Connettiti a NewsCinema!

Cinema

Midway, 5 fatti del film realmente accaduti anche se è difficile crederci

Pubblicato

:

Manca ormai meno di una settimana all’arrivo anche nelle sale italiane di Midway, nuovo attesissimo film di Roland Emmerich. Il film mette in scena, come il titolo suggerisce, quella che è passata alla storia come la “battaglia delle Midway”, combattuta tra il 4 e il 7 giugno 1942, durante la seconda guerra mondiale. La Marina degli Stati Uniti respinse l’attacco della Marina imperiale giapponese nei pressi delle isole Midway in quella che fu la seconda battaglia navale della storia combattuta quasi completamente dalle forze aeree imbarcate sulle portaerei, senza contatto visivo tra le flotte contrapposte e senza scontri a fuoco tra navi di linea. Molto di ciò che avviene nel film di Emmerich sembrerebbe frutto della fantasia degli sceneggiatori. E invece molte delle vicende più assurde sono effettivamente fedeli resoconti di ciò che avvenne in quei giorni.

Il massacro cinese

L’incursione aerea su Tokyo del 18 aprile 1942, nota anche come il raid di Doolittle, fu il primo attacco aereo che gli Stati Uniti d’America condussero sul suolo giapponese durante la seconda guerra mondiale. Ma Midway rivela al pubblico solo una piccola parte delle conseguenze che ebbe. Come punizione per l’attacco a Tokyo e per l’aiuto che gli abitanti dei villaggi e i missionari diedero ai piloti, il Giappone fece uccidere circa 250.000 persone considerate complici degli americani. Secondo lo Smithsonian, la maggior parte degli alleati giapponesi ne furono tenuti all’oscuro. La reale entità del massacro è infatti rimasta sconosciuta fino a quando i documenti non sono stati recentemente riscoperti dalla DePaul University.

Leggi anche: 10 film di guerra da rivedere

Il congedo dell’ammiraglio Halsey

Quando l’ammiraglio Halsey (Dennis Quaid) si lamenta di una spiacevole eruzione cutanea sembra solo un piccolo e curioso dettaglio. Ma la situazione peggiora rapidamente e ad Halsey viene ordinato di sospendere le attività per andare in ospedale. Si trattava di un grave caso di psoriasi, così acuta da interferire con la sua capacità di prendere decisioni. Per questa sua eruzione cutanea, l’ammiraglio Halsey fu congedato. Nel film la sua dismissione viene attribuita all’herpes zoster, infezione che può essere trasmessa ad individui che non hanno mai contratto l’infezione primaria, ovvero la varicella. La psoriasi non è contagiosa, ma nonostante ciò Halsey fu effettivamente mandato a casa.

Le abilità del pilota Dick Best

Il pilota Dick Best, interpretato in Midway da Ed Skrein, sembra, per le sue abilità fuori dal comune, il classico eroe immaginario scritto per rendere un film più avvincente e un modello attraverso il quale veicolare determinati valori di ambizione e coraggio. E invece pare che Best fosse effettivamente uno dei piloti più bravi della Marina degli Stati Uniti. Lo sceneggiatore Wes Tooke lesse di lui per la prima volta in un saggio dello storico Barrett Tillman, il quale affermava che se fossero esistite le Olimpiadi di bombardamento subacqueo, Best avrebbe vinto sicuramente l’oro. Quando morì nel 2001, all’età di 91 anni per la tubercolosi che contrasse (come si vede nel film) dopo aver respirato della soda caustica da una bomboletta di ossigeno difettosa, i resoconti della stampa lo lodarono per aver cambiato le sorti della battaglia.

L’incredibile riparazione della USS Yorktown

Nel film la USS Yorktown, ridotta in uno stato disastroso dopo la terribile Battaglia del Mar dei Coralli, viene rimessa in sesto in poche ore, pronta per tornare di nuovo in acqua. Finzione cinematografica? No. Secondo la Marina degli Stati Uniti, infatti, la Yorktown tornò a Pearl Harbor con uno scafo aperto, ingenti perdite di carburante e danni enormi. Si stimò che, nel migliore dei casi, sarebbero trascorsi 90 giorni prima che potesse essere nuovamente operativa. Una bomba da 551 libbre aveva attraversato il ponte e fatto esplodere gran parte della nave, distruggendo sei compartimenti. Eppure circa 1.400 lavoratori, lavorando per 72 ore senza sosta, tanto da sovraccaricare ripetutamente i generatori di corrente e mandare in blackout l’isola, riuscirono nella straordinaria impresa di far partire la nave in tempo per la battaglia delle Midway.

Curiosità: La guerra narrata con ironia, da MASH a Rock the Kasbah 

La presenza di John Ford 

Fu un momento davvero incredibile, ma realmente accaduto. John Ford si trovava sulle isole Midway con la sua troupe cinematografica quando vide per la prima volta un aereo giapponese volare sopra la sua testa. Ford venne ferito alla spalla da alcune schegge, ma nonostante ciò decise di proseguire con le riprese. Quello che ne venne fuori fu pubblicato come La battaglia di Midway nel 1942. Non solo Ford ricevette un Oscar per questo, ma anche un Purple Heart per le sue ferite. Il regista si disse particolarmente colpito dai Marines da cui fu circondato durante la battaglia, tutti giovanissimi, tra i 18 e i 22 anni: “Erano le persone più calme che io avessi mai visto. Vedendo loro, capii che avremmo vinto la guerra”.

