende delle spiegazioni, e dopo una discussione, Logan giustificandosi ammette l’errore, ma solo perché pensa di averla persa, e viene perdonato da Rory. Questo gelo però viene interrotto dalla notizia di un incidente nel quale era rimasto coinvolto il suo fidanzato. Nel giro di pochi, tra i nonni indaffarati per la festa di laurea della nipote e la proposta di matrimonio da parte di Logan, l’ormai ex piccola di casa Gilmore viene investita da un turbine di emozioni contrastanti tra loro. Seppur l’erede degli Huntzberger rappresenti il vero amore per Rory, complice anche la giovane età, è costretta a rifiutare la proposta per non sacrificare la sua carriera da giornalista appena iniziata.

Se volessi vedere più in là della classica trama di una serie tv, direi che la vita di Rory Gilmore rappresenti in pieno le fasi che ogni ragazza affronta nella vita reale. Inizialmente c’è la purezza (Dean), subito dopo c’è la ribellione (Jess) e con l’esperienza c’è quel salto di qualità che si chiama: maturità (Logan). Non credo che sia un caso che i ragazzi principali nella sua vita siano tre. In merito a questo “riassunto delle puntate precedenti”, come ben sapete la serie tv riprenderà vita su Netflix. Iniziate ufficialmente le riprese, con tanto di Tweet da parte di Lauren Graham attraverso il suo account di Twitter, notizia di qualche ora fa, è la conferma nel cast dell’attore che interpreta Logan Huntzberger, oltre alla presenza di Jared Padalecki. Al momento l’unico grande assente sembra essere Milo Ventimiglia (Jess). Ragazze dovete pazientare ancora un pochino prima di vedere i vostri beniamini di nuovo all’opera. A voi chi dei tre ha fatto battere il cuore o è rimasto impresso nella mente? Ma soprattutto anche voi avreste rifiutato la proposta di matrimonio del bellissimo Logan? Buona visione.

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serie tv

Fosse/Verdon, la recensione della serie tv con Michelle Williams e Sam Rockwell

Pubblicato

:

fosse/verdon

Bob Fosse (l’attore Premio Oscar Sam Rockwell), coreografo e regista di musical di successo come Cabaret e All That Jazz, e Gwen Verdon (interpretata da Michelle Williams) considerata forse la più grande ballerina di Broadway, s’incontrano nella New York vibrante e creativa degli anni ’50 per dare vita a quello che sarà poi uno dei più grandi sodalizi artistici della storia del musical e non solo. Il loro primo incontro, avvenuto nel 1955 durante la realizzazione del musical Damn Yankees, getterà infatti le basi per una travolgente quanto travagliata storia di amore e lavoro dalla quale, nell’arco di oltre un decennio, nasceranno una figlia (Nicole), e numerosi spettacoli di successo.

fosse/verdon michelle williams

Michelle Williams in Fosse/Verdon

Ma qual era la vera natura del rapporto tra Bob Fosse e Gwen Verdon, e quali sono state le luci e le ombre di un rapporto controverso eppure così prolifico ed eccezionale? Basata sul libro Fosse di Sam Wasson, la miniserie televisiva in otto puntate e in onda su FoxLife (canale 114 di Sky) a partire da giovedì 18 aprile ore 21.00, indaga proprio il dietro le quinte della Broadway tra anni ’60 e ’80 attraverso la relazione sentimentale e professionale tra due grandi artisti. In un tripudio di paillettes, luci di proscenio, colori e coreografie, Fosse/Verdon racconta infatti la coppia prima del mito, indagando nei meandri delle personalità eccentriche e geniali di Bob e Gwen. Lui, uomo romantico e passionale da un lato ma profondamente pieno di ombre e insicurezze, egoriferito e fedifrago dall’altro, e lei, generosa e sempre molto capace di intercettare le sfumature della scena, di operare sia sul palco sia dietro come una vera e propria mente artistica, sono due facce della stessa medaglia, due entità che insieme trovano la loro unione perfetta ma che vivono di contro – e come tutti – anche delle profonde crisi esistenziali.

