Connettiti a NewsCinema!

News

SOLO: a Star Wars Story, il film di Ron Howard fuori dalla galassia

Pubblicato

:

Una canaglia, un anticonformista affascinante, incredibilmente carismatico e adorabile”. Così la produttrice Kathleen Kennedy descrive Han Solo, l’eroe di Star Wars a cui la Disney ha dedicato il nuovo spin-off SOLO: A Star Wars Story, presentato in anteprima a Cannes 2018 e nelle sale italiane dal 23 Maggio. 

Era il 1977 quando George Lucas ha presentato al pubblico di tutto il mondo l’ironico contrabbandiere dal cuore d’oro, interpretato per anni da Harrison Ford. Non è stato facile trovare un sostituto valido per la versione young di Han Solo, e la scelta è ricaduta sull’attore Alden Ehrenreich, un talento acerbo che si è distinto in Ave, Cesare! dei fratelli Coen e in Blue Jasmine di Woody Allen. 

SOLO: A Star Wars Story, la trama

Il film è ambientato molti anni prima dell’incontro di Han Solo con Luke Skywalker e il Maestro Jedi Obi-Wan Kenobi, all’interno dell’affollata cantina di Mos Eisley sul pianeta Tatooine. Il protagonista scaltro e affascinante frequenta vari locali malfamati della galassia, cercando di sgraffignare qualcosa di interessante in compagnia della sua amata Kira, interpretata da Emilia Clarke (Game of Thrones). Quando quest’ultima viene catturata  e costretta al servizio dell’Impero, Solo inizia la sua avventura tra zone di guerra e inseguimenti intergalattici, al fianco del criminale Beckett (Woody Harrelson), il suo nuovo amico wookie Chewbecca e il giocatore d’azzardo Lando Calrissian (Donald Glover) che lo porta a bordo dell’iconico Millenium Falcon.

Alden Ehrenreich in Solo: A Star Wars Story

SOLO: A Star Wars Story, il cast è l’ultimo dei problemi

Ron Howard è subentrato a Phil Lord e Christopher Miller alla regia, in seguito ad alcune difficoltà produttive, e questo cambio di rotta non è passato inosservato. SOLO: A Star Wars Story non mantiene infatti l’identità propria della saga di fantascienza che conta numerosi appassionati in tutto il mondo, ma si riduce ad un film di puro intrattenimento, con scene di azione tradizionali e ripetitive, e una narrazione priva di creatività e ambizione.

Il regista di A Beautiful Mind, Rush e Apollo 13 non sembra a suo agio nella galassia lontana e realizza un film di fantascienza con un ritmo dinamico e una buona dose di humour, ma senza un’anima degna del mondo creato da George Lucas. Il problema non è il protagonista che convince nei panni dell’amato personaggio sfrontato e ribelle. Il suo primo incontro con la creatura permalosa e buffa che poi risponderà al nome di Chewbecca è una delle parti più curiose ed esilaranti del film, che pone questa amicizia particolare al centro della narrazione. Anche il resto del cast composto dal villain Paul Bettany e un Woody Harrelson in forma è indovinato e adatto.

Emilia Clarke e Alden Ehrenreich in Solo: A Star Wars Story

SOLO: A Star Wars Story, il mancato coraggio di Ron Howard

C’è anche la storia d’amore tra Solo e Kira che risulta tuttavia patinata, trascinando il film in una dimensione sentimentale scontata e noiosa. Le emozioni sono soffocate in gran parte dagli effetti speciali e l’adrenalina è legata a numerose scene di combattimento che non aggiungono nulla di nuovo al genere. Howard rispetta la mitologia di Star Wars, ma non sembra avere il coraggio di mettere la sua firma, proponendo soluzioni originali e donando alla storia una stratificazione più netta e coraggiosa.

Solo: A Star Wars Story è il più debole dei vari lungometraggi che orbitano nella galassia della saga di fantascienza più famosa di sempre, perchè si conferma un’occasione perduta. Il film poteva essere un modo per approfondire il passato di una figura fondamentale di quell’universo forte di una sua poetica e una personalità eccentrica e inimitabile, ma non riesce a spiccare il volo restando un’avventura rocambolesca e spassosa, senza pathos.

SOLO: a Star Wars story TRAILER

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Cinema

The Flash: il cinecomics con Ezra Miller rinviato nuovamente al 2021

Pubblicato

:

Grazie alla risposta superficiale alla Justice League, la Warner Bros. ha dovuto ripensare ai suoi piani per i film DC Extended Universe. In particolar modo, ad essere coinvolto sarà il film The Flash, che subirà uno slittamento rispetto alla tabella di marcia, dopo i problemi iniziali nel reperire gli sceneggiatori e il regista. Superati questi scogli, la strada della Warner Bros. verso questo nuovo film dedicato ad un supereroe sembrava in discesa. Fino a quando,  non è avvenuta una nuova battuta d’arresto verso il primo ciak.