Studente presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Autore di diversi articoli pubblicati su mensili locali quali Bisceglie in Diretta e Il Biscegliese e siti d’informazione online locali e non. Ha collaborato con siti di informazione videoludica, come GameBack, GamesArmy e gamempire.it. Attualmente è redattore di Bisceglie24 e gestisce il blog cinematografico Strangerthancinema.it.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Edoardo Leo e Stefano Accorsi incontrano il pubblico il 22 Dicembre all’UCI Porta di Roma

Pubblicato

:

97425 ppl

Il 22 dicembre alle 18:30 a UCI Porta di Roma il cast di La Dea Fortuna saluterà il pubblico presente in sala per la proiezione del film, diretto da Ferzan Ozpetek e interpretato da Stefano Accorsi, Edoardo Leo e Jasmine Trinca. Distribuito da Warner Bros. Pictures, il lungometraggio racconta la storia di Arturo e Alessandro, una coppia in crisi unita però da un profondo affetto. Riuscirà l’arrivo dei due bambini di Annamaria, la migliore amica di Alessandro, a riportare la speranza?

È possibile acquistare i biglietti presso le casse di UCI Porta di Roma, tramite App gratuita di UCI Cinemas per dispositivi Apple e Android e sul sito www.ucicinemas.it. I biglietti paper-less acquistati tramite App e i biglietti elettronici acquistati tramite sito danno la possibilità di evitare la fila alle casse con –FILA+FILM. Il pubblico può comunque acquistare i biglietti anche tramite il call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto.

Continua a leggere

CineKids

Baby Yoda, 10 idee regalo disponibili su Amazon

Pubblicato

:

crocheted baby yoda fb4

Da quando è andato in onda il primo episodio della serie The Mandalorian su Disney + tutti sono impazziti per Baby Yoda, personaggio sul quale sono state fatte numerose ipotesi. Chi è esattamente? In un recente articolo vi abbiamo dato tutte le informazioni possibili su questa creatura adorabile, protagonista di meme e gif che ogni giorno invadono i social.

Ma, visto che il Natale è ormai alle porte, abbiamo pensato di dare un’occhiata sul web per consigliarvi alcuni gadget a tema disponibili su Amazon. Buono shopping!

Continua a leggere

Cinema

Disegnare il cinema, masterclass con lo storyboard artist di Pinocchio

Pubblicato

:

storyboard pinocchio

Il 19° Glocal Film Festival (12 – 16 marzo 2020 al Cinema Massimo MNC, Torino), organizzato dall’Associazione Piemonte Movie, propone, come in ogni edizione, occasioni formative e incontri con i professionisti del campo dell’industria cinematografica. Dopo aver esplorato la sceneggiatura con Nicola Guaglianone, la regia con Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, il rapporto tra regista e attore con Francesco Ghiaccio e Marco D’Amore e la distribuzione del cortometraggio con Lights On è la volta dell’arte dello storyboard cinematografico.

La Masterclass sarà tenuta da Giuseppe Liotti, autore degli storyboard del prossimo Pinocchio di Matteo Garrone, in uscita nelle sale il 19 dicembre. Lo storyboard artist, che ha realizzato sempre per Garrone anche le tavole di Reality e Dogman, oltre che quelle di Terraferma di Emanuele Crialese e 6 Underground di Michael Bay, sarà protagonista dell’intensa due-giorni che coinvolgerà i partecipanti nel workshop di sabato 14 e domenica 15 marzo negli spazi del CSC Animazione di Torino (via Cagliari, 42).

0 1

Verranno affrontati temi quali: lo storyboard – cos’è, cenni storici, a cosa serve e quando si usa; tecnica e stili di storyboard; dalla parola all’immagine – lo storyboard e la sceneggiatura; elementi di grammatica cinematografica. Le lezioni saranno integrate da aneddoti tratti dall’esperienza lavorativa di Liotti, con visione ed analisi di sequenze filmiche e relativi storyboard. Per i partecipanti sarà possibile inoltre assistere gratuitamente alla proiezione di uno dei film trattati nel corso, proiettato all’interno del programma del 19° Glocal Film Festival.

Programma Masterclass Disegnare il cinema – Lo storyboard cinematografico con Giuseppe Liotti:

Sabato 14 marzo, 11.00/13.00 – 14.00/18.00
Domenica 15 marzo, 10.00/13.00 – 14.00/17.00
Luogo: CSC Animazione – via Cagliari, 42 – Torino
Costo: 150€, 120€ tariffa early bird
Iscrizioni: entro il 13 marzo 2020, early bird entro il 31 gennaio 2020

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Dicembre, 2019

18Dic00:00Star Wars: L'ascesa di Skywalker

19Dic00:00La Dea Fortuna

19Dic00:00Pinocchio

19Dic00:00Last Christmas

24Dic00:00The Farewell - Una bugia buona

25Dic00:00Jumanji: The Next Level

Film in uscita Mese Prossimo

Gennaio

09Gen00:00Piccole Donne

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X