Leggi anche: Le 5 migliori mosse di danza catturate sullo schermo

fosse/verdon recensione

Una scena di Fosse/Verdon

All’interno di una relazione passionale ma ricca di momenti difficili, tradimenti, delusioni professionali ed emotive, Fosse/Verdon recupera l’emozionalità del dietro le quinte, cercando e trovando nell’ottimo binomio attoriale Rockwell/Williams un valido punto d’appoggio per operare lo scavo umano e psicologico negli alti e bassi della vita, dell’arte e dei sentimenti. I turbamenti interiori si alternano così all’altalena di successi e insuccessi che tanto sul palco quanto nella vita reale segnano il tragitto di questo duetto umano e connubio artistico. I punti nevralgici di una coppia che ha in qualche modo incarnato le dinamiche controverse dello showbiz, e che diventa (suo malgrado) essa stessa spettacolo, e cabaret. E se nel primo episodio della serie i due protagonisti vengono presentati già nell’affresco di alcuni momenti chiave che hanno condizionato e caratterizzato la loro storia insieme, nel secondo episodio già si vive il primo momento di profonda crisi del rapporto ancora solo in germe. Luci e ombre di una vita che spesso ammalia e spesso illude proprio come un cabaret.

Leggi anche: Un video con le migliori scene di ballo dei film di David Lynch

Continua a leggere

Cinema

Netflix: i film e le serie tv da non perdere a Maggio 2019

Pubblicato

:

netflix a maggio 2019

(Articolo in aggiornamento)

Maggio 2019 si preannuncia come un mese piuttosto interessante per quanto riguarda gli utenti Netflix. Per quanto riguarda i film vi è da segnalare una serie di pellicole piuttosto interessanti disponibili a partire dal primo maggio come District 9, Interstellar, Kick Boxer – Il nuovo guerrieroMunafik 2, Prigione di Vetro, The Experiment: Cercasi cavie umane e The Judge.

Per quanto riguarda le produzioni Netflix, va ricordata l’uscita di Wine Country, prodotto e diretto da Amy Poehler (che è anche una delle protagoniste della pellicola). Se ci si riferisce alle serie televisive invece, sono previsti diversi debutti pronti che cattureranno facilmente l’attenzione degli utenti.

Dead to me – Amiche per la morte – 3 maggio

Il mese comincia con l’interessante serie ideata da Liz Feldman Dead to me – Amiche per la morte, con Christina Applegate e Jen Linda Cardellini come protagoniste. La storia in questione racconta del nascere e dello svilupparsi dell’amicizia tra Jen, una donna che ha difficoltà a superare la scomparsa del marito, e la bizzarra Judy. Quest’ultima però, nasconde un segreto che stravolgerà la vita di entrambe…

Undercover – 3 maggio

Dopo il successo di Narcos, Netflix sembra vole insistere sul filone riguardante la lotta ai trafficanti di droga. La nuova serie proposta in questo contesto si chiama Undercover e, a dispetto di quanto si possa pensare, è ambientata in Olanda. Con un cast composto da Tom Waes, Anna Drijver e Frank Lammers, il telefilm racconta di due agenti sotto copertura che si fingono una coppia in campeggio per poter indagare su un boss della droga.

Lucifer (4a stagione) – 8 maggio

La serie televisiva Lucifer, creata da Tom Kapinos, giunge alla sua quarta stagione. La trasposizione televisiva dell’omonimo fumetto, vede Tom Ellis e Lauren German nei panni dei protagonisti della serie, ovvero Lucifer Morningstar e Chloe Decker. Si presenta con altre 10 puntate, ma a che punto eravamo rimasti? Chloe ha scoperto la vera identità di Lucifer ed è dunque colta dai dubbi: si può realmente amare il diavolo?

Se sei fan di Lucifer la redazione ti consiglia:

The Society – 10 maggio

The Society è una nuova serie televisiva ispirata al libro Il signore delle mosche di William Golding e racconta  la storia di un gruppo di adolescenti ritrovatisi a dover sopravvivere, dopo che i genitori sono scomparsi nel nulla, in una città dalla quale è impossibile uscire. La serie, diretta da Tara Nicole Weyr e Marc Webb, può contare su un cast formato da Kathryn Newton, Rachel Keller, Gideon Adlon, Jacques Colimon, Olivia DeJonge e tanti altri giovani attori.