Secondo Variety, Warner Bros. ha ancora una volta respinto il rilascio di The Flash in parte anche a causa di problemi di scrittura. Era previsto che le riprese iniziassero a marzo 2019, ma a causa della nuova sceneggiatura non ancora terminata, lo studio ha richiesto maggiore tempo, per poter fare un ottimo lavoro. Fortunatamente per l’attore protagonista Ezra Miller, il suo nome continua a comparire in diversi film oltre al ruolo di  Flash / Barry Allen in Justice League ed è apparso brevemente in Batman v Superman: Dawn of Justice . Tuttavia, Miller sta anche interpretando un ruolo chiave nel franchise di Animali fantastici, attualmente è in programma di girare il terzo film in quella serie la prossima estate.

Ora, stando alle ultime indiscrezioni, la produzione del primo film su The Flash potrebbe iniziare verso la fine del 2019, dopo aver preso parte alle riprese di Animali fantastici 3 . Questo per ora lascerebbe il film senza un potenziale titolo, destinando la sua uscita nei cinema – presumibilmente – nel 2021.

Continua a leggere

Cinema

Viggo Mortensen annuncia il suo esordio come regista nel film drammatico Falling

Pubblicato

:

Nuovi progetti in vista Viggo Mortensen all’orizzonte. L’attore ultimamente si è occupato della stesura di una sceneggiatura dalla trama molto interessante, ed oltre a far parte del cast, portando sul grande schermo uno dei due ruoli principali del film, si siederà anche sulla sedia da regista per la prima volta. Falling oltre a lui vedrà il coinvolgimento di Lance Henriksen e Sverrir Gudnaso.

Mortensen interpreterà un uomo che vive con il suo partner maschile e la figlia adottiva nel sud della California. Henriksen interpreterà un contadino i cui atteggiamenti e comportamenti appartengono a un’era e un modello familiare molto più tradizionali. Quando il padre viaggia a Los Angeles per un soggiorno indefinito con la sua famiglia per cercare un posto dove andare in pensione, questi due mondi molto diversi tra loro si scontreranno.

Mortensen ultimamente ha interpretato il personaggio di Mahershala Ali nel film drammatico Green Book, presentato in anteprima al Toronto Film Festival e nelle sale dal 21 novembre. Il bell’attore statunitense di origini danesi, noto per essere stato il combattente Aragorn nella saga de Il Signore degli Anelli, nel corso della sua carriera ha ricevuto due nomination all’Oscar per Eastern Promises e Captain Fantastic.

Falling verrà prodotto da Daniel Bekerman da Scythia Films insieme a Mortensen, che in precedenza si era occupato della produzione delle pellicole Everyone Has a Plan, Far From Men e Jauja attraverso Perceval Pictures. Ad occuparsi della distribuzione internazionale ci penserà HanWay Films.

L’amministratore delegato della HanWay Films, Gabrielle Stewart, ha dichiarato: “L’industria ha sempre considerato Viggo un artista davvero pieno di sentimento. È un fotografo di talento, un poeta e un musicista. La sua sceneggiatura di Falling è un dramma familiare potente e ben osservato. Siamo entusiasti di far parte del suo promettente ed entusiasmante debutto alla regia. “

Continua a leggere

Cinema

Ben is Back, il dramma di una madre coraggiosa nel trailer con Julia Roberts e Lucas Hedges

Pubblicato

:

Il Premio Oscar Julia Roberts è in procinto di tornare sul grande schermo con Ben is Back, film drammatico della Notorius Pictures. Nel nostro lettore potrete vedere il trailer diffuso recentemente, nel quale si denota una pellicola molto toccante, emozionante e ricca di talenti. Ben is Back, presentato al Toronto Film Festival è stato accolto con grande entusiasmo dalla critica, considerandolo uno dei film più interessanti del 2018.

Insieme a Julia Robert che interpreta Holly, la madre coraggiosa e pronta a tutto pur di rendere felice il proprio figlio, nel ruolo di protagonista c’è Ben, interpretato da Lucas Hedges.

Ben è un giovane tossicodipendente, che sta cercando di disintossicarsi per uscire per sempre dal tunnel della droga. Il suo percorso all’ interno della comunità, subisce una battuta d’arresto quando decide di lasciarla momentaneamente, per andare a trascorrere le vacanze natalizie a casa con tutta la famiglia. La gioia di Holly nel riabbracciare il figlio dopo tempo, viene distrutta quando capisce che c’è qualcosa non va. La donna terrorizzata all’idea che il figlio possa tornare a drogarsi, la spingerà a voler capire cosa sta accadendo nella vita del figlio e a cercare di salvare la famiglia e Ben.

Ben is Back è stato scritto e diretto da Peter Hedges (padre del protagonista) e nel cast insieme a Julia Roberts e Lucas Hedges, ci sono Courtney B. VanceKathryn Newton e Tim Guinee.

Ben is Back arriverà nelle sale italiane il 20 dicembre 2018.

Continua a leggere

Facebook

Film in uscita

Ottobre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Novembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Popolari

X