The Rain (2a stagione) – 17 maggio

La sorprendente serie danese The Rain, diretta da Kenneth, Kainz si presenta al pubblico con la sua seconda stagione. Dopo le 10 puntate della prima, torneremo a seguire le peripezie di Simone e del gruppo di sopravvissuti alla scoperta di un mondo post-apocalittico che, a dispetto del drastico cambiamento, propone problematiche molto attuali e reali.

When They See Us – 31 maggio

Un altro importante debutto nel mese di Maggio è la miniserie When They See Us. Diretta da Ava DuVernay, si tratta di una storia suddivisa in quattro puntate che raccontano una storia vera. Si tratta di cinque giovani accusati ingiustamente di uno stupro nel 1989 e dei successivi 25 anni, fino al 2002 quando questi sono stati finalmente scagionati (e risarciti). Il cast di When They See Us include Jovan Adepo, Chris Chalk, Michael K. Williams, Vera Farmiga, John Leguizamo, Felicity Huffman.

Come vendere droga online (in fretta) – 31 maggio

Concludiamo il mese con l’arrivo di Come vendere droga online (in fretta), una serie piuttosto fuori dagli schemi. La vicenda narrata coinvolte uno studente che, per fare colpo sulla sua ex, comincia a vendere droghe online direttamente da casa sua. Una semplice bravata che lo catapulterà in un mondo totalmente nuovo…

la serie è diretta da Lars Montag e Arne Feldhusen e l’attore protagonista è il giovane Maximilian Mundt.

Continua a leggere

Serie tv

Quattro matrimoni e un funerale, l’omonima serie tv in onda dal 31 luglio

Pubblicato

:

Quattro matrimoni e un funerale

Hulu ha ufficialmente annunciato la prima data per l’inizio della serie drammatica Quattro matrimoni e un funerale, composta da 10 episodi diretti da Mindy KalingBasata sull’omonima e pluripremiata commedia romantica inglese, l’inizio di questa serie è prevista per il 31 luglio, in esclusiva su Hulu.

La serie di Quattro matrimoni e un funerale seguirà la storia di quattro amici americani – Maya, Craig, Ainsley e Duffy – che si riuniscono per un favoloso matrimonio a Londra. Ma, dopo una bomba sganciata sull’altare che getta inevitabilmente le loro vite in tumulto, dovranno fare i conti con un anno ricco di romanticismo e crepacuore. Le relazioni sono forgiate e spezzate, gli scandali politici esposti, la vita sociale londinese raggirata, gli affari d’amore accesi e spenti, e, naturalmente, ci sono quattro matrimoni …e un funerale.

Il cast della serie include la  star di Game of Thrones Nathalie Emmanuel nei panni di Maya, Nikesh PatelIndian Summers ) nei panni di Kash, Rebecca RittenhouseInto the Dark: The Body ) nei panni di Ainsley, John ReynoldsSearch Party ) nei panni di Duffy, Zoe BoyleFrontier ) come Gemma e Brandon Mychal Smith come Craig. Jennie Jacques come Zara, Harish Patel come Haroon e Guz KhanTurn Up Charlie ), come Basheer. L’attrice nominata al Golden Globe Andie MacDowell ha firmato un ruolo da protagonista nella serie. Anche Tom MisonSleepy Hollow ), Tommy DeweyCasual) e Ashley MadekweRevenge ) sono stati scelti come guest star.

4matri1

La sceneggiatura del pilot di Quattro matrimoni e un funerale è scritta da Mindy Kaling e Matt Warburton. La serie è stata prodotta da Mindy Kaling, Tracey Wigfield, Jonathan Prince, Matt Warburton, Howard Klein di 3Arts Entertainment, Charlie Grandy, Tristram Shapeero e Charles McDougall (Ep 1 e 2).

La serie arriva a Hulu da MGM Television e Universal Television, con MGM come studio principale, e segna la seconda serie originale di Mindy Kaling con Hulu dopo The Mindy Project . Questo progetto segna il secondo della Hulu con la MGM Television dopo The Handmaid’s Tale e il suo terzo progetto con Universal Television dopo The Path e The Mindy Project. La serie è ispirata al film del 1994 Quattro matrimoni e un funerale (Four Weddings and a Funeral ), con Hugh Grant e Andie MacDowell.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Aprile, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Maggio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X